Configurare Workfront for Experience Manager enhanced connector

Ultimo aggiornamento: 2024-01-12
  • Argomenti:
  • Integrations
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Admin
Versione Collegamento articolo
AEM 6.5 Fai clic qui
AEM as a Cloud Service Questo articolo

Un utente con accesso amministratore in Adobe Experience Manager as a Cloud Service configura il connettore avanzato dopo averlo installato. Per istruzioni sull'installazione, vedere Installare il connettore.

IMPORTANTE

A giugno 2022, Adobe ha rilasciato una nuova integrazione nativa per la connessione di Workfront con Adobe Experience Manager Assets as a Cloud Service. Questa integrazione è diventata il metodo richiesto per collegare queste due soluzioni. Qualsiasi nuova implementazione futura del connettore avanzato (versione 1.9.8 e successive) per collegare Workfront ad AEM Assets as a Cloud Service è bloccata.

IMPORTANTE
  • L’Adobe richiede l’implementazione e la configurazione del Adobe Workfront for Experience Manager enhanced connector solo tramite partner certificati o Adobe Professional Services. Se implementato e configurato senza un partner certificato o Adobe Professional Services, non è supportato da Adobe.

  • Adobe può rilasciare aggiornamenti a Adobe Workfront e Adobe Experience Manager che rendono questo connettore ridondante; in tal caso, i clienti potrebbero dover passare dall’utilizzo di questo connettore.

  • Adobe supporta le versioni migliorate del connettore 1.7.4 e successive. Le versioni precedenti prerelease e personalizzate non sono supportate. Per verificare la versione del connettore avanzato, vedere il punto 5(a) di istruzioni per l'installazione del connettore avanzato.

  • Consulta Connettore avanzato per la certificazione dei partner per Workfront for Experience Manager Assets. Per informazioni sull'esame, vedere Guida all’esame.

Configurare le sottoscrizioni di eventi

Gli abbonamenti agli eventi vengono utilizzati per notificare all’AEM gli eventi che si verificano in Adobe Workfront. Sono tre Workfront for Experience Manager enhanced connector funzionalità che richiedono abbonamenti agli eventi per funzionare, sono:

  • Creazione automatica di cartelle collegate al progetto.
  • Sincronizzazione delle modifiche nei valori del modulo personalizzato del documento Workfront con i metadati delle risorse AEM.
  • Pubblicazione automatica delle risorse in Brand Portal al completamento del progetto.

Per utilizzare queste funzioni, abilita sottoscrizioni eventi.

  • Modifica Strumenti Workfront configurazione dei Cloud Service creata al passaggio 5 e selezionare Abbonamenti eventi scheda.

  • Seleziona la Integrazione personalizzata Workfront creato nella sezione 6.

  • Clic Abilita sottoscrizioni eventi Workfront.

    Abbonamento evento

Configurare le cartelle collegate

Per iscriverti agli eventi, segui questi passaggi:

  1. Accedi a Abbonamenti eventi nei servizi cloud.
  2. Seleziona l’integrazione personalizzata creata in Workfront.
  3. Clic Abilita sottoscrizioni eventi Workfront.

Configurazione della struttura delle cartelle collegate

  1. Vai alla scheda Cartelle collegate al progetto nei servizi cloud.
  2. Percorso principale della cartella collegata: seleziona una cartella in DAM in cui desideri creare le cartelle collegate. Se lasciato vuoto, per impostazione predefinita viene impostato su /content/dam. Verificare che lo schema metadati Strumenti di Workfront e lo schema metadati cartelle collegate a Workfront siano stati applicati alla cartella selezionata.
  3. Struttura delle cartelle collegate: immetti valori separati da virgole. Ogni valore deve essere DE:<some-project-custom-form-field>, Portfolio, Programma, Anno, Nome o un "valore stringa letterale" (quest'ultimo con virgolette). Attualmente è impostato su Portfolio,Programma,Anno,DE:Tipo di progetto,Nome.
  4. Configurare le autorizzazioni: Aggiungi jcr:all permissions autorizzazioni a /conf/workfront-tools/settings/cloudconfigs per wf-workfront-users gruppo.
  5. Se il titolo della cartella in Workfront deve includere tutte le cartelle della struttura, seleziona la casella di controllo Crea titolo della cartella collegata in Workfront utilizzando i nomi della struttura di cartelle. In caso contrario, si tratta del titolo dell'ultima cartella.
  6. Sottocartelle con più campi consente di specificare un elenco di cartelle da creare come cartella secondaria della cartella collegata.
  7. Stato progetto: seleziona lo stato per il quale il progetto deve essere impostato per creare la cartella collegata.
  8. Creazione di una cartella collegata in progetti con portfolio: elenco di Portfoli a cui deve appartenere il progetto per poter creare la cartella collegata. Lascia vuoto questo elenco per creare la cartella collegata per tutto il portfolio di progetti.
  9. Creare una cartella collegata nei progetti con campo modulo personalizzato: campo modulo personalizzato e il valore corrispondente che il progetto deve avere per poter creare la cartella collegata. Questa configurazione viene ignorata se viene lasciata vuota. Seleziona CUSTOM FORMS: Create DAM Linked Folder per il campo e l’input Yes per il valore.
  10. Configura autorizzazioni: configura queste autorizzazioni, jcr:all permissions for /conf/workfront-tools/settings/cloudconfigs per wf-workfront-users group.
  11. Fai clic su Abilita creazione automatica di cartelle collegate. Se torni alla scheda Sottoscrizioni evento, vedrai che ora esiste un evento di creazione.

configurazione cartella collegata

Mappatura schema metadati

Configurare la mappatura dei metadati delle cartelle

La mappatura dei metadati tra i progetti Workfront e le cartelle AEM è definita negli schemi di metadati delle cartelle AEM. Gli schemi di metadati delle cartelle devono essere creati e configurati come di consueto in AEM. Strumenti di Workfront aggiunge un elenco a discesa di completamento automatico alla scheda Configurazione impostazioni di ogni campo modulo schema metadati cartelle. Questo menu a discesa di completamento automatico consente di specificare a quale campo Workfront deve essere mappata ogni proprietà della cartella AEM.

Per configurare le mappature, effettua le seguenti operazioni:

  1. Aggiungi jcr:read autorizzazioni a /conf/global/settings/dam/adminui-extension/foldermetadataschema per wf-workfront-users gruppo.

  2. Accedi a Strumenti > Risorse > Schemi metadati cartelle.

  3. Seleziona il modulo schema metadati cartelle da modificare e fai clic su Modifica.

  4. Seleziona il campo modulo schema metadati cartelle da modificare e seleziona la scheda Impostazioni nel pannello di destra.

  5. In entrata Mappato dal campo Workfront , selezionare il nome del campo Workfront che si desidera mappare alla proprietà della cartella AEM selezionata. Le opzioni disponibili sono:

    • Campi modulo personalizzati del progetto
    • Campi Panoramica progetto (ID, Nome, Descrizione, Numero di riferimento, Data di completamento pianificata, Proprietario progetto, Sponsor progetto, Portfolio o Programma)

configurazione mappatura metadati

Configurare la mappatura dei metadati delle risorse

La mappatura dei metadati tra i documenti di Adobe Workfront e le risorse è definita negli schemi di metadati AEM. Gli schemi di metadati devono essere creati e configurati come di consueto in AEM. Strumenti di Workfront aggiunge opzioni di configurazione alla scheda Configurazione impostazioni di ciascun campo modulo schema metadati. Queste opzioni ti consentono di specificare a quale campo Workfront deve essere mappata ogni proprietà AEM.

Per configurare le mappature, effettua le seguenti operazioni:

  1. Accedi a Strumenti > Risorse > Schemi metadati.

  2. Seleziona il modulo schema metadati da modificare e fai clic su Modifica oppure crea uno schema di metadati da zero.

  3. Seleziona il campo del modulo schema metadati da modificare e seleziona Impostazioni nel pannello di destra.

  4. In entrata Workfront Campo modulo personalizzato seleziona il nome del Workfront che si desidera mappare alla proprietà AEM selezionata. Le opzioni disponibili sono:

    • Documenta campi modulo personalizzati
    • Campi modulo personalizzati del progetto
    • Campi modulo personalizzati problema
    • Campi modulo personalizzato attività
    • Campi Panoramica progetto (ID, Nome, Descrizione o Numero di riferimento)
  5. Nel caso in cui Workfront campo selezionato in Campo modulo personalizzato Workfront è un campo di tipo Utente di Workfront, è necessario specificare quale campo Utente di Workfront si desidera mappare. A tale scopo, selezionare Ottieni valore dal campo oggetto di riferimento Workfront e quindi specificare il nome dell' Campo modulo personalizzato utente Workfront da cui recuperare il valore da mappare.

    configurazione mappatura metadati

Proprietà mappa

Questo passaggio di flusso di lavoro consente a un utente di mappare una proprietà su un Workfront modulo personalizzato per un progetto, un’attività, un problema o un documento. Il Workfront artefatto che questo passaggio influisce viene cercato utilizzando un percorso relativo dal payload. Le proprietà da mappare sono controllate dalla configurazione della finestra di dialogo dei passaggi.

Tipo: questo campo consente di selezionare il tipo di oggetto Workfront a cui mappare le proprietà.

ID, proprietà: questo campo consente di specificare il percorso dell’ID dell’oggetto Workfront a cui mappare le proprietà. Il percorso specificato in questo campo deve essere relativo al payload del flusso di lavoro.

Assegnazioni proprietà: questo campo multiplo consente di specificare le mappature tra le proprietà AEM e i campi Workfront. Ogni elemento nel campo multiplo specifica una mappatura. Ogni mappatura deve avere il formato <workfront-field>=<aem-mapped-property>.

  • Il workfront-field può essere

    • Campo modulo personalizzato identificato dal prefisso DE:.
    • Campo modificabile identificato dal relativo nome. I nomi dei campi si trovano in Workfront API Explorer.
  • Il aem-mapped-property può essere:

    • Un valore letterale. Queste devono essere racchiuse tra virgolette.
    • Una proprietà AEM. Questo riferimento deve essere relativo al payload del flusso di lavoro.
    • Un valore denominato. Queste devono essere racchiuse tra parentesi.
    • Una concatenazione dei 3 elementi sopra indicati. Specificalo utilizzando {+}.
    • Una modifica dei 3 elementi precedenti racchiudendo il valore con {replace(<value>,"old-char","new-char")}.
  • Alcuni esempi sono:

    • status="INP"
    • DE:Asset Type=jcr:content/metadata/assetType
    • DE:Path={path}
    • URL="https://my-aem-author/assets.html"{+}{path}

Configurazione per mappare la proprietà

Imposta stato

Nell’editor del flusso di lavoro, modifica le proprietà di Workfront - Imposta stato nel Argomenti scheda.

Modifica flusso di lavoro per impostare lo stato

Sincronizzazione commenti

  1. In entrata Experience Manager, accesso Strumenti > Cloud Service > Configurazione strumenti Workfront, seleziona la configurazione e seleziona Proprietà.

    commenti sincronizzati

  2. Seleziona Abbonamenti eventi , fare clic su Abilita sincronizzazione commenti il Inviare commenti aggiunti in Workfront all’AEM opzione.

    Sincronizzazione abilitata

Per verificare la sincronizzazione dei commenti da Workfront all’AEM, effettua le seguenti operazioni:

  1. Passa a un documento collegato in Workfront e aggiungi un commento nella scheda Aggiornamenti.

    lascia un commento in Workfront

  2. Passare allo stesso documento collegato in AEM, selezionare il documento e aprire Timeline nella barra di navigazione a sinistra, quindi seleziona Commenti. Nella barra laterale a sinistra vengono visualizzati i commenti sincronizzati da Workfront.

Versioni risorsa

Per mantenere la cronologia delle versioni delle risorse in AEM, configura il controllo delle versioni delle risorse in AEM.

  1. Ad Experience Manager, l’accesso Strumenti > Cloud Service > Configurazione strumenti Workfront e aprire Avanzate scheda.

  2. Seleziona opzione Memorizza le risorse con lo stesso nome delle versioni della risorsa esistente. Se selezionata, questa opzione consente di memorizzare le risorse caricate con lo stesso nome e nella stessa posizione della versione della risorsa esistente. Se questa opzione non è selezionata, viene creata una nuova risorsa con un nome diverso (ad esempio, asset-name.pdf e asset-name-1.pdf).

  3. Seleziona opzione Aggiornare i metadati della risorsa durante la creazione di una nuova versione. Se selezionata, questa opzione aggiorna i metadati della risorsa ogni volta che ne viene creata una nuova versione. Se questa opzione è deselezionata, la risorsa manterrà i metadati che aveva prima di creare la nuova versione.

configurare il controllo delle versioni delle risorse

NOTA

Il controllo delle versioni non è supportato nelle cartelle collegate. Durante la creazione di un’ Workfront bozza con un documento all’interno di una cartella collegata, i commenti e le annotazioni sulla versione precedente della risorsa vengono rimossi.

Allegare moduli personalizzati

Questo passaggio di flusso di lavoro consente agli utenti di allegare un modulo personalizzato a un Workfront artefatto. Questo passaggio di flusso di lavoro può essere aggiunto a qualsiasi modello di flusso di lavoro. Il Workfront artefatto che questo passaggio influisce viene cercato utilizzando un percorso relativo dal payload.

Nell’editor del flusso di lavoro di Experience Manager, modifica le proprietà della Workfront - Allega modulo personalizzato passaggio di workflow.

moduli personalizzati.

Pubblicazione automatica delle risorse

  1. Ad Experience Manager, l’accesso Strumenti > Cloud Service > Configurazione strumenti Workfront e aprire Avanzate scheda.

  2. Seleziona Pubblica automaticamente le risorse quando inviate da Workfront. Questa opzione consente la pubblicazione automatica delle risorse quando vengono inviate da Workfront all’AEM. Questa funzione può essere abilitata in modo condizionale specificando un campo modulo personalizzato Workfront e il valore su cui deve essere impostata. Ogni volta che un documento viene inviato al AEM, se soddisfa la condizione, la risorsa viene pubblicata automaticamente.

  3. Seleziona Pubblica tutte le risorse del progetto in Brand Portal al completamento del progetto. Questa opzione consente la pubblicazione automatica delle risorse in Brand Portal quando lo stato del progetto Workfront a cui appartengono viene modificato in Complete.

configurare la pubblicazione automatica

Aggiornamenti dei moduli personalizzati per documenti di Workfront

Per sottoscrivere le modifiche in Workfront documenti moduli personalizzati, seleziona l’opzione pertinente nella sezione Avanzate scheda. Quando si sottoscrivono questi aggiornamenti, vengono aggiornati i Experience Manager campi di metadati quando il campo corrispondente in Workfront il modulo personalizzato del documento è stato modificato.

configurazione degli aggiornamenti del modulo personalizzato del documento Workfront in Experience Manager

In questa pagina