Variabili dell’ambiente di Cloud Manager

Le variabili di ambiente standard possono essere configurate e gestite tramite Cloud Manager. Vengono forniti all’ambiente in fase di esecuzione e possono essere utilizzati nelle configurazioni OSGi. Le variabili dell’ambiente possono essere valori specifici dell’ambiente o segreti dell’ambiente in base alle modifiche apportate.

Panoramica

Le variabili di ambiente offrono una serie di vantaggi agli utenti di AEM as a Cloud Service:

  • Consentono di variare il comportamento del codice e dell’applicazione in base al contesto e all’ambiente. Ad esempio, possono essere utilizzati per abilitare diverse configurazioni nell’ambiente di sviluppo rispetto agli ambienti di produzione o di stage per evitare costosi errori.
  • Devono essere configurati e configurati una sola volta e possono essere aggiornati ed eliminati quando necessario.
  • I loro valori possono essere aggiornati in qualsiasi momento ed entrare in vigore immediatamente senza la necessità di alcuna modifica o distribuzione del codice.
  • Possono separare il codice dalla configurazione e rimuovere la necessità di includere informazioni sensibili nel controllo delle versioni.
  • Migliorano la sicurezza dell'applicazione as a Cloud Service AEM poiché vivono al di fuori del codice.

I casi d’uso tipici per l’utilizzo delle variabili d’ambiente includono:

  • Collegamento dell'applicazione AEM con endpoint esterni diversi
  • Utilizzo di un riferimento quando si memorizzano le password anziché direttamente nella base di codice
  • Quando in un programma esistono più ambienti di sviluppo e alcune configurazioni sono diverse da un ambiente all’altro

Aggiunta di variabili di ambiente

NOTA

Devi essere un membro del Gestione distribuzione ruolo per aggiungere o modificare variabili di ambiente.

  1. Accedi ad Adobe Cloud Manager all’indirizzo my.cloudmanager.adobe.com.

  2. Cloud Manager elenca i vari programmi disponibili. Seleziona quello da gestire.

  3. Seleziona la Ambienti nel pannello di navigazione a sinistra, seleziona l’ambiente per il quale desideri creare una variabile di ambiente.

  4. Nel dettaglio dell’ambiente, seleziona la Configurazione scheda e seleziona Aggiungi per aprire Configurazione dell'ambiente finestra di dialogo.

    • Se aggiungi una variabile di ambiente per la prima volta, viene visualizzata una Aggiungi configurazione al centro della pagina. Puoi usare questo pulsante o Aggiungi per aprire Configurazione dell'ambiente finestra di dialogo.

    Scheda Configurazione

  5. Immetti i dettagli della variabile.

    • Nome
    • Valore
    • Servizio applicato - Definisce per quale servizio (Author/Publish/Preview) si applica la variabile o se si applica a tutti i servizi
    • Tipo - Definisce se la variabile è una variabile normale o un segreto

    Aggiunta di una variabile

  6. Dopo aver inserito la nuova variabile, devi selezionare Aggiungi nell’ultima colonna della riga contenente la nuova variabile.

    • È possibile immettere più variabili contemporaneamente immettendo una nuova riga e selezionando Aggiungi.

    Salva variabili

  7. Seleziona Salva per mantenere le variabili.

Un indicatore con lo stato Aggiornamento viene visualizzato nella parte superiore della tabella e accanto alla variabile appena aggiunta per indicare che l’ambiente viene aggiornato con la configurazione. Una volta completata, la nuova variabile di ambiente sarà visibile nella tabella.

Aggiornamento delle variabili

SUGGERIMENTO

Per aggiungere più variabili, si consiglia di aggiungere la prima variabile, quindi utilizzare la Aggiungi nel Configurazione dell'ambiente per aggiungere le variabili aggiuntive. In questo modo puoi aggiungerli con un aggiornamento all’ambiente.

Aggiornamento delle variabili di ambiente

Dopo aver creato le variabili di ambiente, puoi aggiornarle utilizzando Aggiungi/Aggiorna per avviare Configurazione dell'ambiente finestra di dialogo.

  1. Accedi ad Adobe Cloud Manager all’indirizzo my.cloudmanager.adobe.com.

  2. Cloud Manager elenca i vari programmi disponibili. Seleziona quello da gestire.

  3. Seleziona la Ambienti nel pannello di navigazione a sinistra, seleziona l’ambiente per il quale desideri creare una variabile di ambiente.

  4. Nel dettaglio dell’ambiente, seleziona la Configurazione scheda e seleziona Aggiungi/aggiorna in alto a destra per aprire Configurazione dell'ambiente finestra di dialogo.

    Pulsante Aggiungi/Aggiorna per le variabili

  5. Utilizzando il pulsante con i puntini di sospensione nell’ultima colonna della riga della variabile da modificare, selezionare Modifica o Elimina.

    Modificare o eliminare una variabile

  6. Modifica la variabile di ambiente in base alle esigenze.

    • Durante la modifica, il pulsante con i puntini di sospensione diventa Opzioni per ripristinare il valore originale o confermare la modifica.
    • Durante la modifica dei segreti, i valori possono essere aggiornati solo e non visualizzati.

    Modifica variabile

  7. Dopo aver apportato tutte le modifiche di configurazione richieste, seleziona Salva.

Come per l’aggiunta di variabili, un indicatore con lo stato Aggiornamento viene visualizzato nella parte superiore della tabella e accanto alle variabili appena aggiornate per indicare che l’ambiente viene aggiornato con la configurazione. Una volta completate, le variabili di ambiente aggiornate saranno visibili nella tabella.

SUGGERIMENTO

Se desideri aggiornare più variabili, si consiglia di utilizzare il Configurazione dell'ambiente per aggiornare tutte le variabili necessarie contemporaneamente prima di toccare o fare clic Salva. In questo modo puoi aggiungerli con un aggiornamento all’ambiente.

Utilizzo delle variabili di ambiente

Le variabili di ambiente possono rendere i pom.xml configurazioni più sicure e flessibili. Ad esempio, le password non devono essere codificate in modo rigido e la configurazione può adattarsi in base ai valori contenuti nelle variabili di ambiente.

È possibile accedere alle variabili di ambiente e ai segreti tramite XML come segue.

  • ${env.VARIABLE_NAME}

Vedere il documento Configurazione del progetto per un esempio di come utilizzare entrambi i tipi di variabili in un pom.xml file.

Consulta la sezione documentazione ufficiale Maven per ulteriori dettagli.

In questa pagina