Operazioni booleane

Le operazioni booleane combinano i risultati delle operazioni di test, che funzionano come elementi secondari delle operazioni booleane.

Per informazioni sulle operazioni di test, vedere Operazioni di test. Quando si definisce un'operazione boolean, è possibile definire zero o più elementi secondari per l'operazione.

Aggiunta di una condizione figlio a un'operazione booleana

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome o sul numero corrispondente all'operazione Boolean.

  2. Fai clic su Add new child e scegli uno dei tipi di condizioni disponibili da aggiungere.

  3. Ripetere i passaggi 1 e 2 finché non sono state aggiunte tutte le condizioni figlio desiderate per l'operazione Boolean.

    NOTA

    Quando si fa clic con il pulsante destro del mouse sul nome o sul numero corrispondente a un'operazione Boolean, viene visualizzata l'opzione di menu Add new sibling. Un elemento di pari livello è un’altra condizione che si trova nella stessa posizione relativa nella gerarchia delle condizioni dell’operazione Boolean su cui hai fatto clic con il pulsante destro del mouse. L’aggiunta di un nuovo elemento di pari livello per un’operazione Boolean equivale all’aggiunta di una nuova condizione facendo clic con il pulsante destro del mouse sul parametro Condition o Log Entry Condition .

Per rimuovere una condizione figlio da un'operazione booleana:

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome della condizione figlio o sul numero corrispondente alla condizione figlio che si desidera rimuovere dall'operazione Boolean.
  2. Fare clic su Remove <* #number*>, dove numero è il numero corrispondente alla condizione figlio che si desidera rimuovere.

Questa sezione illustra le seguenti condizioni:

E

La condizione And può avere zero o più condizioni figlio e restituisce true quando nessuno dei nodi figlio restituisce false.

La condizione And costituisce il funzionamento principale di tutti i test di condizione all’interno del server di Data Workbench. Se la condizione And non contiene elementi secondari, la condizione restituisce true e l'operazione associata continua. Per questo motivo, le azioni che hanno solo la condizione And come test della condizione vengono sempre eseguite e perché vengono utilizzate come root per tutti i test della condizione.

Questo esempio mostra come viene utilizzata una condizione And per assicurarsi che la trasformazione Copy si verifichi quando si è verificata solo la data della voce di registro nell'anno 2006 e che la pagina richiesta sia /products/purchase.asp.

La condizione Neither può avere zero o più condizioni figlio e restituisce false se una qualsiasi delle condizioni figlio restituisce true. Se la condizione Neither non contiene elementi figlio, nessuno dei relativi elementi figlio può restituire true. Di conseguenza, la condizione Neither restituisce true.

L’esempio seguente mostra una condizione Neither con due condizioni Range come elementi secondari. Come definito, la condizione Neither esclude le voci di registro che si sono verificate tra il 1° gennaio 2007 e il 10 gennaio 2007 o tra il 12 gennaio 2007 e il 14 gennaio 2007. Tale condizione può essere utilizzata come Log Entry Condition per eliminare le transazioni da un set di dati durante i periodi in cui si è verificato un problema noto con i dati raccolti.

Oppure

La condizione Or può avere zero o più condizioni figlio e restituisce true se almeno una delle sue condizioni figlio restituisce true. Se la condizione Or non contiene elementi figlio, nessuno dei relativi elementi figlio può restituire true. Di conseguenza, la condizione Or restituisce false.

Questo esempio mostra la condizione Or con una condizione String Match e una condizione Range come elementi secondari. La condizione Or è soddisfatta solo se il valore x-hasproblem del log è impostato su yes o se la voce del log si è verificata nell'intervallo di tempo compreso tra il 1° gennaio 2007 e il 10 gennaio 2007.

In questa pagina