Tracciamento riproduzione core con JavaScript 2.x

Le istruzioni seguenti forniscono indicazioni per l'implementazione negli SDK 2.x.

IMPORTANTE

Se implementi una versione 1.x dell'SDK, puoi scaricare le guide per sviluppatori 1.x qui: Scaricare gli SDK

  1. Configurazione del tracciamento iniziale

    Identifica quando l'utente attiva l'intenzione di riproduzione (l'utente fa clic su play e/o autoplay è attivato) e crea un'istanza MediaObject.

    API createMediaObject

    Nome variable Descrizione Obbligatorio
    name Nome file multimediale
    mediaid Identificatore univoco del supporto
    length Lunghezza del supporto
    streamType Tipo di flusso (vedere Costanti StreamType di seguito)
    mediaType Tipo di supporto (vedi Costanti MediaType di seguito)

    StreamTypecostanti:

    Nome costante Descrizione
    VOD Tipo di flusso per Video on Demand.
    LIVE Tipo di flusso per il contenuto LIVE.
    LINEAR Tipo di flusso per il contenuto LINEAR.
    AOD Tipo di flusso per Audio on Demand.
    AUDIOBOOK Tipo di flusso per Audio Book.
    PODCAST Tipo di flusso per Podcast.

    MediaTypecostanti:

    Nome costante Descrizione
    Audio Tipo di supporto per flussi audio.
    Video Tipo di supporto per i flussi video.
    var mediaObject =  
      MediaHeartbeat.createMediaObject(<MEDIA_NAME>,  
                                      <MEDIA_ID,  
                                      <MEDIA_LENGTH>,
                                      MediaHeartbeat.StreamType.VOD,
                                      <MEDIA_TYPE>);
    
  2. Allega metadati

    Facoltativamente, allega oggetti metadati standard e/o personalizzati alla sessione di tracciamento tramite variabili di dati di contesto.

    • Metadati standard

      Implementazione dei metadati standard in JavaScript

      NOTA

      Il collegamento dell'oggetto metadati standard all'oggetto multimediale è facoltativo.

    • Metadati personalizzati

      Crea un oggetto variabile per le variabili personalizzate e compila i dati per questo supporto. Ad esempio:

      /* Set custom context data */
      var customVideoMetadata = {
          isUserLoggedIn: "false",
          tvStation: "Sample TV station",
          programmer: "Sample programmer"
      };
      
  3. Tracciare l'intenzione di avviare la riproduzione

    Per iniziare a monitorare una sessione multimediale, chiama trackSessionStart sull'istanza Media Heartbeat:

    mediaHeartbeat.trackSessionStart(mediaObject, customVideoMetadata);
    
    SUGGERIMENTO

    Il secondo valore è il nome dell'oggetto metadati multimediali personalizzati creato al passaggio 2.

    IMPORTANTE

    trackSessionStart tiene traccia delle intenzioni dell'utente in merito alla riproduzione, non dell'inizio della riproduzione. Questa API viene utilizzata per caricare i dati/metadati e per stimare la metrica QoS time-to-start (la durata tra trackSessionStart e trackPlay).

    NOTA

    Se non utilizzi metadati personalizzati, invia semplicemente un oggetto vuoto per l’argomento data in trackSessionStart, come mostrato nella riga commento nell’esempio iOS precedente.

  4. Tracciare l'inizio effettivo della riproduzione

    Identificare l'evento dal lettore multimediale per l'inizio della riproduzione, dove viene eseguito il rendering del primo fotogramma del file multimediale sullo schermo, e chiamare trackPlay:

    mediaHeartbeat.trackPlay();
    
  5. Tracciare il completamento della riproduzione

    Identificare l'evento dal lettore multimediale per il completamento della riproduzione, dove l'utente ha guardato il contenuto fino alla fine, e chiamare trackComplete:

    mediaHeartbeat.trackComplete();
    
  6. Monitora la fine della sessione

    Identificare l'evento dal lettore multimediale per lo scaricamento/la chiusura della riproduzione, in cui l'utente chiude il supporto e/o il supporto è stato completato e scaricato, e chiamare trackSessionEnd:

    mediaHeartbeat.trackSessionEnd();
    
    IMPORTANTE

    trackSessionEnd segna la fine di una sessione di tracciamento. Se la sessione è stata controllata correttamente al completamento, dove l’utente ha guardato il contenuto fino alla fine, assicurati che trackComplete venga chiamato prima di trackSessionEnd. Qualsiasi altra chiamata API track* viene ignorata dopo trackSessionEnd, tranne trackSessionStart per una nuova sessione di tracciamento.

  7. Tracciare tutti gli scenari di pausa possibili

    Identifica l'evento dal lettore multimediale per la pausa e la chiamata trackPause:

    mediaHeartbeat.trackPause();
    

    Pausa scenari

    Identifica qualsiasi scenario in cui il lettore multimediale si mette in pausa e assicurati che trackPause sia chiamato correttamente. I seguenti scenari richiedono tutti che la chiamata all'app trackPause():

    • L’utente inserisce esplicitamente una pausa nell’app.
    • Il lettore si mette in stato di Pausa.
    • (App mobili) - L'utente mette l'applicazione in background, ma desideri che l'app mantenga aperta la sessione.
    • (App mobili) - Si verifica un qualsiasi tipo di interruzione del sistema che causa lo sfondo di un'applicazione. Ad esempio, l'utente riceve una chiamata, o si verifica un pop-up da un'altra applicazione, ma si desidera che l'applicazione mantenga in vita la sessione per dare all'utente la possibilità di riprendere il supporto dal punto di interruzione.
  8. Identifica l'evento dal lettore per la riproduzione e/o la ripresa dalla pausa e chiama trackPlay:

    mediaHeartbeat.trackPlay();
    
    SUGGERIMENTO

    Può trattarsi della stessa origine evento utilizzata nel passaggio 4. Assicurati che ogni chiamata API trackPause() sia associata a una seguente chiamata API trackPlay() quando la riproduzione riprende.

In questa pagina