Sviluppo di un componente personalizzato per AEM Screens developing-a-custom-component-for-aem-screens

Il seguente tutorial illustra i passaggi necessari per creare un componente personalizzato per AEM Screens. AEM Screens riutilizza molti modelli di progettazione e tecnologie esistenti di altri prodotti AEM. Il tutorial evidenzia differenze e considerazioni speciali durante lo sviluppo per AEM Screens.

Panoramica overview

Questo tutorial è destinato agli sviluppatori che hanno poca esperienza con AEM Screens. In questo tutorial, viene creato un semplice componente "Hello World" per un canale Sequence in AEM Screens. Una finestra di dialogo consente agli autori di aggiornare il testo visualizzato.

overviewhellow

Prerequisiti prerequisites

Per completare questa esercitazione, è necessario quanto segue:

  1. AEM 6.5 e il pacchetto con le funzioni più recenti di Screens.

  2. Lettore AEM Screens

  3. Ambiente di sviluppo locale

I passaggi del tutorial e le schermate vengono eseguiti utilizzando CRXDE-Lite. È inoltre possibile utilizzare gli IDE per completare l'esercitazione. Ulteriori informazioni sull'utilizzo di un IDE per sviluppare con AEM si trova qui.

Configurazione del progetto project-setup

Il codice sorgente di un progetto Screens viene in genere gestito come progetto Maven con più moduli. Per accelerare l’esercitazione, un progetto è stato pregenerato utilizzando Archetipo progetto AEM 13. Ulteriori dettagli su creazione di un progetto con Archetipo progetto AEM Maven disponibile qui.

  1. Scarica e installa i seguenti pacchetti utilizzando Gestione pacchetti CRX:

Ottieni file

Ottieni file
Facoltativamente se lavori con Eclipse o un altro IDE, scarica il pacchetto sorgente seguente. Distribuisci il progetto in un’istanza AEM locale utilizzando il comando Maven:

mvn -PautoInstallPackage clean install

Avvia HelloWorld SRC Screens We.Retail Esegui progetto.

Ottieni file

  1. In entrata Gestione pacchetti CRX, verifica che siano installati i seguenti due pacchetti:

    1. screens-weretail-run.ui.content-0.0.1-SNAPSHOT.zip
    2. screens-weretail-run.ui.apps-0.0.1-SNAPSHOT.zip

    Screens Esecuzione di pacchetti Ui.Apps e Ui.Content tramite CRX Package Manager

    Schermi We.Retail Esegui Ui.Apps e Ui.Content pacchetti installati tramite Gestione pacchetti CRX.

  2. Il screens-weretail-run.ui.apps il pacchetto installa il codice sotto a /apps/weretail-run.

    Questo pacchetto contiene il codice responsabile del rendering dei componenti personalizzati per il progetto. Questo pacchetto include il codice del componente ed eventuali codici JavaScript o CSS necessari. Questo pacchetto incorpora anche screens-weretail-run.core-0.0.1-SNAPSHOT.jar che contiene il codice Java™ necessario per il progetto.

    note note
    NOTE
    In questa esercitazione non viene scritto alcun codice Java™. Se è necessaria una logica di business più complessa, è possibile creare e distribuire Java™ di back-end utilizzando il bundle Java™ di base.

    Rappresentazione del codice ui.apps in CRXDE Liti

    Rappresentazione del codice ui.apps in CRXDE Liti

    Il Hello World il componente è solo un segnaposto. Nel corso dell’esercitazione, viene aggiunta una funzionalità che consente all’autore di aggiornare il messaggio visualizzato dal componente.

  3. Il screens-weretail-run.ui.content il pacchetto installa il codice sotto:

    • /conf/we-retail-run
    • /content/dam/we-retail-run
    • /content/screens/we-retail-run

    Questo pacchetto contiene il contenuto iniziale e la struttura di configurazione necessaria per il progetto. /conf/we-retail-run contiene tutte le configurazioni per We.Retail Esegui il progetto. /content/dam/we-retail-run include l’avvio delle risorse digitali per il progetto. /content/screens/we-retail-run contiene la struttura del contenuto Screens. Il contenuto sotto tutti questi percorsi viene aggiornato principalmente in AEM. Per promuovere la coerenza tra gli ambienti (locale, di sviluppo, di staging, di produzione) spesso nel controllo del codice sorgente viene salvata una struttura di contenuto di base.

  4. Passa a AEM Screens > We.Retail Esegui progetto:

    Dal menu Start dell’AEM, seleziona l’icona Schermi. Verificare la We.Retail Viene visualizzato Esegui progetto.

    we-retaiul-run-starter

Creare il componente Hello World hello-world-cmp

Il componente Hello World è un componente semplice che consente a un utente di inserire un messaggio da visualizzare sullo schermo. Il componente è basato su Modello del componente AEM Screens: https://github.com/Adobe-Marketing-Cloud/aem-screens-component-template.

AEM Screens presenta alcuni vincoli interessanti che non sono necessariamente validi per i componenti WCM Sites tradizionali.

  • La maggior parte dei componenti Screens deve essere eseguita a schermo intero sui dispositivi di digital signage di destinazione
  • La maggior parte dei componenti Schermi deve essere incorporabile nei canali di sequenza per generare presentazioni
  • L’authoring deve consentire la modifica di singoli componenti in un canale di sequenza, pertanto non è necessario eseguirne il rendering a schermo intero
  1. In entrata CRXDE-Lite http://localhost:4502/crx/de/index.jsp (o IDE scelto) Accedi a /apps/weretail-run/components/content/helloworld.

    Aggiungi le seguenti proprietà alla helloworld componente:

    code language-none
        jcr:title="Hello World"
        sling:resourceSuperType="foundation/components/parbase"
        componentGroup="We.Retail Run - Content"
    

    Proprietà per /apps/weretail-run/components/content/helloworld

    Proprietà per /apps/weretail-run/components/content/helloworld

    Il Hello World il componente estende foundation/components/parbase in modo che possa essere utilizzato correttamente all'interno di un canale di sequenza.

  2. Crea un file sotto /apps/weretail-run/components/content/helloworld denominato helloworld.html.

    Compila il file con quanto segue:

    code language-xml
    <!--/*
    
     /apps/weretail-run/components/content/helloworld/helloworld.html
    
    */-->
    
    <!--/* production: preview authoring mode + unspecified mode (i.e. on publish) */-->
    <sly data-sly-test.production="${wcmmode.preview || wcmmode.disabled}" data-sly-include="production.html" />
    
    <!--/* edit: any other authoring mode, i.e. edit, design, scaffolding, etc. */-->
    <sly data-sly-test="${!production}" data-sly-include="edit.html" />
    

    I componenti Screens richiedono due rendering diversi a seconda di quale modalità di authoring è in uso:

    1. Produzione: modalità Anteprima o Pubblicazione (wcmmode=disabled)
    2. Modifica: utilizzato per tutte le altre modalità di authoring, ad esempio modifica, progettazione, scaffolding, sviluppatore…

    helloworld.htmlfunge da switch, controllando quale modalità di authoring è attiva e reindirizzando a un altro script HTL. Una convenzione comune utilizzata dai componenti Screens consiste nell’avere edit.html script per la modalità di modifica e un production.html script per la modalità di produzione.

  3. Crea un file sotto /apps/weretail-run/components/content/helloworld denominato production.html.

    Compila il file con quanto segue:

    code language-xml
    <!--/*
     /apps/weretail-run/components/content/helloworld/production.html
    
    */-->
    
    <div data-duration="${properties.duration}" class="cmp-hello-world">
     <h1 class="cmp-hello-world__message">${properties.message}</h1>
    </div>
    

    Di seguito è riportato il markup di produzione per il componente Hello World. A data-duration Questo attributo è incluso poiché il componente viene utilizzato su un canale Sequenza. Il data-duration L'attributo viene utilizzato dal canale della sequenza per sapere per quanto tempo deve essere visualizzato un elemento della sequenza.

    Il componente genera un div e un h1 con testo. ${properties.message} è una parte dello script HTL che restituisce il contenuto di una proprietà JCR denominata message. In seguito viene creata una finestra di dialogo che consente all'utente di immettere un valore per message testo della proprietà.

    Si noti inoltre che con il componente viene utilizzata la notazione BEM (Block Element Modifier). BEM è una convenzione di codifica CSS che semplifica la creazione di componenti riutilizzabili. BEM è la notazione utilizzata da Componenti core AEM.

  4. Crea un file sotto /apps/weretail-run/components/content/helloworld denominato edit.html.

    Compila il file con quanto segue:

    code language-xml
    <!--/*
    
     /apps/weretail-run/components/content/helloworld/edit.html
    
    */-->
    
    <!--/* if message populated */-->
    <div
     data-sly-test.message="${properties.message}"
     class="aem-Screens-editWrapper cmp-hello-world">
     <p class="cmp-hello-world__message">${message}</p>
    </div>
    
    <!--/* empty place holder */-->
    <div data-sly-test="${!message}"
         class="aem-Screens-editWrapper cq-placeholder cmp-hello-world"
         data-emptytext="${'Hello World' @ i18n, locale=request.locale}">
    </div>
    

    Il markup modificato per il componente Hello World è il seguente: Se il messaggio della finestra di dialogo è stato compilato, nel primo blocco viene visualizzata una versione modificata del componente.

    Se non è stato immesso alcun messaggio di dialogo, viene eseguito il rendering del secondo blocco. Il cq-placeholder e data-emptytext eseguire il rendering dell’etichetta Hello World come detentore del luogo in tale caso. La stringa per l’etichetta può essere internazionalizzata utilizzando i18n per supportare l’authoring in più lingue.

  5. Finestra di dialogo Copia immagine di Screens da utilizzare per il componente Hello World.

    È più semplice iniziare da una finestra di dialogo esistente e quindi apportare modifiche.

    1. Copia la finestra di dialogo da: /libs/screens/core/components/content/image/cq:dialog
    2. Incolla la finestra di dialogo sotto /apps/weretail-run/components/content/helloworld

    copy-image-dialog

  6. Aggiorna la finestra di dialogo Hello World per includere una scheda per il messaggio.

    Aggiorna la finestra di dialogo in modo che corrisponda a quanto segue. La struttura dei nodi JCR della finestra di dialogo finale è presentata di seguito in XML:

    code language-xml
    <?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
    <jcr:root xmlns:sling="https://sling.apache.org/jcr/sling/1.0" xmlns:cq="https://www.day.com/jcr/cq/1.0" xmlns:jcr="https://www.jcp.org/jcr/1.0" xmlns:nt="https://www.jcp.org/jcr/nt/1.0"
        jcr:primaryType="nt:unstructured"
        jcr:title="Hello World"
        sling:resourceType="cq/gui/components/authoring/dialog">
        <content
            jcr:primaryType="nt:unstructured"
            sling:resourceType="granite/ui/components/coral/foundation/tabs"
            size="L">
            <items jcr:primaryType="nt:unstructured">
                <message
                    jcr:primaryType="nt:unstructured"
                    jcr:title="Message"
                    sling:resourceType="granite/ui/components/coral/foundation/fixedcolumns">
                    <items jcr:primaryType="nt:unstructured">
                        <column
                            jcr:primaryType="nt:unstructured"
                            sling:resourceType="granite/ui/components/coral/foundation/container">
                            <items jcr:primaryType="nt:unstructured">
                                <message
                                    jcr:primaryType="nt:unstructured"
                                    sling:resourceType="granite/ui/components/coral/foundation/form/textfield"
                                    fieldDescription="Message for component to display"
                                    fieldLabel="Message"
                                    name="./message"/>
                            </items>
                        </column>
                    </items>
                </message>
                <sequence
                    jcr:primaryType="nt:unstructured"
                    jcr:title="Sequence"
                    sling:resourceType="granite/ui/components/coral/foundation/fixedcolumns">
                    <items jcr:primaryType="nt:unstructured">
                        <column
                            jcr:primaryType="nt:unstructured"
                            sling:resourceType="granite/ui/components/coral/foundation/container">
                            <items jcr:primaryType="nt:unstructured">
                                <duration
                                    jcr:primaryType="nt:unstructured"
                                    sling:resourceType="granite/ui/components/coral/foundation/form/numberfield"
                                    defaultValue=""
                                    fieldDescription="Amount of time the image is shown in the sequence, in milliseconds"
                                    fieldLabel="Duration (milliseconds)"
                                    min="0"
                                    name="./duration"/>
                            </items>
                        </column>
                    </items>
                </sequence>
            </items>
        </content>
    </jcr:root>
    

    Il campo di testo per il messaggio viene salvato in una proprietà denominata message e che il campo numerico della Durata venga salvato in una proprietà denominata duration. Entrambe queste proprietà sono indicate in /apps/weretail-run/components/content/helloworld/production.html da HTL come ${properties.message} e ${properties.duration}.

    Hello World - finestra di dialogo completata

    Hello World - finestra di dialogo completata

Creare librerie lato client clientlibs

Le librerie lato client forniscono un meccanismo per organizzare e gestire i file CSS e JavaScript necessari per un’implementazione AEM.

Il rendering dei componenti di AEM Screens varia in modalità Modifica rispetto alla modalità Anteprima/Produzione. Vengono create due librerie client: una per la modalità di modifica e la seconda per l’anteprima/produzione.

  1. Crea una cartella per le librerie lato client per il componente Hello World.

    Sotto /apps/weretail-run/components/content/helloworld, crea una cartella denominata clientlibs.

    04/04/2018_at_1046

  2. Sotto clientlibs cartella, crea un nodo denominato shared di tipo cq:ClientLibraryFolder.

    04/04/2018_at_1115

  3. Aggiungi le seguenti proprietà alla libreria client condivisa:

    • allowProxy | Booleano | true

    • categories| Stringa[] | cq.screens.components

    Proprietà per /apps/weretail-run/components/content/helloworld/clientlibs/shared

    Proprietà per /apps/weretail-run/components/content/helloworld/clientlibs/shared

    La proprietà Categories è una stringa che identifica la libreria client. La categoria cq.screens.component viene utilizzata sia in modalità Modifica che Anteprima/Produzione. Di conseguenza, qualsiasi CSS/JS definito nella libreria client condivisa viene caricato in tutte le modalità.

    È consigliabile non esporre mai percorsi direttamente a /apps in un ambiente di produzione. La proprietà allowProxy garantisce che venga fatto riferimento alle librerie client CSS e JS tramite un prefisso of/etc.clientlibs.

  4. Crea file denominato css.txt sotto la cartella condivisa.

    Compila il file con quanto segue:

    code language-none
    #base=css
    
    styles.less
    
  5. Crea una cartella denominata css sotto shared cartella. Aggiungi un file denominato style.less sotto css cartella. La struttura delle librerie client ora dovrebbe essere simile alla seguente:

    2018-04-30_at_3_11 pm

    Invece di scrivere direttamente CSS, questa esercitazione utilizza MENO. MENO è un popolare precompilatore CSS che supporta variabili, mixin e funzioni CSS. Le librerie client AEM supportano in modo nativo la compilazione LESS. È possibile utilizzare gli Sass o altri precompilatori, ma questi devono essere compilati al di fuori dell’AEM.

  6. Popolare /apps/weretail-run/components/content/helloworld/clientlibs/shared/css/styles.less con le seguenti caratteristiche:

    code language-css
    /**
        Shared Styles
       /apps/weretail-run/components/content/helloworld/clientlibs/shared/css/styles.less
    
    **/
    
    .cmp-hello-world {
        background-color: #fff;
    
     &__message {
      color: #000;
      font-family: Helvetica;
      text-align:center;
     }
    }
    
  7. Copiare e incollare shared cartella della libreria client per creare una libreria client denominata production.

    Copiare la libreria client condivisa per creare una nuova libreria client di produzione

    Copia la libreria client condivisa per creare una libreria client di produzione.

  8. Aggiornare il categories proprietà della libreria client di produzione da impostare cq.screens.components.production.

    In questo modo gli stili vengono caricati solo in modalità Anteprima/Produzione.

    Proprietà per /apps/weretail-run/components/content/helloworld/clientlibs/production

    Proprietà per /apps/weretail-run/components/content/helloworld/clientlibs/production.

  9. Popolare /apps/weretail-run/components/content/helloworld/clientlibs/production/css/styles.less con le seguenti caratteristiche:

    code language-css
    /**
        Production Styles
       /apps/weretail-run/components/content/helloworld/clientlibs/production/css/styles.less
    
    **/
    .cmp-hello-world {
    
        height: 100%;
        width: 100%;
        position: fixed;
    
     &__message {
    
      position: relative;
      font-size: 5rem;
      top:25%;
     }
    }
    

    Gli stili di cui sopra visualizzano il messaggio centrato al centro dello schermo, ma solo in modalità Produzione.

Una terza categoria di librerie client: cq.screens.components.edit può essere utilizzato per aggiungere al componente stili specifici per la sola modifica.

Categoria Clientlib
Utilizzo
cq.screens.components
Stili e script condivisi tra le modalità di modifica e di produzione
cq.screens.components.edit
Stili e script utilizzati solo in modalità di modifica
cq.screens.components.production
Stili e script utilizzati solo in modalità di produzione

Creare una pagina di progettazione design-page

AEM Screens utilizza Modelli di pagina statici e Configurazioni di progettazione per le modifiche globali. Le configurazioni di progettazione vengono spesso utilizzate per configurare i componenti consentiti per Parsys su un canale. Una best practice consiste nell’archiviare queste configurazioni in un modo specifico per l’app.

Sotto a We.Retail Viene creata la pagina Esegui progettazione in cui sono memorizzate tutte le configurazioni specifiche di We.Retail Esegui il progetto.

  1. In entrata CRXDE Liti http://localhost:4502/crx/de/index.jsp#/apps/settings/wcm/designs, passa a /apps/settings/wcm/designs.

  2. Crea un nodo sotto la cartella delle progettazioni, denominato we-retail-run con un tipo di cq:Page.

  3. Sotto we-retail-run , aggiungere un altro nodo denominato jcr:content di tipo nt:unstructured. Aggiungi le seguenti proprietà alla jcr:content nodo:

    table 0-row-3 1-row-3 2-row-3 3-row-3
    Nome Tipo Valore
    jcr:title Stringa We.Retail Esegui
    sling:resourceType Stringa wcm/core/components/designer
    cq:doctype Stringa html_5

    Pagina di progettazione in /apps/settings/wcm/designs/we-retail-run

    Pagina di progettazione in /apps/settings/wcm/designs/we-retail-run.

Creare un canale sequenza create-sequence-channel

Il componente Hello World deve essere utilizzato su un canale di sequenza. Per testare il componente, viene creato un nuovo canale di sequenza.

  1. Dal menu Start dell’AEM, vai a Schermi > We.RetailEsegui > e seleziona Canali.

  2. Seleziona la Crea pulsante

    1. Scegli Crea entità

    2018-04-30_at_5_18 pm

  3. Nella procedura guidata Crea:

  4. Passaggio modello - scegli Canale sequenza

    1. Passaggio proprietà

    • Scheda Base > Titolo = Canale inattivo
    • Scheda Canale > spunta Rendi il canale online

    inattivo-canale

  5. Apri le proprietà della pagina per il canale inattivo.

  6. Aggiornare il campo Struttura in modo che punti a /apps/settings/wcm/designs/we-retail-run, la pagina di progettazione creata nella sezione precedente.

    Configurazione progettazione /apps/settings/wcm/designs/we-retail-run

    Configurazione di progettazione che punta a /apps/settings/wcm/designs/we-retail-run

  7. Modifica il canale inattivo appena creato in modo da poterlo aprire.

  8. Passa alla modalità pagina Progettazione Modalità.

    1. Seleziona la chiave inglese Icona in Parsys per configurare i componenti consentiti.

    2. Seleziona la Schermi gruppo e We.RetailEsegui - Contenuto gruppo.

    2018-04-30_at_5_43 pm

  9. Passa alla modalità pagina Modifica. Il componente Hello World può ora essere aggiunto alla pagina e combinato con altri componenti del canale di sequenza.

    2018-04-30_at_5_53 pm

  10. In entrata CRXDE Liti http://localhost:4502/crx/de/index.jsp#/apps/settings/wcm/designs/we-retail-run/jcr%3Acontent/sequencechannel/par, passa a /apps/settings/wcm/designs/we-retail-run/jcr:content/sequencechannel/par. Osserva components La proprietà ora include group:Screens, group:We.Retail Run - Content.

    Configurazione del progetto in /apps/settings/wcm/designs/we-retail-run

    Configurazione del progetto in /apps/settings/wcm/designs/we-retail-run

Modello per gestori personalizzati custom-handlers

Se il componente personalizzato utilizza risorse esterne come risorse (immagini, video, font e icone), rappresentazioni di risorse specifiche o librerie lato client (css e js), queste non vengono aggiunte automaticamente alla configurazione offline. Il motivo è che per impostazione predefinita è incluso solo il markup HTML.

Per personalizzare e ottimizzare le risorse esatte scaricate sul lettore, Adobe offre un meccanismo di estensione per i componenti personalizzati, in modo da esporre le loro dipendenze alla logica di caching offline in AEM Screens.

La sezione seguente presenta il modello per i gestori di risorse offline personalizzati e i requisiti minimi in pom.xml per quel progetto specifico.

package …;

import javax.annotation.Nonnull;

import org.apache.felix.scr.annotations.Component;
import org.apache.felix.scr.annotations.Reference;
import org.apache.felix.scr.annotations.Service;
import org.apache.sling.api.resource.Resource;
import org.apache.sling.api.resource.ResourceUtil;
import org.apache.sling.api.resource.ValueMap;

import com.adobe.cq.screens.visitor.OfflineResourceHandler;

@Service(value = OfflineResourceHandler.class)
@Component(immediate = true)
public class MyCustomHandler extends AbstractResourceHandler {

 @Reference
 private …; // OSGi services injection

 /**
  * The resource types that are handled by the handler.
  * @return the handled resource types
  */
 @Nonnull
 @Override
 public String[] getSupportedResourceTypes() {
     return new String[] { … };
 }

 /**
  * Accept the provided resource, visit and traverse it as needed.
  * @param resource The resource to accept
  */
 @Override
 public void accept(@Nonnull Resource resource) {
     ValueMap properties = ResourceUtil.getValueMap(resource);

     /* You can directly add explicit paths for offline caching using the `visit`
        method of the visitor. */

     // retrieve a custom property from the component
     String myCustomRenditionUrl = properties.get("myCustomRenditionUrl", String.class);
     // adding that exact asset/rendition/path to the offline manifest
     this.visitor.visit(myCustomRenditionUrl);


     /* You can delegate handling for dependent resources so they are also added to
        the offline cache using the `accept` method of the visitor. */

     // retrieve a referenced dependent resource
     String referencedResourcePath = properties.get("myOtherResource", String.class);
     ResourceResolver resolver = resource.getResourceResolver();
     Resource referencedResource = resolver.getResource(referencedResourcePath);
     // let the handler for that resource handle it
     if (referencedResource != null) {
         this.visitor.accept(referencedResource);
     }
   }
}

Il codice che segue riporta i requisiti minimi di pom.xml per quel progetto specifico:

   <dependencies>
        …
        <!-- Felix annotations -->
        <dependency>
            <groupId>org.apache.felix</groupId>
            <artifactId>org.apache.felix.scr.annotations</artifactId>
            <version>1.9.0</version>
            <scope>provided</scope>
        </dependency>

        <!-- Screens core bundle with OfflineResourceHandler/AbstractResourceHandler -->
        <dependency>
            <groupId>com.adobe.cq.screens</groupId>
            <artifactId>com.adobe.cq.screens</artifactId>
            <version>1.5.90</version>
            <scope>provided</scope>
        </dependency>
        …
      </dependencies>

Tutti gli elementi insieme putting-it-all-together

Il video seguente mostra il componente finito e come può essere aggiunto a un canale Sequenza. Il canale viene quindi aggiunto a una visualizzazione Posizione e infine assegnato a un lettore Screens.

Altre considerazioni sui componenti personalizzati che incorporano altre pagine o frammenti additional-considerations

Se il componente personalizzato deve includere altre pagine o frammenti di esperienza e desideri che le modifiche nel contenuto incorporato vengano automaticamente selezionate dal lettore, senza ripubblicare il canale, considera questi due vincoli:

  1. Invece di estendere direttamente foundation/components/parbase, dovrai estendere entrambi screens/core/components/content/page o screens/core/components/content/experiencefragment
  2. Il nome della proprietà utilizzata per fare riferimento al contenuto incorporato deve essere pagePath.

L’utilizzo di questi due componenti core Schermi offre anche il vantaggio aggiuntivo di poter gestire il raggruppamento di alcune delle dipendenze necessarie (librerie lato client, font e così via). Questo avviene tramite le opzioni di configurazione offline nella finestra di dialogo del componente, che quindi riduce la responsabilità di qualsiasi gestore offline personalizzato che dovresti utilizzare per questo. A volte può anche rimuovere completamente la necessità di utilizzarne uno in primo luogo.

Codice finito finished-code

Di seguito è riportato il codice finito dell'esercitazione. Il screens-weretail-run.ui.apps-0.0.1-SNAPSHOT.zip e screens-weretail-run.ui.content-0.0.1-SNAPSHOT.zip sono i pacchetti AEM compilati. SRC-screens-weretail-run-0.0.1.zip ​ è il codice sorgente non compilato che può essere distribuito utilizzando Maven.

Ottieni file

Ottieni file

Ottieni file

recommendation-more-help
adce462a-f916-4dbe-9ab5-0b62cfb0f053