5.5 Inserire dati di seconde e terze parti in Adobe Experience Platform

In questo esercizio imparerai come importare dati di seconde e terze parti in Informatica, unire set di dati e acquisire dati trasformati in Adobe Experience Platform come eventi di esperienza.

Finalità di apprendimento

  • Scopri come caricare i dati in Informatica
  • Scopri come creare un flusso di lavoro mappato in Informatica.
  • Scopri il processo per unire set di dati, arricchire i dati e assimilarli in Platform.

Risorse Lab

Attività Lab

  • Carica i file CSV dal bucket S3 in Informatica per gli ordini offline e i profili dei programmi fedeltà
  • Crea un flusso di lavoro mappatore per unire i set di dati di cui sopra, arricchire e filtrare i dati.
  • Esegui il processo per acquisire i dati in Adobe Experience Platform

Contesto aziendale: Utilizzo di Informatica per acquisire dati di seconde e terze parti in Platform

Brand di moda Luma Retail, ha una partnership con Survey Corp che ha accettato di condividere i loro ultimi risultati di sondaggio sulle preferenze delle persone per designer, colori e marchi. Luma Retail ha anche deciso di acquistare alcuni dati demografici su un mercato da Money Corp, fornendo dettagli sul reddito e i punteggi di credito delle persone. Combinando questi due set di dati Luma Retail intende indirizzare il cliente a esperienze più significative in base alle preferenze e ai redditi.

5.4.1 Creare sorgenti in un flusso di lavoro di mappatura

In questo esercizio, puoi caricare due file CSV dal bucket S3 in Informatica:

  • 3rdparty_data.csv
  • survey_data.csv

Vai a https://apse1.dm-ap.informaticacloud.com/diUI/products/integrationDesign/main/home.

Accedi utilizzando le credenziali che ti sono state inviate tramite e-mail.

ETL

Vedrete la home page di Informatica.

ETL

Nella home page di Informatica, fai clic su + Nuovo…Pulsante .

ETL

Vedrete questa finestra a comparsa.

ETL

Nel menu a sinistra nella finestra a comparsa, seleziona Mappature. Quindi, seleziona Mappatura.

ETL

Fai clic su Crea per iniziare a creare il flusso di lavoro di mappatura.

ETL

Verrà visualizzata questa schermata:

ETL

Per iniziare, configura il nome della mappatura. Per il nome della mappatura, utilizza LDAP - ex4. In questo esempio, il nome è vangeluw - ex4.

ETL

Fai clic su Salva nell'angolo superiore destro dello schermo per salvare le modifiche.

ETL

Quindi, iniziamo la creazione del flusso di lavoro di mappatura. Il flusso di lavoro si presenta così al momento.

ETL

Cominciamo rimuovendo l'oggetto Target per il momento. Selezionare l'oggetto Target e fare clic sull'icona Elimina.

ETL

Fare clic su Elimina nella finestra a comparsa.

ETL

Il flusso di lavoro si presenta così.

ETL

Selezionare l'oggetto Origine. Dopo aver selezionato l'oggetto Origine, viene visualizzata una finestra Proprietà nella parte inferiore dello schermo.

ETL

Nella finestra Proprietà, fai clic su Origine.

ETL

Apri il menu a discesa Connessione, individua la connessione S3 - LDAP e selezionala.

ETL

Vedrete questo.

ETL

Fare clic su Seleziona….

ETL

Viene visualizzata una finestra a comparsa che mostra la connessione S3. Nella colonna Pacchetti viene visualizzato il nome del bucket. Fai clic sul nome del bucket per selezionarlo.

ETL

Dopo aver selezionato il nome del bucket, vedrai i quattro file CSV caricati nel bucket S3 nell'esercizio 1.

Selezionare il file 3rdparty_data.csv e fare clic su OK.

ETL

Vedrete questo.

ETL

Fare clic su Opzioni di formattazione per definire la struttura del modello.

ETL

Nella finestra a comparsa, modifica il Tipo di formato da Nessuno a Delimitato.

ETL

Accettate le impostazioni predefinite e fate clic su OK.

ETL

Nella schermata Proprietà, fai clic su Anteprima dati.

ETL

Dovresti quindi vedere un'anteprima come questa. Fai clic su Fine per chiudere la finestra di anteprima.

ETL

Come puoi vedere nell’anteprima, ci sono diverse righe vuote per cui dovrai pulire il file prima di inserirlo in Adobe Experience Platform.

Successivamente, imposterai un secondo oggetto Source sul flusso di lavoro di mappatura.

Trascina nell’area di lavoro l’oggetto Origine dal menu a sinistra nella Panoramica progettazione.

ETL

Ora dovresti avere questa progettazione:

ETL

Selezionare il secondo oggetto Origine. Dopo aver selezionato il secondo oggetto Origine, verrà visualizzata nuovamente una finestra Proprietà nella parte inferiore dello schermo.

Nella finestra Proprietà, fai clic su Origine.

ETL

Apri il menu a discesa Connessione, individua la connessione S3 - LDAP e selezionala.

ETL

Vedrete questo.

ETL

Fare clic su Seleziona….

ETL

Viene visualizzata una finestra a comparsa che mostra la connessione S3. Nella colonna Pacchetti viene visualizzato il nome del bucket. Fai clic sul nome del bucket per selezionarlo.

ETL

Dopo aver selezionato il nome del bucket, vedrai i quattro file CSV caricati nel bucket S3 nell'esercizio 1.

Selezionare il file survey_data.csv e fare clic su OK.

ETL

Vedrete questo.

ETL

Fare clic su Opzioni di formattazione per definire la struttura del modello.

ETL

Nella finestra a comparsa, modifica il Tipo di formato da Nessuno a Delimitato.

ETL

Accettate le impostazioni predefinite e fate clic su OK.

ETL

Nella schermata Proprietà, fai clic su Anteprima dati.

ETL

Dovresti quindi vedere un'anteprima come questa. Fai clic su Fine per chiudere la finestra di anteprima.

ETL

Sono stati creati i connettori Sorgente necessari per questo esercizio.

5.4.2 Join Sources

In questo esercizio, ti unirai alle origini create sopra.

Al momento il flusso di lavoro di mappatura si presenta così:

ETL

Ora devi unire questi 2 set di dati. Per farlo, utilizza un Joiner. Nel menu Progettazione, scorri verso il basso fino a visualizzare l'oggetto Joiner .

ETL

Trascinare l'oggetto Joiner sull'area di lavoro.

ETL

Successivamente, è necessario collegare le due fonti al Joiner.

Fare clic sull'icona arancione + sul Joiner. Ora vedrai un nodo Master e un nodo Dettaglio.

ETL

Collegare Sorgente a Master e Origine 1 per i dettagli come indicato di seguito.

ETL

Definiamo ora le Proprietà del join.

ETL

Vai all'opzione di menu Campi in entrata. Viene visualizzato un messaggio di notifica per cui alcuni campi delle 2 origini hanno lo stesso nome. Ripariamolo prima.

Fai clic su Risolvi conflitti nome campo.

ETL

Vedrete questa finestra ora.

ETL

Per Master > Source, apri l'elenco a discesa per Opzioni di ridenominazione in blocco e seleziona Prefix.

Inserisci il prefisso m_.

Fai clic su OK.

ETL

Nella schermata Campi in arrivo, ora puoi scorrere verso il basso e vedrai che tutti i campi della sorgente principale ora hanno un prefisso m_ e il messaggio di errore è sparito.

ETL

Successivamente, è necessario definire la Condizione join. Fai clic su Condizione join nel menu a sinistra.

Vedrete questo.

ETL

Fai clic sull'icona piccola +.

Viene visualizzata una condizione di unione.

ETL

Imposta Join Type su Full Outer e connetti questi 2 campi tra loro:

m_email (string) = email (string)

ETL

Al termine, fai clic su Salva.

ETL

Le tue 2 sorgenti ora sono unite tra loro.

Non dimenticare di fare clic su Salva per salvare lo stato corrente della mappatura.

ETL

5.4.3 Filtrare i dati

Il passaggio successivo consiste nel filtrare i dati. In particolare, è necessario rimuovere potenziali righe vuote come nel caso di un account_id vuoto.

Per filtrare i dati, è necessario aggiungere un oggetto Filter sull'area di lavoro. È possibile trovare l'oggetto Filter nel menu a sinistra nel flusso di lavoro Progettazione.

ETL

Trascinare l'oggetto Filter sull'area di lavoro.

ETL

Quindi, controlla la finestra Proprietà .

ETL

Nel menu a sinistra, vai a Filtro.

Fai clic sull'icona + a destra per aggiungere un filtro.

ETL

Cambia la Condizione filtro in Avanzate.

ETL

Fare clic sul pulsante Modifica condizione filtro.

ETL

Nella finestra a comparsa Modifica filtro, incolla questo filtro:
IIF(ISNULL(m_email),FALSE,TRUE)

ETL

Fai clic su OK per salvare il filtro.

Ora hai definito il filtro, arricchiamo i tuoi dati.

Non dimenticare di fare clic su Salva per salvare lo stato corrente della mappatura.

ETL

5.4.4 Arricchire i dati

Nella fase di arricchimento, puoi aggiungere campi aggiuntivi al set di dati o trasformare i campi esistenti. In questo esempio, è necessario trasformare il campo esistente m_yearly_income. Gli addetti al marketing di Luma Retail non dovrebbero visualizzare i numeri dei redditi individuali, ma dovrebbero vedere una classe di reddito.
In questo caso, Luma Retail ha deciso che se il reddito annuale di qualcuno è superiore a 100000/anno, dovrebbe essere classificato come avente un high reddito. Se il loro reddito annuo è compreso tra 50000 e 100000/anno, devono essere classificati come aventi un reddito medium e se un reddito annuale è inferiore a 50000, è classificato come low.

Per trasformare un campo, utilizzerai un oggetto Espressione per aggiungere un oggetto Espressione all’area di lavoro. È possibile trovare l'oggetto Expression nel menu a sinistra nel flusso di lavoro Progettazione.

ETL

Trascinare l'oggetto Espressione sull'area di lavoro.

ETL

Quindi, controlla la finestra Proprietà .

Nel menu a sinistra, vai a Espressione.

Fai clic sull’icona + a destra per aggiungere un campo/espressione.

ETL

Verrà visualizzata questa finestra a comparsa:

ETL

Nella finestra a comparsa, definisci Nome campo e Tipo:

  • Nome campo: m_income
  • Tipo: string
  • Precisione: 256

ETL

Fai clic su OK per salvare il campo.

Vedrai questo:

ETL

Fai clic su Configura…

Nella finestra a comparsa Modifica espressione, incolla questa espressione:
IIF(TO_INTEGER(m_yearly_income) > 100000, 'high', IIF(TO_INTEGER(m_yearly_income) > 50000, 'medium', 'low'))

ETL

Fai clic su OK per salvare l'espressione.

Ora hai definito la tua espressione, inviamo i tuoi dati a Adobe Experience Platform.

Non dimenticare di fare clic su Salva per salvare lo stato corrente della mappatura.

ETL

5.4.5 Trasmissione di dati a Target

L'ultimo passaggio consiste nell'aggiungere l'oggetto Target al flusso di lavoro. Dal menu a sinistra, trascina e rilascia l’oggetto Target nell’area di lavoro.

ETL

Collegare l'oggetto Expression all'oggetto target.

ETL

Guarda le finestre Proprietà .

ETL

Nel menu a sinistra, vai a Target. Nel menu a discesa Connessione , seleziona la connessione Adobe Experience Platform.

ETL

A quel punto avrai questo:

ETL

Fai clic sul pulsante Seleziona per selezionare il set di dati Adobe Experience Platform da utilizzare.

Inserisci il termine di ricerca ETL e fai clic su Cerca. Verranno quindi restituiti questi set di dati.

Seleziona il set di dati Demo System - Profile Dataset for ETL (Global v1.1).

ETL

Nel menu a sinistra della finestra Proprietà, vai a Mappatura campo.

ETL

Mappa l'output sugli attributi dello schema come indicato di seguito:

Campo Nome elemento
preferito_designer --aepTenantId--.individualeCaratteristiche.retail.favoriteDesigner
preferito_shop --aepTenantId--.individualeCaratteristiche.retail.favoriteFashionBrand
preferito_color --aepTenantId--.individualeCaratteristiche.retail.favoriteColor
m_email --aepTenantId--.identity.core.email
m_id _id

La mappatura dei campi deve essere simile a questa (non dimenticare la mappatura per m_email).

ETL

Fai clic su Salva.

ETL

Ora disponi di un flusso di lavoro finito che può essere Esegui.

ETL

Fai clic sul pulsante Esegui nell'angolo in alto a destra dello schermo.

ETL

Dopo 30 secondi, vedrete questa finestra a comparsa. (Nota: può richiedere molto tempo, per favore attendi)

ETL

È necessario modificare Ambiente runtime in aepEmeaInformatica come indicato nella schermata . Se non si seleziona l’ambiente runtime corretto, il processo non verrà eseguito correttamente.

ETL

Fare clic su Esegui.

ETL

Dopo 20-30 secondi, il tuo processo verrà eseguito.

Per controllare lo stato del processo, vai all'opzione di menu a sinistra Lavori personali.

ETL

Individua il tuo lavoro nell’elenco e fai clic su di esso per aprirlo.

ETL

Poi vedrete qualcosa come questo:

ETL

Fai clic sul pulsante Aggiorna per visualizzare gli aggiornamenti.

ETL

Al termine del lavoro, i dati verranno acquisiti in Adobe Experience Platform.

Accedi a Adobe Experience Platform.

Dopo aver effettuato l'accesso, si aprirà la homepage di Adobe Experience Platform.

Acquisizione dei dati

Prima di continuare, devi selezionare una sandbox. La sandbox da selezionare si chiama --aepSandboxId--. Per farlo, fai clic sul testo Prod produzione nella riga blu in alto sullo schermo.

Acquisizione dei dati

Dopo aver selezionato la sandbox appropriata, visualizzerai la modifica dello schermo e ora ti trovi nella sandbox dedicata.

Acquisizione dei dati

Vai a Set di dati e immetti il termine di ricerca ETL. Vengono quindi visualizzati i seguenti set di dati:

ETL

Apri il set di dati Demo System - Profile Dataset for ETL (Global v1.1).

ETL

Scorri verso il basso fino a visualizzare gli ID batch e individuare il batch specifico.

ETL

Annotare l'ID batch così come ne avrai bisogno in modo da inviare il completamento del modulo 5.

Puoi anche visualizzare in anteprima i dati acquisiti.

ETL

Congratulazioni, ora hai utilizzato con successo Informatica per acquisire i dati del profilo e dell’evento esperienza in Adobe Experience Platform!

Passaggio successivo: Riepilogo e vantaggi

Torna al modulo 5

Torna a tutti i moduli

In questa pagina