Come migrare a at.js da mbox.js

La migrazione da mbox.js a at.js in Adobe Target è un processo semplice.

Attieniti alla procedura seguente per eseguire e controllare la migrazione da mbox.js a at.js:

  1. Determina i requisiti aziendali di supporto del browser.

  2. Controlla l'attuale implementazione mbox.js del tuo sito web per le funzionalità che non sono supportate da at.js.

    Quando controlli l'implementazione, cerca i seguenti elementi:

    Quali tipi di mbox utilizzi attualmente?

    Tipo Dettagli
    Mbox globale creata automaticamente La mbox globale creata automaticamente viene creata quando l'unica linea di codice di Target sul tuo sito è il file mbox.js. Tale file genera automaticamente una chiamata mbox.
    mboxCreate globale vuota Si consiglia di passare alla mbox globale creata automaticamente.
    mboxCreate con wrapping La migrazione dovrebbe essere semplice, purché mboxCreate() sia preceduto da <div class="mboxDefault"></div>.
    mboxUpdate La migrazione dovrebbe essere semplice quando mboxUpdate() viene utilizzato in combinazione con mboxDefine() o mboxCreate(). mboxUpdate() non aggiorna la mbox globale creata automaticamente o una mbox originariamente creata da getOffer(). In queste circostanze, utilizza una combinazione di getOffer() e applyOffer() per sostituire mboxUpdate() durante la migrazione a at.js.
    mbox di monitoraggio clic personalizzati, tra cui mboxTrack Si consiglia di aggiornare il codice per utilizzare trackEvent().
    Nota

    Per ulteriori informazioni sulle varie funzioni menzionate nella tabella precedente, consulta Funzioni di at.js.

    Hai delle personalizzazioni per il tuo file mbox.js?

    • mboxParameters()
    • mboxSupported()
    • mboxCookieDomain()
    • JavaScript aggiuntivo
    • Altre posizioni

    La maggior parte degli oggetti e dei metodi mbox.js (ad esempio mbox, mboxCurrent, mboxFactoryDefault, mboxFactories e altri) non sono supportati. Per realizzare il tuo progetto, potresti avere a disposizione approcci alternativi.

    Hai mbox.js su una qualsiasi delle tue pagine web?

    Non puoi utilizzare sia at.js che mbox.js sulla stessa pagina web. Tuttavia, puoi utilizzare le due librerie JavaScript su due pagine diverse dello stesso sito web.

    Il cookie mbox è il modo principale di Adobe di collegare il visitatore da una pagina all'altra. Per realizzare il controllo qualità, devi confermare che il cookie sia conservato e letto correttamente mentre il visitatore si muove avanti e indietro fra le pagine con at.js e quelle con mbox.js. Assicurati che gli stessi valori mboxPC e mboxSession siano trasmessi nelle chiamate mbox, indipendentemente dalla sezione del sito (at.js o mbox.js) a cui il visitatore sia approdato prima e che originariamente imposta il cookie. Se utilizzi i cookie di terze parti nell'implementazione, assicurati che tali valori rimangano invariati quando esplori il sito.

    Utilizzi integrazioni di Target con altre soluzioni Adobe?

    • Analytics (A4T)
    • Analytics (integrazione legacy)
    • AAM (modulo)
    • AAM (interfaccia legacy)
    • AEM
    • Data Workbench

    Alcune delle integrazioni legacy non sono supportate da at.js. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina Integrazioni.

    Utilizzi integrazioni di Target con uno strumento di terze parti?

    • Altri strumenti di analisi
    • Altri sistemi DMP
    • Demandbase
    • Click-tale
    • Altro

    Potrebbe essere necessario adattare queste integrazioni affinché funzionino con at.js. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina Integrazioni.

    Utilizzi un gestore di tag?

    • Dynamic Tag Management
    • Ensighten
    • Tealium
    • Signal/BrightTag

    Per ulteriori informazioni, consulta Integrazioni at.js.

    Nota

    Se attualmente non stai utilizzando un gestore di tag per distribuire Target, ora potrebbe essere un buon momento per prendere in considerazione questa possibilità. Dynamic Tag Management di Adobe è gratuita per i clienti Target ed è il metodo consigliato per distribuire Target. Per ulteriori informazioni, vedi Procedure consigliate per l’implementazione di Adobe Target tramite la Dynamic Tag Management.

  3. Verifica che tutte le attività e le integrazioni correnti funzionino come previsto.

    Ecco alcune operazioni che poi eseguire durante il test per verificare che at.js funziona come previsto:

    • Assicurati che tutte le attività correnti funzionino con la nuova libreria JavaScript.
    • Verifica che tutte le integrazioni e i plug-in funzionino come previsto.
    • Assicurati di avere familiarità con il debugging con gli approcci disponibili con at.js.

Possibili problemi durante la migrazione a at.js Alcuni clienti hanno segnalato i seguenti problemi dopo l’esecuzione della migrazione a at.js:

  • Per alcune attività del Compositore esperienza visivo che sono state create in una pagina con mbox.js potrebbe essere necessario eseguire l'aggiornamento prima di lavorare con at.js.

    Questo problema si verifica più di frequente su siti web che non utilizzano molti attributi ID o attributi classe in elementi HTML. Puoi controllare se si verifica questo problema e capire se l’esperienza viene consegnata come previsto caricando la pagina con ?mboxDebug=true e rivedendo le istruzioni della console.

    In questi casi, i selettori di elementi potrebbero iniziare con qualcosa di simile,

    HTML > BODY > DIV:nth-of-type(2)
    

    sono stati costruiti tenendo in considerazione che mbox.js debba aggiungere un elemento extra <div> all’inizio della pagina. Poiché at.js non aggiunge un elemento <div> all’inizio della pagina, questo selettore non funzionerebbe più con at.js.

    Puoi risolvere questo problema ricreando l'attività nel Compositore esperienza visivo sull'URL utilizzando at.js o aggiornando manualmente il selettore con l'opzione </> Codice > Modifiche nel Compositore esperienza visivo.

    Per ovviare a questo problema, devi sottrarre 1 dal numero nth-of-type nel primo elemento DIV dopo BODY. Nell'esempio precedente il codice modificato sarebbe:

    HTML > BODY > DIV:nth-of-type(1)
    

    Per ulteriori informazioni su come utilizzare l’editor di codice per eseguire questa procedura, vedi Editor di codice.

  • Poiché tutte le mbox sono ora asincrone, non bloccano il rendering della pagina né tornano nell'ordine in cui sono state attivate. Per ulteriori informazioni, vedi “Considerazioni asincrone” in Limitazioni di at.js.

In questa pagina