Richieste di rendering immagini nidificate

Per le applicazioni avanzate è possibile utilizzare il risultato di un'operazione di rendering come immagine di materiale, proprio come un'immagine ottenuta da Image Serving.

Una richiesta di rendering può essere utilizzata come immagine materiale specificandola nel comando src= come segue:

…&src=ir{ *[!DNL renderRequest]*}&…

Il token ir fa distinzione tra maiuscole e minuscole.

La richiesta nidificata non deve includere il percorso principale Image Rendering (in genere http:// *[!DNL server]*/ir/render/'), ma può includere token della regola di pre-elaborazione.

I seguenti comandi vengono ignorati quando specificati nelle richieste nidificate (nell’url della richiesta o in catalog::Modifier o catalog::PostModifier):

  • fmt=
  • qlt=
  • icc=
  • iccEmbed=
  • printRes=
  • req=
  • bgc=

Vengono inoltre ignorati attribute::MaxPix e attribute::DefaultPix del catalogo dei materiali applicabile alla richiesta di rendering nidificata.

Il risultato immagine di una richiesta IR nidificata può essere memorizzato nella cache facoltativamente includendo cache=on. Per impostazione predefinita, la memorizzazione in cache dei dati intermedi è disabilitata. La memorizzazione in cache deve essere abilitata solo quando ci si aspetta che l'immagine intermedia venga riutilizzata in una richiesta diversa entro un periodo di tempo ragionevole. Si applica la gestione standard della cache lato server. I dati vengono memorizzati nella cache in un formato senza perdita di dati.

In questa pagina