Configurazione Adobe Project Firefly

I progetti Asset Compute sono progetti Adobe Project Firefly appositamente definiti e, come tali, richiedono l’accesso ad Adobe Project Firefly in Adobe Developer Console per configurarli e distribuirli.

Creare e configurare Adobe Project Firefly in Adobe Developer Console

Click-through della configurazione di Adobe Project Firefly (nessun audio)

  1. Accedi a Adobe Developer Console utilizzando l'Adobe ID associato agli account e ai servizi in provisioning. Assicurati di essere un amministratore di sistema o in Ruolo sviluppatore per l'organizzazione Adobe corretta.

  2. Crea un progetto Firefly toccando Crea nuovo progetto > Progetto da modello > Project Firefly

    Se non è disponibile_ Crea nuovo pulsante di progetto o Project _Fireflytype , significa che l’organizzazione Adobe non è disponibile con Project Firefly.

    • Titolo del progetto: WKND AEM Asset Compute
    • Nome app: wkndAemAssetCompute<YourName>
      • Il Nome app deve essere univoco in tutti i progetti Firefly e non può essere modificato in seguito. Prefissare il nome dell'azienda o dell'organizzazione e inserire un suffisso significativo è un buon approccio, ad esempio: wkndAemAssetCompute.
      • Per l’abilitazione automatica, spesso è meglio impostare il nome su Nome app, ad esempio wkndAemAssetComputeJaneDoe per evitare conflitti con altri progetti Project Firefly.
    • In Workspace aggiungi un nuovo ambiente denominato Development
    • In Adobe I/O Runtime assicurarsi che sia selezionato Includi runtime con ogni area di lavoro
    • Tocca Salva per salvare il progetto
  3. Nel progetto Adobe Firefly, seleziona Development dal selettore dell’area di lavoro

  4. Tocca + Aggiungi servizio > API per aprire la procedura guidata Aggiungi un'API, utilizza questo approccio per aggiungere le seguenti API:

    • Experience Cloud > Asset Compute
      • Seleziona Genera una coppia di chiavi e tocca il pulsante Genera coppia di chiavi, quindi salva il config.zip scaricato in una posizione sicura per uso successivo
      • Tocca Avanti
      • Seleziona il profilo di prodotto Integrazioni - Cloud Service e tocca Salva API configurata
    • Adobe Services > Eventi di I/O e tocca Salva API configurata
    • Adobe Services > API di gestione I/O e tocca Salva API configurata

Accedi a private.key

Quando si impostava l’ Integrazione API Asset Compute veniva generata una nuova coppia di chiavi e veniva scaricato automaticamente un file config.zip . Questo config.zip contiene il certificato pubblico generato e il file corrispondente private.key.

  1. Decomprimi config.zip in un punto sicuro del file system, in quanto private.key è utilizzato in seguito
    • I segreti e le chiavi private non dovrebbero mai essere aggiunti a Git come una questione di sicurezza.

Rivedere le credenziali dell’account di servizio (JWT)

Le credenziali di questo progetto Adobe I/O vengono utilizzate dallo strumento di sviluppo Asset Compute locale per interagire con Adobe I/O Runtime e dovranno essere incorporate nel progetto Asset Compute. Acquisisci familiarità con le credenziali dell’account di servizio (JWT).

Credenziali account di Adobe Developer Service

  1. Dal progetto Adobe I/O Project Firefly , accertati che l’ area di lavoro Development sia selezionata
  2. Tocca su Account di servizio (JWT) in Credenziali
  3. Rivedere le credenziali di Adobe I/O visualizzate
    • La chiave pubblica elencata in basso ha la sua controparte private.key nel config.zip scaricato quando Asset Compute API è stato aggiunto a questo progetto.
      • Se la chiave privata viene persa o compromessa, è possibile rimuovere la chiave pubblica corrispondente e creare o caricare una nuova coppia di chiavi in Adobe I/O utilizzando questa interfaccia.

In questa pagina