Preparare Assets per l'assegnazione di tag avanzati

Prima di poter iniziare a assegnare tag alle risorse tramite Smart Content Services, è necessario integrare Experience ManageR Assets con Adobe Developer Console per sfruttare il servizio avanzato Adobe Sensei. Una volta configurato, il servizio viene addestrato utilizzando alcune immagini e un tag.

Prima di utilizzare Smart Content Service, accertatevi quanto segue:

Integrare con Adobe Developer Console

Quando si esegue l'integrazione con Adobe Developer Console, il server Experience Manager esegue l'autenticazione delle credenziali del servizio con il gateway Adobe Developer Console prima di inoltrare la richiesta a Smart Content Service. Per poter essere integrato, è necessario un account Adobe ID che disponga dei privilegi di amministratore per l'organizzazione e della licenza di Smart Content Service acquistati e abilitati per l'organizzazione.

Per configurare Smart Content Service, attenetevi alla seguente procedura di livello principale:

  1. Crea una configurazione del Servizio di contenuti avanzati in Experience Manager per generare una chiave pubblica. Ottieni un certificato pubblico per l’integrazione di OAuth.

  2. Crea un’integrazione in Adobe Developer Console e carica la chiave pubblica generata.

  3. Configurate la distribuzione utilizzando la chiave API e altre credenziali da Adobe Developer Console.

  4. Verifica la configurazione.

  5. Facoltativamente, abilita l'assegnazione di tag automatica al caricamento delle risorse.

Creare la configurazione di Smart Content Service per ottenere il certificato pubblico

Un certificato pubblico ti consente di autenticare il profilo su Adobe Developer Console.

  1. Nell’interfaccia di Experience Manager, accedi a Strumenti > Cloud Services > Servizi cloud precedenti.

  2. Nella pagina Cloud Services, fare clic su Configura ora in Risorse Smart Tags.

  3. Nella finestra di dialogo Crea configurazione, specifica un titolo e un nome per la configurazione di tag avanzati. Fai clic su Crea.

  4. Nella finestra di dialogo Servizio di contenuti avanzati AEM, usa i seguenti valori:

    URL servizio: https://mc.adobe.io/marketingcloud/smartcontent

    Server autorizzazioni: https://ims-na1.adobelogin.com

    Lascia vuoti gli altri campi per il momento (dovranno essere riempiti successivamente). Fai clic su OK.

    Finestra di dialogo Servizio di contenuti avanzati di Experience Manager per fornire l’URL del servizio di contenuti

    Figura: Finestra di dialogo Smart Content Service per fornire l'URL del servizio di contenuto

    NOTA

    L'URL fornito come URL servizio non è accessibile tramite browser e genera un errore 404. La configurazione funziona correttamente con lo stesso valore del parametro URL del servizio. Per informazioni sullo stato generale del servizio e sul programma di manutenzione, vedere https://status.adobe.com.

  5. Fai clic su Scarica certificato pubblico per integrazione OAuth e scarica il file del certificato pubblico AEM-SmartTags.crt.

    Una rappresentazione delle impostazioni create per il servizio assegnazione tag avanzati

    Figura: Impostazioni per il servizio di smart tag

Riconfigura alla scadenza del certificato

Una volta scaduto, il certificato non è più affidabile. Non è possibile rinnovare un certificato scaduto. Per aggiungere un nuovo certificato, effettua le seguenti operazioni.

  1. Accedi alla tua implementazione di Experience Manager come amministratore. Fai clic su Strumenti > Protezione > Utenti.

  2. Individua e fai clic sull’utente dam-update-service. Fare clic sulla scheda Keystore.

  3. Elimina il registro chiavi esistente similaritysearch con il certificato scaduto. Fai clic su Salva e chiudi.

    Per aggiungere un nuovo certificato di protezione, eliminate la voce di ricerca per similarità esistente in Keystore

    Figura: per aggiungere un nuovo certificato di sicurezza, elimina la voce esistente similaritysearch in Registro chiavi

  4. Vai a Strumenti > Cloud Services > Servizi cloud precedenti. Fai clic su Tag avanzati risorse > Mostra configurazioni > Configurazioni disponibili. Seleziona la configurazione richiesta.

  5. Per scaricare un certificato pubblico, fai clic su Scarica certificato pubblico per integrazione OAuth.

  6. Accedi a https://console.adobe.io e passa ai Servizi di contenuti avanzati esistenti nella pagina Integrazioni. Carica il nuovo certificato. Per ulteriori informazioni, consultare le istruzioni riportate in Creare 'integrazione della console per sviluppatori di Adobi.

Crea 'integrazione con Developer Console di Adobe

Per utilizzare le API di Smart Content Service, create un'integrazione in Adobe Developer Console per ottenere Chiave API (generata nel campo ID CLIENT dell'integrazione Adobe Developer Console), ID ACCOUNT TECNICO, ID ORGANIZZAZIONE e ID CLIENT SECRET per Assets Smart Tagging Service Settings della configurazione cloud in Experience Manager.

  1. Accedi a https://console.adobe.io in un browser. Seleziona l’account appropriato e verifica che il ruolo aziendale associato sia quello di amministratore di sistema.

  2. Crea un progetto con il nome desiderato. Fai clic su Aggiungi API.

  3. Nella pagina Aggiungi un’API, seleziona Experience Cloud e Contenuti avanzati. Fai clic su Avanti.

  4. Seleziona Carica la chiave pubblica. Fornisci il file del certificato scaricato da Experience Manager. Viene visualizzato il messaggio Chiavi pubbliche caricate correttamente. Fai clic su Avanti.

    Nella pagina per la creazione di una nuova credenziale dell’account di servizio (JWT) viene visualizzata la chiave pubblica per l’account di servizio appena configurato.

  5. Fai clic su Avanti.

  6. Nella pagina per la selezione dei profili di prodotto, seleziona Servizi di contenuti avanzati. Fai clic su Salva API configurata.

    In una pagina vengono visualizzate ulteriori informazioni sulla configurazione. Tenete aperta questa pagina per copiare e aggiungere questi valori in Impostazioni servizio Smart Tagging Assets della configurazione cloud in Experience Manager per configurare gli smart tag.

    Nella scheda Panoramica, puoi esaminare le informazioni fornite sull’integrazione.

    Figura: Dettagli dell'integrazione in Adobe Developer Console

Configurare il Servizio di contenuti avanzati

Per configurare l'integrazione, utilizzate i valori dei campi ID ACCOUNT TECNICO, ID ORGANIZZAZIONE, CLIENT SECRET e ID CLIENT dall'integrazione Developer Console. La creazione di una configurazione cloud di Smart Tags consente l'autenticazione delle richieste API dalla distribuzione Experience Manager.

  1. In Experience Manager, passare a Strumenti > Cloud Service > Cloud Services precedenti per aprire la console Cloud Services.

  2. In Tag avanzati risorse, apri la configurazione creata in precedenza. Nella pagina delle impostazioni del servizio, fai clic su Modifica.

  3. Nella finestra di dialogo Servizio di contenuti avanzati AEM, utilizza i valori precompilati per i campi URL servizio e Server autorizzazioni.

  4. Per i campi Chiave API, ID account tecnico, ID organizzazione e Segreto cliente, copiate e utilizzate i seguenti valori generati in Integrazione con Developer Console di Adobe.

    Impostazioni servizio tag avanzati di Assets Adobe Developer Console campi di integrazione
    Chiave API ID CLIENT
    ID account tecnico ID ACCOUNT TECNICO
    ID organizzazione ID ORGANIZZAZIONE
    Segreto client SEGRETO CLIENT

Convalidare la configurazione

Dopo aver completato la configurazione, puoi usare un MBean JMX per convalidare la configurazione. Per eseguire la convalida, effettua le seguenti operazioni.

  1. Accedi al server di Experience Manager all’indirizzo https://[aem_server]:[port].

  2. Accedete a Strumenti > Operazioni > Console Web per aprire la console OSGi. Fare clic su Principale > JMX.

  3. Clic com.day.cq.dam.similaritysearch.internal.impl. Si apre SimilaritySearch Miscellaneous Tasks.

  4. Clic validateConfigs(). Nella finestra di dialogo Validate Configurations (Convalida configurazioni), fai clic su Invoke (Richiama).

I risultati della convalida vengono visualizzati nella stessa finestra di dialogo.

Abilitare i tag avanzati nel flusso di lavoro Aggiornamento DAM Asset (facoltativo)

  1. In Experience Manager, passare a Strumenti > Flusso di lavoro > Modelli.

  2. Nella pagina Modelli flusso di lavoro, seleziona il modello del flusso di lavoro Risorsa di aggiornamento DAM.

  3. Fai clic su Modifica nella barra degli strumenti.

  4. Per visualizzare i passaggi, espandi il pannello laterale. Trascina il passaggio Risorsa di tag avanzati della sezione Flusso di lavoro DAM e inseriscilo dopo il passaggio Elabora miniature.

    Aggiungi il passaggio Risorsa di tag avanzati dopo il passaggio Elabora miniature nel flusso di lavoro Aggiorna risorsa DAM

    Figura: Aggiungi il passaggio Risorsa di tag avanzati dopo il passaggio Elabora miniature nel flusso di lavoro Aggiorna risorsa DAM.

  5. Apri il passaggio in modalità di modifica. In Impostazioni avanzate, accertati che sia selezionata l’opzione Avanzamento gestore.

    Configurare il flusso di lavoro Aggiorna risorsa DAM e aggiungere il passaggio smart tag

    Figura: Configurare il flusso di lavoro Aggiorna risorsa DAM e aggiungere il passaggio smart tag

  6. Nella scheda Argomenti, seleziona Ignora errori se vuoi che il flusso di lavoro venga completato anche con esito negativo del passaggio di assegnazione tag automatica.

    Configurare il flusso di lavoro Aggiorna risorsa DAM per aggiungere il passaggio smart tag e selezionare l'avanzamento del gestore

    Figura: Configurare il flusso di lavoro Aggiorna risorsa DAM per aggiungere il passaggio smart tag e selezionare l'avanzamento del gestore

    Per assegnare i tag alle risorse quando vengono caricate, a prescindere dal fatto che l’assegnazione tag avanzati sia abilitata o meno per le cartelle, seleziona Ignora flag di tag avanzati.

    Configurare il flusso di lavoro Aggiorna risorsa DAM per aggiungere il passo smart tag e selezionare Ignora flag Smart Tag

    Figura: Configurare il flusso di lavoro Aggiorna risorsa DAM per aggiungere il passo smart tag e selezionare Ignora flag Smart Tag

  7. Fai clic su OK per chiudere il passaggio del processo, quindi salva il flusso di lavoro.

Train the Smart Content Service

Affinché Smart Content Service riconosca la tassonomia aziendale, eseguitela su un set di risorse che già includono tag rilevanti per la vostra attività. Per assegnare tag efficaci alle immagini del tuo marchio, Smart Content Service richiede che le immagini di formazione siano conformi a determinate linee guida. Dopo la formazione, il servizio può applicare la stessa tassonomia a un set di risorse simile.

È possibile formare il servizio più volte per migliorarne la capacità di applicare tag rilevanti. Dopo ogni ciclo di formazione, eseguite un flusso di lavoro con tag e verificate che le risorse dispongano dei tag appropriati.

Potete addestrare Smart Content Service periodicamente o su richiesta.

NOTA

Il flusso di lavoro di formazione viene eseguito solo sulle cartelle.

Linee guida per la formazione

Per risultati ottimali, le immagini del set di formazione devono essere conformi alle seguenti linee guida:

Quantity and size (Quantità e dimensioni): almeno 30 immagini per tag. Almeno 500 pixel sul lato più lungo.

Coerenza: Le immagini di un tag devono essere visivamente simili.

Ad esempio, non è consigliabile assegnare a tutte queste immagini il tag my-party (per la formazione) perché non sono visivamente simili.

Immagini illustrative per esemplificare le linee guida per la formazione

Copertura: Dovrebbe esserci una varietà sufficiente nelle immagini della formazione. L'idea è quella di fornire alcuni esempi, ma abbastanza diversi, in modo che Experience Manager impari a concentrarsi sulle cose giuste. Se applicate lo stesso tag a immagini visivamente diverse, includete almeno cinque esempi di ciascun tipo.

Ad esempio, per il tag model-down-pose, includete più immagini di formazione simili all'immagine evidenziata di seguito per il servizio, in modo da identificare le immagini simili con maggiore precisione durante l'assegnazione dei tag.

Immagini illustrative per esemplificare le linee guida per la formazione

Distrazione/ostruzione: Il servizio si allena meglio sulle immagini con meno distrazioni (sfondi visibili, accompagnamento indipendenti, come oggetti/persone con il soggetto principale).

Ad esempio, per il tag casual-shoe, la seconda immagine non è un buon candidato alla formazione.

Immagini illustrative per esemplificare le linee guida per la formazione

Completeness (Completezza): se un’immagine è idonea per più tag, aggiungi tutti i tag applicabili prima di includere l’immagine nella formazione. Ad esempio, per tag quali raincoat e model-side-view, aggiungi entrambi i tag alla risorsa idonea prima di includerla nella formazione.

Immagini illustrative per esemplificare le linee guida per la formazione

NOTA

La capacità di Smart Content Service di formare i tag e applicarli ad altre immagini dipende dalla qualità delle immagini utilizzate per la formazione. Per risultati ottimali, Adobe consiglia di usare immagini visivamente simili per formare il servizio per ciascun tag.

Formazione periodica

Potete abilitare Smart Content Service per l'addestramento periodico delle risorse e dei tag associati all'interno di una cartella. Aprite la pagina Proprietà della cartella di risorse, selezionate Abilita tag avanzati nella scheda Dettagli e salvate le modifiche.

enable_smart_tags

Quando questa opzione è selezionata per una cartella, Experience Manager esegue automaticamente un flusso di lavoro di formazione per formare Smart Content Service sulle risorse delle cartelle e i relativi tag. Per impostazione predefinita, il flusso di lavoro della formazione viene eseguito settimanalmente alle 12:30 del sabato.

Formazione su richiesta

Potete addestrare Smart Content Service quando necessario dalla console Flusso di lavoro.

  1. Nell'interfaccia Experience Manager, passare a Strumenti > Workflow > Modelli.

  2. Dalla pagina Modelli di workflow, selezionare il flusso di lavoro Formazione tag avanzati, quindi fare clic su Avvia flusso di lavoro dalla barra degli strumenti.

  3. Nella finestra di dialogo Esegui flusso di lavoro, individuate la cartella payload che include le risorse con tag per la formazione del servizio.

  4. Specificate un titolo per il flusso di lavoro e un commento. Quindi, fare clic su Esegui. Le risorse e i tag vengono inviati per la formazione.

    workflow_dialog

NOTA

Una volta che le risorse di una cartella vengono elaborate per la formazione, solo le risorse modificate vengono elaborate nei cicli di formazione successivi.

Visualizzare i rapporti sulla formazione

Per verificare se Smart Content Service è addestrato sui tag presenti nel set di risorse di formazione, controllate il rapporto sul flusso di lavoro di formazione dalla console Rapporti.

  1. Nell'interfaccia Experience Manager, passare a Strumenti > Risorse > Rapporti.

  2. Nella pagina Report risorse, fate clic su Crea.

  3. Selezionare il report Smart Tags Training, quindi fare clic su Next dalla barra degli strumenti.

  4. Specifica un titolo e una descrizione per il rapporto. In Pianifica rapporto, lascia selezionata l’opzione Now (Ora). Se vuoi pianificare il rapporto per un momento successivo, seleziona Later (Più tardi) e specifica una data e un’ora. Quindi, fare clic su Crea dalla barra degli strumenti.

  5. Nella pagina Rapporti su risorse, seleziona il rapporto generato. Per visualizzare il rapporto, fare clic su Visualizza nella barra degli strumenti.

  6. Rivedete i dettagli del rapporto.

    Il rapporto mostra lo stato di formazione per i tag che hai appreso. La presenza del colore verde nella colonna Training Status (Stato formazione) indica che per il tag è stato eseguito il training del servizio di contenuti avanzati. Se invece del verde è presente il colore giallo, il training del servizio di contenuti avanzati non è stato completato per un tag specifico. In questo caso, aggiungi altre immagini che contengono il tag in questione ed esegui il flusso di lavoro di formazione per completare il training del servizio per quel tag.

    Se non visualizzate i tag nel rapporto, eseguite nuovamente il flusso di lavoro di formazione per questi tag.

  7. Per scaricare il rapporto, selezionatelo dall'elenco e fate clic su Scarica dalla barra degli strumenti. Il rapporto viene scaricato come foglio di calcolo di Microsoft Excel.

Limitazioni

  • Gli smart tag avanzati si basano su modelli di apprendimento delle immagini e dei relativi tag. Questi modelli non sempre sono perfetti per identificare i tag. La versione corrente di Smart Content Service presenta i seguenti limiti:

    • Incapacità di riconoscere sottili differenze nelle immagini. Ad esempio, camicie sottili o regolari.
    • Impossibile identificare i tag in base a piccoli pattern/parti di un’immagine. Ad esempio, i logo delle T-shirt.
    • I tag sono supportati nelle impostazioni internazionali in cui Experience Manager è supportato. Per un elenco delle lingue, vedere Note sulla versione di Smart Content Services.
  • Per cercare risorse con smart tag (regolari o migliorati), utilizzate la ricerca Omnisearch (ricerca full-text). Assets Non esiste un predicato di ricerca separato per gli smart tag.

In questa pagina