Modelli

Modelli

Tag del modello di presentazione

Elenco di tag e attributi di ricerca/merchandising del sito per i modelli di presentazione.

Un modello di presentazione è un file HTML che include i tag del modello di presentazione definiti da site search/merchandising. Questi tag indicano come vengono formattati i risultati della ricerca visualizzati dai clienti.

Consulta Informazioni sui modelli.

È possibile selezionare tra i seguenti gruppi di tag di presentazione:

Dichiarazioni

Le dichiarazioni sono speciali tag di dichiarazione guidata che è possibile impostare nella parte superiore di un modello di presentazione di livello superiore. Tutte le dichiarazioni successive vengono ignorate, incluse quelle nei modelli inclusi.

Tag

Descrizione

1

<guided-content-type-header content="content-type">

Per impostazione predefinita, il modello di presentazione viene inviato nuovamente con un tipo mime di text/html. Puoi modificare il tipo di contenuto utilizzato con questo tag.

Dichiara questo tag il più in alto possibile nel modello di presentazione. Non aggiungere altro testo sulla stessa riga con questo tag.

2

<guided-xml-declare>

Se si restituisce un file XML, è possibile utilizzare questo tag per creare la dichiarazione XML. Crea questo tag come prima riga nel modello di presentazione. Quando utilizzi questo tag, il tipo di contenuto viene impostato automaticamente su text/xml, a meno che non venga sovrascritto con <guidato-content-type-header> nella prima riga. Se non si specifica un set di caratteri, viene impostato automaticamente su UTF-8. Questo tag genera il seguente output nel documento XML:

<?xml version="1.0" encoding="charset-name" standalone="yes" ?>

Risultati

Tag

Descrizione

3

<guided-results></guided-results>

Il tag dei risultati guidati definisce i limiti di un ciclo di risultati. È possibile accedere a qualsiasi set di risultati specificando un attributo gsname . Se non viene fornito alcun gsname , vengono visualizzati i risultati di ricerca predefiniti.

2

<guided-result-link></guided-result-link>

Per creare un collegamento a un dato risultato, utilizza il tag guidato-result-link . Definendo un attributo gsname , è possibile utilizzare un campo dall'indice invece del tag "loc" standard che fa riferimento all'"url di ricerca". Possono essere passati anche tutti gli altri attributi, ad esempio class e target, che vengono generati nel tag di ancoraggio risultante.

3

<guided-result-img gsname="fieldname">

Il tag <guide-result-img> consente di creare tag immagine anziché incorporare variabili all’interno di un tag img non elaborato.

Specifica il campo da utilizzare per il percorso dell'immagine nell'attributo gsname . Il risultato è un tag img con tutti gli attributi HTML standard definiti e trasmessi. Quindi, l'esempio seguente:

<guided-result-img gsname="thumbnail"  class="thumb" border="0"/>

diventa:

<img src="prod8172.jpg" class="thumb"  border="0"/>

4

<guided-result-field gsname="fieldname">

Tutte le informazioni da presentare nei risultati vengono visualizzate come tag <campo-risultato-guidato> (tranne quando si utilizzano tag di generazione automatica come <tag-risultato-img> ).

Specifica il nome del campo dell'indice di ricerca in gsname . La stringa esatta passata viene emessa nel modello.

Puoi specificare un’opzione di escape se desideri che questo campo sia preceduto da una sequenza di escape diversa da quella specificata nel modello di trasporto.

Questa codifica viene applicata oltre a qualsiasi codifica specificata nel modello di trasporto.

5

<guided-if></guided-if-result-field>

Questo set di tag condizionali è true se nel campo specifico è presente del contenuto da visualizzare. Se non esiste alcun contenuto, la condizione è false. È possibile utilizzare i tag per decidere se l’HTML circostante viene visualizzato o meno se non esiste un valore, se viene visualizzata un’immagine diversa e così via.

<guided-if-result-field gsname="thumbnail">     <guided-result-img gsname="thumbnail" class="thumb" /> <guided-else-result-field>     <img src="nothumb.jpg" class="nothumb" /> </guided-if-result-field>

6

<guided-if[-not]-result-wrap> <guided-else-result-wrap> </guided-if[-not]-result-wrap>

Quando si visualizzano i risultati in colonne, questo tag viene utilizzato per identificare se il risultato corrente segna la fine di una colonna.

Quando la condizione booleana è true, l’HTML viene aggiunto alla fine del risultato per terminare la riga e avviarne una nuova. Quando è l’ultima, non viene avviata una nuova riga.

Per ulteriori informazioni su tale tag, consulta <guidato-if-not-last> .

<guided-if-result-wrap>      </div>      <guided-if-not-last>          <div>      </guided-if-not-last>  </guided-if-result-wrap>

7

<guided-results-found>

Restituisce un 1 se la richiesta di ricerca back-end ha restituito risultati e 0 se non lo ha fatto. Se non viene specificato alcun nome gsname , il tag considera la ricerca primaria. Questo tag è utile per passare la logica alle routine JavaScript.

8

<guided-results-total>

Restituisce il numero totale di risultati nell'insieme di risultati specificato. Presuppone la ricerca predefinita quando non viene fornito alcun nome gsname .

9

<guided-results-lower>

Restituisce il numero di risultato del risultato inferiore nella pagina per il set di risultati specificato. Presuppone la ricerca predefinita quando non viene fornito alcun nome gsname .

10

<guided-results-upper>

Restituisce il numero di risultato del risultato superiore nella pagina per il set di risultati specificato. Presuppone la ricerca predefinita quando non viene fornito alcun nome gsname .

11

&amp;lt;/guidato-if[-not]-results-found&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

Mostra il contenuto quando vengono trovati i risultati. Oppure, non mostra alcun risultato HTML quando i risultati non vengono trovati.

<guided-if-results-found gsname="products">     <guided-results gsname="products">         ...     </guided-results> <guided-else-results-found>      No results were found. </guided-if-results-found>

12

<guided-result-title />

Il tag <driven-result-title> fornisce il valore del campo del modello di trasporto del titolo specificato con il tag di trasporto <title> .

13

<guided-result-description />

Il tag <guidate-result-description> fornisce il valore del campo del modello di trasporto della descrizione specificato con il tag di trasporto <description> .

14

<guided-result-loc />

Il tag < guidato-result-loc> fornisce il valore del campo del modello di trasporto loc specificato con il tag di trasporto <loc> .

15

&amp;lt;/guidato-if-result-field&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

True se nel campo specifico è presente del contenuto da visualizzare. Se non esiste alcun contenuto, la condizione è false. Utilizza i tag per decidere se l’HTML circostante viene visualizzato o meno se non esiste un valore, se viene visualizzata un’immagine diversa e così via.

<guided-if-result-field gsname="thumbnail">      <guided-result-img gsname="thumbnail" class="thumb"/> <guided-else-result-field>      <img src="nothumb.jpg" class="nothumb"/> </guided-if-result-field>

16

<guided-result-attribute-table gsname="tablename">

Questo tag fornisce una tabella di attributi a ciclo continuo definita nel modello di trasporto con tag di trasporto <attribute_table> . Per visualizzare i valori dei campi della tabella attributi è disponibile il tag <guide-result-attribute-table-field> . È inoltre possibile utilizzare tag campi-risultati guidati all'interno del ciclo per visualizzare altri campi risultato.

17

<guided-result-attribute-table-field gsname="fieldname">

Visualizza il campo della tabella attributi come definito nel modello di trasporto.

...

&amp;lt;ul&amp;gt;

&amp;lt;guidato-risultato-attributo-tabella&amp;nbsp;gsname=&quot;download&quot;&amp;gt;
&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;lt;li&amp;gt;
&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;lt;a&amp;nbsp;href=&quot;&amp;lt;guidato-risultato-attributo-tabella-campo&amp;nbsp;gsname=&quot;download_link&quot;&amp;nbsp;/&amp;gt;&quot;&amp;gt;
&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;lt;campo-tabella dei risultati guidati bsp;gsname=&quot;download_title&quot;&amp;nbsp;/&amp;gt;
&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;lt;/a&amp;gt;&amp;nbsp;(&amp;lt;guidato-result-field&amp;nbsp;gsname=&quot;title&quot;/&amp;gt;)
&amp;nbsp; sp;&amp;lt;/li&amp;gt;
&amp;lt;/guidato-result-attribute-table&amp;gt;

&amp;lt;/ul&amp;gt;

..

&amp;lt;/risultati guidati&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

18

<guided-trace>

Invia le informazioni di traccia trovate all’interno dei dati di traccia nella sezione generale dell’output di dati JSON dal modello di trasporto per la ricerca specificata.

Se non viene specificato alcun nome di ricerca, viene assunto il valore predefinito .

19

<guided-result-trace />

Invia il contenuto JSON trovato all’interno dei risultati > informazioni di traccia dell’output di dati JSON dal modello di trasporto per il risultato della ricerca corrente.

Questo tag è valido solo nel ciclo <Guidata-results></Wizard-results> .

Facet

I facet sono componenti di navigazione che consentono di approfondire i risultati della ricerca. È possibile utilizzare i tag facet per visualizzare vari facet nel modello di presentazione. Fate riferimento ai facet per nome.

Consultare Informazioni sui facet.

Consulta Informazioni sulla barra laterale.

Consulta Informazioni sui facet dinamici.

Tag

Descrizione

1

<guided-dynamic-facets></guided-dynamic-facets>

Un contesto di looping per tutti i facet dinamici per una determinata ricerca.

Il tag del modello di presentazione <facet-guidato> viene modificato in modo che l'attributo gsname venga fornito automaticamente dal contesto di ciclo <facet-dynamic-guidato> .

2

<guided-facet-display-name gsname=" facetname " />

Restituisce l’etichetta di visualizzazione del facet.

Se il facet utilizza il tag <display-name> sul modello di trasporto, il contenuto del tag diventa l’etichetta.

3

<guided-facet-rail></guided-facet-rail>

Definisce una sezione del modello di presentazione utilizzata come pattern ripetuto per ciascun facet nella barra dei facet.

Ogni facet appartenente alla barra dei facet utilizza questa sezione per valutarne l’output.

Esempio di barra facet:

<guided-facet-rail>   <guided-facet>     <guided-facet-display-name/>     ...     </guided-facet>   </guided-facet-rail>

Tieni presente che i seguenti tag non richiedono l’attributo gsname quando si trovano all’interno del tag <guide-facet-rail> , in quanto il valore viene determinato dinamicamente al momento della ricerca e viene sostituito correttamente:

  • facet guidato
  • nome-visualizzazione-facet-guidato
  • conteggio totale facet-guidato
  • collegamento-facet-undo-link guidato
  • facet-undo-path guidato
  • comportamento-facet-guidato

I criteri di ordinamento nella pagina Barra dei facet determinano la posizione dei facet. È possibile scegliere l'ordinamento dall'elenco a discesa Ordina facet Metodo.

Facoltativamente, questo tag può accettare un valore di attributo gsname di _dynamic_facets , che fornisce un contesto di looping per qualsiasi facet dinamico per questa ricerca. Questa barra dei facet predefinita è inoltre esposta nell’interfaccia utente delle Regole aziendali per l’azione facet push X nella barra dei facet '_dynamic_facets' per la posizione Y ".

Consulta Informazioni sulla barra laterale .

Vedere anche Informazioni sui facet dinamici .

4

<guided-facet gsname=" facetname " height=" 60px " width=" 120px "></guided-facet>

Utilizza il tag facet guidato per definire un’area all’interno della quale tutti i tag facet si riferiscono a un facet specifico. Questo tag è anche un tag booleano che nasconde tutto il contenuto se non esistono valori nel facet. In tal caso, non ha senso trasmettere i valori dei facet).

Gli attributi di altezza e larghezza sono facoltativi e le dimensioni sono specificate in pixel (px). Il Generatore di regole visive (VRB) utilizza questi due attributi e visualizza una casella punteggiata come segnaposto interattivo quando il facet è nascosto.

Quando il nome visualizzato è nel facet e il facet è nascosto, anche il nome è nascosto. Tuttavia, se il nome è all’esterno del facet, puoi nasconderlo solo se intorno a esso è racchiuso un tag zona o un tag guidato-if-facet-visible .

5

<guided-if></guided-if>

Questo tag condizionale è true quando il numero di valori di facet supera la soglia di lunghezza definita nella configurazione. Utilizzalo per visualizzare un facet come elemento dell’interfaccia diverso (ad esempio un elenco troncato o una casella di scorrimento) quando l’elenco è troppo lungo.

<guided-facet name="category">     <guided-if-facet-long>         <select>             <guided-facet-values>                 <guided-facet-option />             </guided-facet-values>         </select>     <guided-else-facet-long>         <guided-facet-values>             <guided-facet-value-link><guided-facet-value /></guided-facet-link>         </guided-facet-values>     </guided-if-facet-long> </guided-facet>

Puoi anche utilizzare questa condizione al di fuori del contesto di un blocco di facet guidato facendo riferimento a un facet specifico direttamente tramite l'utilizzo dell'attributo gsname .

<guided-if-facet-long gsname="category">     The category facet is very long! </guided-if-facet-long>

6

<guided-if></guided-if>

Questo tag condizionale è true quando si fa clic almeno una volta sul facet e si seleziona attualmente un valore di facet. Viene utilizzato per mostrare o nascondere i tag HTML o gs a seconda che sia stato fatto clic su un facet.

<guided-facet name="category">     <guided-if-facet-selected>         This facet has been selected.  You can no longer refine it.     <guided-else-facet-selected>     <guided-facet-values>         <guided-facet-value-link><guided-facet-value /></guided-facet-link>     </guided-facet-values>     </guided-if-facet-selected> </guided-facet>

Puoi anche utilizzare questa condizione al di fuori del contesto di un blocco di facet guidato facendo riferimento a un facet specifico direttamente tramite l'utilizzo dell'attributo gsname .

<guided-if-facet-selected gsname="category">     The category facet is selected! </guided-if-facet-selected>

7

<guided-if></guided-if>

Questo tag condizionale è true quando esiste un solo valore di facet. Utilizza il tag per modificare la visualizzazione del facet quando non è in grado di perfezionare i risultati.

<guided-facet name="category">     <guided-if-facet-single>         Facet is not refinable.     <guided-else-facet-single>         <guided-facet-values>             <guided-facet-value-link><guided-facet-value /></guided-facet-link>         </guided-facet-values>     </guided-if-facet-single> </guided-facet>

Puoi anche utilizzare questa condizione al di fuori del contesto di un blocco di facet guidato facendo riferimento a un facet specifico direttamente tramite l'utilizzo dell'attributo gsname .

<guided-if-facet-single gsname="category">     There is only one value in the category facet! </guided-if-facet-single>

8

<guided-if></guided-if>

Questo tag condizionale è true quando il facet è a selezione multipla. Utilizza il tag per modificare la visualizzazione del facet all’interno dei tag <guide-facet-rail> o <guide-dynamic-facet> .

&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;lt;guidato-if-facet-multiselect&amp;gt;
&amp;nbsp;..
&amp;nbsp;&amp;lt;guidato-else-facet-multiselect&amp;gt;
&amp;nbsp;..
&amp;nbsp;&amp;lt;/guidato-if-facet-multiselect&amp;gt;
&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;...
&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;lt;/guide-facet&amp;gt;
&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;lt;/guide-facet-rail&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

9

<guided-facet-values> facetname "]></guided-facet-values>

Questo è il tag iteratore del ciclo di valori facet. Puoi definirlo nel contesto di un blocco a facet guidato , nel qual caso puoi omettere il gsname . Oppure, puoi definirlo al di fuori di qualsiasi blocco di facet guidato , ma richiederebbe l'attributo gsname per identificare quale set di valori di facet viene visualizzato.

Puoi inoltre utilizzare questo tag per visualizzare i valori dei facet al di fuori del contesto di un blocco a facet guidato denominato . Fai riferimento direttamente a un facet specifico utilizzando l'attributo gsname .

<script>      registerFacetValues('category', '<guided-facet-values gsname="category"><guided-facet-value/>,</guided-facet-values>'); </script>

10

<guided-facet-value>

Invia la stringa del valore del facet corrente.

Per impostazione predefinita, il valore è un escape HTML. Puoi utilizzare l’opzione escape per modificare la modalità di escape del valore.

11

<guided-facet-count />

Visualizza il numero di risultati che corrispondono al valore del facet corrente.

12

<guided-facet-value-link></guided-facet-value-link>

Crea un collegamento intorno alla stringa del valore del facet su cui il visitatore del sito può fare clic. Il percorso viene generato automaticamente per limitare i risultati in base al valore del facet corrente. Supporta il passaggio di qualsiasi attributo direttamente al tag di ancoraggio.

<guided-facet-values>     <guided-facet-value-link class="facetlink"><guided-facet-value /></guided-facet-value-link> </guided-facet-values>

13

<guided-if-facet-value-selected> <guided-else-facet- value-selected> </guided-if-facet-value-selected>

Modifica la visualizzazione del valore del facet quando è attualmente selezionato. Se è già stato scelto, nella maggior parte dei casi non è più collegabile.

<guided-facet-values>      <guided-if-facet-value-selected>          <b><guided-facet-value/></b>      <guided-else-facet-value-selected>          <guided-facet-link><guided-facet-value/></guided-facet-link>         </guided-if-facet-value-selected> </guided-facet-values>

14

&amp;lt;/guidato-if[-not]-facet-value-fantasma&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

Modifica la visualizzazione del valore facet quando è un valore fantasma. Quando un valore facet è un valore fantasma, in genere viene visualizzato in corsivo per indicare che il valore è mancante o "fantasma".

Il seguente estratto di codice è un esempio di blocco di facet:

<guided-facet-values>     <guided-if-facet-value-selected>         <b><guided-facet-value /> (<guided-facet-count />)</b>             <guided-else-facet-value-selected>                 <guided-if-facet-value-ghost>                     <i><guided-facet-value /> (0)</i>                 <guided-else-facet-value-ghost>             <guided-facet-link class="link"><guided-facet-value /></guided-facet-link> (<guided-facet-count />)         </guided-if-facet-value-ghost>     </guided-if-facet-value-selected> </guided-facet-values>

15

<guided-facet-undo-link gsname=" facetname "></guided-facet-undo-link>

Visualizza un collegamento di annullamento per un dato facet. Se sono presenti facet di selezione multipla, questo collegamento deseleziona tutti i valori del facet specificato. Dai un nome alla faccia. Se il facet non è attualmente selezionato, il collegamento è il percorso corrente.

Di seguito è riportato un esempio di utilizzo di questo tag:

<guided-if-facet-selected gsname="category">     <guided-facet-undo-link gsname="category">Undo Category</guided-facet-undo-link> </guided-if-facet-selected>

16

<guided-if-facet-long [gsname="facetname"]> <guided-else-facet-long></guided-if-facet-long>

Questo tag condizionale è true quando il numero di valori di facet supera la soglia di lunghezza definita nella configurazione. Utilizzalo per visualizzare un facet come elemento dell’interfaccia utente diverso (ad esempio un elenco troncato o una casella di scorrimento) quando l’elenco è troppo lungo.

<guided-facet gsname="category">      <guided-if-facet-long>          <div class="long_facet">              <guided-facet-values>                  <guided-facet-link><guided-facet-value/></guided-facet-link>              </guided-facet-values>          </div>      <guided-else-facet-long>          <div class="facet">              <guided-facet-values>                  <guided-facet-link><guided-facet-value/></guided-facet-link>              </guided-facet-values>          </div>      </guided-if-facet-long>  </guided-facet>

Puoi anche utilizzare questa condizione al di fuori del contesto di un blocco di facet guidato denominato facendo riferimento a un facet specifico direttamente tramite l'utilizzo dell'attributo gsname .

<guided-if-facet-long gsname="category">      The category facet is very long! </guided-if-facet-long>

17

<guided-if-facet-selected [gsname="facetname"]> <guided-else-facet-selected></guided-if-facet-selected>

Questo tag condizionale è true quando si fa clic almeno una volta sul facet e si seleziona attualmente un valore di facet. Può essere utilizzato per mostrare o nascondere i tag HTML o gs a seconda che venga fatto clic su un facet.

<guided-facet gsname="category">      <guided-if-facet-selected>          This facet has been selected.  You can no longer refine it.      <guided-else-facet-selected>          <guided-facet-values>              <guided-facet-link><guided-facet-value/></guided-facet-link>          </guided-facet-values>      </guided-if-facet-selected> </guided-facet>

Puoi anche utilizzare questa condizione al di fuori del contesto di un blocco di facet guidato facendo riferimento a un facet specifico direttamente tramite l'utilizzo dell'attributo gsname .

<guided-if-facet-selected gsname="category">      The category facet is selected! </guided-if-facet-selected>

18

<guided-if-facet-single [gsname="facetname"]> <guided-else-facet-single></guided-if-facet-single>

Questo tag condizionale è true quando esiste un solo valore di facet. Può essere utilizzato per modificare la visualizzazione del facet quando non è in grado di perfezionare i risultati.

<guided-facet gsname="category">      <guided-if-facet-single>          Facet is not refinable.      <guided-else-facet-single>          <guided-facet-values>              <guided-facet-link><guided-facet-value/></guided-facet-link>          </guided-facet-values>      </guided-if-facet-single> </guided-facet>

Puoi anche utilizzare questa condizione al di fuori del contesto di un blocco di facet guidato denominato facendo riferimento a un facet specifico direttamente tramite l'utilizzo dell'attributo gsname .

<guided-if-facet-single gsname="category">      There is only one value in the category facet! </guided-if-facet-single>

19

<guided-if-facet-has-values [gsname="facetname"]> <guided-else-facet-has-values></guided-if-facet-has-values>

Questa condizione ti consente di verificare se il facet specificato ha alcun valore. Puoi usarlo per mostrare un altro facet invece di uno vuoto.

20

<guided-facet-total-count gsname=" facetname " />

Trasmette il numero totale di risultati che si trovano all’interno del facet specificato.

21

<guided-facet-value gsname=" associated custom facet value ">

Invia la stringa di un valore associato al facet. Puoi avere 0 o più campi associati a un facet. Avere campi associati è raro e per supportare tale operazione è possibile configurare il modello di trasporto.

22

<guided-if-facet-value gsname=" associated custom facet value " /><guided-else-facet-value></guided-if-facet-value>

Verifica se al valore facet è associato un valore di campo.

23

<guided-facet-link> value "]+></guided-facet-link>

Crea un collegamento intorno alla stringa del valore del facet su cui il cliente può fare clic. Il percorso viene generato automaticamente per limitare i risultati in base al valore del facet corrente. Supporta il passaggio di qualsiasi attributo direttamente al tag di ancoraggio.

<guided-facet-values>      <guided-facet-link class="facetlink"><guided-facet-value/></guided-facet-link> </guided-facet-values>

24

<guided-facet-value-path>

Crea un collegamento personalizzato a un valore di facet.

<guided-facet-values>      <guided-lt/>a href="<guided-facet-value-path/>"<guided-gt/><guided-facet-value/></a> </guided-facet-values>

Per impostazione predefinita, il valore è un escape URL. È tuttavia possibile aggiungere un altro livello di codifica specificando quale modalità di escape si desidera utilizzare tramite il parametro escape.

25

<guided-facet-value-children></guided-facet-value-children>

Poiché <valori-facet-guidati> esegue l’iterazione attraverso ogni valore di facet, questo tag esegue l’iterazione di tutti i valori figlio di un facet nidificato. All’interno di questo tag, utilizza i tipici tag facet per creare collegamenti, creare collegamenti di annullamento e visualizzare i valori dei facet. Questo tag deve trovarsi all’interno di <Valore facet-guidato> perché esegue il looping nidificato.

Un esempio di utilizzo di questo tag è il seguente:

<guided-facet-values>   <guided-facet-link title='<guided-facet-value />'><guided-facet-value /> (<guided-facet-count />)</guided-facet-link>   <guided-if-facet-value-has-children>    <guided-facet-value-children>     <guided-facet-link title='<guided-facet-value />'><guided-facet-value /> (<guided-facet-count />)</guided-facet-link>    </guided-facet-value-children>   </guided-if-facet-value-has-children> </guided-facet-values>

26

<guided-if-facet-value-has-children> <guided-else-facet- value-has-children> </guided-if-facet-value-has-children>

Verifica se il valore del facet corrente ha valori secondari. Consigliato da utilizzare prima di utilizzare i tag <guide-facet-value-children> . La clausola "else" è facoltativa.

27

&amp;lt;guidato-else[-not]-facet-value-above-length-soglia&amp;gt;

&amp;lt;/guidato-if[-not]-facet-value-over-length-soglia&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

Determina se il valore del facet corrente all'interno del ciclo facet-values è al di sopra della soglia di lunghezza. In genere viene utilizzato per visualizzare solo i valori al di sotto della soglia su un lato lungo (a meno che l’utente non abbia selezionato in precedenza un collegamento "Ulteriori informazioni" visualizzato sotto il facet).

28

&amp;lt;guidato-else[-not]-facet-value-equals-length-soglia&amp;gt;

&amp;lt;/guidato-if[-not]-facet-value-equals-length-soglia&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

Determina se il valore del facet corrente all'interno del ciclo facet-values, è uguale alla soglia di lunghezza.

29

<guided-facet-value-undo-link></guided-facet-value-undo-link>

Visualizza un collegamento di annullamento per un dato valore di facet selezionato. Utilizzalo per visualizzare un collegamento di annullamento accanto a un valore di facet selezionato. Poiché questo collegamento di annullamento annulla solo il valore selezionato, è diverso da <guide-facet-undo-link> che deseleziona tutti i valori selezionati.

Nota: Se il facet non ha un comportamento di selezione multipla, i due collegamenti di annullamento hanno lo stesso comportamento. In altre parole, il facet può avere un solo valore selezionato.

Se il facet non è attualmente selezionato, il collegamento è il percorso corrente. Utilizza questo tag solo all'interno di un ciclo guidati-facet-values .

30

<guided-facet-value-undo-path />

Crea un collegamento per annullare il valore del facet.

31

<guided-facet-undo-path gsname=" facetname " />

Crea un collegamento di annullamento facet personalizzato.

Simile al tag <guide-facet-undo-link> , ma fornisce il percorso non elaborato per creare il collegamento di annullamento.

32

<guided-if-facet-value-matches facetname="facetname" value="value"><guided-else-facet-value-matches> </guided-if-facet-value-matches>

Visualizza l’HTML in modo condizionale quando il facet specificato ha il valore selezionato o singolo "value". Questo set di tag viene spesso utilizzato per visualizzare un facet in base al valore selezionato in un altro facet.

33

<guided-facet-behavior gsname=" facetname " />

Determina il comportamento di un facet, ad esempio normale, fisso o a selezione multipla. È utile per i clienti che ricevono i risultati XML e desiderano modificare dinamicamente il modo in cui il facet viene visualizzato in base al suo comportamento.

34

&amp;lt;/guidato-if-facet[-not]-visible&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

Il contenuto racchiuso da questo tag viene nascosto o rivelato in base allo stato di visibilità del facet. Se una regola business nasconde o rivela direttamente il facet, qualsiasi contenuto all’interno del facet viene nascosto o rivelato. Non è necessario che questi tag avvolgano il facet.

Questo tag viene utilizzato in genere per nascondere il nome visualizzato quando il nome è all’esterno del facet. Racchiudendo questo tag intorno al nome visualizzato, il nome scompare quando il facet è nascosto.

Questo tag sostituisce la zona e presenta molti degli stessi vantaggi in termini di prestazioni dell’utilizzo delle aree.

Breadcrumb

Consultare Informazioni sulle breadcrumb.

Tag

Descrizione

3

<guided-breadcrumb> breadcrumbname "]></guided-breadcrumb>

Tag del ciclo per la breadcrumb. Qualsiasi contenuto compreso tra i tag di apertura e chiusura viene ripetuto per ogni numero di query dello stato corrente.

Se gsname viene omesso, viene utilizzata la breadcrumb denominata "default".

2

<guided-breadcrumb-link></guided-breadcrumb-link>

Crea un collegamento nel breadcrumb. Il comportamento predefinito è il comportamento "goto". Se il collegamento si comporta in modo diverso, utilizza l’attributo opzionale gsname per specificare "remove" o "drop". Qualsiasi attributo incluso nel tag viene trasmesso al tag di ancoraggio risultante.

<guided-breadcrumb>      <guided-breadcrumb-link gsname="remove" class="bc_link">          <guided-breadcrumb-value/>      </guided-breadcrumb-link> </guided-breadcrumb>

1

<guided-breadcrumb-value />

Il tag valore stampa il valore trasformato dell’iterazione di breadcrumb corrente. Viene utilizzato solo nel contesto di un blocco breadcrumb guidato .

<guided-breadcrumb>      <guided-breadcrumb-link>          <guided-breadcrumb-value/>      </guided-breadcrumb-link> </guided-breadcrumb>

4

<guided-breadcrumb-label />

Il tag dell’etichetta restituisce un’etichetta per un valore di breadcrumb che specifica il facet selezionato per generare l’elemento di breadcrumb. Viene utilizzato solo nel contesto di un blocco guide-breadcrumb .

<guided-breadcrumb>      <guided-breadcrumb-link>          <guided-breadcrumb-label/>: <guided-breadcrumb-value/>      </guided-breadcrumb-link> </guided-breadcrumb>

5

<guided-if-breadcrumb-label> <guided-else- breadcrumb-label> <guided-if-breadcrumb-label />

Questo tag condizionale viene utilizzato per visualizzare il contenuto in modo condizionale se il valore di breadcrumb corrente ha un’etichetta. Viene utilizzato per visualizzare solo le etichette e i contenuti correlati quando esiste effettivamente un’etichetta. Viene utilizzato solo nel contesto di un blocco guide-breadcrumb .

<guided-breadcrumb>      <guided-breadcrumb-link>          <guided-if-breadcrumb-label>              <guided-breadcrumb-label/>:          </guided-if-breadcrumb-label>      <guided-breadcrumb-value/></guided-breadcrumb-link> </guided-breadcrumb>

6

<guided-breadcrumb-path>

Utilizzato per creare un collegamento di breadcrumb personalizzato.

Menu

Consultare Informazioni sui menu.

Tag

Descrizione

3

<guided-menu gsname="menuname"></guided-menu>

Questo è il tag iteratore del ciclo di valori del menu. Utilizza l'attributo gsname per identificare quale set di voci di menu viene visualizzato.

2

<guided-menu-item-link></guided-menu-item-link>

Fornisce l’URL per perfezionare la ricerca corrente per la voce di menu.

3

<guided-menu-item-option>

In genere, un menu viene visualizzato in un controllo di selezione su un modello. Questo tag semplifica la costruzione del controllo di selezione perché genera l’HTML per generare l’opzione per il controllo selezionato.

Ad esempio, il seguente blocco di codice:

<select name="sort" onchange="gcGo(this);"> <guided-menu gsname="sort"> <guided-menu-item-option/> </guided-menu> </select>

Può generare HTML come segue:

<select name="sort" onchange="gcGo(this);">   <option value="?sort=relevance;sp_sfvl_field=product-type|category|size;" selected="selected">Sort by Relevance</option>   <option value="?sort=avail-code;sp_sfvl_field=product-type|category|size;">Sort by Availability</option>   <option value="?sort=price;sp_sfvl_field=product-type|category|size;">Sort by Price</option> </select>

4

<guided-menu-item-value />

Restituisce la stringa del valore associato al menu.

5

<guided-menu-item-label />

Restituisce la stringa dell'etichetta associata al menu.

6

<guided-menu-item-path />

Restituisce la stringa del percorso. Utilizza il tag se desideri aggiungere un parametro al percorso e creare un collegamento personalizzato.

7

<guided-if-menu-item-selected> <guided-else-menu- item-selected> </guided-if-menu-item-selected>

Restituisce un valore 1 o 0 che indica se la voce di menu corrente è selezionata.

Pagenav

I tag di navigazione della pagina possono essere utilizzati per creare un set di collegamenti che consentono all’utente di passare alla pagina attraverso i risultati della ricerca.

Tag

Descrizione

3

<guided-pages></guided-pages>

Il tag loop per la navigazione della pagina. Qualsiasi contenuto tra i tag di apertura e chiusura viene ripetuto per ogni pagina.

2

<guided-page-link></guided-page-link>

Crea un collegamento nella navigazione della pagina.

1

<guided-page-link gsname="first|prev|next|last|viewall|viewpages"></guided-page-link>

Crea un collegamento alla prima, alla pagina precedente, alla pagina successiva o all’ultima pagina. Può anche creare un collegamento per visualizzare tutte le pagine su una sola pagina.

4

<guided-page-number />

Restituisce una stringa con il numero di pagina corrente.

5

<guided-if-page-selected> <guided-else-page- selected> </guided-if-page-selected>

Questo set di tag condizionali è true se è selezionata la pagina attualmente iterata. Generalmente viene utilizzato per visualizzare in modo diverso il numero di pagina nel controllo di navigazione della pagina.

6

<guided-if[-not]-page-prev> <guided-else-page- prev> </guided-if[-not]-page-prev>

Questo set di tag condizionali è true se la pagina corrente ha una pagina precedente. Generalmente viene utilizzato per visualizzare un collegamento precedente nella navigazione delle pagine, quando ha senso.

7

<guided-if[-not]-page-next> <guided-else-page- next> </guided-if[-not]-page-next>

Questo set di tag condizionali è true se la pagina corrente ha una pagina successiva. Generalmente viene utilizzato per visualizzare un collegamento precedente nella navigazione delle pagine, quando ha senso.

8

<guided-if[-not]-page-viewall> <guided-else-page- viewall> </guided-if[-not]-page-viewall>

Quando una ricerca restituisce un set di risultati di grandi dimensioni, è possibile che non si desideri offrire la possibilità di visualizzare tutti i risultati. Pertanto, puoi utilizzare questo set di tag condizionali per determinare quando visualizzare il collegamento Visualizza tutto .

9

<guided-if[-not]-page-viewpages> <guided-else-page- viewpages> </guided-if[-not]-page-viewpages>

Puoi utilizzare questo set di tag condizionali per determinare quando visualizzare il collegamento Visualizza pagine. In genere viene utilizzato per consentire al cliente di visualizzare determinate pagine.

10

&amp;lt;guidato-else-page-link&amp;gt;
&amp;lt;/guidato-if[-not]-page-link&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

Verifica se la navigazione della pagina include una prima pagina, una pagina precedente, una pagina successiva e così via.

11

<guided-page-total />

Restituisce una stringa con il numero totale di pagine dei risultati di ricerca.

12

<guided-pagination gsname= "pagination_name"></guided-pagination>

Utilizza il tag impaginazione guidata per definire un’area in cui tutti i tag di impaginazione si riferiscono a un’impostazione di impaginazione specifica nel caso in cui siano definite poche impostazioni di navigazione della pagina.

13

next|last|viewall|viewpages&rbrack;/&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

Crea un collegamento personalizzato nella navigazione della pagina.

14

<guided-if-page-high-eq-last> <guided-else-page- high-eq-last> </guided-if-page-high-eq-last>

Verifica se la pagina più alta nella navigazione delle pagine è uguale al numero totale di pagine.

15

<guided-if-page-low-eq-first> <guided-else-page-low-eq-first> </guided-if-page-low-eq-first>

Verifica se la pagina più bassa nella navigazione delle pagine è uguale a quella.

16

<guided-if-page-is-multipage> <guided-else-page-is-multipage> </guided-if-page-is-multipage>

Verifica se è presente una singola pagina di risultati o più pagine di risultati.

Ricerche recenti

Puoi utilizzare i tag di ricerca recenti per creare un set di collegamenti che consentono a un utente di eseguire rapidamente una ricerca precedente, come nell’esempio seguente:

<guided-if-recent-searches> 
    <span>Recent Searches</span><br/> 
    <guided-recent-searches> 
        <guided-recent-searches-link><guided-recent-searches-value></guided-recent-searches-link><br/> 
    </guided-recent-searches> 
    <guided-recent-searches-clear-link>Clear Recent Searches</guided-recent-searches-clear-link> 
</guided-if-recent-searches>

Consulta Configurazione delle ricerche recenti.

Tag

Descrizione

3

<guided-recent-searches></guided-recent-searches>

Tag del ciclo per ricerche recenti. Qualsiasi contenuto tra i tag di apertura e chiusura viene ripetuto per ogni pagina.

2

<guided-recent-searches-link [attr="value"]+> </guided-recent-searches-link>

Consente di creare un collegamento a una ricerca recente. Supporta il passaggio di eventuali attributi HTML direttamente al tag di ancoraggio.

1

<guided-recent-searches-path />

Consente di acquisire il percorso URL relativo per una ricerca recente, all’interno di un ciclo guidato-recenti-ricerche . In genere si utilizza il collegamento di ricerca guidato . Tuttavia, se desideri creare un collegamento personalizzato, puoi utilizzare questo tag . Ecco un esempio:

<guided-lt/>a&nbsp;href="<guided_recent_searches_path>"><guided-recent-searches-value></a>

4

<guided-recent-searches-value>

Consente di acquisire il termine di query associato a una ricerca recente.

5

<guided-recent-searches-clear-link></guided-recent-searches-clear-link>

Consente ai clienti di cancellare le ricerche salvate di recente.

6

<guided-recent-searches-clear-path />

Restituisce il percorso utilizzato da <guidato-Recent-Search-clear-link> in modo da poter creare un collegamento personalizzato.

7

&amp;lt;/guidato-se-recenti ricerche&amp;gt;   &lt;/p>  &lt;/td>

Consente di visualizzare le ricerche recenti quando un cliente ha eseguito una ricerca recente.

Intendi

È possibile utilizzare i tag Did You Mean per creare un set di collegamenti ai suggerimenti quando una ricerca non restituisce risultati e il termine Search non è presente nel dizionario dell'account. Di seguito è riportato un esempio di utilizzo dei tag Did You Mean :

<guided-if-suggestions> 
    <span>Did You Mean?</span><br/> 
    <guided-suggestions> 
        <guided-suggestion-link><guided-suggestion/></guided-suggestion-link><br/> 
    </guided-suggestions> 
</guided-if-suggestions>

Consultare Informazioni su intendete.

Tag

Descrizione

1

<guided-suggestions></guided-suggestions>

Questo è il tag del ciclo per sovrapporre i suggerimenti.

2

<guided-suggestion-link></guided-suggestion-link>

Crea un collegamento al suggerimento specificato.

1

<guided-suggestion-value />

4

<guided-if[-not]-suggestions><guided-else[-not]- suggestions></guided-if[-not]-suggestions>

Consente di verificare se sono presenti suggerimenti.

5

<guided-suggestion-path />

Restituisce la stringa del percorso al suggerimento. Puoi usarlo per creare un tag di ancoraggio personalizzato. In genere, si utilizza invece guidato-suggestione-link .

6

<guided-suggestion />

Un suggerimento.

7

<guided-suggestion-result-count />

Conteggio dei risultati per il suggerimento.

8

<guided-if[-not]-suggestion-autosearch> <guided-else[-not]-suggestion-autosearch> </guided-if[-not]-suggestion-autosearch>

Consente di verificare se è stata eseguita la ricerca automatica per suggerimento su zero risultati, nel caso in cui questa funzione sia attiva.

9

<guided-suggestion-original-query />

Restituisce la query originale se è stata eseguita una ricerca automatica.

Esempio di utilizzo:

<guided-if-suggestion-autosearch>     Search for <guided-query-param gsname="q" /> instead of <guided-suggestion-original-query /> </guided-if-suggestion-autosearch>

10

<guided-if[-not]-suggestion-low-results> <guided-else[-not]-suggestion-low-results> </guided-if[-not]-suggestion-low-results>

Questa condizione è vera se ci sono suggerimenti a causa di un conteggio basso dei risultati, nel caso in cui questa funzione sia attivata.

Di seguito è riportato un esempio di utilizzo di questo tag:

<guided-if-suggestion-low-results>    You have a low result count for <guided-query-param gsname="q" />.    Did you mean: <guided-suggestions>        <guided-suggestion-link>           <guided-suggestion />        </guided-suggestion-link><guided-if-not-last>, </guided-if-not-last>    </guided-suggestions> </guided-if-suggestion-low-results>

Autocompletamento

I seguenti tag possono essere utilizzati per aggiungere il completamento automatico al modulo di ricerca. I tag head-content e form-content sono necessari per rendere correttamente la funzione di completamento automatico. Si consiglia di utilizzare i tag anziché codificare in modo rigido i codici JavaScript e CSS automatici nel modello di presentazione. Il motivo è che i tag consentono ai modelli di raccogliere qualsiasi nuovo ID cache di eliminazione ogni volta che si modificano le impostazioni di completamento automatico senza la necessità di aggiornare manualmente il modello.

Consultare Informazioni sul completamento automatico.

Tag

Descrizione

3

<guided-if-autocomplete> <guided-else-autocomplete> </guided-if-autocomplete>

Rileva se la funzione di completamento automatico è abilitata. È possibile utilizzare i tag per raccogliere facoltativamente il contenuto principale e il contenuto del modulo necessari per il completamento automatico. A sua volta, questo consente di attivare e disattivare la funzione e non deve modificare i modelli di presentazione.

2

<guided-ac-css />

Utilizzato nella parte superiore del modello di presentazione e sostituito dallo script CSS appropriato include per il completamento automatico.

1

<guided-ac-form-content />

Utilizzato nel modulo di ricerca (tra i tag <form> e </form> ) del modello di presentazione, anziché codificare i tag di completamento automatico all’interno del modulo. I tag vengono sostituiti con l’HTML appropriato necessario per il funzionamento automatico.

4

<guided-ac-javascript />

Genera i collegamenti al JavaScript di completamento automatico. Per ottenere le migliori prestazioni, è consigliabile posizionare questo tag vicino alla parte inferiore della pagina prima del tag "body" di chiusura.

Store

Utilizza i seguenti tag per testare e visualizzare l'archivio in cui si trova attualmente un utente.

Tag

Descrizione

3

<guided-store />

Visualizza lo store corrente.

2

<guided-if-store-defined> <guided-else-store-defined> </guided-if-store-defined>

Rileva se l'utente si trova in un negozio.

3

<guided-if-store gsname="store"> <guided-else-store> </guided-if-store>

Rileva se l'utente è nell'archivio specificato dal parametro gsname .

Zone

Tag

Descrizione

1

<guided-zone gsname="zone area">

È possibile racchiudere qualsiasi contenuto nei tag di zona per creare una zona all’esterno di tale area. Questo consente di utilizzare le regole business per visualizzare la zona in base alle esigenze. Per impostazione predefinita, le aree vengono sempre visualizzate. Puoi utilizzare i parametri di ricerca e facet facoltativi per indicare quale ricerca o facet è associato alla zona. Questa funzionalità consente al software di saltare ricerche o facet quando una zona è nascosta, migliorando le prestazioni in fase di ricerca. Gli attributi relativi all'altezza e alla larghezza sono facoltativi e vengono utilizzati per configurare la modalità di visualizzazione del segnaposto nel Generatore di regole di visualizzazione quando viene rimossa una zona.

Utilizza il tag guidato-if-facet[-not]-visible invece della zona, se possibile. Semplifica il modello di presentazione.

2

<guided-if-zone gsname="zone area"> <guided-else-zone> </guided-if-zone>

Questo insieme di tag consente di verificare se è attualmente visualizzata una zona. È utile quando altrove nella pagina sono presenti contenuti che si desidera visualizzare solo quando la zona è visualizzata.

Indicatori di loop

È possibile utilizzare ciascuno dei seguenti indicatori di loop in uno qualsiasi dei seguenti blocchi di loop:

  • risultati guidati
  • valori facet-guidati
  • breadcrumb guidato
  • voci di menu guidate
  • pagine guidate

Tag

Descrizione

1

<guided-if[-not]-first><guided-else[-not]-first> </guided-if[-not]-first>

Questa condizione è vera quando l'iterazione corrente è la prima iterazione del ciclo. Questo non significa necessariamente il primo risultato o la prima pagina, ma il primo mostrato. Se il visitatore del sito si trova a pagina 2 di un set di risultati che è 10 per pagina, la prima iterazione è il risultato 11.

2

<guided-if[-not]-last><guided-else[-not]-last> </guided-if[-not]-last>

Questa condizione è vera quando l'iterazione corrente è l'ultima iterazione del ciclo. Questo non significa necessariamente l’ultimo risultato o l’ultima pagina, ma l’ultima mostrata nel contesto corrente (pagina). Se il visitatore del sito si trova a pagina 1 di un set di risultati che contiene 200 risultati ma ha solo 10 risultati per pagina, l’ultima iterazione è il risultato 10 invece del risultato 200.

3

<guided-if[-not]-odd><guided-else[-not]-odd> </guided-if[-not]-odd>

Questa condizione è vera quando l'iterazione corrente è un'iterazione dispari del ciclo (rispetto a un'iterazione pari). È utile per visualizzare diversi colori delle righe.

4

<guided-if[-not]-even><guided-else[-not]-even> </guided-if[-not]-even>

Questa condizione è vera quando l'iterazione corrente è un'iterazione pari del ciclo (rispetto a un'iterazione dispari). È utile per visualizzare diversi colori delle righe.

5

<guided-if[-not]-alt><guided-else[-not]-alt> </guided-if[-not]-alt>

Questa condizione è vera quando l'iterazione corrente è un'iterazione pari del ciclo. È utile per visualizzare diversi colori delle righe.

6

<guided-if[-not]-inner><guided-else[-not]-inner> </guided-if[-not]-inner>

Include il testo tra di essi se l’iterazione corrente non è né la prima né l’ultima.

7

<guided-if[-not]-outer><guided-else[-not]-outer> </guided-if[-not]-outer>

Include il testo tra di essi se l’iterazione corrente è la prima o l’ultima.

8

<guided-loop-index>

Un numero intero (a partire da 0) il cui valore viene incrementato per ogni iterazione del ciclo.

9

<guided-loop-counter>

Un numero intero (a partire da 1) il cui valore viene incrementato per ogni iterazione del ciclo.

Lingua vari

Sono disponibili i seguenti tag per consentire di eseguire operazioni più avanzate con il modello, ad esempio per creare un proprio mini-facet.

Tag

Descrizione

3

<guided-current-path>

Fornisce il percorso corrente utilizzato. In genere viene utilizzato per creare un collegamento che viene aggiunto a un nuovo parametro alla ricerca esistente. Per impostazione predefinita, il percorso è con URL di escape. È possibile specificare quale modalità di escape si desidera utilizzare tramite il parametro escape .

Esempio:

<a href="<guided-current-path />&lang=fr"> French Version

In questo esempio, una regola di elaborazione della ricerca utilizza lang per selezionare la versione francese.

Il percorso corrente ha sempre almeno un parametro di query. Se non esistono altri parametri di query, viene impostato su q=* per facilitare l’aggiunta di altri parametri.

2

Percorso di base

Se desideri creare un collegamento utilizzando il percorso base, utilizza / all'inizio del href e aggiungi i parametri.

<a href="/">All Products</a> Would create a link "All Products" to your basepath, for example https://search.mycompany.com/

3

<guided-query-param gsname="query_parameter">

Consente di acquisire il valore esistente di un parametro di query sull’URL. Se il parametro non esiste, questo tag restituisce una stringa vuota. Se non si specifica un'opzione di escape, la stringa restituita è un escape HTML automatico, è possibile specificare l'escape HTML o URL.

Esempio:

&amp;lt;query-guidata-param&amp;nbsp;gsname=&quot;q&quot;&amp;nbsp;/&amp;gt;
dà&amp;nbsp;you&amp;nbsp;the&amp;nbsp;value&amp;nbsp;pantaloni

&amp;lt;guidato-query-param&amp;nbsp;gsname=&quot;lang&quot;&amp;nbsp;/&amp;gt;
assegna&amp;nbsp;te&amp;nbsp;the&amp;nbsp;value&amp;nbsp;en

&amp;lt;guidato-query-param&amp;nbsp;gsname=&quot;test&quot;&amp;nbsp;/&amp;gt;
given&amp;nbsp;you&amp;nbsp;an&amp;nbsp;empty&amp;nbsp;string
&amp;nbsp;
&amp;nbsp;&amp;nbsp; nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;&amp;nbsp;   &lt;/p>  &lt;/td>

4

<guided-query-param-name gsname="param#" offset="offset_number" />

Ricerca guidata ha la nozione di numero di query, utilizzato nel controllo breadcrumb. guidato-query-param-name consente di definire parametri come parte di un collegamento nel modello di presentazione in cui la funzione Ricerca guidata indica il numero di query corretto. Il gsname contiene una "x", che viene sostituita dalla funzione Ricerca guidata con il numero corretto. Il valore di offset può essere compreso tra 0 e 15, dove 0 indica che viene utilizzato il successivo numero di query disponibile. Un 1 indica che desideri aggiungergli 1 e così via.

Combinato con percorso-corrente-guidato , puoi creare un collegamento mini facet personalizzato o consentire un livello di drill-down aggiuntivo.

Esempio:

<a href="<guided-current-path         />&<guided-query-param-name gsname="q#" offset="0"         />=mens&<guided-query-param-name gsname="x#" offset="0"         />=category" >Category:Men</a>        

<a href="<guided-current-path         />&<guided-query-param-name gsname="sp_q_exact_#" offset="0"         />=mens&<guided-query-param-name gsname="sp_x_#" offset="0"         />=category&<guided-query-param-name gsname="sp_q_exact_#" offset="1"         />=Jeans&<guided-query-param-name gsname="sp_x_#" offset="1"         />=product-type" >Cat:Men - Product:Jeans</a>

5

<guided-include gsfile="filename" />

Consente di includere altri file modello. Questa funzionalità consente di creare più modelli utilizzando sotto-modelli come moduli.

Nell’esempio seguente, i file breadcrumb e facet sono inclusi:

<guided-include gsfile='breadcrumbs.tmpl' /> <guided-include gsfile='facets.tmpl' />

Le inclusioni dinamiche non sono supportate. In altre parole, gsfile non può essere una variabile.

6

<guided-search-time>

Identifica il tempo impiegato dalla ricerca. Il valore del tempo di ricerca restituito è specificato in ms.

7

<guided-fall-through-searches>

Restituisce il numero di ricerche core utilizzate per creare la pagina dei risultati di ricerca.

8

<guided-if-fall-through-search></guided-if-fall-through-search>

Verifica se il conteggio delle ricerche principali è maggiore di uno.

9

<guided-if[-not]-even><guided-else[-not]-even> </guided-if[-not]-even>

Questa condizione è vera quando l'iterazione corrente è un'iterazione pari del ciclo (rispetto a un'iterazione dispari). È utile per visualizzare diversi colori delle righe.

10

<guided-if[-not]-alt><guided-else[-not]-alt> </guided-if[-not]-alt>

Questa condizione è vera quando l'iterazione corrente è un'iterazione pari del ciclo. È utile per visualizzare diversi colori delle righe.

11

<guided-if[-not]-inner><guided-else[-not]-inner> </guided-if[-not]-inner>

Include il testo tra di essi se l’iterazione corrente non è né la prima né l’ultima.

12

<guided-if[-not]-outer><guided-else[-not]-outer> </guided-if[-not]-outer>

Include il testo tra di essi se l’iterazione corrente è la prima o l’ultima.

13

<guided-if-first-search><guided-else-first-search> </guided-if-first-search>

Consente di verificare se si è nella ricerca iniziale o meno (la query è il risultato di una ricerca dalla casella di ricerca).

14

<guided-search-url />

Puoi utilizzare questo tag nel modello per salvarti dalla codifica fissa dell’azione del modulo di ricerca. Rileva quando ti trovi nell’ambiente Staged o Live e cambia di conseguenza.

15

<guided-if-query-param-defined gsname="query_parameter"> <guided-else-query-param-defined> </guided-if-query-param-defined>

Questo insieme di tag consente di verificare quali parametri CGI sono definiti nel percorso di ricerca. Puoi verificare i valori dei parametri solo se sono definiti.

16

<guided-next-query-number>

Il motore di ricerca guidata che guida il modello ha la nozione di numeri di query mobili in cui ogni nuovo collegamento generato dal motore utilizza il successivo numero di query disponibile. Questo tag consente di acquisire il numero o gli offset della query successiva in modo da poter creare collegamenti personalizzati che consentono di eseguire il drill-through del set di risultati. Offset consente di effettuare l'offset nel numero di query successivo. Ad esempio, se hai selezionato un facet, il numero di query successivo è 2, con un offset pari a 1 il numero di query restituito è 3.

17

<guided-custom-var gsname="custom_variable">

Consente di acquisire il valore esistente di una variabile personalizzata definita dalle regole di elaborazione. Se non si specifica un'opzione di escape, la stringa restituita è un escape HTML automatico, è possibile specificare html , url , js o 0 . Se utilizzi una regola di elaborazione per copiare un parametro CGI in entrata in una variabile personalizzata e quindi visualizzarlo o utilizzarlo nel modello con escape impostato su none o js, puoi creare una vulnerabilità XSS nella ricerca.

18

<guided-if-custom-var-defined gsname="custom_variable"> <guided-else-custom-var-defined> </guided-if-custom-var-defined>

Abilita il test se una variabile personalizzata è definita nelle regole di elaborazione (pulizia delle query, elaborazione pre-ricerca ed elaborazione post-ricerca).

19

<guided-general-field gsname="searchname" field="fieldname">

Consente di visualizzare il contenuto di un campo generale definito nel modello di trasporto. Se non si specifica un'opzione escape, la stringa restituita viene codificata nel formato specificato nel modello di trasporto per quel campo. La specificazione di un’opzione di escape si applica al formato che stai codificando nel campo come nel modello di trasporto. È possibile specificare html , url , js , json o 0 .

20

<guided-if-general-field gsname="searchname" field="fieldname"> <guided-else-general-field> </guided-if-general-field>

Abilita il test se esiste il contenuto di un campo generale, come definito nel modello di trasporto.

21

<guided-cookie-value gsname="cookie_name">

Consente di acquisire il valore di un cookie, supponendo che il cookie sia disponibile. Se non si specifica un'opzione di escape, la stringa restituita è un escape HTML automatico, è possibile specificare html , url , js , json o 0 .

22

<guided-if-cookie gsname="cookie_name"> <guided-else-cookie> </guided-if-cookie>

Abilita il test se esiste un cookie.

23

<guided-banner gsname="banner area">

Invia il banner per una determinata area. Gli attributi facoltativi di larghezza e altezza vengono utilizzati nel Generatore di regole visive per consentire la visualizzazione di un segnaposto significativo che consenta agli utenti di selezionare un banner. Per impostazione predefinita, i banner non sono preceduti da escape. Si desidera invece inserire l'HTML nel modello di presentazione. Tuttavia, se stai creando un modello JSON, considera l’utilizzo dell’opzione di escape js.

Esempio:

<guided-banner gsname="top" width="400px"  height="50px"/>

24

<guided-if-banner-set gsname="banner area"> <guided-else-banner-set> </guided-if-banner-set>

Abilita il test se è impostata un'area banner.

25

<guided-if-simulator-mode> <guided-else-simulator-mode> </guided-if-simulator-mode>

Consente di rilevare quando si visualizza la ricerca in Simulatore o nel Generatore di regole visive. Viene normalmente utilizzato per visualizzare ulteriori informazioni di debug.

26

<guided-if-tnt-business-rules> <guided-else-tnt-business-rules> </guided-if-tnt-business-rules>

Consente di rilevare se sono presenti regole di business che fanno riferimento a una campagna Adobe Target . Viene normalmente utilizzato come parte dell'integrazione con Adobe Target per impedire di colpire i server Target quando non è necessario.

27

<guided-redirect />

Per impostazione predefinita, i reindirizzamenti vengono eseguiti automaticamente. Tuttavia, se hai configurato la ricerca/merchandising del sito per restituire una risposta XML o JSON all'applicazione web, puoi scegliere di analizzare la risposta 302/301 nell'applicazione web o far passare il reindirizzamento all'utente come parte del set di risultati. Se trasmetti il reindirizzamento come parte del set di risultati, puoi utilizzare questo tag nel modello per generare la posizione di reindirizzamento.

28

<guided-if-redirect> <guided-else-redirect> </guided-if-redirect>

Dopo aver configurato la ricerca/merchandising del sito per restituire i reindirizzamenti nel set di risultati, questo set di tag può essere utilizzato per determinare se è presente un reindirizzamento all'output.

29

<guided-lt /> <guided-gt />

Questo set di tag consente di incorporare tag modello guidato all’interno degli attributi HTML.

Esempio:

<guided-lt/>div <guided-if-facet-long>         style="height: 125px; overflow:         auto;"</guided-if-facet-long><guided-gt/>

Tag dei modelli di trasporto

I modelli di trasporto sono modelli XML che trasmettono i dati dalla ricerca back-end al livello di presentazione Guided Search.

Nel livello di presentazione, è possibile avere un singolo modello di presentazione che presenti i risultati di più ricerche. Ogni ricerca può utilizzare lo stesso modello di trasporto o un modello di trasporto personalizzato per passare i dati al livello di presentazione.

Poiché il modello di trasporto viene utilizzato solo per trasmettere i dati al livello della presentazione, non dispone di alcun codice HTML che si occupa della visualizzazione dei risultati della ricerca. Il modello di trasporto utilizza i tag XML del modello di trasporto per trasmettere i risultati della ricerca per la compilazione dei componenti di ricerca guidata, ad esempio facet, breadcrumb e menu. All’interno di questi tag vengono utilizzati i tag modello di ricerca standard per visualizzare i valori effettivi.

Vedere Modifica di una presentazione o di un modello di trasporto.

Consulta Ricerca tag modello.

Tag del modello di trasporto

Descrizione

<guided-xml></guided-xml>

I tag XML principali utilizzati dal livello di presentazione per rilevare ciò che viene analizzato dal modello di trasporto.

<general></general>

I tag racchiudono i tag dei modelli di ricerca che forniscono dati di riepilogo in base al set di risultati. In genere, questi tag contengono tag di ricerca per il numero totale di risultati, risultati inferiori e risultati più elevati. Puoi definire un numero qualsiasi di campi globali aggiuntivi desiderati con il tag general-field , come nell’esempio seguente:

<general>   <total><search-total /></total>   <lower><search-lower /></lower>   <upper><search-upper /></upper>   <general-field name="my_custom_field">Some global content</general-field> </general>

<results></results>

I tag sono racchiusi tra i risultati della ricerca, in modo che la funzione Ricerca guidata sappia dove cercarli.

<result></result>

I tag sono racchiusi intorno a ciascun risultato di ricerca, in modo che la funzione Ricerca guidata riconosca dove inizia e termina il contenuto di un singolo risultato di ricerca, come nell’esempio seguente:

<results>   <search-results>     <result>       <index><search-index /></index>       <loc><search-cdata><search-url length="500" /></search-cdata></loc>     </result>   </search-results> </results>

<attribute-table name="tablename">

Consente di scorrere in sequenza ogni elemento di un elenco con più valori per un singolo risultato. Utilizza questo tag solo all’interno di un risultato. Lo scopo è quello di consentire l’iterazione degli attributi che appartengono a un campo risultato, come nell’esempio seguente:

<results>   <search-results>     <result>       <index><search-index /></index>       <loc><search-url /></loc>       <title><search-title /></title>       <attribute-table name="downloads">         <field name="download_title"><search-display-field name="download_title" /></field>         <field name="download_link" delimiter="|"><search-display-field name="download_link" /></field>       </attribute-table>     </result>   </search-results> </results>

<facets></facets>

Passa i risultati che popolano i facet.

<dynamic-facet></dynamic-facet>

È possibile designare un facet come sia un facet dinamico che come membro di una barra dei facet. Tuttavia, il loro trattamento è indipendente rispetto ai relativi tag modello di presentazione.

In altre parole, non è consentita la nidificazione di un contesto di looping della barra dei facet all’interno di un contesto di looping dei facet dinamici o viceversa.

Per i facet sia dinamici che con ringhiere, solo i facet dinamici restituiti per una determinata ricerca sono visibili nel contesto di looping della barra sfaccettatura.

<facet name="name"></facet>

Ogni facet ha i propri tag facet in cui il parametro name corrisponde al nome del facet. I tag di ricerca vengono utilizzati all’interno dei tag facet per i valori dei facet, come nell’esempio seguente:

<facets>   <facet name="brand">     <values><search-field-value-list name="brand" quotes="no" commas="yes" data="values" sortby="values" /></values>     <counts><search-field-value-list name="brand" quotes="no" commas="yes" data="counts" sortby="values" /></counts>   </facet>   <facet name="category">     <values><search-field-value-list name="category" quotes="no" commas="yes" data="values" sortby="values" /></values>     <counts><search-field-value-list name="category" quotes="no" commas="yes" data="counts" sortby="values" /></counts>   </facet> </facets>

Gli account che utilizzano facet con slotted possono utilizzare il tag dinamico e il tag dei nomi visualizzati. Entrambi questi tag facilitano la mappatura tra facet inclinati e facet reali durante la creazione di regole aziendali.

<facets>   <facet name="facet_values01">  <dynamic>1</dynamic>  <display-names><search-field-value-list name="facet_names01" quotes="no" commas="yes" data="values" sortby="values" /></display-names>     <values><search-field-value-list name="facet_values01" quotes="no" commas="yes" data="values" sortby="values" /></values>     <counts><search-field-value-list name="facet_values01" quotes="no" commas="yes" data="counts" sortby="values" /></counts>   </facet>

<search-display-field separator=",">

L'attributo separatore consente di modificare il delimitatore utilizzato quando si producono dati del campo di ricerca per gli elenchi. Il valore predefinito è una virgola.

In genere, il delimitatore utilizzato dovrebbe essere qualcosa che non appare facilmente nel contenuto del campo.

<suggestions></suggestions>

Racchiudi i tuoi suggerimenti con tag in modo che Ricerca guidata riconosca quali nodi XML contengono suggerimenti.

Consulta Informazioni su intendete.

<suggestion></suggestion>

Racchiudi ogni suggerimento con tag, come nell’esempio seguente:

<search-if-suggestions>   <suggestions>     <search-suggestions>       <suggestion><search-suggestion-text /></suggestion>     </search-suggestions>   </suggestions> </search-if-suggestions>

Consulta Informazioni su intendete.

Tag del modello di ricerca

Un modello di ricerca è un file HTML che include i tag modello definiti da site search/merchandising. Questi tag indicano come vengono formattati i risultati della ricerca. Il riferimento seguente contiene una breve descrizione di ciascun tag del modello di ricerca e dei relativi attributi.

NOTA

Utilizza solo i tag modello di ricerca nei file modello di trasporto (.tpl).

È possibile selezionare tra i seguenti gruppi di tag del modello di ricerca e il materiale di riferimento.

I tag validi solo all’interno del ciclo dei risultati includono quanto segue:

I tag validi in tutto il modello includono quanto segue:

Argomenti di riferimento per i modelli di ricerca

Informazioni sui tag loop dei risultati

Il tag loop dei risultati è il motore di lavoro del sistema dei modelli. Quando il tag viene rilevato durante una ricerca, l’HTML viene ripetuto e altri tag tra i tag di ciclo dei risultati iniziale e finale, sostituendo qualsiasi altro tag con i risultati della ricerca.

<search-results> ... </search-results>

I tag loop dei risultati circondano l’HTML che mostra i risultati della ricerca. L’HTML tra i tag viene ripetuto per ogni risultato e viene visualizzato sulla pagina.

I seguenti tag sono validi solo all'interno del ciclo dei risultati:

Tag stringa ciclo risultati

I seguenti tag restituiscono una stringa.

Vedere Informazioni sui tag loop dei risultati.

Tag

Descrizione

1

<search-index>

Restituisce l'indice numerico del risultato corrente.

2

<search-title length="XX">

Restituisce il titolo della pagina del risultato corrente. L’attributo di lunghezza opzionale viene utilizzato per limitare la lunghezza delle stringhe visualizzate, con un valore predefinito di 80 caratteri.

3

<search-bodytext length="XX" encoding="html/javascript/json/perl/url/none">

Restituisce il testo del corpo che inizia dalla parte superiore della pagina. I termini pertinenti sono in grassetto. L’attributo di lunghezza opzionale viene utilizzato per limitare la lunghezza delle stringhe visualizzate, con un valore predefinito di 80 caratteri. L’attributo encoding è facoltativo e può codificare i caratteri di output con codifica HTML (predefinita), codifica JavaScript, codifica Perl o nessuna.

4

<search-description length="XX" encoding="html/javascript/json/perl/url/none">

Restituisce la descrizione del risultato corrente. Se il tag meta description esiste e l'attributo content non è vuoto, viene visualizzato il testo specificato. In caso contrario, viene visualizzata l’inizio del corpo del testo della pagina. L’attributo di lunghezza opzionale viene utilizzato per limitare la lunghezza delle stringhe visualizzate, con un valore predefinito di 80 caratteri.

L'attributo opzionale encoding controlla se l'output è codificato in HTML, codificato JavaScript, codificato in Perl, codificato o meno nell'URL, per l'output nella pagina dei risultati. Il valore predefinito della codifica è html . Normalmente, non è necessario specificare l'attributo di codifica.

5

<search-score rank="dynamic/static/dynamic-raw/static-raw/final-raw" precision="XX">

Restituisce il punteggio del risultato corrente, che è un numero da 0 a 100. Se hai definito un campo di classificazione in Opzioni > Metadati > Definizioni , puoi visualizzare il rango dinamico della pagina impostando l’attributo di classificazione su dinamico ( <search-score rank="dynamic"> ). Puoi visualizzare la classificazione statica della pagina impostando l’attributo di classificazione su static ( <search-score rank="static"> ). È possibile utilizzare l’attributo di precisione facoltativo per specificare il numero di posizioni decimali da visualizzare. Il valore predefinito è 0, che visualizza il punteggio intero).

6

<search-date length="XX" none="text" date-format="date-format-string" gmt="yes/no" language="0/2/language-id">

Restituisce la data del risultato corrente. Il valore di testo facoltativo "none" viene visualizzato se non è presente una data associata al risultato corrente. Se il valore facoltativo "none" non è specificato, viene visualizzato il testo "No Date" se non è associata alcuna data al risultato corrente.

L'attributo "formato data" utilizza una stringa in formato data stile UNIX come "%A, %B %d, %Y" (per "lunedì 25 luglio 2016"). Per impostazione predefinita, "gmt" viene impostato su "yes" e controlla se la parte dell’ora della stringa di data deve essere restituita in GMT ("yes") o nel fuso orario dell’account ("no").

L’attributo "language" controlla le convenzioni relative alla lingua e alle impostazioni internazionali della stringa della data di output. "0" (impostazione predefinita) significa "Usa lingua account". "2" significa "Usa lingua documento". Il valore "language" "1" è riservato per utilizzi futuri. Qualsiasi altro valore "language" viene interpretato come un identificatore specifico della lingua, ad esempio, "en_US" significa "Inglese (Stati Uniti)".

L’attributo di lunghezza opzionale viene utilizzato per limitare la lunghezza delle stringhe visualizzate, con un valore predefinito di 80 caratteri.

7

<search-size>

Restituisce la dimensione del risultato corrente in byte.

8

<search-url length="XX" encoding="html/javascript/json/perl/url/none">

Restituisce l’URL del risultato corrente.

Utilizza l'attributo opzionale length per limitare la lunghezza delle stringhe visualizzate, con un valore predefinito di caratteri illimitati.

L'attributo encoding è facoltativo e può codificare i caratteri di output con codifica HTML, codifica Javascript, codifica Perl o nessuno.

9

<search-url-path-query length="XX">

Restituisce il percorso e le porzioni di query, compreso il punto interrogativo dell'URL del risultato corrente.

Utilizza l'attributo opzionale length per limitare la lunghezza delle stringhe visualizzate, con un valore predefinito di caratteri illimitati.

10

<search-context length="XX" encoding="html/javascript/json/perl/url/none">

Restituisce la riga di contesto successiva per il termine di ricerca. I termini pertinenti sono in grassetto. Chiama ripetutamente questo tag per visualizzare più di una riga del contesto per il risultato corrente.

Utilizza l'attributo opzionale length per limitare la lunghezza delle stringhe visualizzate, con un valore predefinito di 80 caratteri. L'attributo length viene ignorato se il tag è racchiuso tra i set di tag <search-if-context> o <search-if-any-context> che contengono un attributo length.

L’attributo encoding è facoltativo e può codificare i caratteri di output con codifica HTML (impostazione predefinita), codifica Javascript, codifica Perl o nessuna.

11

<search-display-field name="field-name" length="XX" none="text" date-format="date-format-string" gmt="yes/no" language="0/2/language-id" encoding="html/javascript/json/perl/url/none" quotes="yes/no" commas="yes/no" units="miles/kilometers" separator="|">

Questo tag avanzato visualizza il contenuto del campo metadati (url, titolo, desc, chiavi, target, corpo, alt, data, set di caratteri e lingua o dei campi definiti in Opzioni > Metadati > Definizioni) specificato nell'attributo name per il risultato corrente. Ad esempio:

<search-display-field name="title" length="70" none="no title">

Invia il titolo della pagina per un risultato della ricerca. Se è specificato l’attributo facoltativo none , il relativo valore viene visualizzato nella pagina dei risultati solo se non è presente alcun contenuto associato al campo.

Gli attributi del formato data , gmt e lingua sono rilevanti solo se il tipo di contenuto del campo specificato è data .

L'attributo formato data utilizza una stringa formato data stile UNIX come %A, %B %d, %Y (per lunedì 25 luglio 2016). gmt imposta il valore predefinito su yes e controlla se la parte dell’ora della stringa di data viene restituita in GMT ( yes ) o nel fuso orario dell’account ( no ).

Vedere Stringhe del formato della data.

L'attributo language controlla le convenzioni relative alla lingua e alle impostazioni internazionali della stringa della data di output. 0 (impostazione predefinita) significa "Usa lingua account". 2 significa "Usa lingua documento". Il valore language 1 è riservato per utilizzi futuri). Qualsiasi altro valore della lingua viene interpretato come un identificatore specifico della lingua, ad esempio en_US significa "Inglese (Stati Uniti)".

Consultare Identificatori di lingua.

L'attributo facoltativo length viene utilizzato per limitare la lunghezza delle stringhe visualizzate, con un valore predefinito di 80 caratteri.

L'attributo opzionale encoding controlla se l'output è codificato in HTML, codificato JavaScript, codificato in Perl, codificato o meno nell'URL, per l'output nella pagina dei risultati. Il valore predefinito della codifica è html . Normalmente, non è necessario specificare l'attributo di codifica.

L'attributo opzionale virgolette controlla se i singoli elementi di output sono circondati da virgolette doppie (o virgolette singole, se encoding=perl ). Il valore predefinito di virgolette è no .

L'attributo facoltativo virgola controlla se i singoli elementi in uscita sono separati da virgole. Il valore predefinito di virgole è . L’attributo virgole viene ignorato per i campi non di tipo elenco.

L'attributo opzionale unità controlla le unità di distanza applicate a un campo di output di ricerca di prossimità. Il valore predefinito delle unità è determinato dall'impostazione "Unità predefinite" del campo di tipo posizione associato al campo di output della ricerca di prossimità specificato.

Vedere Informazioni sulla ricerca di prossimità.

L'attributo separatore opzionale definisce il carattere singolo, o delimitatore, inserito tra i valori dell'output per i campi di tipo elenco.

12

<search-display-field-values name="field-name"> ...<search-display-field-values>

Questo tag crea un ciclo per l’enumerazione dei valori dei campi di metadati (url, titolo, desc, chiavi, target, corpo, alt, data, set di caratteri e lingua o campi definiti in Opzioni > Metadati > Definizioni ) per il risultato corrente. Non nidificare questo tag all’interno di un altro tag <search-display-field-values> . L'attributo name specifica il nome del campo contenente i valori da enumerare. Questo tag è particolarmente utile nei campi in cui è selezionato l’attributo Elenchi consentiti (in Opzioni > Metadati > Definizioni ).

13

<search-display-field-value date-format="date-format-string" gmt="yes/no" language="0/language-id" encoding="html/javascript/json/perl/url/none">

Questo tag restituisce il valore del campo metadati (url, titolo, desc, chiavi, target, corpo, alt, data, set di caratteri e lingua o i campi definiti in Opzioni > Metadati > Definizioni ) per l'iterazione del ciclo <search-display-field-values> . Questo tag è valido solo all'interno di un ciclo <search-display-field-values> . Gli attributi del formato data , gmt e linguaggio sono pertinenti solo se il tipo di contenuto del nome campo specificato nel tag di inclusione è data . L'attributo formato data utilizza una stringa formato data stile UNIX come "%A , %B %d , %Y " (per "lunedì 25 luglio 2016"). L'attributo gmt viene impostato automaticamente su yes e controlla se la porzione di ora della stringa di data viene restituita in GMT ( yes ) o nel fuso orario dell'account ( no ).

L'attributo language controlla le convenzioni relative alla lingua e alle impostazioni internazionali della stringa della data di output. 0 (impostazione predefinita) significa "Usa lingua account". Qualsiasi altro valore della lingua viene interpretato come un identificatore specifico della lingua, ad esempio en_US significa "Inglese (Stati Uniti)".

L'attributo opzionale encoding controlla se l'output è codificato in HTML, codificato JavaScript, codificato in Perl, codificato o meno nell'URL, per l'output nella pagina dei risultati. Il valore predefinito della codifica è html . Normalmente, non è necessario specificare l'attributo di codifica.

14

<search-display-field-value-count name="field-name">

Trasmette il numero totale di valori nel risultato corrente per il campo metadati (url, title, desc, keys, target, body, alt, date, charset e lingua o campi definiti in Opzioni > Metadati > Definizioni specificate con l'attributo name. Questo tag può essere visualizzato in qualsiasi punto del ciclo dei risultati.

15

<search-display-field-value-counter>

Invia il contatore ordinale (1, 2, 3 e così via) per l'iterazione del ciclo <search-display-field-values> corrente. Questo tag è valido solo all'interno di un ciclo <search-display-field-values> .

16

<search-dynamic-facet-fields>

Inizia un contesto di ciclo per tutti i campi-facet dinamici restituiti per questa ricerca.

17

<search-dynamic-facet-field-name>

Invia il nome del campo dinamico-facet-field corrente per questa iterazione del ciclo.

18

<search-result-trace encoding="html/javascript/ json/perl/url/none">

Trasmette informazioni relative al posizionamento del risultato corrente, ad esempio qualsiasi azione basata su risultati che ha influenzato la posizione del risultato.

Il formato di output di questo tag è JSON, come nell’esempio seguente:

{   "sliceID": 5,   "indexID": 5894,   "finalScore": 98.5,   "dynamicScore": 15.3,   "staticScore": 55.456,   "position": 1,   "rbtaActionListID": 117,   "rbtaActionID": 57 }

L'attributo encoding è facoltativo; il valore predefinito è html .

Nota: Questo tag ha output solo se sp_trace=1 è specificato con i parametri della query di ricerca di base.

Vedi la riga 48 nella tabella riportata in Parametri CGI di ricerca back-end.

Tag condizionali loop risultati

I seguenti tag includono l’HTML tra di loro in modo condizionale.

Vedere Informazioni sui tag loop dei risultati.

Tag

Descrizione

3

<search-if-title> ... </search-if-title>

<search-if-not-title> ... </search-if-not-title>

Questi tag includono l'HTML tra di loro se la successiva chiamata a <search-title> restituisce (o non restituisce) il testo dal titolo del documento.

2

<search-if-description length="XX"> ... /search-if-description>

<search-if-not-description> ... </search-if-not-description>

Questi tag includono l'HTML tra di loro se la successiva chiamata a <search-description> restituisce (o non restituisce) il testo dalla descrizione del documento.

3

<search-if-bodytext> ... </search-if-bodytext>

<search-if-not-bodytext> ... </search-if-not-bodytext>

Questi tag includono l'HTML tra di loro se la successiva chiamata a <search-bodytext> restituisce (o non restituisce) il testo dal corpo del documento.

4

<search-if-context length="XX"> ... </search-if-context>

<search-if-not-context> ... </search-if-not-context>

Questi tag includono l'HTML tra di loro se la chiamata successiva a <search-context> restituisce (o non restituisce) una stringa di contesto non vuota. L’attributo length sostituisce l’attributo length su qualsiasi tag racchiuso <search-context> .

5

<search-if-any-context length="XX"> ... /search-if-any-context>

<search-if-not-any-context> ... </search-if-not-any-context>

Questi tag includono l'HTML tra di loro se è presente (o meno) una stringa di contesto associata al risultato. L’attributo length sostituisce l’attributo length su qualsiasi tag racchiuso <search-context> .

6

<search-if-score lower="XX" upper="yy" rank="dynamic/static/dynamic-raw/static-raw/final-raw"> ... </search-if-score>

<search-if-not-score lower="XX" upper="yy" rank="dynamic/static"> ... </search-if-not-score>

Questi tag includono l’HTML tra di loro se il punteggio del risultato corrente è (o non è) compreso tra XX e AA. Utile per aggiungere punti elenco o elementi grafici per mostrare l’importanza del risultato. Se hai definito un campo di tipo rango in Opzioni > Metadati > Definizioni , puoi controllare il rango dinamico della pagina impostando l’attributo di rango su dinamico ( <search-if-score rank="dynamic" lower=XX Upper=YY> ). Puoi controllare la classificazione della pagina statica impostando l’attributo di classificazione su static ( <search-if-score rank="static" lower=XX up=YY> ).

7

<search-if-field name="field-name" value="value"> ... </search-if-field>

<search-if-not-field name="field-name" value="value"> ... </search-if-not-field>

Questi tag avanzati includono l’HTML tra di loro in base al fatto che il campo specificato nell’attributo "name" abbia o meno contenuto. Se è specificato l'attributo opzionale "value", i tag includono l'HTML tra di loro in base al fatto che il valore specificato corrisponda o meno al valore del campo nel risultato corrente. Questi tag funzionano solo all’interno del ciclo dei risultati (tra i tag <search-results> e </search-results> ).

Tag di collegamento di ancoraggio del ciclo dei risultati

Vedere Informazioni sui tag loop dei risultati.

Tag

Descrizione

1

<search-link target="frame-name" hbx-enable="yes/no" hbx-linkid-name="field-name" hbx-linkid-none="text" hbx-linkid-length="XX"> ... </search-link>

Questa coppia di tag crea un collegamento di ancoraggio intorno all’HTML che li circonda. Quando fai clic sul collegamento, viene visualizzata la pagina dei risultati. Un attributo di destinazione facoltativo specifica la finestra denominata in cui i browser compatibili con frame devono visualizzare la pagina dei risultati.

Imposta l'attributo hbx-enable su "yes" per sfruttare l'analisi disponibile tramite HBX. Imposta hbx-linkid-name sul nome di un campo Meta-data che desideri monitorare. Ad esempio, per tenere traccia dei risultati della ricerca in base al numero SKU, imposta hbx-linkid-name sul nome del campo Meta-data contenente le informazioni SKU.

I campi tipo data non sono attualmente supportati. Il valore di hbx-linkid-name viene aggiunto all'ID del collegamento nell'ancoraggio generato. Il valore dell'attributo hbx-linkid-none viene aggiunto all'ID del collegamento ogni volta che il campo dei metadati denominato è vuoto. Il valore di hbx-linboy-length limita il numero di caratteri recuperati e visualizzati dal tag Meta . Il numero predefinito di caratteri è 12.

2

<search-smart-link target="frame-name" hbx-enable="yes/no" hbx-linkid-name="field-name" hbx-linkid-none="text" hbx-linkid-length="XX"> ... </search-smart-link>

Questa coppia di tag è simile ai tag <search-link> ... </search-link> . Quando fai clic sui collegamenti di ancoraggio generati, viene visualizzata la pagina dei risultati, ma con la pagina scorrevole fino al tag di ancoraggio più vicino prima del risultato. Per i collegamenti PDF, nel visualizzatore Acrobat viene visualizzata la pagina contenente il risultato. Un attributo di destinazione facoltativo specifica la finestra denominata in cui i browser compatibili con frame devono visualizzare la pagina dei risultati.

Imposta l'attributo hbx-enable su "yes" per sfruttare l'analisi disponibile tramite HBX. Imposta hbx-linkid-name sul nome di un campo Meta-data che desideri monitorare. Ad esempio, per tenere traccia dei risultati della ricerca in base al numero SKU, imposta hbx-linkid-name sul nome del campo Meta-data contenente le informazioni SKU.

I campi tipo data non sono attualmente supportati. Il valore di hbx-linkid-name viene aggiunto all'ID del collegamento nell'ancoraggio generato. Il valore dell'attributo hbx-linkid-none viene aggiunto all'ID del collegamento ogni volta che il campo dei metadati denominato è vuoto. Il valore di hbx-linboy-length limita il numero di caratteri recuperati e visualizzati dal tag Meta . Il numero predefinito di caratteri è 12.

3

<search-if-link-extension> ... </search-if-link-extension>

<search-if-not-link-extension> ... </search-if-not-link-extension>

Questi tag includono l'HTML tra di loro se un attributo value specifica un'estensione che corrisponde alla fine dell'URL per il risultato. Questo tag è utile per includere un elemento grafico nei risultati della ricerca in base all’estensione del collegamento. L'attributo value è un elenco di una o più estensioni (separate da spazi) come segue: VALUE=".pdf" o VALUE=".html .htm".

Tag condizionali per posizione di loop

I seguenti tag includono in modo condizionale il testo tra di essi. Possono essere visualizzati solo all’interno dei tag di "looping": < search-results> e <search-field-values>. Vengono utilizzati per verificare la posizione del risultato corrente all’interno del set di risultati.

Vedere Informazioni sui tag loop dei risultati.

Tag

Descrizione

1

<search-if-first> ... </search-if-first>

<search-if-not-first> ... </search-if-not-first>

Questi tag includono il testo tra di essi se il risultato corrente è (o non è) il primo risultato della pagina (quando utilizzato all'interno di <search-results> ) o il primo valore del campo (se utilizzato all'interno di <search-field-values> ).

2

<search-if-last> ... </search-if-last>

<search-if-not-last> ... </search-if-not-last>

Questi tag includono il testo tra di essi se il risultato corrente è (o non è) l'ultimo risultato della pagina (quando utilizzato all'interno di <search-results> ) o l'ultimo valore del campo (se utilizzato all'interno di <search-field-values> ). Questo tag può essere utilizzato per inserire un separatore tra i risultati. Ad esempio, questo inserisce un tag <hr> tra i risultati:

<search-results>    <search-lt>tr<search-if-alt> class="alt"</search-if-alt><search-gt>       <td><search-url></td>    </tr> </search-results>

3

<search-if-inner> ... </search-if-inner>

<search-if-not-inner> ... </search-if-not-inner>

Questi tag includono il testo tra di essi se il risultato corrente non è né il primo né l'ultimo risultato della pagina (se utilizzato all'interno di <search-results> ) o non è il primo né l'ultimo valore del campo (se utilizzato all'interno di <search-field-values> ). La versione non del tag verifica se il risultato è il primo o l’ultimo.

4

<search-if-alt> ... </search-if-alt>

<search-if-not-alt> ... </search-if-not-alt>

Questi tag includono il testo tra di essi se il risultato corrente è (o non è) un risultato alternativo nella pagina (se utilizzato all'interno di <search-results> ) o un valore di campo alternativo (se utilizzato all'interno di <search-field-values> ). I risultati "alternativi" sono il secondo, il quarto, il sesto e così via, sulla pagina. In questo esempio viene applicata una classe diversa alle righe di tabella alternative. Tieni presente l’uso di <search-lt> e <search-gt> per consentire al tag <search-if-alt> di essere posizionato "all’interno" del tag <tr> .

    <search-results>        <search-lt>tr<search-if-alt> class="alt"</search-if-alt><search-gt>           <td><search-url></td>        </tr>     </search-results>

5

<search-if-even> ... </search-if-even>

<search-if-not-even> ... </search-if-not-even>

Questi tag includono il testo tra di essi se il risultato corrente è (o non è) un risultato pari (se utilizzato all'interno di <search-results> ) o un valore di campo pari (se utilizzato all'interno di <search-field-values> ). Un risultato di ricerca è numerato pari se il relativo valore <search-index> è pari. In altre parole, se la sua posizione all'interno dell'intero set di risultati è pari. Questo può essere diverso da <search-if-alt> che verifica la posizione di un risultato sulla pagina e non all’intero set di risultati. Le due tabelle seguenti illustrano la differenza:

Prima pagina, sp_n=1

Indice

Risultato

Anche?

Alt?

1

Primo risultato

No

No

2

Secondo risultato

1

Terzo risultato

No

No

4

Quarto risultato

5

Quinto risultato

No

No

Pagina successiva, sp_n=10

Indice

Risultato

Anche?

Alt?

10

Decimo risultato

No

11

Undicesimo risultato

No

12

Dodicesimo risultato

No

13

Tredicesimo risultato

No

14

Quattordicesimo risultato

No

Infine, tieni presente che <search-if-even> è sempre lo stesso di <search-if-alt> per i valori dei campi di ricerca, in quanto i valori dei campi non vengono impaginati.

Tag dell'elenco dei valori dei campi

I seguenti tag avanzati restituiscono valori di campo e dati correlati dall’intero set di risultati di ricerca. Questi tag producono solo output per i campi specificati dai parametri sp-sfvl-field CGI nella query di ricerca.

Tag

Descrizione

3

<search-field-value-list name="field-name" quotes="yes/no" commas="yes/no" data="values/counts/results" separator="X" sortby="none/values/counts/results" max-items="XX" date-format="date-format-string" gmt="yes/no" language="0/language-id" encoding="html/javascript/json/perl/url/none">

Questo tag visualizza un elenco di valori di campo univoci, conteggi di valori o conteggi di risultati all’interno dell’intero set di risultati.

Questo tag genera solo l’output dei campi specificati dai parametri sp_sfvl_field CGI nella query di ricerca. L’attributo opzionale "virgolette" controlla se i singoli elementi in uscita sono circondati da virgolette doppie (o virgolette singole, se encoding=perl). Il valore predefinito di "quote" è "sì". L'attributo "virgola" facoltativo controlla se i singoli elementi in uscita sono separati da virgole. Il valore predefinito di "virgole" è "sì". L’attributo opzionale "data" controlla se ogni valore di campo univoco viene restituito (data="values"), il conteggio totale di ciascun valore di campo univoco viene restituito (data="count") o il numero di risultati contenenti ciascun valore univoco (data="results"). Il valore predefinito di "data" è "values". Per i campi non di tipo elenco, data="conteggi" e data="risultati" sono equivalenti. L'attributo separatore definisce il carattere singolo o delimitatore da inserire tra i valori dell'output. L'attributo "sortby" facoltativo controlla l'ordine del risultato; sortby="none" significa nessun ordine particolare, sortby="values" significa ordinamento per valori di campo (in ordine crescente o decrescente in base alla proprietà Ordinamento del campo), sortby="conteggi" significa ordinamento in ordine decrescente dei conteggi dei valori di campo e sortby="results" significa ordinamento in ordine decrescente del numero di risultati contenenti ciascun valore.

Sortby="conteggi" e sortby="risultati" sono equivalenti per i campi non di tipo elenco. L’attributo opzionale "max-items" limita il numero di elementi da restituire. Il valore predefinito di "max-items" è -1, il che significa "output all items".

Esiste un limite assoluto di 100 per gli elementi massimi. Gli attributi "formato data", "gmt" e "lingua" sono rilevanti solo se il tipo di contenuto del campo specificato è "data". L'attributo "formato data" utilizza una stringa in formato data stile UNIX come "%A, %B %d, %Y" (per "lunedì 25 luglio 2016"). Per impostazione predefinita, "gmt" viene impostato su "yes" e controlla se la parte dell’ora della stringa di data deve essere restituita in GMT ("yes") o nel fuso orario dell’account ("no").

Vedere Stringhe del formato della data.

L’attributo "language" controlla le convenzioni relative alla lingua e alle impostazioni internazionali della stringa della data di output. "0" (impostazione predefinita) significa "Usa lingua account". Qualsiasi altro valore "language" viene interpretato come un identificatore specifico della lingua, ad esempio, "en_US" significa "Inglese (Stati Uniti)". L’attributo "encoding" facoltativo controlla se i caratteri della stringa di output sono codificati in HTML, codificati JavaScript, codificati Perl, codificati o meno nell’URL, per l’output sulla pagina dei risultati. Il valore predefinito di "encoding" è "html".

Consultare Identificatori di lingua.

2

<search-field-value-list-count name="field-name" value="field-value" results="yes/no">

Questo tag visualizza le informazioni sul conteggio per un dato elenco di valori-campo di ricerca. Per questo tag sono disponibili tre utilizzi distinti. Se viene fornito solo l’attributo "name", questo tag restituisce il numero di valori univoci per il campo denominato all’interno dell’intero set di risultati. Se vengono forniti entrambi gli attributi "name" e "value", questo tag restituisce il conteggio totale del valore dato all’interno dell’intero set di risultati (per result="no") oppure il conteggio totale dei risultati contenenti il valore dato nell’intero set di risultati (per results="yes"). Il valore predefinito di "results" è "no". Nota: Per i campi non di tipo elenco, result="yes" e results="no" sono equivalenti. Il valore di "results" viene ignorato se l'attributo "value" non è specificato. Questo tag genera solo l’output dei campi specificati dai parametri sp-sfvl-field CGI nella query di ricerca.

3

<search-if-field-value-list-count name="field-name" value="field-value"> ... </search-if-field-value-list-count>

<search-if-not-field-value-list-count name="field-name" value="field-value"> ... </search-if-not-field-value-list-count>

Questi tag visualizzano il codice HTML tra di loro se la chiamata equivalente a <search-field-value-list-count name="field-name" value="field-value"> con gli attributi specificati restituirà (o non restituirà) un valore maggiore di zero.

4

<search-if-single-field-value-list-count name="field-name"> ... </search-if-single-field-value-list-count>

Questi tag visualizzano il contenuto tra di loro se la chiamata equivalente a <search-field-value-list-count name="field-name" value="field-value"> con gli attributi specificati restituirebbe (o meno) un singolo valore. Questo viene generalmente utilizzato quando un account utilizza slot per facet. Con gli slot per facet, in genere si desidera visualizzare lo slot per valori solo quando lo slot per nomi associato ha un singolo elemento. Eseguire questo controllo nel modello di trasporto è più efficiente rispetto a farlo nel livello di presentazione.

Tag dell'elenco di valori dei campi

I seguenti tag avanzati enumerano e producono i valori dei campi e i dati correlati dall’intero set di risultati di ricerca utilizzando un costrutto di ripetizione. Questi tag producono solo output per i campi specificati dai parametri sp-sfvl-field CGI nella query di ricerca.

Tag

Descrizione

1

<search-field-values name="field-name" sortby="none/values/counts/results" max-items="XX"> ... </search-field-values>

Questo tag crea un ciclo per l’enumerazione dei valori dei campi e dei dati correlati per un particolare campo nell’intero set di risultati. Non nidificare questo tag all’interno di un altro tag <search-field-values> . L'attributo "name" specifica il nome del campo contenente i valori da enumerare. L’attributo "sortby" facoltativo controlla l’ordine di enumerazione: "nessuno" significa nessun ordine particolare, "valori" significa ordinamento per valori di campo (in ordine crescente o decrescente in base alla proprietà Ordinamento del campo), sortby="conteggi" significa ordinamento in ordine decrescente dei conteggi dei valori dei campi e sortby="results" significa ordinamento in ordine decrescente del numero di risultati contenenti ciascun valore.

Sortby="conteggi" e sortby="risultati" sono equivalenti per i campi non di tipo elenco. . L’attributo opzionale "max-items" limita il numero di iterazioni al valore specificato. Il valore predefinito per "max-items" è -1, il che significa "enumerare tutti i valori".

2

<search-field-value date-format="date-format-string" encoding="html/javascript/json/perl/url/none" gmt="yes/no" language="0/language-id">

Questo tag restituisce il valore del campo per l'iterazione del ciclo <search-field-values> corrente. Questo tag è valido solo all'interno di un ciclo <search-field-values> . Gli attributi "date-format", "gmt" e "language" sono rilevanti solo se il tipo di contenuto del nome del campo specificato nel tag <search-field-values> che racchiude i valori <search-field-values> è "date". L'attributo "formato data" utilizza una stringa in formato data stile UNIX come "%A, %B %d, %Y" (per "lunedì 25 luglio 2020").

Vedere Stringhe del formato della data.

L’attributo "encoding" facoltativo controlla se i caratteri della stringa di output sono codificati in HTML, codificati JavaScript, codificati Perl, codificati o meno nell’URL, per l’output sulla pagina dei risultati. Il valore predefinito di "encoding" è "none". Normalmente, non è necessario specificare l'attributo di codifica. Per impostazione predefinita, "gmt" viene impostato su "yes" e controlla se la parte dell’ora della stringa di data deve essere restituita in GMT ("yes") o nel fuso orario dell’account ("no"). L’attributo "language" controlla le convenzioni relative alla lingua e alle impostazioni internazionali della stringa della data di output. "0" (impostazione predefinita) significa "Usa lingua account". Qualsiasi altro valore "language" viene interpretato come un identificatore specifico della lingua, ad esempio, "en_US" significa "Inglese (Stati Uniti)".

Consultare Identificatori di lingua.

3

<search-field-value-count results="yes/no">

Questo tag genera il conteggio associato all'iterazione del ciclo <search-field-values> corrente. Il conteggio di output è il numero di risultati nell'intero set di risultati contenente il valore del campo (result="yes"), oppure il conteggio totale del valore del campo nell'intero set di risultati. Il valore predefinito di "results" è "no".

Per i campi non di tipo elenco, result="yes" e results="no" sono equivalenti. Questo tag è valido solo all'interno di un ciclo <search-field-values> .

4

<search-field-value-counter>

Questo tag genera il contatore ordinale per l'iterazione del ciclo <search-field-values> corrente. Questo tag è valido solo all'interno di un ciclo <search-field-values> .

Suggerisci tag

Suggest fornisce un user friendly "Intende?" servizio per suggerire termini di ricerca alternativi. Se un utente ha digitato erroneamente un termine di ricerca, ad esempio, Suggerisci può aiutare l’utente a trovare i risultati suggerendo un’ortografia corretta. Il sistema può anche suggerire parole chiave correlate che possono aiutare un utente a scoprire i risultati. Durante la generazione dei suggerimenti, il servizio Suggerisci utilizza due dizionari: uno basato sulla lingua dell'account (impostato in Indexing > Words and Languages > Language) e l'altro che è generato in modo univoco dalle parole chiave nell'indice dell'account.

NOTA

Il servizio Suggerisci non funziona per cinese, giapponese o coreano.

Tag

Descrizione

3

<search-if-suggestions> ... </search-if-suggestions>

Racchiudi questi tag con qualsiasi tag modello "Suggerisci", ad esempio <search-sugal> , <search-suggestione-link> e così via. Se la ricerca genera suggerimenti, il motore di ricerca genera ed elabora tutti gli elementi tra il tag aperto e quello chiuso. Se la ricerca non genera suggerimenti, non viene emesso alcun contenuto nidificato.

2

<search-suggestions> ... </search-suggestions>

Questo tag genera il ciclo "Suggerisci", che contiene un elenco di termini di ricerca suggeriti (ad esempio, "intendete", "intenzionale" e "intende", per una query originariamente inserita come "intendds"). Quando si genera l’elenco di termini, il motore di ricerca ripete tutti i tag HTML e/o modello nidificati fino a cinque volte, che è il numero massimo di suggerimenti. Utilizza l’attributo count per specificare il numero di suggerimenti generati (tra 0 e 5).

Il tag <search-suggestione> può essere visualizzato più volte sulla pagina per ripetere l’elenco di suggerimenti. I suggerimenti multipli vengono ordinati in base al numero di risultati ottenuti.

Nidifica il tag <search-Sugers> tra i tag aperti e chiusi <search-if-sugg> .

1

<search-suggestion-link> ... </search-suggestion-link>

Questo tag genera un collegamento alla query di ricerca originale utilizzando il termine di ricerca suggerito selezionato invece del termine originale. Il tag accetta e stampa semplicemente qualsiasi attributo HTML, ad esempio classe, destinazione e stile. Il tag può anche accettare un attributo URL, il cui valore è utilizzato come URL di base per il collegamento generato. I tag possono essere visualizzati solo all'interno del ciclo <search-suggerimenti> .

4

<search-suggestion-text />

Questo tag stampa il termine di query attualmente suggerito (ad esempio, "intendete" per una query originariamente inserita come "intendds"). Il tag non ha attributi e può essere visualizzato solo all'interno del ciclo <search-suggerimenti> .

5

<search-if-not-suggestions> ... </search-if-not-suggestions>

Se la ricerca non genera alcun suggerimento, il motore di ricerca genera ed elabora tutti gli elementi tra il tag aperto e quello chiuso. Se la ricerca genera suggerimenti, non viene emesso alcun contenuto nidificato.

6

<search-if> ... </search-if>

Questi tag condizionali includono l'HTML tra di loro in base al fatto che il termine suggerito sia il primo termine nel ciclo Suggerisci . I tag devono essere visualizzati tra i tag <search-sugal> aperti e chiusi.

7

<search-if> ... </search-if>

Questi tag condizionali includono l'HTML tra di loro in base al fatto che il termine suggerito sia o meno l'ultimo termine nel ciclo Suggerisci . I tag devono essere visualizzati tra i tag <search-sugal> aperti e chiusi.

8

<search-suggestion-index>

Questo tag restituisce l'indice numerico del termine di ricerca suggerito corrente. Il tag deve essere visualizzato tra i tag <search-sugal> aperti e chiusi.

9

<search-suggestion-total>

Questo tag restituisce il numero totale di termini di ricerca suggeriti generati. Il tag deve essere visualizzato tra i tag <search-sugal> aperti e chiusi.

10

<search-suggestion-result-count>

Questo tag restituisce il numero totale di risultati per il termine di ricerca suggerito. Il tag deve essere visualizzato tra i tag <search-sugal> aperti e chiusi.

Tag stringa modello

I tag seguenti producono una stringa nell'HTML in quel punto del modello.

Tag

Descrizione

3

<search-body>

Il tag HTML body con le impostazioni di colore del collegamento Search Link impostate dalla sezione Basic Look sotto il collegamento Template (Modello). Aggiungi un attributo di sfondo a questo tag per visualizzare le immagini di sfondo nella pagina dei risultati. Qualsiasi attributo di colore aggiunto al tag sovrascrive le impostazioni di Colore collegamento ricerca impostate nella sezione Aspetto di base.

2

<search-header>

L’HTML per l’intestazione dei risultati di ricerca, come impostato nella sezione Aspetto di base, sotto il collegamento Modello.

3

<search-cdata> ... </search-cdata>

I tag dei dati di ricerca vengono sostituiti con i rispettivi equivalenti XML: <search-data> è sostituito da <![CDATA[" e il tag </search-data> è sostituito da " ]]> ". Un parser XML non analizza alcuna informazione tra il tag open e close.

4

<search-query query-number="XX" encoding="html/javascript/json/perl/url/none">

Query inserita dal visitatore. L'attributo "numero-query" avanzato e facoltativo controlla quale stringa di query numerata viene generata da questo tag. Ad esempio, <search-query query-number=1> restituisce il contenuto del parametro cgi sp_q_1 . Se non si specifica "numero-query" o se il numero-query è "0", viene generata la query principale ( sp_q ). L’attributo opzionale "encoding" controlla se l’output è codificato in HTML, codificato JavaScript, codificato in Perl, codificato o meno nell’URL, per l’output sulla pagina dei risultati. Il valore predefinito di "encoding" è "html". Normalmente, non è necessario specificare l'attributo di codifica.

5

<search-total>

Totale dei risultati della ricerca.

6

<search-count>

Il conteggio dei risultati segnalati per questa pagina.

7

<search-lower>

Numero del primo risultato segnalato per questa pagina.

8

<search-upper>

Il numero dell'ultimo risultato segnalato per questa pagina.

9

<search-prev-count>

Il numero di risultati segnalati per la pagina precedente.

10

<search-next-count>

Il numero di risultati segnalati per la pagina successiva.

11

<search-time>

Tempo in secondi per la ricerca.

12

<search-logo>

L’HTML del logo Ricerca configurato per l’account, se presente. Questo logo è l'immagine che attribuisce credito alla ricerca/merchandising del sito

Al momento la maggior parte degli account non dispone di un logo Ricerca associato.

13

<search-collection all="name">

Raccolta dei risultati della ricerca. L’attributo opzionale "all" viene utilizzato per indicare il nome della raccolta che rappresenta l’intero sito web.

14

<search-form> ...</search-form>

Inserisce i tag modulo iniziale e finale. Inserisce gli attributi del metodo e dell’azione nel tag modulo iniziale. Accetta attributi aggiuntivi, tra cui l’attributo dir="RTL" per il linguaggio e gli attributi "name" e "onSubmit" relativi a JavaScript.

15

<search-input-account>

Inserisce un tag di input del modulo che specifica il numero di account.

16

<search-input-gallery>

Inserisce un tag di input del modulo che specifica il numero della raccolta.

17

<search-input-query query-number="XX">

Inserisce un tag di input del modulo che specifica la stringa di interrogazione. L’attributo "numero query" avanzato e facoltativo controlla quale query numerata viene utilizzata per il tag di input del modulo. Ad esempio, <search-input-query query query-number=1> restituisce un tag di input del modulo per la query sp_q_1 . Se non viene specificato "numero-query" o se "numero-query" è "0", viene inserito un tag di input per la query sp_q principale.

18

<search-input-collections all="name">

Inserisce un tag di selezione modulo e un codice HTML associato che visualizza il menu di selezione delle raccolte. L’attributo opzionale "all" viene utilizzato per indicare il nome della raccolta che rappresenta l’intero sito web.

19

<search-lt>

Inserisce l’output da uno dei tag modello di ricerca all’interno di altri tag HTML o modello nella pagina dei risultati. <search-lt> inserisce un carattere minore di . L’utilizzo di <search-lt> e <search-gt> offre un modo per sfuggire alla definizione di un tag in modo da poter utilizzare i tag dei modelli di ricerca come valori di attributo. Quando viene eseguito il rendering del modello in risposta a una ricerca, un segno di minore (<) sostituisce il tag <search-lt> . Ad esempio, <search-link> equivale a <search-lt>a href="<search-url>"<search-gt> .

20

<search-gt>

Inserisce l’output da uno dei tag modello di ricerca all’interno di altri tag HTML o modello nella pagina dei risultati. <search-gt> inserisce un carattere maggiore di . L’utilizzo di <search-lt> e <search-gt> offre un modo per sfuggire alla definizione di un tag in modo da poter utilizzare altri tag modello come valori di attributo. Quando viene eseguito il rendering del modello in risposta a una ricerca, un segno di maggiore (>) sostituisce il tag <search-gt> . Ad esempio, <search-link> equivale a <search-lt>a href="<search-url>"<search-gt> .

21

<search-param name="param-name" length="XX" encoding="html/javascript/json/perl/url/none">

Restituisce il valore del parametro cgi denominato "param-name" dalla richiesta di ricerca corrente. L’attributo opzionale "encoding" controlla se l’output è codificato in HTML, codificato JavaScript, codificato in Perl, codificato o meno nell’URL, per l’output sulla pagina dei risultati. Il valore predefinito di "encoding" è "html". Normalmente, non è necessario specificare l'attributo di codifica.

22

<search-trace encoding="html/javascript/ json/perl/url/none">

L'attributo encoding è facoltativo; il valore predefinito è json .

Nota: Questo tag ha output solo se sp_trace=1 è specificato con i parametri della query di ricerca di base.

Vedi la riga 48 nella tabella riportata in Parametri CGI di ricerca back-end.

Tag di collegamento di ancoraggio modello

Di seguito sono riportati i tag che consentono a un collegamento di ancoraggio di racchiudere l’HTML tra di loro. Quando fai clic su , il collegamento di ancoraggio richiede la visualizzazione di un’altra pagina di risultati. Il "conteggio" facoltativo dell’attributo richiede la visualizzazione di molti risultati nella pagina. Se non viene specificato, viene utilizzato il conteggio richiesto nella pagina corrente. L’attributo "URL" avanzato e facoltativo controlla il dominio a cui è diretto il collegamento associato. Per impostazione predefinita il dominio è https://search.atomz.com/search/, ma puoi modificarlo utilizzando l’attributo URL.

Tag

Descrizione

1

<search-next URL="https://search.yourdomain.com/search/"> ... </search-next>

<search-prev URL="https://search.yourdomain.com/search/"> ... </search-prev>

Visualizza la pagina successiva o precedente dei risultati.

2

<search-sort-by-date URL="https://search.yourdomain.com/search/"> ... </search-sort-by-date>

<search-sort-by-score URL="https://search.yourdomain.com/search/"> ... </search-sort-by-score>

Ordina i risultati per data o per rilevanza.

1

<search-show-summaries URL="https://search.yourdomain.com/search/"> ... </search-show-summaries>

<search-hide-summaries URL="https://search.yourdomain.com/search/"> ... </search-hide-summaries>

Mostra o nasconde i riepiloghi.

Tag condizionali del modello

Tag che consentono di includere tra di essi un HTML condizionale.

Tag

Descrizione

3

<search-if-results> ... </search-if-results>

<search-if-not-results> ...</search-if-not-results>

Questi tag includono HTML se la pagina corrente contiene risultati di ricerca (o no).

2

<search-if-prev-count> ... </search-if-prev-count>

<search-if-not-prev-count> ... </search-if-not-prev-count>

<search-if-next-count> ... </search-if-next-count>

<search-if-not-next-count> ... </search-if-not-next-count>

Questi tag includono l’HTML se alla pagina precedente o a quella successiva sono associati dei risultati (o nessuno).

3

<search-if-sort-by-score> ... </search-if-sort-by-score>

<search-if-not-sort-by-score> ... </search-if-not-sort-by-score>

<search-if-sort-by-date> ... </search-if-sort-by-date>

<search-if-not-sort-by-date> ... </search-if-not-sort-by-date>

Questi tag includono HTML se la pagina corrente è o non è ordinata per rilevanza o per data.

4

<search-if-show-summaries> ... </search-if-show-summaries>

<search-if-hide-summaries> ... </search-if-hide-summaries>

Questi tag includono HTML se la pagina corrente mostra o nasconde i riepiloghi. Puoi utilizzare questi tag per includere o escludere qualsiasi parte del risultato della ricerca.

5

<search-if-input-collections> ... </search-if-input-collections>

<search-if-not-input-collections> ... </search-if-not-input-collections>

Questi tag includono HTML se è stata specificata una raccolta nella generazione dei risultati di ricerca per la pagina corrente.

6

<search-if-advanced> ... </search-if-advanced>

<search-if-not-advanced> ... </search-if-not-advanced>

Questi tag includono HTML se per la query di ricerca è stato specificato il parametro sp_advanced=1 CGI .

7

<search-if-bad-param name="parameter-name"> ... </search-if-bad-param>

<search-if-not-bad-param name="parameter-name"> ... </search-if-not-bad-param>

Questi tag includono o escludono l'HTML tra di loro se il parametro specificato non è valido o non è valido.

Attualmente è supportato solo il parametro sp_q_location[_#] .

8

<search-if-param name="param-name" value="param-value"> ... </search-if-param>

<search-if-not-param name="param-name" value="param-value"> ... </search-if-not-param>

Questi tag avanzati includono l’HTML tra di loro in base al fatto che il parametro CGI specificato nell’attributo "name" abbia il valore specificato nell’attributo "value".

9

<search-if-sort-by-field name="field-name"> ... </search-if-sort-by-field>

<search-if-not-sort-by-field name="field-name"> ... </search-if-not-sort-by-field>

Questi tag avanzati includono l’HTML tra di loro se la pagina corrente è o meno ordinata in base al nome del campo specificato.

Tag per il controllo dei moduli modello

Tag che consentono di controllare lo stato di selezione predefinito per le caselle di controllo, i pulsanti di scelta e le caselle di riepilogo all’interno di un <form> nel modello di ricerca.

Tag

Descrizione

1

<search-input>

Utilizzato in un modello al posto di un tag <input> . Quando il tag viene scritto nel browser, la parola input sostituisce search-input e tutte le altre informazioni nel tag vengono inviate così come sono. Inoltre, se il nome specificato nel tag è elencato come parametro CGI e se il valore specificato nel tag è il valore di quel parametro CGI, alla fine del tag viene aggiunta la parola selezionata . In questo modo, è possibile impostare automaticamente lo stato predefinito del pulsante di scelta o della casella di controllo nel risultato della ricerca allo stesso modo della query corrente.

Ad esempio, il codice HTML di una casella di controllo potrebbe avere un aspetto simile al seguente:

<input type="checkbox" name="sp_w" value="exact">Nessuna corrispondenza audio-simile

Il codice modello corrispondente per quella casella di controllo è il seguente:

<search-input type="checkbox" name="sp_w" value="exact">Nessuna corrispondenza audio-simile

Se la stringa del parametro CGI per la query contiene sp_w=esatto , il tag scritto nel browser con i risultati della ricerca sarà simile al seguente (la parola selezionata viene inserita alla fine del tag):

<input type="checkbox" name="sp_w" value="exact" checked="">Nessuna corrispondenza audio-simile

Se la stringa del parametro CGI per la query non contiene sp_w=esatto , il tag scritto nel browser con i risultati della ricerca sarà simile al seguente (la parola selezionata non è elencata nel tag ):

<input type="checkbox" name="sp_w" value="exact">Nessuna corrispondenza audio-simile

Il tag <search-input> è utile per inserire caselle di controllo e pulsanti di scelta nel modello di ricerca. Se nel modello di ricerca sono presenti caselle di controllo o pulsanti di scelta che si desidera aggiungere a <form> , utilizzare <search-input...> al posto di <input..> .

2

<search-select> ... </search-select>

<search-option> ... </search-option>

Le caselle di riepilogo a discesa in un tag <form> iniziano con un tag <select> e terminano con un tag </select> . Il nome per il parametro CGI associato è elencato all'interno del tag <select> . Dopo il tag <select> è riportato un elenco di tag <option> che specificano i valori da visualizzare all’interno della casella di riepilogo.

I tag <search-select> , </search-select> , <search-option> e </search-option> forniscono funzionalità simili al tag <search-input> . In altre parole, la parola selezionata viene aggiunta automaticamente alla fine del tag <option> inviato al browser se il nome nel tag <search-select> è elencato come parametro CGI e se il valore di tale parametro CGI è elencato come valore in un tag specifico <search-option> . In questo modo, è possibile impostare automaticamente la scelta predefinita della casella di riepilogo nel risultato della ricerca come la query corrente.

Ad esempio, una casella di riepilogo tipica avrà un aspetto simile al seguente:

<select name="sp_x" size=1> <option value="any" selected>Anywhere</option> <option value="title">Title</option> <option value="desc">Description</option> <option value="keys">Keywords</option> <option value="body">Body</option> <option value="alt">Alternate text</option> <option value="url">URL</option> <option value="target">Target</option> </select>

Il codice modello corrispondente per la casella di riepilogo è il seguente:

<search-select name="sp_x" size=1> <search-option value="any">Anywhere</search-option> <search-option value="title">Title</search-option> <search-option value="desc">Description</search-option> <search-option value="keys">Keywords</search-option> <search-option value="body">Body</search-option> <search-option value="alt">Alternate text</search-option> <search-option value="url">URL</search-option> <search-option value="target">Target</search-option> </search-select>

Se nel modello di ricerca sono presenti caselle di riepilogo da aggiungere a <form> , utilizzare <search-select...> al posto di <select...> , </search-select> al posto di </select> />, <search-option..> al posto di <option..> e </search-option> al posto di </option> .

1

<search-sort-by-field name="field-name" count="XX"> ... </search-sort-by-field>

Questi tag avanzati creano un collegamento di ancoraggio intorno all’HTML che li circonda. Quando fai clic su questo ancoraggio, viene visualizzata una pagina di risultati ordinati nel campo specificato. L'attributo count facoltativo specifica il numero di risultati da visualizzare nella pagina dei risultati. Se viene omesso il conteggio , viene utilizzato il conteggio utilizzato nella pagina corrente.

Stringhe del formato della data

È possibile utilizzare le seguenti specifiche di conversione nelle stringhe di formato data:

Stringa formato data

Descrizione

%A

Corrisponde alla rappresentazione nazionale del nome completo del giorno feriale, ad esempio "Lunedì". L'impostazione in LinguStatistics > Words & Languages > Language determina la rappresentazione nazionale.

Consulta Informazioni su parole e lingua.

%a

Corrisponde alla rappresentazione nazionale del nome abbreviato del giorno feriale, dove l'abbreviazione è costituita dai primi tre caratteri, ad esempio "Luna". L'impostazione in LinguStatistics > Words & Languages > Language determina la rappresentazione nazionale.

Consulta Informazioni su parole e lingua.

%B

Corrisponde alla rappresentazione nazionale del nome completo del mese, ad esempio "Giugno". L'impostazione in LinguStatistics > Words & Languages > Language determina la rappresentazione nazionale.

Consulta Informazioni su parole e lingua.

%b

Corrisponde alla rappresentazione nazionale del nome del mese abbreviato, dove l'abbreviazione è i primi tre caratteri, ad esempio "Giu". L'impostazione in LinguStatistics > Words & Languages > Language determina la rappresentazione nazionale.

Consulta Informazioni su parole e lingua.

%D

Equivalente a "%m/%d/%y", ad esempio "07/25/13".

%d

Corrisponde al giorno del mese come numero decimale (01-31).

%e

Corrisponde al giorno del mese come numero decimale (1-31). Un valore vuoto precede le singole cifre.

%H

Corrisponde all’orologio da 24 ore come numero decimale (00-23).

%h

Corrisponde alla rappresentazione nazionale del nome del mese abbreviato, dove l'abbreviazione è costituita dai primi tre caratteri, ad esempio "Jun" (uguale a %b).

%I

Corrisponde all’orologio da 12 ore come numero decimale (01-12).

%j

Corrisponde al giorno dell’anno come numero decimale (001-366).

%k

Corrisponde al (24 ore come numero decimale (0-23). Un valore vuoto precede le singole cifre.

%l

Corrisponde all’ora 12 ore di orologio come numero decimale (1-12). Un valore vuoto precede le singole cifre.

%M

Corrisponde al minuto come numero decimale (00-59).

%m

Corrisponde al mese come numero decimale (01-12).

%p

Corrisponde alla rappresentazione nazionale di "ante meridiem" o "post meridiem" a seconda dei casi, ad esempio "PM". L'impostazione in LinguStatistics > Words & Languages > Language determina la rappresentazione nazionale.

Consulta Informazioni su parole e lingua.

%R

Equivalente a "%H:%M", ad esempio, "13:23".

%r

Equivalente a "%I:%M:%S %p", ad esempio, "01:23:45 PM".

%S

Corrisponde al secondo come numero decimale (00-60).

%T

Equivalente a "%H:%M:%S", ad esempio, "13:26:47".

%U

Corrisponde al numero della settimana dell’anno (domenica come primo giorno della settimana) come numero decimale (00-53).

%v

Equivalente a "%e-%b-%Y", ad esempio, "25-lug-2013".

%Y

Corrisponde all’anno con un numero decimale, ad esempio "2013".

%y

Corrisponde all'anno senza secolo come numero decimale (00-99).

%Z

Corrisponde al nome del fuso orario.

%

Corrisponde a "%".

Identificatori di lingua

La tabella seguente contiene gli identificatori della lingua per ogni lingua supportata. Puoi utilizzare questi identificatori come valori per l'attributo opzionale "language" nei seguenti tag modello:

Lingua

Identificatore lingua

Bulgaro (Bulgaria)

bg_BG

Cinese (Cina)

zh_CN

Cinese (Hong Kong)

zh_HK

Cinese (Singapore)

zh_SG

Cinese (Taiwan)

zh_TW

Ceco (Repubblica ceca)

cs_CZ

Danese (Danimarca)

da_DK

Olandese (Belgio)

nl_BE

Olandese (Paesi Bassi)

nl_NL

Inglese (Australia)

en_AU

Inglese (Canada)

en_CA

Inglese (Gran Bretagna)

en_GB

Inglese (Stati Uniti)

en_US

Francese (Belgio)

fr_BE

Francese (Canada)

fr_CA

Finlandese (Finlandia)

fi_FI

Francese (Francia)

fr_FR

Francese (Svizzera)

fr_CH

Tedesco (Austria)

de_AT

Tedesco (Germania)

de_DE

Tedesco (Svizzera)

de_CH

Greco (Grecia)

el_GR

Gaelico irlandese (Irlanda)

ga_IE

Italiano (Italia)

it_IT

Giapponese (Giappone)

ja_JP

Coreano (Corea)

ko_KR

Norvegese (Norvegia)

no_NO

Polacco (Polonia)

pl_PL

Portoghese (Brasile)

pt_BR

Portoghese (Portogallo)

pt_PT

Russo (ex Unione Sovietica)

ru_SU

Slovacco (Slovacchia)

sk_SK

Slovacco (Slovenia)

sl_SI

Spagnolo (Messico)

es_MX

Spagnolo (Spagna)

es_ES

Svedese (Svezia)

sv_SE

Specifica dell'intestazione HTTP del tipo di contenuto

Puoi specificare l'intestazione di risposta HTTP Content-Type utilizzando il seguente tag:

<search-content-type-header [content="MIME-type"] [charset="charset-name"]>

Gli attributi content e charset sono facoltativi. Questo tag deve essere visualizzato il prima possibile nel modello. Si consiglia inoltre di visualizzarlo prima di <search-html-meta-charset> o <search-xml-decl>, in quanto influisce sul comportamento di tali tag.

Se non si specifica l'attributo content, il valore di MIME-type viene impostato automaticamente sul valore impostato in Settings > Crawling > Content Types. Se specifichi un attributo content, viene utilizzato come attributo predefinito content per il tag <search-html-meta-charset> .

Se non si specifica l'attributo charset, nessun valore charset viene scritto nell'intestazione content-type.

Se si specifica charset="1", il valore effettivo per charset-name è il valore del parametro sp_f CGI. Se non viene inviato alcun parametro CGI sp_f con la ricerca, il valore effettivo per charset-name viene letto dalle impostazioni del tuo account. Puoi visualizzare o modificare il set di caratteri associato all’account in Settings > My Profile > Personal Information > Character Encoding.

Consulta Configurazione delle informazioni utente personali.

Puoi scegliere un nome specifico per il set di caratteri elencandolo come valore charset, ad esempio charset="iso-8859-1" o charset="Shift-JIS".

Se si specifica un attributo charset, questo viene utilizzato come attributo predefinito charset per i tag <search-html-meta-charset> e <search-xml-decl>, nonché come output nell'intestazione content-type.

Specifica di un set di caratteri in un modello HTML

I modelli di risultati di ricerca HTML predefiniti specificano il set di caratteri associato all’account corrente tramite il seguente tag:

<search-html-meta-charset [content="MIME-type"] [charset="charset-name"]>

Gli attributi del contenuto e del set di caratteri sono facoltativi. Questo tag deve essere visualizzato nella sezione HTML <head> del modello. Questo tag genera il seguente tag nella pagina HTML generata dal modello:

<meta http-equiv="content-type" content="MIME-type; charset=charset-name">

Se non si specifica l’attributo di contenuto, il valore effettivo di MIME-type viene impostato automaticamente su uno dei due valori. Se il tag <search-content-type-header> ha specificato un attributo content, viene utilizzato tale valore. In caso contrario, il valore utilizzato è quello impostato nella scheda Templates > Settings > Content Type .

Se non si specifica l'attributo charset , il valore effettivo di charset-name viene impostato automaticamente su uno dei due valori. Se il tag <search-content-type-header> ha specificato un attributo charset, viene utilizzato tale valore. In caso contrario, il valore effettivo di charset-name viene letto dalle impostazioni del tuo account. Puoi visualizzare o modificare il set di caratteri associato all’account in Settings > My Profile > Personal Information > Character Encoding.

Consulta Configurazione delle informazioni utente personali.

Se si specifica charset="1", il valore effettivo per charset-name è il valore del parametro sp_f CGI. Se non viene inviato alcun parametro CGI sp_f con la ricerca, il valore effettivo per charset-name è il valore impostato nel tag <search-content-type-header> se specificato oppure il valore impostato nelle impostazioni dell’account.

È possibile specificare un nome specifico per il set di caratteri, come in charset="charset-name". Ad esempio, charset="iso-8859-1" o charset="Shift-JIS".

Il tag <search-html-meta-charset> è facoltativo. Se lo rimuovi, il browser assume i valori predefiniti per content-type, ovvero quanto segue: content="text/html; charset=ISO-8859-1". Puoi anche scegliere di sostituire il tag <search-html-meta-charset> con il tag http-equiv personalizzato.

Specifica di un set di caratteri in un modello XML

Il modello di risultato della ricerca XML predefinito specifica il set di caratteri associato al conto corrente tramite il seguente tag:

<search-xml-decl [charset="charset-name"]>

L'attributo charset è facoltativo. Questo tag deve essere visualizzato nella parte superiore del modello, ma dopo eventuali tag <search-content-type-header> . Questo tag determina il seguente tag nel documento XML generato dal modello:

<?xml version="1.0" encoding="charset-name" standalone="yes" ?>

Se non si specifica il valore charset, il valore effettivo di charset-name viene impostato automaticamente su uno dei due valori. Se <search-content-type-header> ha specificato un attributo charset, viene utilizzato tale valore. In caso contrario, il valore effettivo di charset-name viene letto dalle impostazioni del tuo account. Puoi visualizzare o modificare il set di caratteri associato all’account in Settings > My Profile > Personal Information > Character Encoding.

Consulta Configurazione delle informazioni utente personali.

Se si specifica charset="1", il valore effettivo per charset-name è il valore del parametro sp_f CGI. Se non viene inviato alcun parametro CGI sp_f con la ricerca, il valore effettivo per charset-name è il valore impostato nel tag <search-content-type-header> se specificato oppure il valore impostato nelle impostazioni dell’account.

Se lo desideri, puoi specificare un nome specifico per il set di caratteri, come in charset="charset-name". Ad esempio, charset="iso-8859-1" or charset="Shift-JIS".

Puoi scegliere di sostituire il tag <search-xml-decl> con il tag ?xml personalizzato.

Inclusione di un modello di ricerca in un altro

Per includere un modello di ricerca in un altro, utilizza il tag <search-include> , impostando l’attributo di file sul nome del file modello che desideri includere come nell’esempio seguente:

<search-include file="seo/seo_search_title.tpl" />

I segmenti dei modelli di ricerca SEO si trovano nella sottocartella seo/ e i normali modelli di ricerca si trovano nella sottocartella templates/ . Solo i file .tpl sono significativi da includere in questo contesto.

Gestione di più modelli di trasporto per il sito web

Puoi controllare l’aspetto dei risultati della ricerca nel sito web utilizzando diversi modelli di trasporto della ricerca per ogni area.

Per eseguire questo tipo di funzionalità di ricerca, puoi gestire i modelli di trasporto in ricerca/merchandising sul sito. In alternativa, puoi gestire i modelli di trasporto in Pubblica. Come per la ricerca/merchandising del sito, l’opzione Pubblica consente di modificare, visualizzare in anteprima e pubblicare più modelli di trasporto di ricerca.

Per impostare i moduli di ricerca in modo che utilizzino un modello di trasporto specifico (diverso da quello predefinito), utilizzare il parametro di query sp_t. Ad esempio, supponiamo che tu abbia un modello di ricerca denominato "autorizzazione" per l’area vendite contrassegnata del tuo sito web. È possibile utilizzare il modulo di ricerca HTML standard con il seguente codice modulo aggiuntivo:

<input type=hidden name="sp_t" value="clearance">

Quando un cliente fa clic su un modulo standard che contiene questa riga di codice, viene visualizzato il modello di trasporto di ricerca "libero" insieme ai relativi risultati di ricerca.

Vedere Uso delle raccolte nei moduli di ricerca.

Vedere Uso dei frame con forms.

Consultare Esempio di modulo di ricerca avanzato.

In questa pagina

Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free
Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now