Assemblaggio di documenti PDF non interattivi

È possibile assemblare un documento PDF non interattivo utilizzando come input un modulo PDF interattivo. Si supponga quindi di disporre di un modulo che gli utenti possono utilizzare per immettere i dati nei campi. È possibile passare il modulo al servizio Assembler, in modo che il servizio Assembler restituisca un documento PDF che impedisca agli utenti di immettere dati nei campi. Questo documento è un modulo PDF non interattivo. Ad esempio, nell'illustrazione seguente viene mostrata un'applicazione mutuo che rappresenta un modulo interattivo.

Ai fini di questa discussione, si supponga che venga utilizzato il seguente documento DDX.

 <?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
 <DDX xmlns="https://ns.adobe.com/DDX/1.0/">
      <PDF result="out.pdf">
        <PDF source="inDoc"/>
        <NoXFA/>
      </PDF>
 </DDX>

In questo documento DDX, notare che all'attributo di origine viene assegnato il valore inDoc. Nelle situazioni in cui viene passato un solo documento PDF di input al servizio Assembler e viene restituito un documento PDF e si richiama l'operazione invokeOneDocument, assegnare il valore inDoc all'attributo di origine PDF. Quando si richiama l'operazione invokeOneDocument, il valore inDoc è una chiave predefinita che deve essere specificata nel documento DDX.

Al contrario, quando si trasmettono due o più documenti PDF di input al servizio Assembler, è possibile richiamare l'operazione invokeDDX. In questa situazione, assegna il nome file del documento PDF di input all'attributo source .

Questo documento DDX contiene l'elemento NoXFA che indica al servizio Assembler di restituire un documento PDF non interattivo.

Il servizio Assembler può assemblare documenti PDF non interattivi senza che il servizio Output faccia parte dell’installazione dei moduli AEM se il documento PDF di input è basato su un modulo Acrobat o su un modulo XFA statico. Tuttavia, se il documento PDF di input è un modulo XFA dinamico, il servizio Output deve far parte dell’installazione dei moduli AEM. Se il servizio Output non fa parte dell’installazione dei moduli AEM quando viene assemblato un modulo XFA dinamico, viene generata un’eccezione. Vedere Creazione di flussi di output del documento.

NOTA

Prima di leggere questa sezione, si consiglia di avere familiarità con l'assemblaggio di documenti PDF utilizzando il servizio Assembler. In questa sezione non vengono descritti i concetti, ad esempio la creazione di un oggetto raccolta contenente documenti di input o l'apprendimento della modalità di estrazione dei risultati dall'oggetto di raccolta restituito. (Vedere Assemblaggio programmatico di documenti PDF.)

NOTA

Per ulteriori informazioni sul servizio Assembler, vedere Riferimento servizi per AEM Forms.

NOTA

Per ulteriori informazioni su un documento DDX, vedere Servizio Assembler e Riferimento DDX.

Riepilogo dei passaggi

Per assemblare un documento PDF non interattivo, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Includi file di progetto.
  2. Creare un client Assembler PDF.
  3. Fai riferimento a un documento DDX esistente.
  4. Riferimento a un documento PDF interattivo.
  5. Impostare le opzioni di esecuzione.
  6. Assemblare il documento PDF.
  7. Salvare il documento PDF non interattivo.

Includi file di progetto

Includi i file necessari nel progetto di sviluppo. Se stai creando un'applicazione client utilizzando Java, includi i file JAR necessari. Se utilizzi i servizi web, assicurati di includere i file proxy.

I seguenti file JAR devono essere aggiunti al percorso della classe del progetto:

  • adobe-livecycle-client.jar
  • adobe-usermanager-client.jar
  • adobe-assembler-client.jar
  • adobe-utilities.jar (richiesto se AEM Forms è distribuito su JBoss)
  • jbossall-client.jar (richiesto se AEM Forms è distribuito su JBoss)

se AEM Forms è implementato su un server applicazioni J2EE supportato diverso da JBoss, è necessario sostituire i file adobe-utilities.jar e jbossall-client.jar con file JAR specifici per il server applicazioni J2EE in cui è implementato AEM Forms.

Creare un client Assembler

Prima di poter eseguire un'operazione Assembler a livello di programmazione, è necessario creare un client di servizio Assembler.

Riferimento a un documento DDX esistente

Per assemblare un documento PDF è necessario fare riferimento a un documento DDX. Questo documento DDX deve contenere l'elemento NoXFA che indica al servizio Assembler di restituire un documento PDF non interattivo.

Riferimento a un documento PDF interattivo

Per recuperare un documento PDF non interattivo, è necessario fare riferimento a un documento PDF interattivo e passare al servizio Assembler.

Impostare le opzioni di esecuzione

È possibile impostare le opzioni di esecuzione che controllano il comportamento del servizio Assembler mentre esegue un processo. Ad esempio, è possibile impostare un'opzione che indica al servizio Assembler di continuare l'elaborazione di un processo in caso di errore.

Assembla il documento PDF

Dopo aver creato il client del servizio Assembler, fare riferimento al documento DDX, fare riferimento a un documento PDF interattivo e impostare le opzioni di esecuzione, è possibile richiamare l'operazione invokeOneDocument. Poiché al servizio Assembler viene passato un solo documento PDF di input e viene restituito un singolo documento, è possibile utilizzare l'operazione invokeOneDocument anziché l'operazione invokeDDX.

Salvare il documento PDF non interattivo

Se al servizio Assembler viene passato un solo documento PDF, il servizio Assembler restituisce un singolo documento invece di un oggetto raccolta. In altre parole, quando si richiama l'operazione invokeOneDocument, viene restituito un singolo documento. Poiché il documento DDX a cui si fa riferimento in questa sezione contiene istruzioni per la creazione di un documento PDF non interattivo, il servizio Assembler restituisce un documento PDF non interattivo che può essere salvato come file PDF.

Consulta anche

Inclusione dei file libreria Java di AEM Forms

Impostazione delle proprietà di connessione

Assemblaggio programmatico di documenti PDF

Assemblare un documento PDF non interattivo utilizzando l'API Java

Assemblare un documento PDF non interattivo utilizzando l'API del servizio Assembler (Java):

  1. Includi file di progetto.

    Includi file JAR client, come adobe-assembler-client.jar, nel percorso di classe del progetto Java.

  2. Creare un client Assembler.

    • Creare un oggetto ServiceClientFactory contenente le proprietà di connessione.
    • Creare un oggetto AssemblerServiceClient utilizzando il relativo costruttore e passando l'oggetto ServiceClientFactory.
  3. Fai riferimento a un documento DDX esistente.

    • Creare un oggetto java.io.FileInputStream che rappresenta il documento DDX utilizzando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che specifica la posizione del file DDX.
    • Creare un oggetto com.adobe.idp.Document utilizzando il relativo costruttore e passando l'oggetto java.io.FileInputStream.
  4. Riferimento a un documento PDF interattivo.

    • Creare un oggetto java.io.FileInputStream utilizzando il relativo costruttore e passando la posizione di un documento PDF interattivo.
    • Creare un oggetto com.adobe.idp.Document e passare l'oggetto java.io.FileInputStream che contiene il documento PDF. Questo oggetto com.adobe.idp.Document viene passato al metodo invokeOneDocument .
  5. Impostare le opzioni di esecuzione.

    • Creare un oggetto AssemblerOptionSpec che memorizza le opzioni di esecuzione utilizzando il relativo costruttore.
    • Impostare le opzioni di esecuzione per soddisfare i requisiti aziendali richiamando un metodo appartenente all'oggetto AssemblerOptionSpec. Ad esempio, per dare istruzioni al servizio Assembler di continuare a elaborare un processo quando si verifica un errore, richiamare il metodo setFailOnError dell'oggetto AssemblerOptionSpec e passare false.
  6. Assemblare il documento PDF.

    Richiama il metodo invokeOneDocument dell'oggetto AssemblerServiceClient e passa i seguenti valori:

    • Un oggetto com.adobe.idp.Document che rappresenta il documento DDX. Assicurati che questo documento DDX contenga il valore inDoc per l'elemento di origine PDF.
    • Un oggetto com.adobe.idp.Document contenente il documento PDF interattivo.
    • Un oggetto com.adobe.livecycle.assembler.client.AssemblerOptionSpec che specifica le opzioni di esecuzione, incluso il tipo di carattere predefinito e il livello di registro dei processi.

    Il metodo invokeOneDocument restituisce un oggetto com.adobe.idp.Document contenente un documento PDF non interattivo.

  7. Salvare il documento PDF non interattivo.

    • Crea un oggetto java.io.File e assicurati che l'estensione del nome file sia .pdf.
    • Richiamare il metodo copyToFile dell'oggetto Document per copiare nel file il contenuto dell'oggetto Document. Assicurarsi di utilizzare l'oggetto Document restituito dal metodo invokeOneDocument.
  • "Avvio rapido (modalità SOAP): Assemblaggio di un documento PDF non interattivo utilizzando l’API Java"

Assemblare un documento PDF non interattivo utilizzando l'API del servizio Web

Assemblare un documento PDF non interattivo utilizzando l'API del servizio Assembler (servizio Web):

  1. Includi file di progetto.

    Creare un progetto Microsoft .NET che utilizza MTOM. Assicurati di utilizzare la seguente definizione WSDL: http://localhost:8080/soap/services/AssemblerService?WSDL&lc_version=9.0.1.

    NOTA

    Sostituisci localhost con l'indirizzo IP del server che ospita AEM Forms.

  2. Creare un client Assembler.

    • Creare un oggetto AssemblerServiceClient utilizzando il relativo costruttore predefinito.

    • Creare un oggetto AssemblerServiceClient.Endpoint.Address utilizzando il costruttore System.ServiceModel.EndpointAddress. Passa un valore stringa che specifica il WSDL al servizio AEM Forms (ad esempio, http://localhost:8080/soap/services/AssemblerService?blob=mtom). Non è necessario utilizzare l'attributo lc_version . Questo attributo viene utilizzato quando si crea un riferimento a un servizio.

    • Crea un oggetto System.ServiceModel.BasicHttpBinding ottenendo il valore del campo AssemblerServiceClient.Endpoint.Binding . Imposta il valore restituito su BasicHttpBinding.

    • Impostare il campo MessageEncoding dell'oggetto System.ServiceModel.BasicHttpBinding su WSMessageEncoding.Mtom. Questo valore assicura che venga utilizzato MTOM.

    • Abilita l’autenticazione HTTP di base eseguendo le seguenti attività:

      • Assegna il nome utente del modulo di AEM al campo AssemblerServiceClient.ClientCredentials.UserName.UserName.
      • Assegna il valore della password corrispondente al campo AssemblerServiceClient.ClientCredentials.UserName.Password.
      • Assegna il valore costante HttpClientCredentialType.Basic al campo BasicHttpBindingSecurity.Transport.ClientCredentialType.
      • Assegna il valore costante BasicHttpSecurityMode.TransportCredentialOnly al campo BasicHttpBindingSecurity.Security.Mode.
  3. Fai riferimento a un documento DDX esistente.

    • Creare un oggetto BLOB utilizzando il relativo costruttore. L'oggetto BLOB viene utilizzato per memorizzare il documento DDX.
    • Creare un oggetto System.IO.FileStream richiamando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che rappresenta la posizione del file del documento DDX e la modalità in cui aprire il file.
    • Creare una matrice di byte che memorizza il contenuto dell'oggetto System.IO.FileStream. È possibile determinare le dimensioni dell'array di byte ottenendo la proprietà Length dell'oggetto System.IO.FileStream.
    • Compilare l’array di byte con i dati del flusso richiamando il metodo Read dell’oggetto System.IO.FileStream. Passa la matrice dei byte, la posizione iniziale e la lunghezza del flusso da leggere.
    • Compilare l'oggetto BLOB assegnando il relativo campo MTOM con il contenuto dell'array di byte.
  4. Riferimento a un documento PDF interattivo.

    • Creare un oggetto BLOB utilizzando il relativo costruttore. L'oggetto BLOB viene utilizzato per memorizzare il documento PDF di input. Questo oggetto BLOB viene passato a invokeOneDocument come argomento.
    • Creare un oggetto System.IO.FileStream richiamando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che rappresenta la posizione del file del documento PDF di input e la modalità in cui aprire il file.
    • Creare una matrice di byte che memorizza il contenuto dell'oggetto System.IO.FileStream. È possibile determinare le dimensioni dell'array di byte ottenendo la proprietà Length dell'oggetto System.IO.FileStream.
    • Compilare l’array di byte con i dati del flusso richiamando il metodo Read dell’oggetto System.IO.FileStream. Passa la matrice dei byte, la posizione iniziale e la lunghezza del flusso da leggere.
    • Compilare l'oggetto BLOB assegnando il relativo campo MTOM con il contenuto dell'array di byte.
  5. Impostare le opzioni di esecuzione.

    • Creare un oggetto AssemblerOptionSpec che memorizza le opzioni di esecuzione utilizzando il relativo costruttore.
    • Impostare le opzioni di esecuzione per soddisfare i requisiti aziendali assegnando un valore a un membro dati appartenente all'oggetto AssemblerOptionSpec. Ad esempio, per dare istruzioni al servizio Assembler di continuare a elaborare un processo in caso di errore, assegna false al membro dati AssemblerOptionSpec dell'oggetto failOnError.
  6. Assemblare il documento PDF.

    Richiama il metodo invokeOneDocument dell'oggetto AssemblerServiceClient e passa i seguenti valori:

    • Un oggetto BLOB che rappresenta il documento DDX
    • Un oggetto BLOB che rappresenta il documento PDF interattivo
    • Un oggetto AssemblerOptionSpec che specifica le opzioni di esecuzione

    Il metodo invokeOneDocument restituisce un oggetto BLOB contenente un documento PDF non interattivo.

  7. Salvare il documento PDF non interattivo.

    • Creare un oggetto System.IO.FileStream richiamando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che rappresenta la posizione del file del documento PDF non interattivo e la modalità di apertura del file.
    • Creare una matrice di byte che memorizza il contenuto dell'oggetto BLOB restituito dal metodo invokeOneDocument. Compilare l’array di byte ottenendo il valore del campo BLOB dell’oggetto MTOM.
    • Creare un oggetto System.IO.BinaryWriter richiamandone il costruttore e passando l'oggetto System.IO.FileStream.
    • Scrivi il contenuto dell’array di byte in un file PDF richiamando il metodo Write dell’oggetto System.IO.BinaryWriter e passando l’array di byte.
  • "Avvio rapido (MTOM): Assemblaggio di un documento PDF non interattivo utilizzando l'API del servizio Web".

Consulta anche

Richiamo di AEM Forms tramite MTOM

In questa pagina

Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now