Plug-in di Adobe: rfl (Rimuovi dall’elenco)

IMPORTANTE

Questo plug-in è fornito da Adobe Consulting come cortesia per aiutarti a ottenere più valore da Adobe Analytics. L’Assistenza clienti di Adobe non fornisce supporto per questo plug-in, inclusa l’installazione o la risoluzione dei problemi. Se hai bisogno di aiuto con questo plug-in, contatta l’Account Manager della tua organizzazione. Possono organizzare una riunione con un consulente per l'assistenza.

La rfl il plug-in consente di rimuovere in modo "sicuro" i valori dalle stringhe delimitate, ad esempio events, products, liste altri. Questo plug-in è utile se desideri rimuovere valori specifici da una stringa delimitata senza preoccuparti dei delimitatori. Diversi altri plug-in dipendono da questo codice per essere eseguiti correttamente. Questo plug-in non è necessario se non è necessario eseguire una funzione specifica su più di una variabile Analytics alla volta o se non si utilizzano plug-in dipendenti.

Il plug-in utilizza la logica seguente:

  • Se il valore da rimuovere esiste, il plug-in mantiene tutti gli elementi della variabile eccetto il valore da rimuovere.
  • Se il valore da rimuovere non esiste, il plug-in mantiene la stringa originale così com'è.

Installare il plug-in utilizzando l’SDK per web o l’estensione Adobe Analytics

Adobe offre un’estensione che consente di utilizzare i plug-in più comunemente utilizzati.

  1. Accedi a Raccolta dati Adobe Experience Platform utilizzo delle credenziali AdobeID.
  2. Fai clic sulla proprietà tag desiderata.
  3. Vai a Extensions , quindi fai clic sul Catalog pulsante
  4. Installa e pubblica il Common Analytics Plugins estensione
  5. Se non lo hai già fatto, crea una regola denominata "Inizializza plug-in" con la seguente configurazione:
    • Condizione: nessuna
    • Evento: Core - Libreria caricata (pagina in alto)
  6. Aggiungi un'azione alla regola precedente con la seguente configurazione:
    • Estensione: Plug-in comuni di Analytics
    • Tipo azione: Inizializza RFP (Rimuovi dall’elenco)
  7. Salva e pubblica le modifiche alla regola.

Installare il plug-in utilizzando l’editor di codice personalizzato

Se non desideri utilizzare l'estensione plug-in, puoi utilizzare l'editor di codice personalizzato.

  1. Accedi a Raccolta dati Adobe Experience Platform utilizzo delle credenziali AdobeID.
  2. Fai clic sulla proprietà desiderata.
  3. Vai a Extensions , quindi fai clic sul pulsante Configure sotto l'estensione Adobe Analytics.
  4. Espandi la Configure tracking using custom code fisarmonica, che rivela Open Editor pulsante .
  5. Apri l’editor di codice personalizzato e incolla il codice plug-in fornito di seguito nella finestra di modifica.
  6. Salva e pubblica le modifiche all’estensione Analytics.

Installare il plug-in utilizzando AppMeasurement

Copia e incolla il seguente codice in qualsiasi punto del file AppMeasurement dopo la creazione dell'istanza dell'oggetto di tracciamento Analytics (utilizzando s_gi). La conservazione dei commenti e dei numeri di versione del codice nell’implementazione consente ad Adobe di risolvere eventuali problemi.

/******************************************* BEGIN CODE TO DEPLOY *******************************************/
/* Adobe Consulting Plugin: rfl (removeFromList) v2.1  */
function rfl(lv,vr,d1,d2,df){var b=lv,f=vr,e=d1,h=d2,g=df;if("-v"===b)return{plugin:"rfl",version:"2.1"};a:{if("undefined"!==typeof window.s_c_il){var c=0;for(var a;c<window.s_c_il.length;c++)if(a=window.s_c_il[c],a._c&&"s_c"===a._c){c=a;break a}}c=void 0}"undefined"!==typeof c&&(c.contextData.rfl="2.1");if(!b||!f)return"";c=[];a="";e=e||",";h=h||e;g=g||!1;b=b.split(e);e=b.length;for(var d=0;d<e;d++)-1<b[d].indexOf(":")&&(a=b[d].split(":"),a[1]=a[0]+":"+a[1],b[d]=a[0]),-1<b[d].indexOf("=")&&(a=b[d].split("="),a[1]=a[0]+"="+a[1],b[d]=a[0]),b[d]!==f&&a?c.push(a[1]):b[d]!==f?c.push(b[d]):b[d]===f&&g&&(a?c.push(a[1]):c.push(b[d]),g=!1),a="";return c.join(h)};
/******************************************** END CODE TO DEPLOY ********************************************/

Usa il plug-in

La rfl La funzione utilizza i seguenti argomenti:

  • lv (obbligatorio, stringa): Variabile (o stringa) contenente un elenco di valori delimitati
  • vr (obbligatorio, stringa): Il valore da rimuovere dal lv argomento. Adobe sconsiglia di rimuovere più valori durante un singolo rfl chiama.
  • d1 (facoltativo, stringa): Il delimitatore che la lv viene utilizzato l'argomento . Impostazione predefinita di una virgola (,).
  • d2 (facoltativo, stringa): Il delimitatore che si desidera utilizzare per la stringa restituita. Predefinito allo stesso valore della variabile d1 argomento.
  • df (facoltativo, booleano): Se true, forza solo le istanze duplicate del vr argomento del lv anziché tutte le istanze. Predefinito su false quando non è impostato.

Una chiamata a questa funzione restituisce una stringa modificata contenente lv ma senza istanze (o istanze duplicate) del valore specificato nel vr argomento.

Chiamate di esempio

Esempio n. 1

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event24,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"event24");

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22,event25";

Esempio n. 2

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event24,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"event26");

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22,event24,event25";

In questo esempio, la chiamata rfl non ha apportato modifiche a s.events poiché s.events non conteneva "event26"

Esempio n. 3

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event24,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events);

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "";

Se lv argomento o vr argomento vuoto in un rfl Chiama, quindi il plug-in non restituisce nulla.

Esempio n. 4

Se viene mostrato…

s.prop4 = "hello|people|today";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.eVar5 = rfl(s.prop4,"people","|");

…il valore finale di s.prop4 sarà ancora…

s.prop4 = "hello|people|today";

…ma il valore finale di s.eVar5 sarà:

s.eVar5 = "hello|today";

Tieni presente che il plug-in restituisce solo un valore; in realtà non "reimposta" la variabile passata attraverso il lv argomento.

Esempio n. 5

Se viene mostrato…

s.prop4 = "hello|people|today";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.prop4 = rfl(s.prop4,"people");

…il valore finale di s.prop4 sarà ancora…

s.prop4 = "hello|people|today";

Assicurati di impostare il d1 in casi in cui lv il valore dell'argomento contiene un delimitatore diverso rispetto al valore predefinito (ovvero virgola).

Esempio n. 6

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event23,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"EVenT23");

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22,event23,event25";

Anche se questo esempio non è pratico, dimostra la necessità di passare valori sensibili a maiuscole e minuscole.

Esempio n. 7

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event23:12345,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"event23");

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22,event25";

Esempio n. 8

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event23:12345,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"event23:12345");

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22,event23:12345,event25";

Quando devi rimuovere un evento che utilizza la serializzazione e/o la sintassi numerica/valutaria, devi specificare solo l’evento stesso (ovvero senza i valori serialization/numeric/currency) nel rfl chiama.

Esempio n. 9

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event23,event23,event23,event24,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"event23");

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22,event24,event25");

Esempio n. 10

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event23,event23,event23,event24,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"event23", "", "",true);

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22,event23,event24,event25");

Esempio n. 11

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event23,event23,event23,event24,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"event23", "", "|",true);

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22|event23|event24|event25");

Esempio n. 12

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event23,event24,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"event23,event24");

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22,event23,event24,event25";

Impostazione di più valori nel vr argomento non supportato. La rfl Nell’esempio precedente, i valori vengono prima suddivisi nel lv argomento (ad esempio s.events) quindi cercare di far corrispondere ogni valore delimitato al valore completo vr valore dell’argomento (ovvero "event23,event24").

Esempio n. 13

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event23,event24,event25";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.events = rfl(s.events,"event23");
s.events = rfl(s.events,"event24");

…il valore finale di s.events sarà:

s.events = "event22,event25");

Ogni valore da rimuovere dall’elenco deve essere contenuto all’interno del proprio rfl chiama.

Esempio n. 14

Se viene mostrato…

s.linkTrackVars = "events,eVar1,eVar2,eVar3";

…e viene eseguito il seguente codice…

s.linkTrackVars = rfl(s.linkTrackVars,"eVar2", ",", ",", false);

…il valore finale di s.linkTrackVars sarà:

s.linkTrackVars = "events,eVar1,eVar3";

Gli ultimi tre argomenti (cioè ",",",", false) alla fine di questo rfl Le chiamate non sono necessarie, ma non "danneggiano nulla" poiché corrispondono alle impostazioni predefinite.

Esempio n. 15

Se viene mostrato…

s.events = "event22,event23,event24";

…e viene eseguito il seguente codice…

rfl(s.events,"event23");

…il valore finale di s.events sarà ancora:

s.events = "event22,event23,event24";

Tieni presente che il plug-in restituisce solo un valore; in realtà non "reimposta" la variabile passata attraverso il lv argomento.

Cronologia versioni

2.1 (19 marzo 2021)

  • È stato aggiunto il numero di versione come dati contestuali.

2.01 (17 settembre 2019)

  • Correzione di bug minori per il valore delimitatore predefinito

2.0 (16 aprile 2018)

  • Rilascio del punto (ricompilato, dimensioni del codice più piccole).
  • È stata rimossa la necessità di join plug-in.

1.0 (18 luglio 2016)

  • Versione iniziale.

In questa pagina