Sintassi di base del protocollo HTTP Image Rendering

Questa sezione descrive la sintassi di base del protocollo HTTP Dynamic Media Image Rendering.

Elemento

Definizione

richiesta

http:// server/ir/render[/ vignetta ] [ ? modificatori ]

server

indirizzo_server [ : porta ]

vignetta

Identificatore di vignetta (percorso relativo del file o voce di catalogo di vignetta).

modificatori

modifier *[ & modifier ]

modificatore

command | { $ macro $ } | { . commento }

command

{ cmdName | { $ var } [ = value ]

macro

Nome di una macro di comando.

commento

Stringa di commento (ignorata dal server).

cmdName

Nome di un comando o di un attributo.

var

Nome di una variabile personalizzata.

value

Valore di comando o variabile.

server, cmdName, macro e var sono senza distinzione tra maiuscole e minuscole. Il server conserva il caso di tutti gli altri valori di stringa.

Identificatore server

Il /ir/renderIl contesto radice è necessario per tutte le richieste HTTP al rendering delle immagini.

Commenti

I commenti possono essere incorporati nelle stringhe di richiesta in qualsiasi punto e sono identificati da un punto (.) subito dopo il separatore di comando (&). Il commento viene terminato dall'occorrenza successiva di un separatore di comando (non codificato). Questa funzione può essere utilizzata per aggiungere informazioni alla richiesta che non sono per l’uso di Image Serving, ad esempio timestamp e ID del database.

decodifica HTTP

Rendering immagine - primi estratti object e modifiers dalla richiesta in arrivo. La object viene quindi separato in elementi di percorso che sono singolarmente decodificati tramite HTTP. La modifiers stringa separata in command= value coppie, e value viene quindi decodificato per HTTP prima dell'elaborazione specifica del comando.

In questa pagina