Note sulla versione 2019.2.0

La versione Cloud Manager 2019.2.0 aggiunge una nuova funzionalità di monitoraggio del sistema. Questo consente ai clienti di visualizzare lo stato dei propri ambienti Adobe Managed Services a livello di sistema.

Data di rilascio

La data di rilascio per la versione 2019.2.0 di Cloud Manager è il 21 febbraio 2019.

Novità

  • Nuova funzione di monitoraggio del sistema. Per ulteriori informazioni, consulta Monitorare gli ambienti .
  • Il modulo dispatcher nei progetti generati dalla procedura guidata ora contiene un file README.
  • L’ordinamento dei problemi di scansione del codice è stato migliorato per corrispondere alla priorità del problema.
  • Le istanze della fase ora vengono sempre ripristinate al load balancer anche in caso di errore di distribuzione.
  • Nell’Admin Console è disponibile un nuovo ruolo Sviluppatore API che consente a utenti specifici di ottenere l’autorizzazione per creare integrazioni nella console Adobe I/O. Per ulteriori informazioni, consulta Gestisci sviluppatori .
  • La versione di Maven Archetype è stata aggiornata alla versione 16.
  • La versione di Maven è stata aggiornata alla versione 3.6.0.

Correzioni di bug

  • In alcuni casi, le pipeline non venivano eseguite quando l’ambiente di destinazione era ospitato in Azure.
  • L'ordinamento degli ambienti era incoerente.
  • Il test delle prestazioni potrebbe non riuscire quando i percorsi di pagina rilevati contenevano un carattere virgola.
  • Quando l’esecuzione di una pipeline veniva avviata dall’interfaccia utente web, il pulsante Indietro del browser non funzionava correttamente.
  • I collegamenti Ulteriori informazioni nella pagina Panoramica non hanno aperto una nuova scheda.
  • Durante il caricamento di una miniatura del programma, potrebbe non essere stata visibile immediatamente.
  • In alcuni casi, la scansione del codice non è riuscita a causa della configurazione specifica del progetto.
  • Il collegamento Ulteriori informazioni sulla scheda Pipelines non di produzione è andato nella posizione sbagliata.
  • Quando un gate di qualità veniva ignorato, lo stato veniva visualizzato in modo incoerente.
  • I clienti che utilizzano topologie di standby a freddo hanno ricevuto risultati non corretti per i test di sicurezza.
  • Durante la creazione di un nuovo progetto tramite la procedura guidata, non è stato possibile creare un ramo contenente il carattere trattino.

Problemi noti

  • Quando i dati di monitoraggio vengono aggiornati, tutte le serie nascoste vengono nascoste.

  • I clienti che desiderano visualizzare i rapporti SLA esistenti dovranno navigare manualmente fino alla versione successiva.

    Per formulare questo URL, segui il pattern (https://<Experience Cloud URL>/content/mac/<Experience Cloud Tenant>/managedservices/sla.html), ad esempio, se l’URL dell’Experience Cloud è (https://weretailprod.experiencecloud.adobe.com), l’URL dei rapporti SLA è (https://weretailprod.experiencecloud.adobe.com/content/mac/weretailprod/managedservices/sla/html).

    Questo problema verrà risolto nella prossima versione con la disponibilità di rapporti SLA all’interno di Cloud Manager.

In questa pagina