5.1 Creare e configurare l'account Informatica

5.1.1 Crea il tuo account di prova Informatica

Vai a https://www.informatica.com/trials/cloud-data-integration.html. Vedrete questo.

ETL

Compila il modulo utilizzando le tue informazioni. Scorri verso il basso e fai clic su Avvia la tua versione di prova gratuita.

ETL

Vedrete questo.

ETL

Riceverai anche un'e-mail di conferma simile.
Fai clic su Conferma account nell’e-mail appena ricevuta.

ETL

Vedrete questo.

ETL

Compila il modulo e fai clic su Accesso.

ETL

Verranno visualizzati diversi messaggi di informazioni. Fai clic su Continua.

ETL

Fai clic su Continua.

ETL

Fai clic su Non mostrare più.

ETL

Viene visualizzata questa schermata, che è il punto iniziale dopo l'accesso a Informatica.

ETL

5.1.2 Abilitare il connettore a Adobe Experience Platform

Fai clic su Amministratore.

ETL

Vai a Connettori aggiuntivi.

ETL

Scorri verso il basso fino a visualizzare il connettore per Adobe Experience Platform e fai clic su Avvia versione di prova gratuita.

ETL

Fai clic su OK.

ETL

Il connettore per Adobe Experience Platform è ora installato nella tua istanza Informatica.

5.1.3 Creare l’ambiente runtime

Vai a Ambienti runtime.

ETL

Vedrai già il Agente ospitato di Experience Cloud che è già in esecuzione per la proprietà Informatica.

ETL

Fai clic su Scarica agente sicuro.

ETL

Vedrete questo. Seleziona la Piattaforma (macOS non è supportato) e assicurati di copiare il Installa token. Fai clic su Scarica.

ETL

NOTA

Poiché macOS non è supportato per installare Informatica Cloud Secure Agent, stiamo utilizzando un computer Windows per installare Cloud Secure Agent. Se si dispone di un MacBook, è possibile utilizzare BootCampoppure puoi utilizzare una soluzione come VMWare Fusion per eseguire un'immagine Windows dal MacBook.

I passaggi successivi sono in corso su un computer Windows.

Sul computer Windows, scarica il file di installazione di Informatica Cloud Hosted Agent.

ETL

Apri il file di installazione facendo doppio clic su di esso.

ETL

Usa la cartella predefinita (non modificare nulla) e fai clic su Successivo.

ETL

Fai clic su Installa.

ETL

Dopo l'installazione, è necessario compilare i seguenti valori:

  • Nome utente: questo è il tuo nome utente Informatica, che dovrebbe essere la tua e-mail.
  • Installa token: questo è il token che hai ricevuto quando hai fatto clic su Scarica agente sicuro nell'interfaccia utente di Informatica.

ETL

Poi avrai questo. Fai clic su Registra.

ETL

Infine, verrà visualizzata la schermata Informatica Cloud Secure Agent. Attendi un paio di minuti finché non vedi che l'agente protetto e tutti i suoi servizi sono in esecuzione.

ETL

Successivamente, devi copiare un file specifico, winutils.exe in una cartella specifica nel computer Windows. Per prima cosa, copia il file winutils.exe sul desktop del computer Windows e decomprimerlo.

ETL

Vai alla cartella C:\Program Files\Informatica Cloud Secure Agent\jdk\bin\.

ETL

Incolla il file winutils.exe in questa cartella.

ETL

Dopo l'installazione del Agente protetto cloud, l’ambiente di runtime viene visualizzato nell’elenco degli ambienti disponibili. Fai clic sulla nuova creazione Ambiente runtime.

ETL

Vedrete questo. Fai clic su Modifica.

ETL

Vedrete questo. Apri Servizio a discesa.

ETL

Seleziona Server di integrazione dei dati.

ETL

Scorri verso il basso fino a visualizzare INFA_MEMORY e fai clic sull’icona di modifica.

ETL

Sostituisci/incolla questo valore nel campo Inout :

'-Xms32m -Xmx2048m'

Scorri verso il basso fino a visualizzare JVMOption1 DTM e fai clic sull’icona di modifica.

ETL

Incolla questo valore nel campo di input:

-Dhadoop.home.dir="C:\\\Program Files\\\Informatica Cloud Secure Agent\\\jdk"

ETL

Aggiornare i valori dei campi JVMOption2 DTM e JVMOption3 DTM con questi valori:

'-XX:-UseGCOverheadLimit'

'-Xmx2048m'

ETL

Fai clic su Salva per salvare le modifiche. Fai clic sull’icona a croce bianca o nera per chiudere la modalità di modifica.

ETL

Tornerai qui, con l'ambiente runtime In funzione.

ETL

Se fai nuovamente clic su Ambiente runtime, vengono visualizzati questi dettagli. Assicurati di controllare se il Server di integrazione dei dati è Abilitato e In funzione.

ETL

NOTA

Se l'Agente di sicurezza di Informatica Cloud non è in esecuzione come previsto, puoi provare i seguenti passaggi:

  • Riavvia Cloud Secure Agent
  • Reinstallare Cloud Secure Agent
  • Elimina il nuovo ambiente runtime e reinstalla Cloud Secure Agent

5.1.4 Configurazione del connettore Adobe Experience Platform

5.1.4.1 Crea il certificato Adobe I/O

La configurazione del connettore Adobe Experience Platform in Informatica richiede l'accesso ai seguenti file di certificato, che si ottengono durante la configurazione dell'integrazione di Adobe I/O:

  • certificate_pub.crt
  • private.key

Se non disponi più di tali file, puoi crearli seguendo questi passaggi.

Vai a https://console.adobe.io/projects. Seleziona la tua organizzazione IMS in questo esempio Experience Platform internazionale. Cerca il progetto di Adobe I/O creato come parte dell’esercizio 3.3.2 - Configurare il progetto Adobe I/O, che deve essere nominato API di Platform - ldap e fai clic su per aprire il progetto.

ETL

Fai clic per aprire Account di servizio (JWT).

ETL

Vedrete questo.

ETL

Scorri verso il basso fino a visualizzare questo messaggio:

ETL

A questo punto dovrai caricare un file nel progetto di Adobe I/O. Nei passaggi seguenti, creerai il file necessario.

NOTA

Se utilizzi Microsoft Windows, assicurati di OpenSSL installato sul computer prima di continuare. È possibile trovare istruzioni per installare OpenSSL qui

Crea una nuova cartella sul desktop con il nome Certificato.

ETL

Apri una finestra terminale e passa alla cartella contenente i file di certificato di cui sopra: cd desktop/Certificate

ETL

Esegui il comando seguente: openssl req -x509 -sha256 -nodes -days 365 -newkey rsa:2048 -keyout private.pem -out certificate_pub.crt

Compila i prompt come indicato nello screenshot.

ETL

Se ora date un'occhiata al vostro Certificato cartella, vedrai questi 2 file:

  • private.pem
  • certificate_pub.crt

ETL

Quindi, esegui il seguente comando: openssl pkcs8 -topk8 -inform PEM -outform DER -in private.pem -nocrypt > private.der

ETL

Se ora date un'occhiata al vostro Certificato cartella, vedrai questi 3 file:

  • private.pem
  • certificate_pub.crt
  • private.der

ETL

Come output del comando precedente, si ottiene un nuovo file, con il nome private.der. Avrai bisogno di questo file nel passaggio successivo.

Prima di continuare, è comunque necessario caricare il file certificate_pub.crt nel progetto di Adobe I/O. Torna al progetto di Adobe I/O e fai clic su Aggiungi una chiave pubblica pulsante .

ETL

Nella finestra a comparsa che si apre, accedi al Certificato e seleziona il file certificate_pub.crt. Fai clic su Apri.

ETL

Vedrete questo.

ETL

Finalmente tornerai qui.

ETL

Ora hai tutto da fare per continuare con il passaggio successivo.

5.1.4.2 Carica il file private.der nel tuo ambiente runtime

Il file private.der deve essere copiato nel server dell'ambiente runtime creato nel passaggio precedente. Copia il file dalla cartella desktop locale Certificato all’ambiente runtime nella cartella C:\Program Files\Informatica Cloud Secure Agent

ETL

Una volta che il file del certificato private.der viene caricato nella directory di cui sopra, puoi continuare con l’esercizio successivo.

5.1.4.3 Configurare il connettore Adobe Experience Platform

Torna alla pagina Informatica istanza e vai a Connessioni.

ETL

Fai clic su Nuova connessione.

ETL

Compila o seleziona i seguenti valori:

  • Nome connessione: ldap - AEP (sostituire ldap con il proprio ldap)
  • Tipo: Adobe Experience Platform (Cloud Services Informatica)
  • Ambiente runtime: È necessario selezionare l’ambiente runtime locale creato in un passaggio precedente) (NON selezionare Agente ospitato di Experience Cloud)
  • Autenticazione: Connessione

ETL

Nei campi successivi, è necessario compilare i seguenti valori:

  • Ambiente: prod
  • Percorso chiave privata: file:///Program File/Informatica Cloud Secure Agent/private.der
  • ID client:
  • Segreto client:
  • ID account:
  • Organizzazione IMS:
  • Nome sandbox:

È possibile recuperare i valori per ID client, Segreto client, ID account, Organizzazione IMS dal progetto di Adobe I/O. Il nome della sandbox deve essere --aepSandboxId--.

ETL

Ora dovresti avere questo:

ETL

Infine, fai clic su Prova connessione per verificare se tutti i tuoi dettagli sono corretti. Dovresti ricevere una notifica che dice Il test per questa connessione è stato eseguito correttamente.

ETL

Fai clic su Salva per salvare la configurazione della connessione.

È ora possibile utilizzare l’integrazione tra Informatica e Adobe Experience Platform.

Passaggio successivo: 5.2 Configurare un bucket AWS S3

Torna al modulo 5

Torna a tutti i moduli

In questa pagina