Impostazioni specifiche per il web per la trasformazione

Informazioni sulle impostazioni specifiche per il Web definite in Dataset Include file forniti con profili di Adobe per il sito.

Le condizioni, le dimensioni e i parametri definiti da queste impostazioni vengono creati durante la fase di trasformazione della costruzione del set di dati.

Page View Condition (Condizione di Vista pagina)

L’ Page View Condition è un’operazione di condizione che determina se una particolare voce di registro (ovvero una richiesta di pagina) deve essere inclusa nei dati raccolti sulla cronologia di visualizzazione della pagina di un visitatore. Quando la voce di registro soddisfa il valore Page View Condition, diventa un elemento della dimensione numerabile Visualizzazione pagina. Se una voce di registro non soddisfa il valore Page View Condition, i relativi campi dati sono ancora accessibili da altre dimensioni. Oltre alla dimensione Visualizzazione pagina, i risultati di Page View Condition possono influenzare le seguenti dimensioni:

  • URIe Page: queste dimensioni sono direttamente interessate dal Page View Condition. Se la pagina specificata non supera il valore Page View Condition, non viene inclusa nelle dimensioni URI o Pagina.

  • Visitor Page Viewse Session Page Views: le dimensioni Visualizzazioni pagina visitatore e Visualizzazioni pagina sessione sono un conteggio del numero di pagine visualizzate rispettivamente da un visitatore a o in una determinata sessione. Le pagine filtrate da Page View Condition non fanno parte di questo conteggio.

  • Numero sessione: l’ Page View Condition ha un effetto indiretto sulla dimensione Numero sessione. La dimensione Numero sessione viene creata prima di Page View Condition; pertanto, quando si considera Session Number in relazione al Page Views, è possibile avere sessioni senza visualizzazioni di pagina.

L’implementazione predefinita di Site include un file Transformation Dataset Include in cui sono definite la dimensione numerabile di Visualizzazione pagina e la relativa Page View Condition.

Per informazioni sulle dimensioni conteggiate, vedere Dimension estesi.

Per modificare le impostazioni di configurazione per Page View Condition

  1. Apri il Profile Manager all’interno del profilo del set di dati e apri il file Dataset\Transformation\Traffic\Page View.cfg .

    NOTA

    Se hai personalizzato l'implementazione di Site, il file in cui esistono queste impostazioni di configurazione può essere diverso dalla posizione descritta.

  2. Rivedi o modifica i valori dei parametri del Page View Condition in base alle esigenze. Utilizza il seguente esempio come guida. In questo file, la Page View Condition è definita da una trasformazione Copy. Tieni presente che questo file contiene anche la definizione della dimensione numerabile Visualizzazione pagina.

    NOTA

    Per informazioni sulle dimensioni conteggiate, vedere Dimension estesi. Per informazioni sulla trasformazione Copy, consulta Trasformazioni dati.

  3. Salva il file facendo clic con il pulsante destro del mouse su (modified) nella parte superiore della finestra, quindi fai clic su Save.

  4. Per rendere effettive le modifiche apportate localmente, fai clic con il pulsante destro del mouse sul segno di spunta per il file nella colonna User, quindi fai clic su Save to > <profile name>, dove nome profilo è il nome del profilo del set di dati o del profilo ereditato a cui appartiene il file del set di dati include.Profile Manager

    NOTA

    Non salvare il file di configurazione modificato in nessuno dei profili interni forniti dall’Adobe, in quanto le modifiche vengono sovrascritte quando installi gli aggiornamenti a tali profili.

Dimension URI

Se lavori con Site, devi definire la dimensione URI i cui elementi sono gli steli URI delle pagine del sito web visualizzate. L’implementazione predefinita include un file Transformation Dataset Include in cui è definita la dimensione semplice URI.

Per informazioni sulle dimensioni semplici, consulta Dimension estesi.

Per modificare le impostazioni di configurazione per la dimensione URI

  1. Apri il Profile Manager all’interno del profilo del set di dati e apri il file Dataset\Transformation\Traffic\URI.cfg .

    NOTA

    Se hai personalizzato l'implementazione di Site, il file in cui esistono queste impostazioni di configurazione può essere diverso dalla posizione descritta.

  2. Rivedi o modifica i valori dei parametri del file come desiderato. Utilizza l’esempio e le informazioni seguenti come guide.

Le impostazioni di configurazione per la dimensione URI includono i due parametri seguenti:

  • Sensibile alle maiuscole/minuscole: True o false. Se true, la lettera maiuscola/minuscola viene considerata nell’identificazione di pagine univoche. Il valore predefinito è vero.

  • Elementi massimi: il numero massimo di elementi (cioè URI) per la dimensione URI. Il valore predefinito è 32768.

    NOTA

    La modifica di questo valore può causare gravi problemi di prestazioni. Non modificare questo valore senza consultare un Adobe.

  • Salva il file URI.cfg facendo clic con il pulsante destro del mouse su (modified) nella parte superiore della finestra, quindi fai clic su Save.

  • Per rendere effettive le modifiche apportate localmente, fai clic con il pulsante destro del mouse sul segno di spunta per il file nella colonna User, quindi fai clic su Save to > <profile name>, dove nome profilo è il nome del profilo del set di dati o del profilo ereditato a cui appartiene il file del set di dati include.Profile Manager

    NOTA

    Non salvare il file di configurazione modificato in nessuno dei profili interni forniti dall’Adobe, in quanto le modifiche vengono sovrascritte quando installi gli aggiornamenti a tali profili.

Dimension di riferimento

Se lavori con Site, devi definire la dimensione Referrer i cui elementi sono costituiti dai domini di secondo livello dei referrer delle prime voci di log in tutte le sessioni. L’implementazione predefinita include un file Transformation Dataset Include in cui è definita la dimensione semplice referente.

Per informazioni sulle dimensioni semplici, consulta Dimension estesi.

Per modificare le impostazioni di configurazione per la dimensione Referente

  1. Apri il Profile Manager all’interno del profilo del set di dati e apri il file Dataset\Transformation\Traffic\Referrer.cfg .

    NOTA

    Se hai personalizzato l'implementazione di Site, il file in cui esistono queste impostazioni di configurazione può essere diverso dalla posizione descritta.

  2. Rivedi o modifica i valori dei parametri del file come desiderato. Utilizza l’esempio e le informazioni seguenti come guide.

    Le impostazioni di configurazione per la dimensione referente includono il parametro Elementi massimi , che specifica il numero massimo di elementi (cioè referrer) per la dimensione referente. Il valore predefinito è 32768.

    NOTA

    Nell’esempio precedente, il parametro Maximum Elements è impostato su 0. Quando questo parametro è impostato su 0, il server di Data Workbench utilizza il valore predefinito interno di 32768.

  3. Salva il file Referrer.cfg facendo clic con il pulsante destro del mouse su (modified) nella parte superiore della finestra, quindi fai clic su Save.

  4. Per rendere effettive le modifiche apportate localmente, fai clic con il pulsante destro del mouse sul segno di spunta per il file nella colonna User, quindi fai clic su Save to > <profile name>, dove nome profilo è il nome del profilo del set di dati o del profilo ereditato a cui appartiene il file del set di dati include.Profile Manager

    NOTA

    Non salvare il file di configurazione modificato in nessuno dei profili interni forniti dall’Adobe, in quanto le modifiche vengono sovrascritte quando installi gli aggiornamenti a tali profili.

Parametri sessione

Se lavori con Site, puoi specificare parametri che definiscono i limiti della sessione di un visitatore su un sito web. Questi parametri sono validi solo se definiti in un file Transformation Dataset Include all'interno dell'implementazione Site.

I seguenti parametri sono univoci in quanto possono essere membri del vettore Parameters del file Transformation Dataset Include oppure possono essere elencati come singoli parametri nel file Transformation.cfg. Un parametro può essere definito esattamente una volta, in modo che questi parametri siano definiti nel file Transformation.cfgo nel vettore Parameters del set di dati include file - non in entrambi i file.
Durata massima della sessione e timeout della sessione

Durata massima sessione e Timeout sessione sono parametri stringa che definiscono la lunghezza della sessione di un visitatore. Questi parametri funzionano con il parametro Domini interni per determinare la lunghezza di sessione.

Durata massima sessione specifica la durata più lunga della sessione prima dell’avvio di una nuova sessione. In questo modo le pagine web con contenuto automatico vengono aggiornate dalla creazione di sessioni arbitrariamente lunghe. Se il referente di un clic è impostato su una delle voci nel parametro Domini interni, questo timeout viene utilizzato per definire la fine di una sessione. Nessuna sessione può superare la durata massima della sessione specificata, indipendentemente dal numero di clic che contiene. Il valore consigliato è 48 ore.

Timeout sessione specifica il tempo che deve trascorrere tra le voci di registro di un visitatore specifico per determinare la fine di una sessione e l’inizio di una nuova sessione (ovvero, il timeout tipico utilizzato per definire una sessione utente). Il valore consigliato di questo parametro è di 30 minuti. Se il referente di un clic non è impostato su uno dei referrer nel parametro Domini interni, questo timeout viene utilizzato per definire la sessione. Se cs(referrer-domain) per una voce di registro è nell'elenco dei domini interni, la Durata massima sessione determina se la voce di registro corrente fa parte di una sessione esistente o se inizia una nuova sessione.

Considera una situazione in cui un visitatore viene richiamato dal suo computer per un periodo di tempo più lungo del Timeout sessione mentre si trova nel mezzo della navigazione del sito. Al suo ritorno, continua a navigare dove ha lasciato. Poiché il visitatore non lascia mai il sito o chiude il browser, il cs(referrer-domain) del clic successivo è lo stesso del dominio interno e la sessione originale rimane attiva finché non viene raggiunta l’impostazione Maximum Session Duration (Durata massima sessione). Se il dominio del sito è elencato come dominio interno e il timeout massimo non viene raggiunto, l’interazione del visitatore viene visualizzata come una sessione singola e non come due sessioni separate. Tuttavia, se il visitatore ritorna al computer e il clic successivo dispone di un referente esterno (o vuoto), inizia una nuova sessione.

NOTA

Anche la trasformazione Sessionize di Timeout Condition svolge un ruolo nel determinare la durata della sessione di un visitatore. Se il timeout della sessione e la durata massima della sessione non sono applicabili, viene controllato Timeout Condition per determinare se una voce di registro deve essere considerata l'inizio di una nuova sessione. Per ulteriori informazioni, consulta Trasformazioni dati.

Per modificare i parametri di Durata massima sessione e Timeout sessione

Se lavori con Site, l'implementazione predefinita probabilmente include un file Transformation Dataset Include in cui vengono specificati i nomi e i valori consigliati di questi parametri.

  1. Apri il Profile Manager all’interno del profilo di set di dati e vai a Dataset\Transformation\Traffic\Session Parameters.cfg.

    NOTA

    Se hai personalizzato l’implementazione di Site, il file in cui sono definiti questi parametri può essere diverso dalla posizione descritta.

  2. Modifica i valori dei parametri come desiderato. Assicurati di specificare le unità desiderate (minuti, ore e così via).

  3. Salva il file Session Parameters.cfg facendo clic con il pulsante destro del mouse su (modified) nella parte superiore della finestra e facendo clic su Save.

  4. Per rendere effettive le modifiche apportate localmente, fai clic con il pulsante destro del mouse sul segno di spunta del file nella colonna User , quindi fai clic su Save to > profile name, dove il nome del profilo è il nome del profilo di set di dati o il profilo ereditato a cui appartiene il file di set di dati.Profile Manager

    NOTA

    Non salvare il file di configurazione modificato in nessuno dei profili interni forniti dall’Adobe, in quanto le modifiche vengono sovrascritte quando installi gli aggiornamenti a tali profili.

Internal Domains

Internal Domains è un parametro vettoriale che elenca gli host a livello di dominio (riferimenti interni) che devono essere trattati come parte di un particolare sito web. Questi host vengono rimossi dalla dimensione del referente (che è un elenco delle informazioni del referente esterno). Quando cs(referrer-domain) corrisponde a una delle stringhe elencate nel set di domini interni, il timeout della sessione viene ignorato e la durata massima della sessione viene utilizzata per determinare la lunghezza della sessione.

Il parametro Domini interni può essere utilizzato anche per impedire l’inizio di una nuova sessione quando i visitatori si spostano tra i più domini associati di un’azienda in un modo che supera il timeout della sessione. Ad esempio, considera un’azienda con parti del sito suddivise in due domini: uno viene registrato ( xyz.com) e l'altro non viene registrato ( xyz-unlogged.com). Se questi siti sono integrati in modo da facilitare lo spostamento fluido del traffico tra i due domini, non è consigliabile generare una sessione diversa ogni volta che il visitatore ritorna dal dominio xyz-unlogged.com al dominio xyz.com. L’elenco xyz-unlogged.com come dominio interno impedisce la suddivisione delle sessioni in più sessioni a causa del traffico tra questi due domini, purché l’impostazione Maximum Session Duration non venga raggiunta.

Per aggiungere un dominio interno

Se lavori con Site, l’implementazione predefinita include un file Transformation Dataset Include per la definizione del parametro Domini interni. In questo file, il parametro è denominato; inserisci semplicemente i domini interni che desideri includere e salva il file aggiornato.

  1. Apri Profile Manager nel profilo del set di dati e vai a Dataset\Transformation\Traffic\Internal Domains.cfg.

    NOTA

    Se hai personalizzato l’implementazione di Site, il file in cui è definito il parametro Domini interni può essere diverso dalla posizione descritta.

  2. Fai clic con il pulsante destro del mouse su Value per il parametro vettoriale Domini interni e fai clic su Add new > Value.

  3. Modifica i valori desiderati.

  4. Salva il file Internal Domains.cfg facendo clic con il pulsante destro del mouse su (modified) nella parte superiore della finestra e facendo clic su Save.

  5. Per rendere effettive le modifiche apportate localmente, fai clic con il pulsante destro del mouse sul segno di spunta per il file nella colonna User, quindi fai clic su Save to > <profile name>, dove nome profilo è il nome del profilo del set di dati o del profilo ereditato a cui appartiene il file del set di dati include.Profile Manager

    NOTA

    Non salvare il file di configurazione modificato in nessuno dei profili interni forniti dall’Adobe, in quanto le modifiche vengono sovrascritte quando installi gli aggiornamenti a tali profili.

In questa pagina