Autorizzazione OAuth 2

Ultimo aggiornamento: 2023-12-20
  • Argomenti:
  • Destinations
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Developer
    User
    Admin
    Leader

Destination SDK supporta diversi metodi di autorizzazione per la destinazione. Tra queste è inclusa l’opzione per l’autenticazione nella destinazione utilizzando Framework di autorizzazione OAuth 2.

Questa pagina descrive i vari flussi di autorizzazione OAuth 2 supportati da Destination SDK e fornisce istruzioni per impostare l’autorizzazione OAuth 2 per la destinazione.

IMPORTANTE

Tutti i nomi e i valori dei parametri supportati da Destination SDK sono distinzione maiuscole/minuscole. Per evitare errori di distinzione tra maiuscole e minuscole, utilizza i nomi e i valori dei parametri esattamente come mostrato nella documentazione.

Tipi di integrazione supportati

Consulta la tabella seguente per informazioni dettagliate sui tipi di integrazioni che supportano le funzionalità descritte in questa pagina.

Tipo di integrazione Supporta la funzionalità
Integrazioni in tempo reale (streaming)
Integrazioni basate su file (batch) No

Come aggiungere i dettagli di autorizzazione OAuth 2 alla configurazione di destinazione

Prerequisiti nel sistema

Come primo passo, devi creare un’app per Adobe Experience Platform o registrare in altro modo un Experience Platform. L’obiettivo è generare un ID client e un segreto client, necessari per autenticare l’Experience Platform nella destinazione.

Come parte di questa configurazione nel tuo sistema, devi disporre degli URL di reindirizzamento/callback di Adobe Experience Platform OAuth 2, che puoi ottenere dall’elenco seguente.

  • https://platform-va7.adobe.io/data/core/activation/oauth/api/v1/callback
  • https://platform-nld2.adobe.io/data/core/activation/oauth/api/v1/callback
  • https://platform-aus5.adobe.io/data/core/activation/oauth/api/v1/callback
  • https://platform-can2.adobe.io/data/core/activation/oauth/api/v1/callback
  • https://platform-gbr9.adobe.io/data/core/activation/oauth/api/v1/callback
  • https://platform.adobe.io/data/core/activation/oauth/api/v1/callback
IMPORTANTE

Il passaggio per registrare un URL di reindirizzamento/callback per Adobe Experience Platform nel sistema è necessario solo per OAuth 2 con codice di autorizzazione tipo di sovvenzione. Per gli altri due tipi di concessione supportati (password e credenziali client), puoi saltare questo passaggio.

Al termine di questo passaggio, dovresti disporre di:

  • Un ID cliente;
  • Un segreto cliente;
  • URL di callback di Adobe (per la concessione del codice di autorizzazione).

Cosa devi fare nella Destination SDK

Per impostare l'autorizzazione OAuth 2 per la destinazione in Experienci Platform, è necessario aggiungere i dettagli OAuth 2 al configurazione di destinazione, sotto il customerAuthenticationConfigurations parametro. Consulta autenticazione del cliente per esempi dettagliati. Di seguito sono riportate istruzioni specifiche sui campi da aggiungere al modello di configurazione, a seconda del tipo di concessione di autorizzazione OAuth 2.

Tipi di concessione OAuth 2 supportati

L’Experience Platform supporta i tre tipi di sovvenzione OAuth 2 riportati nella tabella seguente. Se disponi di una configurazione OAuth 2 personalizzata, Adobe è in grado di supportarla con l’aiuto di campi personalizzati nell’integrazione. Per ulteriori informazioni, consulta le sezioni per ogni tipo di sovvenzione.

IMPORTANTE
  • Fornite i parametri di input come indicato nelle sezioni seguenti. I sistemi interni Adobe si connettono al sistema di autorizzazione della piattaforma e acquisiscono i parametri di output, utilizzati per autenticare l’utente e mantenere l’autorizzazione alla destinazione.
  • I parametri di input evidenziati in grassetto nella tabella sono parametri richiesti nel flusso di autorizzazione OAuth 2. Gli altri parametri sono facoltativi. Esistono altri parametri di input personalizzati che non vengono visualizzati qui, ma sono descritti dettagliatamente nelle sezioni Personalizzare la configurazione di OAuth 2 e Aggiornamento del token di accesso.
Concessione OAuth 2 Input Uscite
Codice di autorizzazione
  • clientId
  • clientSecret
  • ambito
  • authorizationUrl
  • accessTokenUrl
  • refreshTokenUrl
  • accessToken
  • expiresIn
  • refreshToken
  • tokenType
Password
  • clientId
  • clientSecret
  • ambito
  • accessTokenUrl
  • nome utente
  • password
  • accessToken
  • expiresIn
  • refreshToken
  • tokenType
Credenziali client
  • clientId
  • clientSecret
  • ambito
  • accessTokenUrl
  • accessToken
  • expiresIn
  • refreshToken
  • tokenType

La tabella precedente elenca i campi utilizzati nei flussi standard OAuth 2. Oltre a questi campi standard, varie integrazioni di partner possono richiedere input e output aggiuntivi. Adobe ha progettato un framework di autorizzazione OAuth 2 flessibile per Destination SDK che può gestire le varianti al modello di campi standard di cui sopra, supportando al contempo un meccanismo per rigenerare automaticamente gli output non validi, come i token di accesso scaduti.

L’output include sempre un token di accesso, utilizzato da Experienci Platform per autenticare e mantenere l’autorizzazione per la destinazione.

Il sistema che Adobe ha progettato per l’autorizzazione OAuth 2:

  • Supporta tutte e tre le sovvenzioni OAuth 2 tenendo conto di eventuali varianti di esse, come campi di dati aggiuntivi, chiamate API non standard e altro ancora.
  • Supporta i token di accesso con valori di durata variabili, che si tratti di 90 giorni, 30 minuti o qualsiasi altro valore di durata specificato.
  • Supporta i flussi di autorizzazione OAuth 2 con o senza token di aggiornamento.

OAuth 2 con codice di autorizzazione

Se la destinazione supporta un flusso standard del codice di autorizzazione OAuth 2.0 (leggi la Specifiche degli standard RFC) o una sua variante, consulta i campi obbligatori e facoltativi seguenti:

Concessione OAuth 2 Input Uscite
Codice di autorizzazione
  • clientId
  • clientSecret
  • ambito
  • authorizationUrl
  • accessTokenUrl
  • refreshTokenUrl
  • accessToken
  • expiresIn
  • refreshToken
  • tokenType

Per impostare questo metodo di autorizzazione per la destinazione, aggiungi le seguenti righe alla configurazione, quando creare una configurazione di destinazione:

{
//...
  "customerAuthenticationConfigurations": [
    {
      "authType": "OAUTH2",
      "grant": "OAUTH2_AUTHORIZATION_CODE",
      "accessTokenUrl": "https://api.moviestar.com/OAuth/access_token",
      "authorizationUrl": "https://www.moviestar.com/dialog/OAuth",
      "refreshTokenUrl": "https://api.moviestar.com/OAuth/refresh_token",
      "clientId": "Experience-Platform-client-id",
      "clientSecret": "Experience-Platform-client-secret",
      "scope": ["read", "write"]
    }
  ]
//...
}
Parametro Tipo Descrizione
authType Stringa Usare "OAUTH2".
grant Stringa Utilizzare "OAUTH2_AUTHORIZATION_CODE".
accessTokenUrl Stringa L’URL sul lato dell’utente che rilascia i token di accesso e, facoltativamente, i token di aggiornamento.
authorizationUrl Stringa L’URL del server di autorizzazione, in cui reindirizzare l’utente per accedere all’applicazione.
refreshTokenUrl Stringa Facoltativo. L’URL sul lato dell’utente che rilascia i token di aggiornamento. Spesso, il refreshTokenUrl è uguale al valore accessTokenUrl.
clientId Stringa ID client assegnato dal sistema a Adobe Experience Platform.
clientSecret Stringa Il segreto client assegnato dal sistema a Adobe Experience Platform.
scope Elenco di stringhe Facoltativo. Imposta l’ambito di ciò che il token di accesso consente a Experienci Platform di eseguire sulle risorse. Esempio: "read, write" (lettura, scrittura).

OAuth 2 con concessione password

Per la concessione della password OAuth 2 (leggi Specifiche degli standard RFC), Experienci Platform richiede il nome utente e la password dell'utente. Nel flusso di autorizzazione, Experienci Platform scambia queste credenziali per un token di accesso e, facoltativamente, per un token di aggiornamento.
Adobe utilizza gli input standard riportati di seguito per semplificare la configurazione di destinazione, con la possibilità di ignorare i valori:

Concessione OAuth 2 Input Uscite
Password
  • clientId
  • clientSecret
  • ambito
  • accessTokenUrl
  • nome utente
  • password
  • accessToken
  • expiresIn
  • refreshToken
  • tokenType
NOTA

Non è necessario aggiungere parametri per username e password nella configurazione seguente. Quando aggiungi "grant": "OAUTH2_PASSWORD" nella configurazione di destinazione, il sistema richiederà all’utente di fornire un nome utente e una password nell’interfaccia utente di Experienci Platform, quando si autentica nella destinazione.

Per impostare questo metodo di autorizzazione per la destinazione, aggiungi le seguenti righe alla configurazione, quando creare una configurazione di destinazione:

{
//...
  "customerAuthenticationConfigurations": [
    {
      "authType": "OAUTH2",
      "grant": "OAUTH2_PASSWORD",
      "accessTokenUrl": "https://api.moviestar.com/OAuth/access_token",
      "clientId": "Experience-Platform-client-id",
      "clientSecret": "Experience-Platform-client-secret",
      "scope": ["read", "write"]
    }
  ]
Parametro Tipo Descrizione
authType Stringa Usare "OAUTH2".
grant Stringa Utilizzare "OAUTH2_PASSWORD".
accessTokenUrl Stringa L’URL sul lato dell’utente che rilascia i token di accesso e, facoltativamente, i token di aggiornamento.
clientId Stringa ID client assegnato dal sistema a Adobe Experience Platform.
clientSecret Stringa Il segreto client assegnato dal sistema a Adobe Experience Platform.
scope Elenco di stringhe Facoltativo. Imposta l’ambito di ciò che il token di accesso consente a Experienci Platform di eseguire sulle risorse. Esempio: "read, write" (lettura, scrittura).

Concessione OAuth 2 con credenziali client

È possibile configurare le credenziali di un client OAuth 2 (leggere la Specifiche degli standard RFC), che supporta gli ingressi e le uscite standard elencati di seguito. Puoi personalizzare i valori. Consulta Personalizzare la configurazione di OAuth 2 per i dettagli.

Concessione OAuth 2 Input Uscite
Credenziali client
  • clientId
  • clientSecret
  • ambito
  • accessTokenUrl
  • accessToken
  • expiresIn
  • refreshToken
  • tokenType

Per impostare questo metodo di autorizzazione per la destinazione, aggiungi le seguenti righe alla configurazione, quando creare una configurazione di destinazione:

{
//...
  "customerAuthenticationConfigurations": [
    {
      "authType": "OAUTH2",
      "grant": "OAUTH2_CLIENT_CREDENTIALS",
      "accessTokenUrl": "https://api.moviestar.com/OAuth/access_token",
      "refreshTokenUrl": "https://api.moviestar.com/OAuth/refresh_token",
      "clientId": "Experience-Platform-client-id",
      "clientSecret": "Experience-Platform-client-secret",
      "scope": ["read", "write"]
    }
  ]
//...
}
Parametro Tipo Descrizione
authType Stringa Usare "OAUTH2".
grant Stringa Utilizzare "OAUTH2_CLIENT_CREDENTIALS".
accessTokenUrl Stringa L’URL del server di autorizzazione, che emette un token di accesso e un token di aggiornamento facoltativo.
refreshTokenUrl Stringa Facoltativo. L’URL sul lato dell’utente che rilascia i token di aggiornamento. Spesso, il refreshTokenUrl è uguale al valore accessTokenUrl.
clientId Stringa ID client assegnato dal sistema a Adobe Experience Platform.
clientSecret Stringa Il segreto client assegnato dal sistema a Adobe Experience Platform.
scope Elenco di stringhe Facoltativo. Imposta l’ambito di ciò che il token di accesso consente a Experienci Platform di eseguire sulle risorse. Esempio: "read, write" (lettura, scrittura).

Personalizzare la configurazione di OAuth 2

Le configurazioni descritte nelle sezioni precedenti descrivono le sovvenzioni standard OAuth 2. Tuttavia, il sistema progettato da Adobe offre flessibilità che consente di utilizzare parametri personalizzati per qualsiasi variante nella sovvenzione OAuth 2. Per personalizzare le impostazioni standard di OAuth 2, utilizzare authenticationDataFields come mostrato negli esempi di seguito.

Esempio 1: utilizzo authenticationDataFields per acquisire informazioni provenienti dalla risposta di autorizzazione

In questo esempio, una piattaforma di destinazione dispone di token di aggiornamento che scadono dopo un certo periodo di tempo. In questo caso, il partner imposta refreshTokenExpiration campo personalizzato per ottenere la scadenza del token di aggiornamento dal refresh_token_expires_in nella risposta API.

{
   "customerAuthenticationConfigurations":[
      {
         "authType":"OAUTH2",
         "options":{

         },
         "grant":"OAUTH2_AUTHORIZATION_CODE",
         "accessTokenUrl":"https://api.moviestar.com/OAuth/access_token",
         "authorizationUrl":"https://api.moviestar.com/OAuth/authorization",
         "scope":[
            "read",
            "write",
            "delete"
         ],
         "refreshTokenUrl":"https://api.moviestar.com/OAuth/accessToken",
         "clientSecret":"client-secret-here",
         "authenticationDataFields":[
            {
               "name":"refreshTokenExpiration",
               "title":"Refresh Token Expires In",
               "description":"Time in seconds when the refresh token will expire",
               "type":"string",
               "isRequired":false,
               "source":"CUSTOMER",
               "authenticationResponsePath":"refresh_token_expires_in"
            }
         ]
      }
   ]
}

Esempio 2: utilizzo authenticationDataFields per fornire un token di aggiornamento speciale

In questo esempio, un partner imposta la propria destinazione in modo da fornire un token di aggiornamento speciale. Inoltre, la data di scadenza per i token di accesso non viene restituita nella risposta API, in modo che possano codificare un valore predefinito, in questo caso 3600 secondi.

      "authenticationDataFields": [
        {
            "name": "refreshToken",
            "value": "special_refresh_token"
        },
        {
            "name": "expiresIn",
            "value": 3600
        }
      ]

Esempio 3: l’utente immette l’ID client e il segreto client quando configura la destinazione

In questo esempio, invece di creare un ID client globale e un segreto client come mostrato nella sezione Prerequisiti nel sistema, al cliente viene richiesto di immettere l’ID client, il segreto client e l’ID account (l’ID che il cliente utilizza per accedere alla destinazione)

{
    //...
    "customerAuthenticationConfigurations": [
        {
            "authType": "OAUTH2",
            "grant": "OAUTH2_CLIENT_CREDENTIALS",
            "authenticationDataFields": [
                {
                    "name": "clientId",
                    "title": "Client ID",
                    "description": "Client ID",
                    "type": "string",
                    "isRequired": true,
                    "source": "CUSTOMER"
                },
                {
                    "name": "clientSecret",
                    "title": "Client Secret",
                    "description": "Client Secret",
                    "type": "string",
                    "isRequired": true,
                    "format": "password",
                    "source": "CUSTOMER"
                },
                {
                    "name": "moviestarId",
                    "title": "Moviestar ID",
                    "description": "Moviestar ID",
                    "type": "string",
                    "isRequired": true,
                    "source": "CUSTOMER"
                }
            ],
            "accessTokenRequest": {
                "destinationServerType": "URL_BASED",
                "urlBasedDestination": {
                    "url": {
                        "templatingStrategy": "PEBBLE_V1",
                        "value": "https://{{ authData.moviestarId }}.yourdestination.com/identity/oauth/token"
                    }
                },
                "httpTemplate": {
                    "requestBody": {
                        "templatingStrategy": "PEBBLE_V1",
                        "value": "{{ formUrlEncode('grant_type', 'client_credentials', 'client_id', authData.clientId, 'client_secret', authData.clientSecret) | raw }}"
                    },
                    "httpMethod": "POST",
                    "contentType": "application/x-www-form-urlencoded"
                },
                "responseFields": [
                    {
                        "templatingStrategy": "PEBBLE_V1",
                        "value": "{{ response.body.access_token }}",
                        "name": "accessToken"
                    },
                    {
                        "templatingStrategy": "PEBBLE_V1",
                        "value": "{{ response.body.scope }}",
                        "name": "scope"
                    },
                    {
                        "templatingStrategy": "PEBBLE_V1",
                        "value": "{{ response.body.token_type }}",
                        "name": "tokenType"
                    },
                    {
                        "templatingStrategy": "PEBBLE_V1",
                        "value": "{{ response.body.expires_in }}",
                        "name": "expiresIn"
                    }
                ]
            }
        }
    ]
//...
}

Puoi utilizzare i seguenti parametri in authenticationDataFields per personalizzare la configurazione OAuth 2:

Parametro Tipo Descrizione
authenticationDataFields.name Stringa Nome del campo personalizzato.
authenticationDataFields.title Stringa Titolo che puoi fornire per il campo personalizzato.
authenticationDataFields.description Stringa Descrizione del campo dati personalizzato configurato.
authenticationDataFields.type Stringa Definisce il tipo di campo dati personalizzato.
Valori accettati: string, boolean, integer
authenticationDataFields.isRequired Booleano Specifica se il campo dati personalizzato è obbligatorio nel flusso di autorizzazione.
authenticationDataFields.format Stringa Quando selezioni "format":"password", Adobe crittografa il valore del campo dei dati di autorizzazione. Se utilizzato con "fieldType": "CUSTOMER", nasconde anche l’input nell’interfaccia utente quando l’utente digita nel campo.
authenticationDataFields.fieldType Stringa Indica se l’input proviene dal partner (te) o dall’utente, quando ha impostato la destinazione in Experienci Platform.
authenticationDataFields.value Stringa. Booleano. Intero Il valore del campo dati personalizzato. Il valore corrisponde al tipo scelto da authenticationDataFields.type.
authenticationDataFields.authenticationResponsePath Stringa Indica a quale campo del percorso di risposta API stai facendo riferimento.

Aggiornamento del token di accesso

Adobe ha progettato un sistema che aggiorna i token di accesso scaduti senza richiedere all’utente di accedere nuovamente alla piattaforma. Il sistema è in grado di generare un nuovo token in modo che l’attivazione nella destinazione continui senza problemi per il cliente.

Per impostare l’aggiornamento del token di accesso, potrebbe essere necessario configurare una richiesta HTTP con modello che consenta ad Adobe di ottenere un nuovo token di accesso, utilizzando un token di aggiornamento. Se il token di accesso è scaduto, Adobe accetta la richiesta basata su modelli fornita dall’utente, aggiungendo i parametri forniti. Utilizza il accessTokenRequest parametro per configurare un meccanismo di aggiornamento del token di accesso.

{
   "customerAuthenticationConfigurations":[
      {
         "authType":"OAUTH2",
         "grant":"OAUTH2_CLIENT_CREDENTIALS",
         "accessTokenRequest":{
            "destinationServerType":"URL_BASED",
            "urlBasedDestination":{
               "url":{
                  "templatingStrategy":"PEBBLE_V1",
                  "value":"https://{{authData.customerId}}.yourdestination.com/identity/oauth/token"
               }
            },
            "httpTemplate":{
               "requestBody":{
                  "templatingStrategy":"PEBBLE_V1",
                  "value":"{{ formUrlEncode('grant_type', 'client_credentials', 'client_id', authData.clientId, 'client_secret', authData.clientSecret) | raw }}"
               },
               "httpMethod":"POST",
               "contentType":"application/x-www-form-urlencoded",
               "headers":[

               ]
            },
            "responseFields":[
               {
                  "templatingStrategy":"PEBBLE_V1",
                  "value":"{{ response.body.expires_in }}",
                  "name":"expiresIn"
               },
               {
                  "templatingStrategy":"PEBBLE_V1",
                  "value":"{{ response.body.access_token }}",
                  "name":"accessToken"
               }
            ],
            "validations":[
               {
                  "name":"access_token validation",
                  "actualValue":{
                     "templatingStrategy":"PEBBLE_V1",
                     "value":"{{response.body.access_token is empty }}"
                  },
                  "expectedValue":{
                     "templatingStrategy":"PEBBLE_V1",
                     "value":"false"
                  }
               },
               {
                  "name":"response status",
                  "actualValue":{
                     "templatingStrategy":"PEBBLE_V1",
                     "value":"{{ response.status }}"
                  },
                  "expectedValue":{
                     "templatingStrategy":"PEBBLE_V1",
                     "value":"200"
                  }
               }
            ]
         }
      }
   ]
}

Puoi utilizzare i seguenti parametri in accessTokenRequest per personalizzare il processo di aggiornamento del token:

Parametro Tipo Descrizione
accessTokenRequest.destinationServerType Stringa Utilizzare URL_BASED.
accessTokenRequest.urlBasedDestination.url.templatingStrategy Stringa
  • Utilizzare PEBBLE_V1 se utilizzi i modelli per il valore in accessTokenRequest.urlBasedDestination.url.value.
  • Utilizzare NONE se il valore nel campo accessTokenRequest.urlBasedDestination.url.value è una costante.
accessTokenRequest.urlBasedDestination.url.value Stringa L’URL in cui Experienci Platform richiede il token di accesso.
accessTokenRequest.httpTemplate.requestBody.templatingStrategy Stringa
  • Utilizzare PEBBLE_V1 se utilizzi i modelli per i valori in accessTokenRequest.httpTemplate.requestBody.value.
  • Utilizzare NONE se il valore nel campo accessTokenRequest.httpTemplate.requestBody.value è una costante.
accessTokenRequest.httpTemplate.requestBody.value Stringa Utilizza il linguaggio dei modelli per personalizzare i campi nella richiesta HTTP per l’endpoint del token di accesso. Per informazioni su come utilizzare i modelli per personalizzare i campi, consulta convenzioni di modelli sezione.
accessTokenRequest.httpTemplate.httpMethod Stringa Specifica il metodo HTTP utilizzato per chiamare l'endpoint del token di accesso. Nella maggior parte dei casi, questo valore è POST.
accessTokenRequest.httpTemplate.contentType Stringa Specifica il tipo di contenuto della chiamata HTTP all’endpoint del token di accesso.
Ad esempio: application/x-www-form-urlencoded o application/json.
accessTokenRequest.httpTemplate.headers Stringa Specifica se è necessario aggiungere intestazioni alla chiamata HTTP all’endpoint del token di accesso.
accessTokenRequest.responseFields.templatingStrategy Stringa
  • Utilizzare PEBBLE_V1 se utilizzi i modelli per i valori in accessTokenRequest.responseFields.value.
  • Utilizzare NONE se il valore nel campo accessTokenRequest.responseFields.value è una costante.
accessTokenRequest.responseFields.value Stringa Utilizza il linguaggio dei modelli per accedere ai campi nella risposta HTTP dall’endpoint del token di accesso. Per informazioni su come utilizzare i modelli per personalizzare i campi, consulta convenzioni di modelli sezione.
accessTokenRequest.validations.name Stringa Indica il nome fornito per la convalida.
accessTokenRequest.validations.actualValue.templatingStrategy Stringa
  • Utilizzare PEBBLE_V1 se utilizzi i modelli per i valori in accessTokenRequest.validations.actualValue.value.
  • Utilizzare NONE se il valore nel campo accessTokenRequest.validations.actualValue.value è una costante.
accessTokenRequest.validations.actualValue.value Stringa Utilizza il linguaggio dei modelli per accedere ai campi nella risposta HTTP. Per informazioni su come utilizzare i modelli per personalizzare i campi, consulta convenzioni di modelli sezione.
accessTokenRequest.validations.expectedValue.templatingStrategy Stringa
  • Utilizzare PEBBLE_V1 se utilizzi i modelli per i valori in accessTokenRequest.validations.expectedValue.value.
  • Utilizzare NONE se il valore nel campo accessTokenRequest.validations.expectedValue.value è una costante.
accessTokenRequest.validations.expectedValue.value Stringa Utilizza il linguaggio dei modelli per accedere ai campi nella risposta HTTP. Per informazioni su come utilizzare i modelli per personalizzare i campi, consulta convenzioni di modelli sezione.

Convenzioni di modelli

A seconda della personalizzazione dell’autorizzazione, potrebbe essere necessario accedere ai campi dati nella risposta di autorizzazione, come illustrato nella sezione precedente. Per farlo, impara a conoscere Linguaggio per modelli di ciottoli utilizzato da Adobe e fai riferimento alle convenzioni di modelli riportate di seguito per personalizzare l’implementazione di OAuth 2.

Prefisso Descrizione Esempio
authData Accedi al valore di qualsiasi campo dati partner o cliente. {{ authData.accessToken }}
response.body Corpo della risposta HTTP {{ response.body.access_token }}
response.status Stato della risposta HTTP {{ response.status }}
response.headers Intestazioni di risposta HTTP {{ response.headers.server[0] }}
userContext Accedi alle informazioni sul tentativo di autorizzazione corrente
  • {{ userContext.sandboxName }}
  • {{ userContext.sandboxId }}
  • {{ userContext.imsOrgId }}
  • {{ userContext.client }} // the client executing the authorization attempt

Passaggi successivi

Leggendo questo articolo, conosci i modelli di autorizzazione OAuth 2 supportati da Adobe Experience Platform e sai come configurare la tua destinazione con il supporto per l’autorizzazione OAuth 2. Successivamente, puoi impostare la destinazione supportata da OAuth 2 tramite Destination SDK. Letto Utilizza Destination SDK per configurare la destinazione per i passaggi successivi.

In questa pagina