Note sulla versione 2019.2.0

La Cloud Manager Con la versione 2019.2.0 è stata aggiunta una nuova funzionalità di monitoraggio del sistema. Questo consente ai clienti di visualizzare lo stato dei propri ambienti Adobe Managed Services a livello di sistema.

Data di pubblicazione

Data di rilascio per Cloud Manager La versione 2019.2.0 è il 21 febbraio 2019.

Novità

  • Nuova funzione di monitoraggio del sistema. Fai riferimento a Monitorare gli ambienti per saperne di più.
  • Il modulo dispatcher nei progetti generati dalla procedura guidata ora contiene un file README.
  • L’ordinamento dei problemi di scansione del codice è stato migliorato per corrispondere alla priorità del problema.
  • Le istanze della fase ora vengono sempre ripristinate al load balancer anche in caso di errore di distribuzione.
  • Nell’Admin Console è disponibile un nuovo ruolo Sviluppatore API che consente a utenti specifici di ottenere l’autorizzazione per creare integrazioni nella console Adobe I/O. Fai riferimento a Gestire gli sviluppatori per saperne di più.
  • La versione di Maven Archetype è stata aggiornata alla versione 16.
  • La versione di Maven è stata aggiornata alla versione 3.6.0.

Correzioni di bug

  • In alcuni casi, le pipeline non venivano eseguite quando l’ambiente di destinazione era ospitato in Azure.
  • L'ordinamento degli ambienti era incoerente.
  • Il test delle prestazioni potrebbe non riuscire quando i percorsi di pagina rilevati contenevano un carattere virgola.
  • Quando l’esecuzione di una pipeline veniva avviata dall’interfaccia utente web, il pulsante Indietro del browser non funzionava correttamente.
  • I collegamenti Ulteriori informazioni nella pagina Panoramica non hanno aperto una nuova scheda.
  • Durante il caricamento di una miniatura del programma, potrebbe non essere stata visibile immediatamente.
  • In alcuni casi, la scansione del codice non è riuscita a causa della configurazione specifica del progetto.
  • Il collegamento Ulteriori informazioni sulla scheda Pipelines non di produzione è andato nella posizione sbagliata.
  • Quando un gate di qualità veniva ignorato, lo stato veniva visualizzato in modo incoerente.
  • I clienti che utilizzano topologie di standby a freddo hanno ricevuto risultati non corretti per i test di sicurezza.
  • Durante la creazione di un nuovo progetto tramite la procedura guidata, non è stato possibile creare un ramo contenente il carattere trattino.

Problemi noti

  • Quando i dati di monitoraggio vengono aggiornati, tutte le serie nascoste vengono nascoste.

  • I clienti che desiderano visualizzare i rapporti SLA esistenti dovranno navigare manualmente fino alla versione successiva.

    Per formulare questo URL, segui il pattern (https://<Experience Cloud URL>/content/mac/<Experience Cloud Tenant>/managedservices/sla.html), ad esempio, se l’URL dell’Experience Cloud è (https://weretailprod.experiencecloud.adobe.com), quindi l'URL dei rapporti SLA è (https://weretailprod.experiencecloud.adobe.com/content/mac/weretailprod/managedservices/sla/html).

    Questo problema dovrebbe essere risolto nella prossima versione con la disponibilità di rapporti SLA all’interno di Cloud Manager.

In questa pagina