Configurare le autorizzazioni URL (on-premise)

L’elenco predefinito di URL che possono essere richiamati tramite codici JavaScript (flussi di lavoro, ecc.) dalle istanze Campaign Classic è limitato. Si tratta di URL che consentono il corretto funzionamento delle istanze.

Per impostazione predefinita, le istanze non possono connettersi a URL esterni. Tuttavia, è possibile aggiungere alcuni URL esterni all’elenco degli URL autorizzati, in modo che l’istanza possa connettersi ad essi. Questo consente di connettere le istanze Campaign a sistemi esterni, ad esempio server SFTP o siti Web, per abilitare il trasferimento di file e/o dati.

NOTA

Questa procedura è limitata a on-premise distribuzioni.

Come ospitato cliente, se è possibile accedere Pannello di controllo Campaign campagna, puoi utilizzare l’interfaccia self-service delle autorizzazioni URL . Ulteriori informazioni

Altro ibrido/ospitato i clienti devono contattare il team di supporto Adobe per aggiungere IP all’inserire nell'elenco Consentiti.

Per Ibrido e On-Premise implementazioni, l’amministratore deve fare riferimento a una nuova urlPermission in serverConf.xml file.

Sono disponibili tre modalità di protezione della connessione:

  • Blocco: tutti gli URL che non appartengono all'inserire nell'elenco Consentiti vengono bloccati, con un messaggio di errore. Questa è la modalità predefinita dopo un aggiornamento successivo.
  • Permissivo: tutti gli URL che non appartengono all’inserire nell'elenco Consentiti sono consentiti.
  • Avviso: tutti gli URL che non appartengono all’inserire nell'elenco Consentiti sono consentiti, ma l’interprete JS emette un avviso in modo che l’amministratore possa raccoglierli. Questa modalità aggiunge messaggi di avviso JST-310027.
<urlPermission action="warn" debugTrace="true">
  <url dnsSuffix="abc.company1.com" urlRegEx=".*" />
  <url dnsSuffix="def.partnerA_company1.com" urlRegEx=".*" />
  <url dnsSuffix="xyz.partnerB_company1.com" urlRegEx=".*" />
</urlPermission>
IMPORTANTE

Per impostazione predefinita, le nuove implementazioni utilizzano le Blocco modalità.

Come cliente esistente proveniente da una migrazione, puoi utilizzare temporaneamente la funzione Avviso modalità. Analizza il traffico in uscita prima di consentire gli URL. Una volta definito l’elenco degli URL consentiti, puoi aggiungere gli URL all’inserire nell'elenco Consentiti e attivare il Blocco modalità.

Per ulteriori informazioni, consulta queste sezioni:

In questa pagina