ASO

AEM System Overview

Informazioni di base

ASO identifica informazioni generali sull’istanza di AEM. Ogni risultato fornisce un valore di un particolare tipo di informazioni di sistema.

I sottotipi vengono utilizzati per identificare diversi tipi di informazioni:

  • aem.version: versione di AEM.
  • aem.product: rilevamento dell’uso di un prodotto AEM (Commerce, Forms, ecc.).
  • node.count: conteggio approssimativo dei nodi di un determinato tipo (Pagina, Risorsa, ecc.) e il totale complessivo dei nodi.
  • node.store: tipo di implementazione dell’archivio dei nodi (SegmentNodeStore, DocumentNodeStore) e relative dimensioni.
  • data.store: tipo di implementazione dell’archivio dei dati (FileDataStore, S3DataStore, AzureDataStore).
  • maintenance.task: attività di manutenzione.
  • slow.query: query lenta.
  • group.membership: numero di utenti e sottogruppi (solo membri diretti/dichiarati) in un gruppo.
  • cqtag.count: numero di risorse con tag CQ.
  • smarttag.count: numero di risorse con tag avanzati.
  • ccom.version: versione del pacchetto dei componenti core.
  • instance.type: tipo di istanza di AEM (author|publish).
  • unprocessed.asset.count: numero di risorse non elaborate.
  • vanity.url.count: numero di URL personalizzati.
  • index.size: dimensione totale dell’indice Lucene migrabile.

Possibili implicazioni e rischi

  • I seguenti dati sono forniti a scopo informativo: versione di AEM, numero di nodi, appartenenza ai gruppi, archivio nodi, tipi di implementazione dell’archivio dati, numero di tag CQ e di tag avanzati, versione dei componenti core, tipo di istanza di AEM e numero di risorse non elaborate.
  • Un numero elevato di URL personalizzati (>1000) può comportare un carico notevole per Dispatcher e i server Publish con query costose.
  • L’applicazione personalizzata può basarsi su prodotti o funzionalità non disponibili in AEM as a Cloud Service.
  • L’aggiornamento con funzioni non supportate potrebbe impedire l’aggiornamento o il corretto funzionamento di un’applicazione.

Soluzioni possibili

  • Gli aggiornamenti di AEM con prodotti o funzionalità non supportati non sono consigliati e potrebbero non essere supportati.
  • Le risorse non elaborate devono essere elaborate e la proprietà dam:assetState sul nodo jcr:content della risorsa deve essere impostata su “processed”; in alternativa, rimuovi queste risorse dal set di migrazione prima di migrare ad AEMaaCS.
  • Gli URL personalizzati possono essere sostituiti con Apache Rewrite.
  • Consulta le note sulla versione per scoprire le ultime modifiche implementate in AEM as a Cloud Service.
  • Per eventuali domande o dubbi, contatta il Team di supporto AEM.

In questa pagina