Dieci best practice per Adobe Campaign operazione riuscita per gli addetti al marketing

Ultimo aggiornamento: 2023-11-27
  • Argomenti:
  • Personalization
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Campaigns
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Subscriptions
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Deliverability
    Visualizza ulteriori informazioni su questo argomento
  • Creato per:
  • Beginner
    User

Christian Klimczyk si descrive da sé "Adobe Nerd" con sette anni di Adobe Experience Cloud, principalmente incentrato su Adobe Campaign. Come un Adobe Proprietario della piattaforma per una grande azienda CPG, Christian e il suo team usano Campaign per tutte le comunicazioni e le interazioni con i consumatori. Coordinano e gestiscono facilmente requisiti normativi elevati e campagne di marketing multicanale per consumatori con direct mailing, e-mail e SMS/MMS.

In questo articolo, Christian condivide le sue best practice per aiutare Adobe Campaign i professionisti sbloccano e accelerano la trasformazione digitale dei consumatori e offrono ai clienti un’esperienza migliore.

1. Creare un piano complessivo e coerente per il marketing e la consegna

Il primo passo per garantire il successo con Adobe Campaign significa comprendere i tuoi strumenti e le aspettative dei clienti, e questo è vero in ogni tipo di marketing. Definisci e comprendi chiaramente i canali utilizzati per contattare i consumatori, sapere quando e perché usarli.

AdobeCampaign è uno strumento flessibile che consente di eseguire e orchestrare le comunicazioni in diversi modi. Metà dei clienti interagiscono con tre o cinque canali durante ogni percorso di acquisto. Pertanto, comprendere e pianificare l’utilizzo iniziale di questi canali è fondamentale per sfruttare appieno il potenziale della piattaforma e per offrire ai clienti la massima soddisfazione.

2. Documentare e comprendere i dati dei clienti

Secondo uno studio di Hubspot, le campagne segmentate presentano tassi di apertura superiori del 14,31% e un 101% in più rispetto alle campagne non segmentate. Gli addetti al marketing tramite e-mail che hanno segmentato il pubblico prima della campagna hanno dichiarato che i ricavi generati sono aumentati fino al 760%.

In entrata Adobe Campaign, puoi orchestrare la segmentazione in modo rapido e semplice. Tuttavia, per semplificare e facilitare questo processo, gli operatori delle campagne e i professionisti del marketing devono avere una comprensione documentata dei dati sottostanti durante la progettazione e la richiesta di una creazione ed esecuzione di campagne. È fondamentale comprendere i dati correnti e prevedere in che modo potrebbero essere necessari i dati necessari quando si collabora con amministratori e sviluppatori che supportano Campaign.

Le campagne sono valide solo quanto lo sono le strutture di dati sottostanti che le supportano. La conoscenza e la documentazione di questa struttura di dati aiuta anche se si verificano problemi durante l’integrazione di piattaforme o il passaggio a una piattaforma di dati di consumo

3. Pianificare la tempistica delle campagne

Come i tuoi clienti, anche tu segui una routine quotidiana. L’invio e l’orchestrazione delle campagne devono corrispondere a tale ritmo. In caso contrario, potresti non riuscire a contattare i tuoi clienti in quanto l’85% della posta inviata non viene aperta e il 98% della posta inviata non riceve un click-through.

Ad esempio, se i clienti controllano il telefono al mattino per le migliori offerte, prendi in considerazione la possibilità di inviare loro un messaggio promozionale. Se cercando la tendenza più in voga durante la notte, prendi in considerazione l'invio di un'e-mail di follow-up con un codice promozionale per la spedizione gratuita. È inoltre importante utilizzare lo strumento mappa di calore in Campaign per tenere traccia di quando vengono eseguiti flussi di lavoro e invii. Coordinare e facilitare le comunicazioni tra più marchi può risultare impegnativo. Tenere d'occhio e conoscere il ritmo, la cadenza e la tempistica delle e-mail Campaign è prezioso per la stabilità e la forza complessiva del messaggio e dell’istanza di

4. Utilizza la personalizzazione quando conta

Al giorno d’oggi, i consumatori si aspettano un certo livello di personalizzazione nei messaggi che ricevono. L’80% dei clienti ha più probabilità di acquistare da un marchio che offre esperienze personalizzate. Mettere il loro nome nell’oggetto è ideale. Tuttavia, la personalizzazione può fare molto di più. Puoi includere i prodotti che hanno visionato, collegarli a prodotti simili o continuare a rafforzare l’esperienza e l’aspetto del tuo marchio in modo coerente. Ogni dettaglio conta e stimola il coinvolgimento e i tassi di apertura dei messaggi.

5. Avere un inventario efficiente per le risorse creative

Le risorse creative sono la benzina che aiuta ad alimentare il tuo motore delle consegne in modo efficace e rodato. Maggiore è il tuo successo nel raggiungere i tuoi consumatori, più ampia è la scalabilità e la maturazione dei processi di marketing, più contenuti creativi ti servono. I consumatori se lo aspettano.

Sei veloce solo quanto la prossima consegna che il tuo team può configurare. Spesso questo richiede contenuti nuovi e interessanti. Adobe Campaign semplifica la configurazione dei modelli e la ricezione e la preparazione di queste consegne. Tuttavia, avere una pipeline creativa efficiente è fondamentale in quanto, secondo un rapporto Litmus, il 58% degli addetti al marketing ha rilevato che ci vogliono due settimane o più per creare una singola campagna e-mail.

6. Comprendere e gestire gli abbonamenti e le preferenze

La gestione e la manutenzione delle preferenze di abbonamento possono rapidamente complicarsi, causando vari livelli di rischio. Come quando si invia il messaggio sbagliato al cliente tramite un canale a cui non risponde, nove consumatori su dieci affermano che avere un'esperienza negativa li rende meno propensi a fare acquisti con un marchio in futuro. Su scala più ampia, potresti esporti a rischi e sanzioni normativi e di conformità.

Avere una strategia iniziale per gestire i opt-in e coltivare questo ecosistema in continua evoluzione attraverso l'uso esperto di Adobe Campaign e altri strumenti tecnologici di marketing. Spesso, questa è una delle metriche di successo maggiori della campagna, quindi un’attenta pianificazione produce ottimi profitti man mano che la strategia della campagna si sviluppa e matura.

7. Comprendere e pianificare il recapito messaggi

Il recapito messaggi spesso sembra un concetto mistico e complicato. Un'importante regola di base del recapito messaggi è la pianificazione strategica. Avviare gli indirizzi IP e costruire una buona reputazione richiede tempo. La diminuzione della reputazione può avvenire rapidamente, rendendo difficile riparare eventuali danni. Infatti, una e-mail su sei non riesce a raggiungere la casella in entrata.

I problemi di recapito possono verificarsi a causa di molteplici fattori tecnici o problemi in base al modo in cui i consumatori rispondono al tuo marketing. Tenendo presente il recapito messaggi nella creazione e nell’esecuzione di campagne e nel processo retrospettivo, puoi garantire di mantenere un ambiente efficiente e stabile e continuare a fornire ai clienti esperienze positive.

8. Pianificare e sviluppare un processo retrospettivo della campagna

Per quanto tu possa essere impegnato nella consegna e nell’orchestrazione delle campagne, è spesso altrettanto efficace, se non di più, rivedere i risultati ottenuti e rivalutare i processi e la segmentazione delle campagne. Organizza retrospettive delle campagne ogni due o quattro settimane, a seconda della portata e della velocità delle esecuzioni delle campagne.

La creazione di un set di domande basato su modelli può contribuire a favorire una conversazione approfondita e ponderata su come migliorare i tempi di consegna delle campagne, i creativi o la segmentazione tra molti altri argomenti. A volte è possibile migliorare e velocizzarsi solo se si impara da ciò che è stato eseguito in precedenza.

9. Test e iterazione

Quando provi cose nuove, qualche volta è possibile sbagliare. Quindi, è essenziale testare e iterare i processi e le tattiche. Prova un gruppo di clienti che possa essere difficile da raggiungere o che potrebbe essere particolarmente adatto. Diventa creativo. Prova una nuova chiamata all’azione. Cambiare solo per amore del cambiamento non è produttivo, ma diversi esperimenti piccoli e precisi nel tempo possono contribuire a potenziali grandi vittorie future per te e i tuoi clienti.

10. Rimani il più agile possibile

Il mercato continua a cambiare e a muoversi a un ritmo sempre crescente. Incoraggiare i team delle campagne a rimanere il più leggeri e agili possibile è fondamentale per competere e continuare a soddisfare le crescenti aspettative dei clienti.

Il 35% dei leader del marketing digitale ritiene che le sfide più importanti provengano dall'interno della propria organizzazione. A questo scopo, effettua una formazione incrociata su alcune piattaforme, migliora la tua comprensione dei flussi di dati e della struttura o di altro Adobe e creare piani di emergenza per le campagne. Questa mentalità può essere raggiunta in molti modi, ma un impegno complessivo per l'agilità e la pianificazione è fondamentale per raggiungere il successo a breve e lungo termine.

In questa pagina