Assemblaggio di documenti PDF a livello di programmazione

È possibile utilizzare l'API Assembler Service per assemblare più documenti PDF in un singolo documento PDF. L'illustrazione seguente mostra tre documenti PDF uniti in un singolo documento PDF.

pa_pa_document_assembly

Per assemblare due o più documenti PDF in un singolo documento PDF, è necessario disporre di un documento DDX. Un documento DDX descrive il documento PDF prodotto dal servizio Assembler. In altre parole, il documento DDX indica al servizio Assembler quali azioni eseguire.

Ai fini di questa discussione, si supponga di utilizzare il seguente documento DDX.

 <?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
 <DDX xmlns="https://ns.adobe.com/DDX/1.0/">
     <PDF result="out.pdf">
         <PDF source="map.pdf" />
         <PDF source="directions.pdf" />
     </PDF>
 </DDX>

Questo documento DDX unisce due documenti PDF denominati map.pdf e sections.pdf in un singolo documento PDF.

NOTA

Per visualizzare un documento DDX che smonta un documento PDF, vedere Disassemblaggio programmatico di documenti PDF.

NOTA

Per ulteriori informazioni sul servizio Assembler, vedere Guida di riferimento dei servizi per AEM Forms.

NOTA

Per ulteriori informazioni su un documento DDX, vedere Servizio Assembler e Riferimento DDX.

Considerazioni per la chiamata del servizio Assembler con i servizi Web

Quando si aggiungono intestazioni e piè di pagina durante l'assemblaggio di documenti di grandi dimensioni, è possibile che si verifichi un errore OutOfMemory e che i file non vengano assemblati. Per ridurre la possibilità che si verifichi questo problema, aggiungere un elemento DDXProcessorSetting al documento DDX, come illustrato nell'esempio seguente.

<DDXProcessorSetting name="checkpoint" value="2000" />

Potete aggiungere questo elemento come elemento secondario dell'elemento DDX o come elemento secondario di un elemento PDF result. Il valore predefinito per questa impostazione è 0 (zero), che disattiva il checkpoint e il DDX si comporta come se l'elemento DDXProcessorSetting non fosse presente. Se si è verificato un errore OutOfMemory, potrebbe essere necessario impostare il valore su un numero intero, generalmente compreso tra 500 e 5000. Un piccolo valore di checkpoint genera controlli più frequenti.

Riepilogo dei passaggi

Per assemblare un singolo documento PDF da più documenti PDF, effettuare le seguenti operazioni:

  1. Includere i file di progetto.
  2. Creare un client Assembler PDF.
  3. Fare riferimento a un documento DDX esistente.
  4. Riferimento a documenti PDF in input.
  5. Impostare le opzioni di esecuzione.
  6. Assemblare i documenti PDF di input.
  7. Estrarre i risultati.

Includi file di progetto

Includete i file necessari nel progetto di sviluppo. Se create un'applicazione client utilizzando Java, includete i file JAR necessari. Se utilizzate i servizi Web, accertatevi di includere i file proxy.

I seguenti file JAR devono essere aggiunti al percorso di classe del progetto:

  • adobe-livecycle-client.jar
  • adobe-usermanager-client.jar
  • adobe-assembler-client.jar
  • adobe-utilities.jar (richiesto se AEM Forms è distribuito su JBoss)
  • jbossall-client.jar (richiesto se AEM Forms è distribuito su JBoss)

se AEM Forms è distribuito su un server applicazione J2EE supportato diverso da JBoss, è necessario sostituire i file adobe-utilities.jar e jbossall-client.jar con file JAR specifici del server applicazione J2EE in cui AEM Forms è distribuito.

Creare un client Assembler PDF

Prima di eseguire un'operazione Assembler a livello di programmazione, è necessario creare un client Assembler.

Riferimento a un documento DDX esistente

Per assemblare un documento PDF è necessario fare riferimento a un documento DDX. Si consideri, ad esempio, il documento DDX introdotto in questa sezione. Questo documento DDX indica al servizio Assembler di unire due documenti PDF in un unico documento PDF.

Riferimento a documenti PDF in input

Fate riferimento ai documenti PDF di input che desiderate trasmettere al servizio Assembler. Ad esempio, se si desidera trasmettere due documenti PDF di input denominati Mappa e Direzioni, è necessario trasmettere i file PDF corrispondenti.

Sia il file map.pdf che il file direction.pdf devono essere inseriti in un oggetto raccolta. Il nome della chiave deve corrispondere al valore dell'attributo di origine PDF nel documento DDX. Non importa quale sia il nome del file PDF se la chiave e l'attributo di origine nel documento DDX corrispondono.

NOTA

Se si richiama l'operazione invokeDDX, viene restituito un oggetto AssemblerResult che contiene un oggetto raccolta. Questa operazione viene utilizzata quando si passano due o più documenti PDF di input al servizio Assembler. Tuttavia, se trasmettete un solo PDF di input al servizio Assembler e prevedete un solo documento di restituzione, richiamate l'operazione invokeOneDocument. Quando si richiama questa operazione, viene restituito un singolo documento. Per informazioni sull'utilizzo di questa operazione, vedere Assemblaggio di documenti PDF crittografati.

Impostazione delle opzioni di esecuzione

È possibile impostare opzioni di esecuzione che controllano il comportamento del servizio Assembler mentre esegue un processo. Ad esempio, potete impostare un'opzione che indichi al servizio Assembler di continuare l'elaborazione di un processo in caso di errore. Per informazioni sulle opzioni di esecuzione che è possibile impostare, vedere il riferimento alla classe AssemblerOptionSpec in Guida di riferimento delle API di AEM Forms.

Assemblare i documenti PDF in input

Dopo aver creato il client del servizio, fare riferimento a un file DDX, creare un oggetto raccolta che memorizza i documenti PDF di input e impostare le opzioni di esecuzione, è possibile richiamare l'operazione DDX. Quando si utilizza il documento DDX specificato in questa sezione, i file map.pdf e direction.pdf vengono uniti in un unico documento PDF.

Estrarre i risultati

Il servizio Assembler restituisce un oggetto java.util.Map, che può essere ottenuto dall'oggetto AssemblerResult e che contiene i risultati dell'operazione. L'oggetto java.util.Map restituito contiene i documenti risultanti ed eventuali eccezioni.

Nella tabella seguente sono riepilogati alcuni dei valori chiave e dei tipi di oggetto che è possibile individuare nell'oggetto java.util.Map restituito.

Valore chiave

Tipo di oggetto

Descrizione

documentName

com.adobe.idp.Document

Contiene i documenti risultanti specificati in un elemento risultante DDX

documentName

Exception

Contiene eventuali eccezioni per il documento

OutputMapConstants.LOG_NAME

com.adobe.idp.Documen

Contiene il registro dei processi

Consulta anche

Inclusione file libreria Java AEM Forms

Impostazione delle proprietà di connessione

Scomposizione programmatica dei documenti PDF

Assemblare documenti PDF utilizzando l'API Java

Assemblate un documento PDF utilizzando l'API di Assembler Service (Java):

  1. Includere i file di progetto.

    Includete file JAR client, ad esempio adobe-assembler-client.jar, nel percorso di classe del progetto Java.

  2. Creare un client Assembler PDF.

    • Creare un oggetto ServiceClientFactory che contiene le proprietà di connessione.
    • Creare un oggetto AssemblerServiceClient utilizzando il relativo costruttore e passando l'oggetto ServiceClientFactory.
  3. Fare riferimento a un documento DDX esistente.

    • Creare un oggetto java.io.FileInputStream che rappresenta il documento DDX utilizzando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che specifica la posizione del file DDX.
    • Creare un oggetto com.adobe.idp.Document utilizzando il relativo costruttore e passando l'oggetto java.io.FileInputStream.
  4. Riferimento a documenti PDF in input.

    • Creare un oggetto java.util.Map utilizzato per memorizzare i documenti PDF di input utilizzando un costruttore HashMap.

    • Per ciascun documento PDF di input, creare un oggetto java.io.FileInputStream utilizzando il relativo costruttore e passando la posizione del documento PDF di input.

    • Per ciascun documento PDF di input, creare un oggetto com.adobe.idp.Document e passare l'oggetto java.io.FileInputStream che contiene il documento PDF.

    • Per ciascun documento di input, aggiungere una voce all'oggetto java.util.Map richiamandone il metodo put e trasmettendo gli argomenti seguenti:

      • Un valore di stringa che rappresenta il nome della chiave. Questo valore deve corrispondere al valore dell'elemento di origine PDF specificato nel documento DDX.
      • Un oggetto com.adobe.idp.Document (o java.util.List che specifica più documenti) contenente il documento PDF di origine.
  5. Impostare le opzioni di esecuzione.

    • Creare un oggetto AssemblerOptionSpec che memorizza le opzioni di esecuzione utilizzando il relativo costruttore.
    • Impostate le opzioni di runtime per soddisfare i requisiti aziendali richiamando un metodo che appartiene all'oggetto AssemblerOptionSpec. Ad esempio, per indicare al servizio Assembler di continuare a elaborare un processo quando si verifica un errore, richiamare il metodo AssemblerOptionSpec dell'oggetto setFailOnError e passare false.
  6. Assemblare i documenti PDF di input.

    Richiamare il metodo AssemblerServiceClient dell'oggetto invokeDDX e trasmettere i seguenti valori obbligatori:

    • Un oggetto com.adobe.idp.Document che rappresenta il documento DDX da utilizzare
    • Un oggetto java.util.Map che contiene i file PDF di input da assemblare
    • Un oggetto com.adobe.livecycle.assembler.client.AssemblerOptionSpec che specifica le opzioni di esecuzione, incluso il font predefinito e il livello di registro del processo

    Il metodo invokeDDX restituisce un oggetto com.adobe.livecycle.assembler.client.AssemblerResult che contiene i risultati del processo ed eventuali eccezioni.

  7. Estrarre i risultati.

    Per ottenere il documento PDF appena creato, effettuare le seguenti operazioni:

    • Richiamare il metodo AssemblerResult dell'oggetto getDocuments. Questo restituisce un oggetto java.util.Map.
    • Iterate l'oggetto java.util.Map fino a individuare l'oggetto com.adobe.idp.Document risultante. Per ottenere il documento è possibile utilizzare l'elemento risultato PDF specificato nel documento DDX.
    • Richiamare il metodo com.adobe.idp.Document dell'oggetto copyToFile per estrarre il documento PDF.
    NOTA

    Se LOG_LEVEL è stato impostato per generare un registro, è possibile estrarre il registro utilizzando il metodo AssemblerResult dell'oggetto getJobLog.

Consulta anche

Avvio rapido (modalità SOAP): Assemblare un documento PDF utilizzando l'API Java

Inclusione file libreria Java AEM Forms

Impostazione delle proprietà di connessione

Assemblare documenti PDF utilizzando l'API del servizio Web

Assemblate i documenti PDF utilizzando l'API di Assembler Service (servizio Web):

  1. Includere i file di progetto.

    Creare un progetto Microsoft .NET che utilizza MTOM. Assicurarsi di utilizzare la seguente definizione WSDL: http://localhost:8080/soap/services/AssemblerService?WSDL&lc_version=9.0.1.

    NOTA

    Sostituire localhost con l'indirizzo IP del server che ospita AEM Forms.

  2. Creare un client Assembler PDF.

    • Creare un oggetto AssemblerServiceClient utilizzando il relativo costruttore predefinito.

    • Creare un oggetto AssemblerServiceClient.Endpoint.Address utilizzando il costruttore System.ServiceModel.EndpointAddress. Passate un valore di stringa che specifica il WSDL al servizio AEM Forms (ad esempio, http://localhost:8080/soap/services/AssemblerService?blob=mtom). Non è necessario utilizzare l'attributo lc_version. Questo attributo viene utilizzato quando create un riferimento a un servizio.

    • Creare un oggetto System.ServiceModel.BasicHttpBinding ottenendo il valore del campo AssemblerServiceClient.Endpoint.Binding. Inserite il valore restituito in BasicHttpBinding.

    • Impostare il campo System.ServiceModel.BasicHttpBinding dell'oggetto MessageEncoding su WSMessageEncoding.Mtom. Questo valore assicura che venga utilizzato MTOM.

    • Abilitate l'autenticazione HTTP di base eseguendo le seguenti operazioni:

      • Assegnare il nome utente del modulo AEM al campo AssemblerServiceClient.ClientCredentials.UserName.UserName.
      • Assegnare il valore della password corrispondente al campo AssemblerServiceClient.ClientCredentials.UserName.Password.
      • Assegnare il valore costante HttpClientCredentialType.Basic al campo BasicHttpBindingSecurity.Transport.ClientCredentialType.
      • Assegnare il valore costante BasicHttpSecurityMode.TransportCredentialOnly al campo BasicHttpBindingSecurity.Security.Mode.
  3. Fare riferimento a un documento DDX esistente.

    • Creare un oggetto BLOB utilizzando il relativo costruttore. L'oggetto BLOB viene utilizzato per memorizzare il documento DDX.
    • Creare un oggetto System.IO.FileStream richiamando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che rappresenta la posizione del file del documento DDX e la modalità in cui aprire il file.
    • Creare un array di byte che memorizza il contenuto dell'oggetto System.IO.FileStream. È possibile determinare la dimensione dell'array di byte ottenendo la proprietà System.IO.FileStream dell'oggetto Length.
    • Compilare l'array di byte con i dati del flusso richiamando il metodo Read dell'oggetto System.IO.FileStream e passando l'array di byte, la posizione iniziale e la lunghezza del flusso da leggere.
    • Compilare l'oggetto BLOB assegnandone la proprietà MTOM con il contenuto dell'array di byte.
  4. Riferimento a documenti PDF in input.

    • Per ciascun documento PDF di input, creare un oggetto BLOB utilizzando il relativo costruttore. L'oggetto BLOB viene utilizzato per memorizzare il documento PDF di input.
    • Creare un oggetto System.IO.FileStream richiamando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che rappresenta la posizione del file del documento PDF di input e la modalità di apertura del file.
    • Creare un array di byte che memorizza il contenuto dell'oggetto System.IO.FileStream. È possibile determinare la dimensione dell'array di byte ottenendo la proprietà System.IO.FileStream dell'oggetto Length.
    • Compilare l'array di byte con i dati del flusso richiamando il metodo System.IO.FileStream dell'oggetto Read. Passare l'array di byte, la posizione iniziale e la lunghezza del flusso da leggere.
    • Compilare l'oggetto BLOB assegnando il relativo campo MTOM con il contenuto dell'array di byte.
    • Creare un oggetto MyMapOf_xsd_string_To_xsd_anyType. Questo oggetto raccolta viene utilizzato per memorizzare i documenti PDF di input.
    • Per ciascun documento PDF di input, creare un oggetto MyMapOf_xsd_string_To_xsd_anyType_Item. Ad esempio, se si utilizzano due documenti PDF di input, creare due oggetti MyMapOf_xsd_string_To_xsd_anyType_Item.
    • Assegnare un valore di stringa che rappresenta il nome chiave al campo MyMapOf_xsd_string_To_xsd_anyType_Item dell'oggetto key. Questo valore deve corrispondere al valore dell'elemento di origine PDF specificato nel documento DDX. (Eseguire questa operazione per ciascun documento PDF di input.)
    • Assegnare l'oggetto BLOB che memorizza il documento PDF nel campo MyMapOf_xsd_string_To_xsd_anyType_Item dell'oggetto value. (Eseguire questa operazione per ciascun documento PDF di input.)
    • Aggiungere l'oggetto MyMapOf_xsd_string_To_xsd_anyType_Item all'oggetto MyMapOf_xsd_string_To_xsd_anyType. Richiamare il metodo MyMapOf_xsd_string_To_xsd_anyType dell'oggetto Add e passare l'oggetto MyMapOf_xsd_string_To_xsd_anyType. (Eseguire questa operazione per ciascun documento PDF di input.)
  5. Impostare le opzioni di esecuzione.

    • Creare un oggetto AssemblerOptionSpec che memorizza le opzioni di esecuzione utilizzando il relativo costruttore.
    • Impostare le opzioni di runtime per soddisfare i requisiti aziendali assegnando un valore a un membro di dati che appartiene all'oggetto AssemblerOptionSpec. Ad esempio, per indicare al servizio Assembler di continuare l'elaborazione di un processo in caso di errore, assegnare false al membro di dati AssemblerOptionSpec dell'oggetto failOnError.
  6. Assemblare i documenti PDF di input.

    Richiamare il metodo AssemblerServiceClient dell'oggetto invoke e trasmettere i seguenti valori:

    • Un oggetto BLOB che rappresenta il documento DDX.
    • L'array mapItem che contiene i documenti PDF di input. Le chiavi devono corrispondere ai nomi dei file sorgente PDF e i relativi valori devono essere gli oggetti BLOB che corrispondono a tali file.
    • Un oggetto AssemblerOptionSpec che specifica le opzioni di esecuzione.

    Il metodo invoke restituisce un oggetto AssemblerResult che contiene i risultati del processo ed eventuali eccezioni.

  7. Estrarre i risultati.

    Per ottenere il documento PDF appena creato, effettuare le seguenti operazioni:

    • Accedere al campo documents dell'oggetto AssemblerResult, che è un oggetto Map che contiene i documenti PDF risultanti.
    • Iterate l'oggetto Map fino a trovare la chiave che corrisponde al nome del documento risultante. Quindi, inserire l'elemento value del membro della matrice in un elemento BLOB.
    • Estrarre i dati binari che rappresentano il documento PDF accedendo alla proprietà BLOB dell'oggetto MTOM. Questo restituisce un array di byte che è possibile scrivere in un file PDF.
    NOTA

    Se LOG_LEVEL è stato impostato per generare un registro, è possibile estrarre il registro ottenendo il valore del membro AssemblerResult jobLog dell'oggetto.

Consulta anche

Chiamata AEM Forms tramite MTOM

In questa pagina