Note sulla versione corrente per Adobe Experience Manager as a Cloud Service

La sezione seguente illustra le note generali sulla versione per la versione corrente (più recente) di Experience Manager come Cloud Service.

NOTA

Da qui puoi passare alle note sulla versione delle versioni precedenti; per esempio, per quelli del 2020, 2021 e così via.

NOTA

Per informazioni sugli aggiornamenti della documentazione non direttamente correlati a una versione, consulta Ultimi aggiornamenti della documentazione .

Data di rilascio

La data di rilascio di Adobe Experience Manager come versione corrente Cloud Service (2021.8.0) è il 26 agosto 2021.
La versione seguente (2021.9.0) è del 30 settembre 2021.

Video sulla versione

Per un riepilogo delle funzioni aggiunte, guarda il video Panoramica sulla versione di agosto 2021 .

Experience Manager Assets as a Cloud Service

Nuove funzioni in Assets

  • Quando condividi risorse digitali come collegamento, gli utenti possono copiare l’URL negli Appunti immediatamente. Questo miglioramento consente di condividere le risorse in modo più rapido e conveniente. Questa funzionalità consente una condivisione delle risorse più rapida e conveniente.

    Opzione Copia URL quando condividi una risorsa come collegamento
    Figura: Quando condividi una risorsa come collegamento, ora puoi copiare l’URL per condividerlo separatamente.

  • Quando carichi file TXT, i microservizi per le risorse generano automaticamente una miniatura. La miniatura PNG è una rappresentazione del file TXT che aiuta gli utenti a identificare il contenuto o i file in una certa misura, senza aprire i file. Questa funzionalità non richiede alcuna configurazione e funziona per impostazione predefinita.

    Un rendering di un file TXT viene generato automaticamente da  Assets in formato PNG
    Figura: Viene generato automaticamente un rendering di un file TXT per identificare il file senza aprirlo.

Nuova funzione nel canale pre-rilascio Assets

  • Gli utenti possono ora ordinare le risorse visualizzate nei risultati della ricerca nelle viste a colonne e a schede. L’ordinamento viene eseguito sulle colonne Nome, Creato, Modificato o Nessuno.

    Ordinare i risultati della ricerca  Assets nelle viste a colonne e a schede
    Figura: Ordina i risultati della ricerca Assets nelle viste a colonne e a schede.

Bug corretti in Assets

  • Quando un membro del gruppo di collaboratori accede alla console Assets, viene generata una richiesta aggiuntiva POST per cercare di creare una raccolta. Questa richiesta non è necessaria, non riesce a causa di problemi di autorizzazioni e crea molti errori nei log. (CQ-4328856)
  • Quando gli utenti visualizzano una risorsa e selezionano Timeline dal menu a comparsa nel pannello a sinistra, viene visualizzato un errore. Nei registri, molti avvisi vengono registrati a causa di una query non valida. (CQ-4328919)

Experience Manager Forms come Cloud Service

Novità in Forms

Funzione beta di Forms

  • Connettore di storage unificato: utilizza il connettore di archiviazione unificato per esternalizzare i dati in-process negli archivi gestiti dai clienti. Ad esempio

    • Abilita la funzionalità di salvataggio e ripresa di Forms Portal e archivia le bozze dei moduli adattivi in un archivio dati gestito dal cliente.
    • Archiviare i dati dei flussi di lavoro AEM in-process (AEM dati variabili di flusso di lavoro) contenenti dati personali sensibili (SPD) in un archivio gestito dal cliente.
  • AEM Forms as a Cloud Service - Communications: Communication APIshelp combina modelli XDP e dati XML per generare documenti di stampa in vari formati. Il servizio consente di generare documenti in modalità sincrona. Le API consentono di creare applicazioni che consentono di:

    • Genera i documenti compilando i file modello con dati XML.
    • Generare moduli di output in vari formati, compresi flussi di stampa PDF non interattivi.
    • Generare file PDF di stampa da un modulo XFA PDF e Adobe Acrobat Form.

Puoi scrivere su formscsbeta@adobe.com per iscriverti al programma beta.

Nuove funzioni disponibili nel canale pre-rilascio Forms

  • Utilizzare i ruoli Adobe Sign in un modulo adattivo: Adobe Sign per i livelli di servizio aziendali e aziendali ha la possibilità di espandere i ruoli per i destinatari del contratto, oltre al solo firmatario, in modo da soddisfare meglio i requisiti del flusso di lavoro. Ora è possibile abilitare ogni destinatario dell'accordo a configurare il proprio ruolo in un modulo adattivo, con il firmatario come ruolo predefinito.

  • Analytics per Forms adattivo: È ora possibile acquisire e tenere traccia del comportamento dell’utente finale tramite Adobe Analytics for Adaptive Forms per raccogliere informazioni sull’utente finale. Consente di prendere decisioni informate basate sui dati per migliorare l’esperienza dell’utente finale.

  • Collega facilmente AEM Forms con Microsoft Dynamics e Salesforce.com: Il servizio fornisce modelli di dati e configurazione dell’origine dati preconfigurati per Microsoft Dynamics e Salesforce.com, consentendo agli sviluppatori di configurare Microsoft Dynamics e Salesforce.com come origini dati per un modulo adattivo in modo più rapido e semplice.

Experience Manager Screens come Cloud Service

Novità

  • Screens as a Cloud Service ora supporta il monitoraggio di base della riproduzione. Ora il lettore riporta diverse metriche di riproduzione per ciascun ping (per impostazione predefinita, 30 secondi). In base alle metriche, fornisce la possibilità di rilevare vari casi edge (esperienza bloccata, schermo vuoto, problemi di pianificazione, ecc.). Questa funzione consente al team di monitorare da remoto se un lettore riproduce correttamente i contenuti, migliora la reattività a schermi vuoti o esperienze interrotte sul campo e diminuisce il rischio di mostrare un’esperienza non funzionante all’utente finale.
    Per ulteriori informazioni, consulta Monitoraggio di base della riproduzione .

  • Supporto delle miniature per i video in ora supportato in Screens come Cloud Service. Un autore di contenuti può definire una miniatura per i video in modo che l’immagine possa essere utilizzata come segnaposto e possa testare correttamente la riproduzione e il targeting del contenuto, mentre il video effettivo viene finalizzato dal team appropriato. L'immagine può anche essere utilizzata, nel caso in cui la riproduzione del video non riesca.
    Per ulteriori informazioni, consulta Supporto miniature per video .

Correzioni di bug

  • Impossibile visualizzare il contenuto dalla pagina incorporata. Il problema è stato risolto.

  • Dopo l'accesso, passare alla pagina (canali) predefinita è finita in una pagina di errore del server interno.

  • Le voci di tag associate non sono state rimosse durante la rimozione delle playlist.

Componente aggiuntivo CIF

Novità

  • Nuova interfaccia utente del selettore categorie per migliorare l’esperienza utente, aumentare l’efficienza e migliorare il supporto per cataloghi di prodotti complessi

    Selezione nuova categoria

  • Supporto migliorato per A11Y per i componenti core CIF

Cloud Manager

Questa sezione illustra le note sulla versione per Cloud Manager in AEM as a Cloud Service 2021.9.0 e 2021.8.0.

Data di rilascio

La data di rilascio di Cloud Manager in AEM as a Cloud Service 2021.9.0 è il 9 settembre 2021.
La prossima versione è prevista per il 7 ottobre 2021.

Novità

  • La versione dell’Archetipo di progetto AEM utilizzato da Cloud Manager è stata aggiornata alla versione 30.

  • Le schede del programma nella pagina di destinazione di Cloud Manager e l’esperienza associata sono state aggiornate.

  • Il registro dettagliato dei passaggi della qualità del codice ora include informazioni di registrazione dettagliate sul processo di scansione di OakPal.

  • Le opzioni del menu della pagina Attività includeranno ora un'opzione per Download Log per le esecuzioni completate di Code Generator. Selezionando questa opzione, il registro del passaggio di compilazione verrà scaricato.

  • Facendo clic direttamente sulla scheda Programma, passa alla pagina Panoramica di Cloud Manager.

Correzioni di bug

  • L’utente vedrà ora un messaggio più comprensibile quando tenta di aggiungere un nuovo Elenco consentiti IP in un programma che ha raggiunto il numero massimo consentito di Elenchi consentiti IP configurabili.

  • L'URL errato è stato copiato quando si seleziona l'opzione di menu Copia URL dalla schermata Repository.

Data di rilascio

La data di rilascio di Cloud Manager in AEM as a Cloud Service 2021.8.0 è il 12 agosto 2021.

Novità

  • I clienti del Cloud Service ora possono visualizzare i rapporti SLA (Service Level Agreement) in Cloud Manager. Ciò sarà progressivamente reso disponibile nei prossimi mesi.
    Per ulteriori informazioni, consulta Generazione di rapporti SLA .

  • Il tipo e la gravità delle regole di qualità IndexType e IndexDamAssetLucene sono stati modificati. Questi sono ora due bug di Blocker serverity.

  • Sono state introdotte nuove regole sulla qualità dell'indice Oak per coprire configurazioni asincrone e tika.

  • Aumenta il numero massimo di certificati SSL per programma a 50.

  • Funzionalità self-service per consentire agli utenti di creare e gestire più archivi tramite l’interfaccia utente di Cloud Manager.

  • SonarQube leggeva inutilmente i dati della cronologia Git. Su basi di codice di grandi dimensioni, ciò potrebbe comportare una multa non necessaria per le prestazioni della build.

  • È ora disponibile un’API per annullare la validità della cache di dipendenza Maven per pipeline.

  • La versione di AEM Project Archetype utilizzata da Cloud Manager è stata aggiornata alla versione 29.

Correzioni di bug

  • Lo stato Aggiorna disponibile non deve essere visualizzato quando l'ultima versione è inferiore alla versione corrente.

  • L'onboarding iniziale non riusciva per le nuove organizzazioni con nomi molto lunghi.

  • Talvolta, quando una pipeline viene attivata due volte per qualche motivo, si verifica un errore di una delle esecuzioni che non riesce con non è in grado di aggiornare lo stato di esecuzione della pipeline.

Strumento Content Transfer (Trasferimento contenuti)

Data di rilascio

La data di rilascio dello strumento Content Transfer (Trasferimento contenuti) v1.5.6 è l’11 agosto 2021.

Correzioni di bug

  • In alcuni casi non tutti gli utenti sono stati migrati all’istanza di destinazione. Per ottenere questa correzione è necessario CTT v1.5.6 insieme alla versione aem-ethos-tools 1.2.354 o successiva sul AEM di destinazione come istanza di Cloud Service.

  • Il pulsante Interrompi acquisizione veniva disattivato durante l’acquisizione nell’istanza Publish. Questo non è necessario perché non esiste un passaggio di ripristino mongo durante l’acquisizione di Publish.

  • Il CTT non ha ripulito la directory /tmp dopo un’estrazione riuscita. Ciò a volte ha causato problemi di spazio su disco.

Analisi delle best practice

Data di rilascio

La data di rilascio di Best Practices Analyzer v2.1.18 è il 2 settembre 2021.

Novità

  • Possibilità di rilevare e segnalare il conteggio totale dei nodi.

  • Possibilità di rilevare e segnalare il tipo e la dimensione dell'archivio nodi.

Correzioni di bug

  • BPA rilevava falsamente la presenza di Commerce Integration Framework.

In questa pagina