Criterio di aggregazione

Ultimo aggiornamento: 2023-11-07
  • Argomenti:
  • Destinations
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Admin
    User

Per garantire la massima efficienza durante l’esportazione dei dati nell’endpoint API, puoi utilizzare varie impostazioni per aggregare i profili esportati in batch più o meno grandi, raggrupparli per identità e altri casi d’uso. Questo ti consente anche di adattare le esportazioni di dati a qualsiasi limite a valle dell’endpoint API (limitazione di frequenza, numero di identità per chiamata API, ecc.).

Utilizza l’aggregazione configurabile per immergerti nelle impostazioni fornite da Destination SDK oppure utilizza l’aggregazione della massima diligenza per dire a Destination SDK di raggruppare le chiamate API nel miglior modo possibile.

Quando crei una destinazione in tempo reale (streaming) con Destination SDK, puoi configurare il modo in cui i profili esportati devono essere combinati nelle esportazioni risultanti. Questo comportamento è determinato dalle impostazioni dei criteri di aggregazione.

Per capire dove questo componente si inserisce in un’integrazione creata con Destination SDK, consulta il diagramma riportato di seguito. opzioni di configurazione o consulta la guida su come utilizzare Destination SDK per configurare una destinazione di streaming.

È possibile configurare le impostazioni dei criteri di aggregazione tramite /authoring/destinations endpoint. Consulta le seguenti pagine di riferimento API per esempi dettagliati di chiamate API, in cui puoi configurare i componenti mostrati in questa pagina.

In questo articolo vengono descritte tutte le impostazioni dei criteri di aggregazione supportate che è possibile utilizzare per la destinazione.

Dopo aver letto questo documento, consulta la documentazione su utilizzo dei modelli e esempi chiave di aggregazione per informazioni su come includere il criterio di aggregazione nel modello di trasformazione dei messaggi in base al criterio di aggregazione selezionato.

IMPORTANTE

Tutti i nomi e i valori dei parametri supportati da Destination SDK sono distinzione maiuscole/minuscole. Per evitare errori di distinzione tra maiuscole e minuscole, utilizza i nomi e i valori dei parametri esattamente come mostrato nella documentazione.

Tipi di integrazione supportati

Consulta la tabella seguente per informazioni dettagliate sui tipi di integrazioni che supportano le funzionalità descritte in questa pagina.

Tipo di integrazione Supporta la funzionalità
Integrazioni in tempo reale (streaming)
Integrazioni basate su file (batch) No

Aggregazione ottimale

L’aggregazione basata sullo sforzo migliore funziona meglio per le destinazioni che preferiscono meno profili per richiesta e che accettano più richieste con meno dati rispetto a meno richieste con più dati.

L’esempio di configurazione seguente mostra una configurazione dell’aggregazione ottimale. Per un esempio di aggregazione configurabile, vedi aggregazione configurabile sezione. I parametri applicabili all’aggregazione della migliore sforzo sono documentati nella tabella seguente.

"aggregation":{
   "aggregationType":"BEST_EFFORT",
   "bestEffortAggregation":{
      "maxUsersPerRequest":10,
      "splitUserById":false
   }
}
Parametro Tipo Descrizione
aggregationType Stringa Indica il tipo di criterio di aggregazione da utilizzare nella destinazione. Tipi di aggregazione supportati:
  • BEST_EFFORT
  • CONFIGURABLE_AGGREGATION
bestEffortAggregation.maxUsersPerRequest Intero Experienci Platform può aggregare più profili esportati in una singola chiamata HTTP.

Questo valore indica il numero massimo di profili che l’endpoint deve ricevere in una singola chiamata HTTP. Tieni presente che si tratta di un’aggregazione ottimale. Ad esempio, se specifichi il valore 100, Platform potrebbe inviare un numero qualsiasi di profili inferiore a 100 in una chiamata.

Se il server non accetta più utenti per richiesta, impostare questo valore su 1.
bestEffortAggregation.splitUserById Booleano Utilizza questo flag se la chiamata alla destinazione deve essere divisa per identità. Imposta questo flag su true se il server accetta una sola identità per chiamata, per uno spazio dei nomi di identità specifico.
SUGGERIMENTO

Utilizza l’aggregazione della massima sforzo se l’endpoint API accetta meno di 100 profili per chiamata API.

Aggregazione configurato

L’aggregazione configurabile funziona meglio se si preferisce gestire batch di grandi dimensioni con migliaia di profili nella stessa chiamata. Questa opzione consente inoltre di aggregare i profili esportati in base a regole di aggregazione complesse.

L’esempio di configurazione seguente mostra una configurazione dell’aggregazione configurabile. Per un esempio di aggregazione della migliore sforzo, vedi aggregazione della migliore fatica sezione. I parametri applicabili all’aggregazione configurabile sono indicati nella tabella seguente.

"aggregation":{
   "aggregationType":"CONFIGURABLE_AGGREGATION",
   "configurableAggregation":{
      "splitUserById":true,
      "maxBatchAgeInSecs":2400,
      "maxNumEventsInBatch":5000,
      "aggregationKey":{
         "includeSegmentId":true,
         "includeSegmentStatus":true,
         "includeIdentity":true,
         "oneIdentityPerGroup":true,
         "groups":[
            {
               "namespaces":[
                  "IDFA",
                  "GAID"
               ]
            },
            {
               "namespaces":[
                  "EMAIL"
               ]
            }
         ]
      }
   }
}
Parametro Tipo Descrizione
aggregationType Stringa Indica il tipo di criterio di aggregazione da utilizzare nella destinazione. Tipi di aggregazione supportati:
  • BEST_EFFORT
  • CONFIGURABLE_AGGREGATION
configurableAggregation.splitUserById Booleano Utilizza questo flag se la chiamata alla destinazione deve essere divisa per identità. Imposta questo flag su true se il server accetta una sola identità per chiamata, per uno spazio dei nomi di identità specifico.
configurableAggregation.maxBatchAgeInSecs Intero Utilizzato in associazione con maxNumEventsInBatch, questo parametro determina quanto tempo l’Experience Platform deve attendere prima di inviare una chiamata API all’endpoint.
  • Valore minimo (secondi): 1800
  • Valore massimo (secondi): 3600
Ad esempio, se utilizzi il valore massimo per entrambi i parametri, Experienci Platform attenderà 3600 secondi O fino a quando non saranno presenti 10000 profili qualificati prima di effettuare la chiamata API, a seconda di quale evento si verifica per primo.
configurableAggregation.maxNumEventsInBatch Intero Utilizzato in combinazione con maxBatchAgeInSecs, questo parametro determina quanti profili qualificati devono essere aggregati in una chiamata API.
  • Valore minimo: 1000
  • Valore massimo: 10000
Ad esempio, se utilizzi il valore massimo per entrambi i parametri, Experienci Platform attenderà 3600 secondi O fino a quando non saranno presenti 10000 profili qualificati prima di effettuare la chiamata API, a seconda di quale evento si verifica per primo.
configurableAggregation.aggregationKey - Consente di aggregare i profili esportati mappati sulla destinazione in base ai parametri descritti di seguito.
configurableAggregation.aggregationKey.includeSegmentId Booleano Imposta questo parametro su true per raggruppare i profili esportati nella destinazione in base all’ID pubblico.
configurableAggregation.aggregationKey.includeSegmentStatus Booleano Imposta sia questo parametro che includeSegmentId a true, se desideri raggruppare i profili esportati nella destinazione in base all’ID pubblico e allo stato del pubblico.
configurableAggregation.aggregationKey.includeIdentity Booleano Imposta questo parametro su true se desideri raggruppare i profili esportati nella destinazione in base allo spazio dei nomi delle identità.
configurableAggregation.aggregationKey.oneIdentityPerGroup Booleano Imposta questo parametro su true se desideri che i profili esportati siano aggregati in gruppi in base a una singola identità (GAID, IDFA, numeri di telefono, e-mail, ecc.).
configurableAggregation.aggregationKey.groups Array Crea elenchi di gruppi di identità per raggruppare i profili esportati nella destinazione in base a gruppi di spazi dei nomi di identità. Ad esempio, puoi combinare profili contenenti gli identificatori mobili IDFA e GAID in una chiamata alla destinazione e invia e-mail a un’altra utilizzando la configurazione mostrata nell’esempio precedente.

Passaggi successivi

Dopo aver letto questo articolo, sarai in grado di comprendere meglio come configurare i criteri di aggregazione per la tua destinazione.

Per ulteriori informazioni sugli altri componenti di destinazione, consulta i seguenti articoli:

In questa pagina