visitorID

Adobe utilizza diversi metodi per identificare i visitatori sul sito. La visitorID sostituisce tutti gli altri metodi di identificazione dei visitatori.

IMPORTANTE

Adobe consiglia di non utilizzare questa variabile. Utilizza la Servizio Adobe Experience Cloud Identity invece.

Ignorare l’ID del visitatore utilizzando l’SDK per web

Presto disponibile!

ID visitatore che utilizza l’estensione Adobe Analytics

Visitor ID è un campo sotto Cookies pannello a soffietto durante la configurazione dell'estensione Adobe Analytics.

  1. Accedi a Raccolta dati Adobe Experience Platform utilizzo delle credenziali AdobeID.
  2. Fai clic sulla proprietà tag desiderata.
  3. Vai a Extensions , quindi fai clic sul pulsante Configure sotto Adobe Analytics.
  4. Espandi la Cookies fisarmonica, che rivela Visitor ID campo .

Assegna questo campo all’elemento dati contenente l’ID visitatore personalizzato. Non impostare questo campo su un valore statico.

s.visitorID in AppMeasurement e nell'editor di codice personalizzato dell'estensione Analytics

La s.visitorID è una stringa che contiene un identificatore univoco personalizzato per il visitatore. I valori validi includono caratteri alfanumerici fino a 100 byte. Evita di usare trattini, spazi, caratteri di sottolineatura o simboli in questa variabile.

AVVERTENZA

Se imposti la visitorID passaggio variabile all’interno di una visita, i dati si traducono in due visitatori univoci separati.

s.visitorID = "abc123";
ATTENZIONE

Un’implementazione non valida degli ID visitatore personalizzati può causare dati errati e prestazioni di reporting scadenti. Se questa variabile contiene un valore predefinito, ad esempio "0" o "NULL"), Adobe tratta questi hit come se fossero lo stesso visitatore. Questa situazione si traduce in dati errati, con conteggi bassi dei visitatori e segmenti a livello di visitatore che non funzionano come previsto. Inoltre, gli ID visitatore personalizzati implementati in modo errato generano un carico elevato sui server di elaborazione, con un aumento latenza e riduzione delle prestazioni dei rapporti.

In questa pagina