Configurazione del contenitore di layout e della modalità di layout configuring-layout-container-and-layout-mode

Layout reattivo è un meccanismo per realizzare design responsive. Questo consente all’autore di contenuto di creare pagine web con un layout e dimensioni che dipendono dai dispositivi utilizzati dagli utenti.

AEM consente di realizzare il layout dinamico per le pagine utilizzando una combinazione di meccanismi:

  • Contenitore di layout - Questo componente fornisce un sistema paragrafo a griglia che consente di aggiungere e posizionare i componenti all’interno di una griglia reattiva.

    • Può essere utilizzato come parsys predefinito per la pagina e/o reso disponibile agli autori nel browser componenti.

    • Il valore predefinito Contenitore di layout componente definito in /libs/wcm/foundation/components/responsivegrid.

    • Puoi definire i contenitori di layout:

      • Come componente che l’utente può aggiungere a una pagina.
      • Come parsys predefinito per la pagina.
      • Come componente e come parsys di default.
        • Puoi avere il contenitore di layout come standard per la pagina, consentendo allo stesso tempo all’utente di aggiungere ulteriori contenitori di layout all’interno di questo; ad esempio, per ottenere il controllo delle colonne.
  • Modalità Layout - Una volta che il contenitore di layout è posizionato sulla pagina, è possibile utilizzare Layout per posizionare il contenuto all’interno della griglia reattiva.

  • Emulatore - Consente di creare e modificare siti web dinamici il cui layout si riorganizza in base alle dimensioni del dispositivo o della finestra, ridimensionando i componenti in modo interattivo. L’utente può quindi visualizzare come viene eseguito il rendering del contenuto utilizzando l’emulatore.

Con questi meccanismi basati su una griglia dinamica è possibile:

  • Utilizza i punti di interruzione (che indicano il raggruppamento del dispositivo) per definire un comportamento di contenuto diverso in base al layout del dispositivo.
  • Nascondi i componenti in base al gruppo di dispositivi (definisci il punto di interruzione in cui un componente verrà nascosto).
  • Utilizzate l'aggancio orizzontale alla griglia (posizionate i componenti nella griglia, ridimensionate secondo necessità, definite quando comprimerli o rifluirli per essere affiancati o superiori/inferiori).
  • Gestire il controllo delle colonne.
NOTE
Durante la creazione di un sito da Archetipo progetto o dall' Modello di sito standard, il layout dinamico è generalmente configurato. In caso contrario, è necessario attivare il componente Contenitore di layout per le pagine.

Abilitazione dell’emulatore enabling-emulator

Il Archetipo progetto e Modello di sito standard sono già abilitati per utilizzare l’emulatore. Se hai sviluppato contenuti personalizzati non basati sui Componenti core o sull’archetipo, consulta il documento Design reattivo per informazioni dettagliate su come sviluppare componenti sfruttando al contempo queste funzioni.

Attiva modalità layout per il sito activate-layout-mode-for-your-site

Layout La modalità ti consente di utilizzare l’emulatore per regolare il layout del contenuto per diversi dispositivi. Il sito di esempio WKND è già abilitato per Layout modalità. Per abilitare il tuo sito, segui la procedura riportata di seguito.

Configurare i punti di interruzione configure-breakpoints

I punti di interruzione sono vitali per la progettazione reattiva e definiscono come e quando il contenuto viene regolato sul dispositivo di destinazione. Tuttavia, presta attenzione, poiché ogni punto di interruzione introdotto genererà ulteriore lavoro per gli autori in modo da includere il contenuto. Spesso possono essere sufficienti due punti di interruzione, incluso il punto di interruzione predefinito che è sempre presente. L’Adobe consiglia di non creare più di tre punti di interruzione, incluso il valore predefinito, ovvero non più di due nodi sottostanti cq:responsive/breakpoint.

  • I punti di interruzione hanno un titolo e una larghezza:

    • Il titolo descrive il raggruppamento di dispositivi generico, se necessario con orientamento.
      • Ad esempio: phone, tablet
    • La larghezza definisce la larghezza massima in pixel per il raggruppamento di dispositivi generico.
      • Ad esempio, se il telefono del punto di interruzione ha una larghezza di 768, deve corrispondere alla larghezza massima del layout utilizzato per un dispositivo telefonico.
  • I punti di interruzione possono essere definiti:

    • Nel modello della pagina, da dove le impostazioni vengono copiate nelle pagine create con tale modello.
    • Nel nodo della pagina, da dove le impostazioni vengono ereditate da eventuali pagine figlie.
  • I punti di interruzione sono visibili come marcatori nella parte superiore dell’editor di pagine quando si utilizza l’emulatore.

  • I punti di interruzione vengono ereditati dalla gerarchia dei nodi padre e possono essere sostituiti a piacimento.

  • Esiste un punto di interruzione predefinito (predefinito) che copre tutto ciò che si trova oltre l’ultimo punto di interruzione configurato.

  • I punti di interruzione possono essere definiti utilizzando CRXDE Liti o XML.

I punti di interruzione dovrebbero essere presi in considerazione sia per i progetti nuovi che per quelli esistenti.

  • Se stai impostando un nuovo progetto, devi aggiungere punti di interruzione ai modelli.

  • Se stai eseguendo la migrazione di un progetto esistente (con contenuto esistente), devi:

    • Aggiungere punti di interruzione ai modelli.
    • Aggiungere gli stessi punti di interruzione alle pagine esistenti.

A causa dell’ereditarietà, è necessario eseguire questa operazione solo per la pagina principale del contenuto.

Configurazione dei punti di interruzione tramite CRXDE Liti configuring-breakpoints-using-crxde-lite

  1. Utilizzando CRXDE Liti, accedi a:

    • Definizione del modello.
    • Il jcr:content della pagina.
  2. Sotto jcr:content crea il nodo:

    • Nome: cq:responsive
    • Tipo: nt:unstructured
  3. In questo caso, crea il nodo:

    • Nome: breakpoints
    • Tipo: nt:unstructured
  4. Nel nodo dei punti di interruzione è possibile creare un numero qualsiasi di punti di interruzione. Ogni definizione è un singolo nodo con le seguenti proprietà:

    • Nome: <descriptive name>
    • Tipo: nt:unstructured
    • Titolo: String <descriptive title seen in Emulator>
    • Larghezza: Decimal <value of breakpoint>

Configurazione dei punti di interruzione tramite XML configuring-breakpoints-using-xml

I punti di interruzione si trovano all'interno del <jcr:content> sezione del .context.html nella cartella del modello (o del contenuto) appropriata.

Esempio di definizione:

<cq:responsive jcr:primaryType="nt:unstructured">
  <breakpoints jcr:primaryType="nt:unstructured">
    <phone jcr:primaryType="nt:unstructured" title="{String}Phone" width="{Decimal}768"/>
    <tablet jcr:primaryType="nt:unstructured" title="{String}Tablet" width="{Decimal}1200"/>
  </breakpoints>
</cq:responsive>

Abilita il ridimensionamento dei componenti per la pagina enable-component-resizing-for-the-page

Ridimensionamento dei componenti in Layout La modalità è una parte importante del design responsive, che può essere utilizzato nel sito di esempio WKND. Per abilitare il tuo sito, segui la procedura riportata di seguito.

Imposta contenitore layout come parsys principale set-layout-container-as-main-parsys

Per impostare il parsys principale della pagina come contenitore di layout, definisci il parsys come:

wcm/foundation/components/responsivegrid

In:

  • Componente pagina
  • Modello pagina (per utilizzi futuri)

I due esempi seguenti illustrano la definizione:

  • HTL:

    code language-xml
    <sly data-sly-resource="${'par' @ resourceType='wcm/foundation/components/responsivegrid'}/>
    
  • JSP:

    code language-xml
    <cq:include path="par" resourceType="wcm/foundation/components/responsivegrid" />
    

Includi CSS reattivo include-the-responsive-css

CSS per i punti di interruzione che utilizzano MENO css-for-breakpoints-using-less

AEM utilizza LESS per generare parti del CSS necessario, che devono essere incluse nei progetti.

È necessario creare un libreria client per fornire chiamate di configurazione e funzione aggiuntive. Il seguente estratto LESS è un esempio del minimo da aggiungere al progetto:

@import (once) "/libs/wcm/foundation/clientlibs/grid/grid_base.less";

/* maximum amount of grid cells to be provided */
@max_col: 12;

/* default breakpoint */
.aem-Grid {
  .generate-grid(default, @max_col);
}

/* phone breakpoint */
@media (max-width: 768px) {
  .aem-Grid {
    .generate-grid(phone, @max_col);
  }
}

/* tablet breakpoint */
@media (min-width: 769px) and (max-width: 1200px) {
  .aem-Grid {
    .generate-grid(tablet, @max_col);
  }
}

La definizione della griglia di base è disponibile in:

/libs/wcm/foundation/clientlibs/grid/grid_base.less

Considerazioni sullo stile styling-considerations

I componenti contenuti in un contenitore reattivo vengono ridimensionati (insieme ai rispettivi elementi DOM HTML) in base alla dimensione della griglia reattiva. Pertanto, in queste circostanze, si consiglia di evitare (o aggiornare) le definizioni degli elementi DOM a larghezza fissa (contenuti).

Ad esempio:

  • Prima:

    • width=100px
  • Dopo:

    • max-width=100px

Ridimensionamento e conformità dell'immagine adattiva resizing-and-adaptive-image-compliance

Qualsiasi ridimensionamento di un componente all’interno della griglia attiva i seguenti listener, a seconda delle necessità:

  • beforeedit
  • beforechildedit
  • afteredit
  • afterchildedit

Per ridimensionare e aggiornare correttamente il contenuto di un’immagine adattiva inclusa in una griglia reattiva, è necessario aggiungere una afterEdit imposta su REFRESH_PAGE listener in EditConfig file di ogni componente contenuto.

Ad esempio:

<cq:listeners jcr:primaryType="cq:EditListenersConfig" afteredit="REFRESH_PAGE" />

Il meccanismo di immagine adattiva è reso disponibile tramite uno script che controlla la selezione dell’immagine corretta per le dimensioni correnti della finestra. Si attiva dopo che il DOM è pronto o quando si riceve un evento dedicato. Attualmente è necessario aggiornare la pagina per riflettere correttamente il risultato dell’azione dell’utente.

CAUTION
Le librerie client dei fogli di stile personalizzati devono essere caricate come parte dell’intestazione affinché funzionino correttamente sia sull’authoring che sulla pubblicazione.

Abilitare il componente Contenitore di layout per la pagina enable-the-layout-container-component-for-page

Per un layout dinamico efficace, l’autore di contenuto deve essere in grado di trascinare le istanze del componente Contenitore di layout sulla pagina. Questa opzione è già abilitata per il sito di esempio WKND. Per abilitare il tuo sito, segui la procedura riportata di seguito.

Abilitare il componente Contenitore di layout per la modifica delle pagine enable-the-layout-container-component-for-page-editing

Per consentire agli autori di aggiungere ulteriori griglie reattive alle pagine di contenuto, devi abilitare il componente Contenitore di layout per la pagina. Puoi eseguire questa operazione utilizzando:

  • Tramite l’ambiente di authoring - Modificare i modelli di pagina per abilitare il Contenitore di layout per una pagina.
  • Definizione componente - Utilizzo allowedComponent o un inclusione statica durante la definizione del componente.

Configurare la griglia del contenitore di layout configure-the-grid-of-the-layout-container

Puoi configurare il numero di colonne disponibili per ogni istanza specifica del contenitore di layout modificando i modelli di pagina.

recommendation-more-help
fbcff2a9-b6fe-4574-b04a-21e75df764ab