Note sulla versione per Adobe Experience Manager as a Cloud Service

La sezione seguente illustra le note generali sulla versione di Experience Manager as a Cloud Service.

Data di pubblicazione

Data di rilascio per Adobe Experience Manager as a Cloud Service 2020.11.0 è il 2 dicembre 2020.
La versione seguente (2020.12.0) sarà del 17 dicembre 2020

Adobe Experience Manager Sites as a Cloud Service

Novità in Sites

  • Avvia la gestione della gerarchia & Timewarp futuro: Nuova interfaccia utente per aggiungere/rimuovere pagine all’interno di un lancio, mentre la navigazione nel sito con Timewarp mostra lo stato futuro da Lanci.

  • Editor e modelli per frammenti di contenuto estesi: Nell’interfaccia utente Assets sono disponibili nuove opzioni per la convalida dell’input per vari tipi di dati, sono stati migliorati il tipo di dati Enumerazione con nuove visualizzazioni del modulo e il nome del modello Frammento di contenuto.

  • Ordinare le pagine Live Copy disponibili per il rollout: Nuova opzione per ordinare le pagine Live Copy disponibili per il rollout utilizzando Nome, Data ultima modificae Data ultimo rollout proprietà. La Data ultimo rollout per una pagina è stata introdotta una nuova proprietà .

Adobe Experience Manager Assets as a Cloud Service

Novità di Assets e Dynamic Media

  • Acquisizione in blocco di risorse: Fornisci ai clienti un servizio di acquisizione scalabile e nativo per il cloud che sfrutta Experience Manager Architettura as a Cloud Service, inclusi i microservizi per le risorse. I casi d’uso chiave includono l’acquisizione su larga scala con monitoraggio, reporting e pianificazione, consentendo al contempo il trasferimento iniziale di risorse agli archivi di dati cloud utilizzando comuni strumenti di caricamento cloud. Vedi strumento di acquisizione collettiva risorse.

    Questo strumento è destinato agli utenti tipo amministratore di sistema, consulente o partner di implementazione. Questa funzione consente l’acquisizione su larga scala ed è ideale durante l’acquisizione iniziale o durante l’ingestione di grandi dimensioni. Per i processi di acquisizione più piccoli, utilizza la variabile Experience Manager app desktop o caricare utilizzando l’interfaccia utente Assets.

    Configurazione dell'importatore di massa

  • Gli utenti possono ora ordinare le risorse digitali nelle viste a schede e a colonne.

    ordinare risorse

  • I seguenti miglioramenti sono stati apportati all’accessibilità in Experience Manager Assets in questa versione. Per ulteriori informazioni, consulta funzioni di accessibilità in Assets.

    • Quando si naviga nella timeline utilizzando una tastiera, il tasto ESC può comprimere l’opzione Mostra tutto senza perdere lo stato attivo.
    • Quando si naviga utilizzando il tasto di tabulazione della tastiera, dopo aver rimosso l’ultimo tag dai tag aggiunti, il campo tag mantiene lo stato attivo.
    • Experience Manager i componenti ora contengono informazioni appropriate per nome, ruolo e valore che devono essere utilizzati dagli assistenti vocali.
    • Dopo aver eliminato la casella combinata Tipo/Dimensione, la casella combinata Collegamento, la casella combinata Lingua o la casella di modifica Testo, lo stato attivo torna sugli elementi dell’interfaccia utente successivi o precedenti o su un elemento dell’interfaccia utente più pertinente.
    • Quando si passa il puntatore del mouse sulle opzioni, vengono visualizzati suggerimenti come Seleziona e Scarica . Gli utenti che utilizzano una lente di ingrandimento dello schermo potrebbero non vedere le miniature dei file a causa di questi suggerimenti. Ora, è possibile mantenere lo stato attivo, dopo aver rimosso l'opzione utilizzando Escape chiave.
    • Selezionando una cella della griglia dalla griglia presente nella pagina, lo stato attivo si sposta sulla barra delle azioni visualizzata sullo schermo.
    • Gli utenti visivi possono distinguere tra testo normale e collegamento, in quanto vengono visualizzati indizi visivi (sottolineatura e icona freccia) per i collegamenti a tutte le soluzioni in Experience Manager home page.
  • Predefiniti set di batch in Dynamic Media: Ora puoi automatizzare la creazione e l’organizzazione di più risorse in un set di immagini o set 360 gradi al momento del caricamento dei file di risorse in una cartella singolarmente o tramite l’acquisizione in massa.

    Vedi Informazioni sui predefiniti per set di batch.

  • I seguenti miglioramenti dell’accessibilità sono ora disponibili in Dynamic Media:

    • Gli assistenti vocali (JAWS, Assistente vocale) indicano il nome, il ruolo e lo stato delle voci di menu nell’opzione di menu Incorpora dimensioni.
    • Gli utenti possono navigare nella finestra di dialogo Collegamento e-mail utilizzando Tab chiave.
    • Il flusso di lavoro per la creazione di profili di codifica video è più semplice da usare in considerazione dei miglioramenti apportati all’assistente vocale.
    • Durante la navigazione con Tab lo stato attivo si sposta sugli elementi dell’interfaccia utente appropriati nel flusso di lavoro per creare un video interattivo.
    • Le pagine Pubblica , Modifica risorsa , Modifica ritaglio avanzato e Editor set di immagini sono state migliorate per conformarsi agli standard web. Gli utenti della tecnologia di assistenza (AT, Assistive Technology) ora possono navigare facilmente in queste pagine e intraprendere azioni come il ritaglio delle immagini.
    • I visualizzatori sono stati migliorati per consentire agli utenti di navigare utilizzando una tastiera.
    • Gli utenti di tastiera e assistenti vocali possono utilizzare la funzionalità di ritaglio.
    • Gli utenti di tastiera possono gestire meglio gli hotspot.

    Vedi Accessibilità in Dynamic Media.

Adobe Experience Manager Commerce as a Cloud Service

Novità

  • Sito di riferimento CIF Venia rilasciato - 2020.11.05 che include l’ultima versione dei componenti core CIF versione v1.5.0. Fai riferimento a Sito di riferimento CIF Venia per ulteriori dettagli.

  • Componenti core CIF rilasciati v1.5.0. Fai riferimento a Componenti core CIF per ulteriori dettagli.

Correzioni di bug

  • La configurazione client GraphQL non è stata letta correttamente quando la configurazione non è specificata direttamente nella configurazione Sling CA, ma in una delle configurazioni principali. Questo problema è stato risolto.

Cloud Manager

Data di pubblicazione

La data di rilascio di Cloud Manager in AEM as a Cloud Service 2020.11.0 è il 12 novembre 2020.

Novità in Cloud Manager

  • Una nuova opzione di menu Accesso locale è ora disponibile per gli utenti dalle opzioni del menu di ambiente nella Ambienti carta e Ambienti pagine di riepilogo.
    Fai riferimento a Gestione degli ambienti per ulteriori dettagli.

  • La Scopri In Cloud Manager è stata aggiornata la scheda con le nuove immagini nell’interfaccia utente.

Correzioni di bug

  • Il caricamento delle dipendenze eseguito prima dell’esecuzione della build richiede il download di un plug-in Maven.
  • Il collegamento dal piè di pagina di Cloud Manager per selezionare una lingua passerà ora alla posizione corretta.
  • A volte, durante la scansione del codice, il processo SonarQube non veniva avviato. Questo verrà rilevato automaticamente e verrà tentato un riavvio.
  • Tutte le pipeline di produzione esistenti verranno abilitate automaticamente con il passaggio Audit esperienze .

Fondamenti di Adobe Experience Manager as a Cloud Service

Flussi di lavoro

  • È stato aggiunto il supporto per la ricerca di istanze del flusso di lavoro in base a Titolo flusso di lavoro, Modello flusso di lavoro, Stato, Iniziatore, Percorso payload e Data di inizio. Vedi Cerca istanze del flusso di lavoro.

Sincronizzazione dei dati utente a livello di pubblicazione

SDK Build Analyzer

Il plug-in Maven SDK Build Analyzer per AEM as a Cloud Service rileva i problemi in un progetto Maven, incluse eventuali dipendenze mancanti. Offre agli sviluppatori l’opportunità di individuare i problemi durante lo sviluppo locale, molto prima che vengano distribuiti in ambienti Cloud con Cloud Manager. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione qui e qui.

Altro

Nuovo Sintassi "httpd -t" controlla la configurazione di apache e dispatcher eseguita durante la build di Cloud Manager, che può essere eseguita anche utilizzando AEM strumenti di Dispatcher dell’SDK as a Cloud Service.

Strumento Content Transfer (Trasferimento contenuti)

Leggi questa sezione per scoprire le novità e gli aggiornamenti di Strumento Content Transfer (Trasferimento contenuti) Versione v1.1.12.

Novità

  • Migliorata l’esperienza utente per i registri. Marca temporale aggiunta ai registri di estrazione e acquisizione. È stato aggiunto un messaggio per indicare se i registri sono vuoti.

Correzioni di bug

  • Lo strumento Content Transfer (Trasferimento contenuti) saltava i file di contenuto se il set di migrazione conteneva percorsi con nomi di file parzialmente simili. Questo problema è stato risolto.

Analisi delle best practice

Data di pubblicazione

La data di rilascio di Best Practices Analyzer è il 13 novembre 2020.

Novità in Best Practices Analyzer

  • Cloud Readiness Analyzer (Analisi di preparazione al cloud) è ora Best Practices Analyzer (BPA). BPA fornisce una valutazione delle best practice dell’implementazione AEM corrente e aiuta a valutare la disponibilità a passare da un’istanza AEM esistente a AEM as a Cloud Service.

  • È stato aggiunto un nuovo rilevatore per rilevare l'utilizzo di java.io.InputStream, che può causare problemi se utilizzato in AEM as a Cloud Service.

Correzioni di bug

  • Bug che causa i positivi relativi al textfield foundation componente fisso.

In questa pagina