Parametri richiesti

Informazioni sui parametri Sensor txlogd.conf richiesti.

In questo parametro.. Specifica...
SensorID

Una stringa di caratteri che identifica in modo univoco questo sensore.

Sensorattacca il SensorID a ogni record di evento che invia al server di Data Workbench. SensorID consente di distinguere i dati evento da questo server web dai dati evento acquisiti da altri Sensor.

Anche se un SensorID può essere costituito da qualsiasi stringa di caratteri, per convenzione viene utilizzato il nome del server web di cui vengono acquisiti gli eventi da Sensor . L’utilizzo del nome server come SensorID facilita la determinazione dell’origine di un evento durante la fase di analisi. Inoltre, garantisce che il SensorID sia univoco all'interno dell'implementazione.

Esempio: SensorID web001a

IndirizzoServer

Indirizzo del server di Data Workbench a cui questo Sensor invia i dati dell’evento.

Nota:

Quando si lavora in un ambiente cluster, Sensor deve essere configurato per accedere al server principale di Data Workbench per evitare problemi di sincronizzazione. In Data Workbench è possibile visualizzare informazioni sull'elaborazione dei server di Data Workbench nel cluster utilizzando la voce di menu Server correlati nel Server Manager. Per ulteriori informazioni su Server Manager, consulta la Guida Sensor Data Workbench.

Se il server web è in grado di risolvere i nomi dei server tramite DNS, è possibile specificare l’indirizzo del server per nome. In caso contrario, è necessario specificare l’indirizzo IP numerico del server.

Esempio: ServerAddress 10.1.0.7 o

ServerAddress vserver01.mycompany.com

SSL

Se Sensor comunica con il server di Data Workbench tramite HTTP o HTTPS. Imposta su "on" per HTTPS o "off" per HTTP.

Esempio: SSL su

Porta server

La porta su cui il server di Data Workbench ascolta i dati dell’evento.

Esempio: ServerPort 443

CertName

Obbligatorio solo se il parametro SSL è impostato su "on".

Il nome comune del server di Data Workbench a cui questo Sensor invia i dati dell’evento.

Il valore specificato deve corrispondere esattamente al nome comune visualizzato nel certificato di licenza data workbench server .

Esempio: CertName vserver01.mycompany.com

CertPath

Obbligatorio solo se il parametro SSL è impostato su "on".

La directory in cui si trova il file dell'autorità di certificazione ( trust_ca_cert.pem)

Esempi:

CertPath /usr/local/visualSensor

CertPath C:\VisualSensor

FileCoda

Non necessario per le installazioni Sensor su computer server Microsoft Windows 2000 o 2003 che eseguono Internet Information Service (IIS) versioni 5.x o 6.x.

Nome completo del file della coda del disco.

Anche se è possibile assegnare un nome qualsiasi a questo file, per convenzione, il file della coda si chiama VisualSensor.dat.

Per le installazioni Sensor su Unix, puoi inserire questo file ovunque. Su Windows che esegue un server web Java, è necessario inserire questo file nella stessa directory del trasmettitore. Per tutti gli altri server web, questo file deve risiedere nella directory /var/queue .

Esempio: File di coda /var/queue/VisualSensor.dat

Nota: Assicurati che il dispositivo a cui assegni questo file abbia spazio libero sufficiente per contenere una coda delle dimensioni necessarie.

QueueSize

Un numero intero che rappresenta la dimensione del file della coda del disco in MB.

Per le installazioni di Sensor in Microsoft Windows, il file della coda stesso viene creato nella stessa directory del trasmettitore ed è denominato Diskq2000.log.

L'esempio seguente imposta la dimensione della coda su 200 MB:

DimensioneCoda 200

L’esempio seguente imposta la dimensione della coda su 2 GB:

Dimensione coda 2000

In questa pagina