Implementazione di Communities

Prerequisiti

Elenco di controllo dell'installazione

Per la piattaforma AEM

Per la funzionalità Community

Latest Releases

AEM 6.5 Communities GA include il pacchetto Community. Per informazioni sugli aggiornamenti di AEM 6.5 Communities, consulta AEM Notesulla versione 6.5.

Aggiornamenti di AEM 6.5

A partire dal AEM 6.4, gli aggiornamenti alle Community vengono forniti come parte AEM Cumulative Fix Pack e Service Pack.

Per gli ultimi aggiornamenti a AEM 6.5, consulta Adobe Experience Manager 6.4 Cumulative Fix Pack e Service Pack.

Cronologia versioni

Come AEM 6.4 e oltre, funzionalità AEM Communities e hotfix fanno parte pacchetti di correzioni e Service Pack cumulativi AEM Communities. Non esistono pertanto pacchetti di caratteristiche distinti.

Driver JDBC per MySQL

Due funzionalità Community utilizzano un database MySQL:

  • Per l'abilitazione: registrazione delle attività SCORM e degli studenti
  • Per DSRP: memorizzazione di contenuto generato dall'utente (UGC)

Il connettore MySQL deve essere ottenuto e installato separatamente.

Le misure necessarie sono:

  1. Scaricate l'archivio ZIP da https://dev.mysql.com/downloads/connector/j/

    • La versione deve essere >= 5.1.38
  2. Estrarre mysql-Connector-java-<versione>-bin.jar (bundle) dall'archivio

  3. Utilizzate la console Web per installare e avviare il bundle:

    • Ad esempio, https://localhost:4502/system/console/bundles
    • Seleziona Install/Update
    • Sfoglia… per selezionare il bundle estratto dall'archivio ZIP scaricato
    • Verificare che il driver JDBC di Oracle Corporation per MySQLcom.mysql.jdbc sia attivo e avviarlo in caso contrario (o controllare i registri)
  4. Se l'installazione avviene su una distribuzione esistente dopo la configurazione di JDBC, eseguire un nuovo riferimento JDBC al nuovo connettore salvando nuovamente la configurazione JDBC dalla console Web:

    • Ad esempio, https://localhost:4502/system/console/configMgr
    • Individua Day Commons JDBC Connections Pool configurazione
    • Seleziona per aprire
    • Seleziona Save
  5. Ripetere i passaggi 3 e 4 per tutte le istanze di creazione e pubblicazione

Ulteriori informazioni sull'installazione dei bundle sono disponibili nella pagina Console Web.

Esempio: Bundle del connettore MySQL installato

pacchi di limaggio

Pacchetto SCORM

SCORM (Shareable Content Object Reference Model) è una raccolta di standard e specifiche per l'e-learning. SCORM definisce anche come il contenuto può essere incluso in un file ZIP trasferibile.

Il motore AEM Communities SCORM è richiesto per la funzione di abilitazione . Pacchetti Scorm supportati da AEM 6.5 Communities:

Per installare un pacchetto SCORM

  1. Installate il pacchetto cq-social-scorm, versione 2.3.7 , da Package Share.
  2. Scaricate /libs/social/config/scorm/database_scormengine_data.sql dall'istanza cq ed eseguitela in server mysql per creare uno schema scormEngineDB aggiornato.
  3. Aggiungi /content/communities/scorm/RecordResults nella proprietà Percorsi esclusi nel filtro CSRF dagli https://<hostname>:<port>/system/console/configMgr editori.

Registrazione SCORM

Durante l'installazione, tutte le attività di abilitazione vengono registrate in modo dettagliato nella console del sistema.

Se desiderato, il livello di registro può essere impostato su WARN per il RusticiSoftware.* pacchetto.

Per utilizzare i registri, vedere Uso dei record di controllo e dei filedi registro.

AEM Advanced MLS

Per la raccolta SRP (MSRP o DSRP) per supportare la ricerca multilingue avanzata (MLS), sono necessari nuovi plug-in Solr oltre a uno schema personalizzato e alla configurazione Solr. Tutti gli elementi richiesti vengono assemblati in un file zip scaricabile.

Il download avanzato MLS (noto anche come 'phasetwo') è disponibile dall'archivio del Adobe :

Per informazioni dettagliate e sull'installazione, visitare Configurazione solare per SRP.

Pacchetti visibili in Adobe AEM Cloud

I collegamenti ai pacchetti in questa pagina non richiedono alcuna istanza di AEM in esecuzione, in quanto devono creare pacchetti di condivisione adobeaemcloud.com. Mentre i pacchetti sono visualizzabili, il Install pulsante consente di installare i pacchetti in un sito ospitato in un Adobe . Se si desidera eseguire l'installazione in un'istanza AEM locale, la selezione Install genererà un errore.

Come eseguire l'installazione sull'istanza AEM locale

Per installare i pacchetti visibili in adobeaemcloud.com un'istanza AEM locale, è necessario prima scaricare il pacchetto su un disco locale:

  • Select the Assets tab
  • Seleziona download su disco

Nell'istanza AEM locale, utilizzate il gestore pacchetti (ad esempio https://localhost:4502/crx/packmgr/) per caricare nell'archivio AEM pacchetti locale.

In alternativa, accedendo al pacchetto utilizzando la condivisione del pacchetto dall'istanza AEM locale (ad esempio, https://localhost:4502/crx/packageshare/), il Download pulsante verrà scaricato nell'archivio del pacchetto dell'istanza AEM locale.

Una volta entrati nell'archivio pacchetti dell'istanza AEM locale, utilizzate il gestore pacchetti per installare il pacchetto.

Per ulteriori informazioni, vedere Come utilizzare i pacchetti.

In AEM Communities, uno store comune viene utilizzato per memorizzare il contenuto generato dall'utente (UGC) ed è spesso denominato fornitore di risorse di storage (SRP). La distribuzione consigliata si basa sulla scelta di un'opzione SRP per lo store comune.

Lo store comune supporta la moderazione e l'analisi di UGC nell'ambiente di pubblicazione, eliminando al contempo la necessità di replicare UGC.

  • Archivio contenuti community: illustra le opzioni di storage SRP per le comunità AEM

  • Topologie consigliate: illustra la topologia da utilizzare in base al caso di utilizzo e alla scelta SRP

Aggiornamento

Quando eseguite l'aggiornamento alla piattaforma AEM 6.5 dalle versioni precedenti di AEM, è importante leggere Aggiornamento a AEM 6.5.

Oltre ad aggiornare la piattaforma, leggi Aggiornamento ad AEM Communities 6.5 per informazioni sulle modifiche apportate a Communities.

Configurazioni

Editore principale

Se la distribuzione scelta è una farm dipubblicazione, un'istanza AEM pubblicazione deve essere identificata come primary publisher per le attività che non devono verificarsi in tutte le istanze, ad esempio per le funzioni che si basano su notifiche o su Adobe Analytics.

Per impostazione predefinita, la configurazione AEM Communities Publisher Configuration OSGi è configurata con la Primary Publisher casella di controllo selezionata, in modo che tutte le istanze di pubblicazione in una farm di pubblicazione si identifichino automaticamente come principali.

Pertanto, è necessario modificare la configurazione su tutte le istanze di pubblicazione secondarie per deselezionare la Primary Publisher casella di controllo.

chlimage_1-411

Per tutte le altre istanze di pubblicazione (secondarie) in una farm di pubblicazione:

  • Accesso con privilegi di amministratore

  • Accedere alla console Web

  • Individua la variabile AEM Communities Publisher Configuration

  • Selezionate l’icona di modifica

  • Deselezionare la casella Editore ​principale

  • Seleziona Salva

Agenti di replica sull'autore

La replica viene utilizzata per il contenuto del sito creato nell'ambiente di pubblicazione, ad esempio i gruppi di community, nonché per la gestione di membri e gruppi di membri dall'ambiente di authoring tramite il servizio tunnel.

Per l'editore principale, accertatevi che Replication Agent Config identifichi correttamente il server di pubblicazione e l'utente autorizzato. L'utente autorizzato predefinito admin, dispone già delle autorizzazioni appropriate (è membro di Communities Administrators).

Affinché un altro utente disponga delle autorizzazioni appropriate, deve essere aggiunto come membro al gruppo di administrators utenti (anche membro di Communities Administrators).

Nell’ambiente di authoring sono disponibili due agenti di replica che richiedono la corretta configurazione del trasporto.

  • Accedere alla console Replica durante l’authoring

    • Dalla navigazione globale, andate a Strumenti > Distribuzione > Replica > Agenti sull’autore
  • Seguire la stessa procedura per entrambi gli agenti:

    • Agente predefinito (pubblicazione)

    • Agente replica inversa (pubblicazione invertita)

      1. Selezionare l'agente

      2. Select edit

      3. Select the Transport tab

      4. Se non è una porta 4503, modificate l' URI per specificare la porta corretta

      5. In caso contrario, modificate adminl’ utente e la password per specificare un membro del gruppo di administrators utenti

Le immagini seguenti mostrano i risultati della modifica della porta da 4503 a 6103 tramite:

Agente predefinito (pubblicazione)

chlimage_1-412

Agente replica inversa (pubblicazione invertita)

chlimage_1-413

Servizio Tunnel sull'autore

Quando si utilizza l’ambiente di authoring per creare siti, modificare le proprietà del sito o gestire membridella comunità, è necessario accedere ai membri (utenti) registrati nell’ambiente di pubblicazione, non agli utenti registrati nell’autore.

Il servizio tunnel fornisce questo accesso tramite l'agente di replica in fase di creazione.

Per abilitare il servizio tunnel:

  • Effettuate l’accesso con privilegi amministrativi nell’istanza di authoring.

  • Se l'editore non è localhost:4503 o l'utente del trasporto non lo è, adminconfigurare l'agente di replica

  • Accesso alla console Web

  • Individua la variabile AEM Communities Publish Tunnel Service

  • Selezionate l’icona di modifica

  • Selezionare la casella di attivazione

  • Seleziona Salva

    chlimage_1-414

Replicare la chiave Crypto

Esistono due funzionalità di AEM Communities che richiedono che tutte AEM istanze del server utilizzino le stesse chiavi di crittografia. Si tratta di Analytics e ASRP.

A partire dal AEM 6.3, il materiale chiave è memorizzato nel file system e non più nella directory archivio.

Per copiare il materiale chiave dall’autore a tutte le altre istanze, è necessario:

  • Accedere all'istanza AEM, in genere un'istanza di creazione, che contiene il materiale chiave da copiare

    • Individuare il com.adobe.granite.crypto.file bundle nel file system locale, ad esempio

      • <author-aem-install-dir>/crx-quickstart/launchpad/felix/bundle21
      • Il bundle.info file identificherà il bundle
    • Individuare la cartella di dati, ad esempio

      • <author-aem-install-dir>/crx-quickstart/launchpad/felix/bundle21/data

      • Copiare i file hmac e i file dei nodi principali

  • Per ogni istanza di AEM di destinazione

    • Individuare la cartella di dati, ad esempio

      • <publish-aem-install-dir>/crx-quickstart/launchpad/felix/bundle21/data
    • Incolla i 2 file precedentemente copiati

    • È necessario aggiornare il bundle Granite Crypto se l'istanza AEM di destinazione è in esecuzione

ATTENZIONE

Se è già stata configurata un'altra funzione di protezione basata sulle chiavi di crittografia, la replica delle chiavi di crittografia potrebbe danneggiare la configurazione. Per assistenza, contattate l'assistenzaclienti.

Replica archivio

È possibile conservare il materiale chiave memorizzato nell'archivio, come nel caso di AEM 6.2 e versioni precedenti, specificando la seguente proprietà di sistema al primo avvio di ogni istanza AEM (che crea l'archivio iniziale):

  • -Dcom.adobe.granite.crypto.file.disable=true
Nota

È importante verificare che l'agente di replica nell'istanza di creazione sia configurato correttamente.

Con il materiale chiave memorizzato nella directory archivio, la procedura per replicare la chiave di crittografia dall’autore ad altre istanze è la seguente:

Utilizzo di CRXDE Lite:

Aggiornare il pacchetto Granite Crypto

  • Per ogni istanza di pubblicazione, accedete alla console Web

  • Individua Adobe Granite Crypto Support bundle (com.adobe.granite.crypto)

  • Seleziona aggiornamento

    chlimage_1-416

  • Dopo un momento, dovrebbe comparire una finestra di dialogo Successo :
    Operation completed successfully.

Apache HTTP Server

Se utilizzate il server Apache HTTP, accertatevi di utilizzare il nome server corretto per tutte le voci pertinenti.

In particolare, fate attenzione a utilizzare il nome corretto del server, non localhostnel RedirectMatch.

httpd.conf, esempio

<IfModule alias_module>
     # XAMPP does not have a favicon; this prevents any 404 errors which may arise.
     Redirect 404 /favicon.ico
     <Location /favicon.ico>
         ErrorDocument 404 "No favicon"
     </Location>

    # Return from "Sign Out" generates response header directing you to "/", generating a 404 error
    # The RedirectMatch resolves it correctly when modified for the target Community Site :
    RedirectMatch ^/$ https://[server name]/content/sites/engage/en.html
 ...
 </IfModule>

Dispatcher

Se utilizzi un dispatcher, vedi:

  • Visitate Administering Communities Sites per informazioni su come creare un sito community, configurare modelli di sito community, moderare i contenuti della community, gestire i membri e configurare i messaggi.

  • Visitate Developing Communities per informazioni sul framework dei componenti sociali (SCF) e sulla personalizzazione dei componenti e delle funzionalità di Communities.

  • Per informazioni su come creare e configurare i componenti di Community, consulta Authoring dei componenti di Communities.

In questa pagina