Layout reattivo

AEM consente di creare un layout reattivo per le pagine mediante il componente Contenitore di layout.

Questo fornisce un sistema paragrafo che consente di posizionare i componenti all’interno di una griglia reattiva. Con questa griglia è possibile riorganizzare il layout in base alla dimensione e al formato del dispositivo o della finestra. Il componente viene utilizzato insieme alla modalità Layout, che consente di creare e modificare il layout reattivo (o dinamico) in base al dispositivo.

Il Contenitore di layout:

  • Fornisce ancoraggio orizzontale sulla griglia, unitamente alla possibilità di posizionare componenti affiancati sulla griglia e definire quando dovrebbero venire compressi/ridisposti.
  • Utilizza punti di interruzione predefiniti (ad es. per smartphone, tablet ecc.) per definire il comportamento del contenuto per i relativi dispositivi e orientamenti.
    • Ad esempio, puoi personalizzare le dimensioni del componente o specificare se il componente può essere visualizzato su dispositivi specifici.
  • Può essere nidificato per abilitare il controllo delle colonne.

L’utente può quindi visualizzare quale sarà l’aspetto dei contenuti per dispositivi specifici utilizzando l’emulatore.

AEM consente di realizzare il layout dinamico per le pagine utilizzando una combinazione di meccanismi:

  • Componente Contenitore di layout

    Questo componente è disponibile nel browser dei componenti e fornisce un sistema paragrafo a griglia che consente di aggiungere e posizionare i componenti all’interno di una griglia dinamica. Può essere impostato anche come sistema paragrafo predefinito sulla tua pagina.

  • Modalità Layout

    Una volta che il Contenitore di layout è collocato nella pagina, è possibile utilizzare la modalità di Layout per posizionare i contenuti all’interno della griglia dinamica.

  • Emulatore
    Consente di creare e modificare siti web dinamici il cui layout si riorganizza in base alle dimensioni del dispositivo o della finestra, ridimensionando i componenti in modo interattivo. L’utente può quindi visualizzare quale sarà l’aspetto dei contenuti utilizzando l’emulatore.

Con questi meccanismi basati su una griglia reattiva è possibile:

  • Utilizzare i punti di interruzione per definire il layout di contenuti diversi in base alla larghezza del dispositivo (in relazione al tipo di dispositivo e all’orientamento).
  • Utilizzare questi stessi punti di interruzione e layout di contenuti per assicurare che il contenuto sia dinamico rispetto alle dimensioni della finestra del browser sul desktop.
  • Utilizzare l’ancoraggio orizzontale sulla griglia per posizionarvi i componenti, ridimensionarli, definire quando dovrebbero venire compressi o ridisposti in modo da risultare affiancati o sovrapposti.
  • Nascondere componenti per layout di dispositivo specifici.
  • Gestire il controllo delle colonne.

A seconda del progetto, il Contenitore di layout può essere usato come il sistema paragrafo predefinito per le pagine o come componente disponibile per essere aggiunto alla pagina tramite il browser Componenti (o entrambi).

SUGGERIMENTO

Adobe fornisce la documentazione GitHub relativa al layout dinamico come riferimento per gli sviluppatori front-end, consentendo loro di utilizzare la griglia di AEM fuori da AEM, ad esempio quando si crea uno schema HTML statico per un futuro sito AEM.

Nota

L’uso dei meccanismi di cui sopra è abilitato mediante la configurazione del modello. Per ulteriori informazioni, consulta Configurare il layout dinamico.

Definizioni di layout, emulazione del dispositivo e punti di interruzione

Quando si crea il contenuto del sito web è importante assicurarsi che venga visualizzato in modo adatto al dispositivo utilizzato.

AEM consente di definire layout dipendenti dalla larghezza del dispositivo:

  • L’emulatore consente di emulare i layout su una gamma di dispositivi. Oltre al tipo di dispositivo, anche l’orientamento impostato dall’opzione Ruota dispositivo può influenzare il punto di interruzione che viene selezionato quando cambia la larghezza.
  • I punti di interruzione sono i punti che separano le definizioni di layout.
    • Essi definiscono a tutti gli effetti la larghezza massima (in pixel) di qualsiasi dispositivo che utilizza un layout specifico.
    • I punti di interruzione sono normalmente applicabili a una gamma di dispositivi, in base alla larghezza del relativo schermo.
    • La portata di un punto di interruzione si estende a sinistra fino al punto di interruzione successivo.
    • Non è possibile selezionare specificatamente un punto di interruzione: la selezione di un dispositivo e di un orientamento comporterà la selezione automatica del punto di interruzione adeguato.

Il dispositivo Desktop è privo di una larghezza specifica e fa riferimento al punto di interruzione predefinito (ovvero tutto quanto si trova oltre l’ultimo punto di interruzione configurato).

Nota

È teoricamente possibile definire punti di interruzione per ogni singolo dispositivo, ma questo rende decisamente più macchinose la definizione e la manutenzione dei layout.

Quando utilizzi l’emulatore e selezioni un dispositivo specifico per l’emulazione, la definizione del layout e il relativo punto di interruzione vengono evidenziati. Eventuali modifiche apportate al layout verranno riconosciute per altri dispositivi su cui si applica il punto di interruzione, ovvero qualsiasi dispositivo disponibile a sinistra del marcatore del punto di interruzione attivo, ma prima del marcatore del punto di interruzione successivo.

Ad esempio, se selezioni il dispositivo iPhone 6 Plus (con una larghezza di 540 pixel) per l’emulazione e il layout, verrà attivato anche il punto di interruzione Telefono (definito con 768 pixel). Tutte le modifiche di layout apportate per iPhone 6 diverranno applicabili per altri dispositivi nel punto di interruzione Telefoni, come iPhone 5 (definito con 320 pixel).

Emulatori

Selezione di un dispositivo da emulare

  1. Apri la pagina desiderata per la modifica. Ad esempio:

    http://<host>:<port>/editor.html/content/wknd/en/sports/la-skateparks.html

  2. Seleziona l’icona Emulatore sulla barra degli strumenti in alto:

    Pulsante Emulatore

  3. Viene aperta la barra degli strumenti dell’emulatore.

    Barra degli strumenti dell’emulatore

    La barra degli strumenti dell’emulatore mostra le seguenti opzioni di layout aggiuntive:

    • Ruota dispositivo: consente di ruotare l’orientamento di un dispositivo da verticale a orizzontale e viceversa.

    Pulsante Ruota dispositivo in orizzontale
    Pulsante Ruota dispositivo in verticale

    • Seleziona il dispositivo: consente di definire un dispositivo specifico da emulare da un elenco (ved. il passaggio successivo).

    Pulsante Seleziona il dispositivo

  4. Per selezionare un dispositivo specifico da emulare è possibile:

    • Utilizzare l’icona Seleziona il dispositivo e scegliere il dispositivo dal selettore a discesa.
    • Toccare o fare clic sull’indicatore del dispositivo nella barra degli strumenti dell’emulatore.

    Menu a discesa Seleziona il dispositivo

  5. Una volta che un dispositivo specifico è stato selezionato è possibile:

    • Visualizzare il marcatore attivo per il dispositivo selezionato, ad esempio iPad.
    • Visualizzare il marcatore attivo per il punto di interruzione adeguato, ad esempio Tablet.
    • La linea punteggiata blu rappresenta la piega per il dispositivo selezionato (qui un iPhone 6 Plus in orizzontale).

    La piega

    • La piega può essere anche considerata l’interruzione di riga della pagina (da non confondere con i punti di interruzione) per il contenuto. Questa è visualizzata per comodità, per mostrare quale parte del contenuto è visibile all’utente sul dispositivo prima di scorrere in basso.
    • La riga della piega non viene visualizzata se l’altezza del dispositivo emulato è superiore alle dimensioni dello schermo.
    • La piega è indicata per comodità dell’autore e non viene visualizzata nella pagina pubblicata.

Aggiunta di un contenitore di layout e del relativo contenuto (modalità di modifica)

Un Contenitore di layout è un sistema paragrafo che:

  • Include altri componenti.
  • Definisce il layout.
  • Risponde alle modifiche.
Nota

Se non è già disponibile, il Contenitore di layout deve essere attivato esplicitamente per un sistema paragrafo/pagina.

  1. Il Contenitore di layout è disponibile come componente standard nel browser componenti. Da qui è possibile trascinarlo nella posizione desiderata sulla pagina, dopodiché verrà visualizzato il segnaposto Trascina qui i componenti.

  2. È quindi possibile aggiungere componenti al Contenitore di layout. Questi componenti includeranno il contenuto vero e proprio:

    Contenitore di layout

Selezione e intervento su un Contenitore di layout (modalità di modifica)

Come con altri componenti, puoi selezionare e quindi intervenire (opzioni Copia, Taglia, Elimina) su un Contenitore di layout (in modalità di modifica):

ATTENZIONE

Dato che un Contenitore di layout è un sistema paragrafo, la sua eliminazione comporta l’eliminazione della griglia di layout e di tutti i componenti (e relativo contenuto) inclusi all’interno del contenitore.

  1. Se passi il cursore del mouse o tocchi il segnaposto di una griglia, viene visualizzato il menu delle azioni.

    Aggiungi al Contenitore di layout

    È necessario selezionare l’opzione Elemento padre.

    Pulsante Elemento padre

  2. Se il componente del layout è nidificato, seleziona l’opzione Elemento padre per avere una selezione a discesa, che consente di selezionare il contenitore nidificato del layout o il relativo elemento padre.

    Quando passi il cursore del mouse sui nomi dei contenitori nel menu a discesa, sulla pagina vengono visualizzati i relativi contorni.

    • Il contenitore di layout nidificato inferiore presenta un contorno blu.
    • Ogni contenitore successivo viene visualizzato in una tonalità di blu più chiara.

    Contenitori nidificati

  3. In questo modo viene messa evidenziata l’intera griglia con il relativo contenuto. Viene visualizzata la barra degli strumenti delle azioni, da cui è possibile selezionare un’azione, ad esempio Elimina.

Definire un layout (modalità Layout)

Nota

È possibile definire un layout distinto per ogni punto di interruzione (come determinato dal tipo di dispositivo e dall’orientamento emulati).

Per configurare il layout di una griglia dinamica implementato con il contenitore di layout è necessario utilizzare la modalità Layout.

La modalità Layout può essere avviata in due modi.

  • Utilizzando il menu modalità nella barra degli strumenti e selezionando la modalità Layout
    • Seleziona la modalità Layout esattamente come si fa per passare alla modalità Modifica o Impostazione destinazione.
    • La modalità Layout rimane persistente; si esce dalla modalità Layout solo quando si seleziona un’altra modalità mediante il selettore di modalità.
  • Quando si modifica un singolo componente.
    • Utilizzando l’opzione Layout nel menu Azioni rapide del componente è possibile passare alla modalità Layout.
    • La modalità Layout persiste quando si modifica il componente e torna alla modalità Modifica quando è attivo un altro componente.

In modalità Layout puoi eseguire diverse azioni su una griglia:

  • Ridimensionare i componenti di contenuto utilizzando i punti blu. Il ridimensionamento sarà sempre con ancoraggio sulla griglia. Quando si esegue un’operazione di ridimensionamento, verrà visualizzata la griglia di sfondo per facilitare l’allineamento:

    Ridimensiona i componenti

    Nota

    Proporzioni e rapporti relativi saranno mantenuti al ridimensionamento di componenti come le immagini.

  • Facendo clic/toccando un componente di contenuti la barra degli strumenti consente di:

    • Elemento padre: consente di selezionare l’intero componente Contenitore di layout per intervenire su di esso nel complesso.
    • Mobile in nuova riga: il componente viene spostato su una nuova riga, in base allo spazio disponibile all’interno della griglia.
    • Nascondi componente: il componente viene reso invisibile (può essere ripristinato dalla barra degli strumenti del Contenitore di layout).

    Nascondi componente

  • In modalità Layout tocca o fai clic su Trascina qui i componenti per selezionare l’intero componente. Viene quindi visualizzata la barra degli strumenti per questa modalità.

    La barra degli strumenti presenta opzioni diverse a seconda dello stato del componente del layout e dei componenti che ne fanno parte. Esempio:

    • Elemento padre: consente di selezionare il componente principale.

      Pulsante Elemento padre

    • Mostra componenti nascosti: rende visibili tutti i componenti o singoli componenti. Il numero indica quanti sono componenti attualmente nascosti. Il contatore mostra il numero di componenti nascosti.

      Pulsante Mostra componenti nascosti

    • Ripristina layout punto di interruzione: consente di tornare al layout predefinito e non verrà quindi applicato alcun layout personalizzato.

      Pulsante Ripristina layout punto di interruzione

    • Mobile in nuova riga: consente di alzare il componente di una posizione, se lo spazio è sufficiente.

      Pulsante Mobile in una nuova riga

    • Nascondi componente: consente di nascondere il componente corrente.

      Pulsante Nascondi componente

    Nota

    Nell’esempio in alto le azioni Mobile e Nascondi sono disponibili, perché questo Contenitore di layout è nidificato all’interno di un Contenitore di layout principale.

    • Scopri componenti Selezionate i componenti padre per visualizzare la barra degli strumenti delle azioni con la
      Opzione Mostra componenti nascosti. In questo esempio, due componenti sono nascosti.

      Mostra componenti
      Selezionando l’opzione Mostra componenti nascosti, i componenti che sono attualmente nascosti nelle posizioni originali vengono visualizzati in blu.

    Pulsante Ripristina tutto

    Selezionando Ripristina tutto, tutti i componenti nascosti diventano visibili.

In questa pagina