Come funziona Adobe Target at.js 2.0

at.js La versione 2.0 migliora il supporto Adobe Target per le applicazioni a pagina singola (SPA) e si integra con altre soluzioni Experience Cloud. Questo video e i diagrammi che lo accompagnano spiegano come tutto si unisce.

Diagrammi di architettura

Comportamento di at.js 2.0 al caricamento della pagina

  1. La chiamata restituisce Experience Cloud ID (ECID). Se l’utente è autenticato, un’altra chiamata sincronizza l’ID cliente.

  2. at.js la libreria viene caricata in modo sincrono e nasconde il corpo del documento (at.js può anche essere caricato in modo asincrono con un frammento pre-hiding facoltativo implementato nella pagina).

  3. Viene effettuata la richiesta di caricamento pagina, con tutti i parametri configurati, ECID, SDID e ID cliente.

  4. Gli script di profilo vengono eseguiti e inseriti nell' archivio profili. L'archivio richiede tipi di pubblico qualificati dalla Libreria tipi di pubblico (ad esempio, tipi di pubblico condivisi da Analytics, Audience Manager, ecc.). Gli attributi del cliente vengono inviati a Profile Store in un processo batch.

  5. In base all’URL, ai parametri di richiesta e ai dati di profilo, Target decide quali attività ed esperienze restituire al visitatore per la pagina corrente e le visualizzazioni future

  6. Contenuto di destinazione inviato nuovamente alla pagina, includendo facoltativamente i valori di profilo per ulteriore personalizzazione.

    Il contenuto mirato sulla pagina corrente viene mostrato il più rapidamente possibile senza che venga visualizzato momentaneamente il contenuto predefinito.

    Il contenuto mirato per le visualizzazioni future di un’applicazione a pagina singola viene memorizzato nella cache del browser, in modo che possa essere applicato immediatamente senza una chiamata al server aggiuntiva quando vengono attivate le visualizzazioni. (Vedi il diagramma seguente per il comportamento triggerView() ).

  7. Analytics dati inviati dalla pagina ai Data CollectionServers

  8. TargetI dati di vengono confrontati con i dati di tramite SDID e vengono elaborati nell’archivio dei rapporti di Analytics. Analytics Analytics i dati possono quindi essere visualizzati sia nei rapporti Analytics che Target tramite A4T.

Comportamento di at.js 2.0 quando si utilizza la funzione triggerView()

  1. adobe.target.triggerView() viene chiamato nell'applicazione a pagina singola

  2. Il contenuto mirato per la visualizzazione viene letto dalla cache

  3. Il contenuto mirato viene mostrato il più rapidamente possibile senza che venga visualizzato momentaneamente il contenuto predefinito

  4. Si invia la richiesta di notifica all'archivio profili di Target per conteggiare il visitatore nell'attività e nelle metriche incrementali

  5. Analytics i dati vengono inviati dal SPA ai Data CollectionServers

  6. Target i dati vengono inviati dal Target backend ai Data CollectionServers. I dati di Target vengono confrontati con i dati di Analytics tramite SDID e vengono elaborati nell’archivio dei rapporti di Analytics. Analytics i dati possono quindi essere visualizzati sia nei rapporti Analytics che Target tramite A4T.

Risorse aggiuntive

In questa pagina