Configurare i segmenti per l’esportazione

Puoi creare un segmento degli elementi di qualsiasi dimensione numerabile, quindi generare i dati per quel segmento in batch o in tempo reale continuo in un file delimitato da tabulazioni.

Ogni volta che si esporta un segmento, si producono dati di metrica o dimensione per tutti gli elementi dimensionali inclusi in quel segmento. È possibile controllare la formattazione dei dati di output in modo che altri sistemi possano caricare facilmente i dati.

NOTA

Non è possibile esportare le dimensioni dei rapporti perché utilizzano un file report time.metric come riferimento. Come soluzione alternativa, se inserisci un report time.metric hardcoded nel profilo, l’esportazione del segmento può utilizzarlo come punto di riferimento per le dimensioni di reporting. Tuttavia, il file report time.metric non viene aggiornato automaticamente in base al valore di Data e ora del profilo; pertanto, quando desideri modificare il riferimento alla dimensione di reporting, devi modificare il file report time.metric codificato.

Per configurare un segmento per l’esportazione, è necessario aprire e modificare un file .export.

  1. In Profile Manager, fai clic sulla directory Export nella colonna File per visualizzarne il contenuto.

    Se la directory Export non esiste, creala come segue:
    
    1. Passa alla directory di installazione Data Workbench.
    2. Apri la directory del profilo in cui stai lavorando.
    3. Nella directory Profilo, crea una nuova directory denominata "Export".
  2. In Profile Manager, fai clic con il pulsante destro del mouse sulla cella vuota nella colonna User della directory Export , quindi fai clic su Create > New Segment Export.

    Un file denominato New Segment Export.export viene visualizzato nella colonna File per l'esportazione.

  3. Rinomina il nuovo file facendo clic con il pulsante destro del mouse nella colonna User relativa al file e digitando il nuovo nome nel parametro File .

  4. Apri il nuovo file facendo clic con il pulsante destro del mouse nella colonna User relativa al file e facendo clic su Open > from the workbench.

    Viene visualizzata la finestra di configurazione del file .export.

  5. Fai clic su Query, quindi modifica i campi del file .export come descritto nella tabella seguente:

Per questo parametro.. Fornisci queste informazioni..
Comando

Facoltativo. Programma da eseguire dopo la creazione del file di output. Questo campo deve fare riferimento a un file eseguibile (un file .exe ), non a un comando shell.

Nota: L’esportazione del segmento avrà esito negativo se nel parametro di comando è presente uno spazio.

Filtro

Facoltativo. Un filtro o un'espressione di filtro. È possibile creare un filtro denominato utilizzando un editor di filtri, quindi digitare il nome del filtro in questo punto oppure digitare un'espressione di filtro.

Per ulteriori informazioni sugli editor di filtri, consulta Editor filtri . Per ulteriori informazioni sulla sintassi delle espressioni filtro, consulta Sintassi delle espressioni filtro .

Vengono esportati gli elementi di Livello che corrispondono al filtro, mentre non tutti gli altri elementi.

Livello

La dimensione numerabile di cui devono essere esportati gli elementi.

Esempio: Un livello di Visitatore esporta una riga di dati per ogni visitatore.

File di output

Percorso e nome file dei dati esportati. Se il profilo è in esecuzione su un cluster di server Data Workbench, ogni server Data Workbench scrive un file di output contenente una parte dei dati.

La directory di installazione del server Data Workbench contiene una directory Exports in cui è possibile salvare il file di output. Ad esempio, puoi immettere Esportazioni\Segmento visitatore.txt , dove Segmento visitatore.txt è il nome del file contenente i dati esportati.

Formato di uscita I dati della metrica o della dimensione da esportare per ciascun elemento di livello. Se l’output è un file delimitato da tabulazioni, i campi devono essere separati da caratteri di tabulazione e il formato deve terminare con i caratteri di nuova riga appropriati. Per ulteriori informazioni, vedere Informazioni sul formato di output .
Ora di fine pianificazione

Facoltativo. Data e ora di fine della pianificazione, incluso il fuso orario.

Formato: AAAA-MM-GG hh:mm fuso orario

Esempio: 2013-08-01 12:01 EDT

Al momento le esportazioni programmate si fermano; tuttavia, il file di output viene rigenerato ogni volta che la sua definizione viene modificata. Questo campo è privo di significato senza definire Pianificazione ogni. Per ulteriori informazioni sulle impostazioni del fuso orario, consulta la Guida alla configurazione del set di dati.

Pianifica ogni Facoltativo. Frequenza con cui generare il file di output. I valori supportati sono ora, giorno, settimana e mese. Il file di output viene rigenerato ogni volta che la sua definizione viene modificata.
Ora di inizio pianificazione

Facoltativo. Data e ora di inizio della pianificazione, incluso il fuso orario.

Formato: AAAA-MM-GG hh:mm fuso orario

Esempio: 2013-08-01 12:01 EDT

Le esportazioni programmate iniziano in questo momento e la pianificazione è relativa a questo momento. Questo campo è privo di significato senza definire Pianifica ogni . Per ulteriori informazioni sulle impostazioni del fuso orario, consulta la Guida alla configurazione del set di dati.

Limite di tempo (sec) Facoltativo. Il tempo massimo consentito durante la generazione di un’esportazione di segmenti. Se viene superato l'intervallo specificato, l'esportazione inizia di nuovo. Impostando questo valore su 0 (zero), il limite viene rimosso. Il valore predefinito è 600 secondi.
  1. Fai clic con il pulsante destro del mouse su (New) nella parte superiore della finestra, quindi fai clic su Save.

  2. Per rendere questo file disponibile a tutti gli utenti del profilo di lavoro, fai clic con il pulsante destro del mouse sul segno di spunta per il file .export creato nella colonna User, quindi fai clic su Save to > <working profile name>.

    NOTA

    Il salvataggio del file .export nel server Data Workbench comporta l'esecuzione immediata dell'esportazione, anche se l'ora di inizio pianificazione è impostata su una data e un'ora future.

    Di seguito è riportato un file di esempio .export .

    NOTA

    Il file Visitor Segment.export mostrato nell’esempio fa riferimento al filtro Segmento visitatore. Modificando la definizione di questo filtro si modifica la definizione dell’esportazione.

In questa pagina