Accesso social con Facebook e Twitter

L'accesso per social network è la capacità di presentare a un visitatore del sito l'opzione per accedere con il proprio account Facebook o Twitter. Pertanto, includendo i dati Facebook o Twitter consentiti nel profilo membro AEM.

sociweretail

Panoramica dell’accesso social network

Per includere l'accesso social, è obbligatorio per creare applicazioni Facebook e Twitter personalizzate.

Mentre l’esempio di we-retail fornisce app e servizi cloud di esempio per Facebook e Twitter, non sono disponibili su un sito web di produzione.

I passaggi necessari sono i seguenti:

  1. Abilita autenticazione OAuth su tutte AEM istanze di pubblicazione.

    Senza OAuth abilitato, i tentativi di accesso non riescono.

  2. Crea un’app social e un servizio cloud.

  3. Abilita accesso social per un sito della community.

Esistono due concetti fondamentali:

  1. Ambito (autorizzazioni) specifica i dati che l'app può richiedere.

  2. Campi (params) specifica i dati effettivi richiesti utilizzando i parametri URL.

Accesso facebook

Versione API di facebook

L’accesso social network e l’esempio di Facebook per la vendita al dettaglio sono stati sviluppati quando l’API grafico Facebook era versione 1.0. A partire AEM 6.4 GA e AEM 6.3 SP1 l’accesso social era stato aggiornato per funzionare con la nuova versione di Facebook Graph API 2.5.

NOTA

Per le versioni AEM precedenti, se si sta riscontrando un'eccezione nei registri Impossibile estrarre un token da questo, effettua l’aggiornamento all’ultimo CFP per tale versione AEM.

Per informazioni sulla versione dell’API grafico di Facebook, consulta la sezione changelog API di facebook.

Creare un’app Facebook

Per abilitare l'accesso social a Facebook è necessaria un'applicazione Facebook configurata correttamente.

Per creare un'applicazione Facebook, segui le istruzioni Facebook disponibili all'indirizzo https://developers.facebook.com/apps/. Le modifiche alle relative istruzioni non sono riportate nelle informazioni seguenti.

In generale, a partire dall’API Facebook v2.7:

  • Aggiungere una nuova app Facebook
    • Per Piattaforma, scegli Sito Web:
      • Per URL sito, inserisci https://<server>:<port>.
      • Per Nome visualizzato, inserisci un titolo da utilizzare come titolo del servizio di connessione Facebook.
      • Per Categoria, scelta consigliata App per le pagine Ma può essere qualsiasi cosa.
      • Aggiungi prodotto: Accesso facebook
      • Per URI di reindirizzamento OAuth validi, inserisci https://<server>:<port>.
NOTA

Per lo sviluppo, http://localhost:4503 funzionerà.

Una volta creata l'applicazione, individua la ID app e Segreto app impostazioni. Queste informazioni sono necessarie per configurare il Servizio cloud facebook.

Creare un Cloud Service Facebook Connect

La Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite istanza, creata mediante la creazione di una configurazione del servizio cloud, identifica l’applicazione Facebook e il gruppo o i gruppi di membri a cui vengono aggiunti i nuovi utenti.

  1. Nell’istanza di authoring AEM, accedi con privilegi di amministratore.

  2. Dalla navigazione globale, seleziona Strumenti > Cloud Services > Configurazione dell'accesso a facebook Social.

  3. Seleziona la configurazione percorso del contesto.

    Percorso del contesto deve corrispondere al percorso di configurazione cloud selezionato durante la creazione/modifica di un sito community.

  4. Controlla se il percorso contestuale è abilitato per creare servizi cloud sotto di esso.

  5. Vai a Strumenti > Generale > Browser di configurazione. Seleziona il tuo contesto e modifica le proprietà. Abilita le configurazioni cloud se non ancora abilitate.

    config-propertiespng

  6. Crea/Modifica Configurazione del servizio cloud facebook.

    fbsociloginconfigpng

    • Titolo (Obbligatorio) Immetti un titolo di visualizzazione che identifichi l’app Facebook. Si consiglia di utilizzare lo stesso nome immesso come Nome visualizzato per l’app Facebook.
    • ID app/chiave API (Obbligatorio) Inserisci il ID app per l’app Facebook. In questo modo si identificano le Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite istanza creata dalla finestra di dialogo.
    • Segreto app (Obbligatorio) Inserisci il Segreto app per l’app Facebook.
    • Creare utenti Se questa opzione è selezionata, l'accesso con un account Facebook creerà una voce utente AEM e la aggiungerà come membro al gruppo o ai gruppi di utenti selezionati. Il valore predefinito è selezionato (fortemente consigliato).
    • Maschera ID utente: Lascia deselezionato .
    • Ambito e-mail: l’id e-mail dell’utente deve essere recuperato da Facebook.
    • Aggiungi a gruppi di utenti seleziona Aggiungi gruppo di utenti per scegliere uno o più gruppi di membri per il sito community a cui verranno aggiunti gli utenti.
    NOTA

    I gruppi possono essere aggiunti o rimossi in qualsiasi momento. Ma le appartenenze degli utenti esistenti non saranno influenzate. L'iscrizione automatica si applica solo ai nuovi utenti creati dopo l'aggiornamento del campo. Per i siti in cui gli utenti anonimi sono disabilitati, scegliere di aggiungere utenti al gruppo corrispondente di membri della community destinato a quel sito community chiuso.

    • Seleziona SALVA.
    • Pubblicazione.

Il risultato è un Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite istanza che non richiede ulteriori modifiche a meno che non aggiunga ulteriore ambito (autorizzazioni). L’ambito predefinito è quello standard per l’accesso a Facebook. Se desideri un ambito aggiuntivo, è necessario modificare direttamente la configurazione OSGI. In caso di modifiche effettuate direttamente tramite sistema/console, evita di modificare le configurazioni del servizio cloud dall’interfaccia utente touch per evitare la sovrascrittura.

Provider OAuth di AEM Communities Facebook

Il provider AEM Communities estende la Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite istanza.

Questo provider richiederà la modifica per:

  • Consenti aggiornamenti utente

  • Aggiungi campi aggiuntivi ambito

    • Per impostazione predefinita non tutti i campi consentiti per impostazione predefinita sono inclusi.

Se è necessaria la modifica, su ogni istanza di pubblicazione AEM:

  1. Accedi con privilegi di amministratore.

  2. Passa a Console web. Ad esempio, http://localhost:4503/system/console/configMgr.

  3. Individua il provider OAuth di AEM Communities Facebook.

  4. Seleziona l’icona a forma di matita da aprire per la modifica.

    fboauthprov_png

    • ID provider OAuth

      (Obbligatorio) Il valore predefinito è soco-facebook. Non modificare.

    • Configurazione Cloud Service

      Il valore predefinito è /etc/ cloudservices / facebookconnect. Non modificare.

    • Configurazione del servizio del provider OAuth

      Il valore predefinito è /apps/social/facebookprovider/config/. Non modificare.

    • Abilita tag

      Non modificare.

    • Percorso utente

      Posizione nella directory archivio in cui sono archiviati i dati utente. Per un sito della community, per garantire ai membri le autorizzazioni necessarie per visualizzare il profilo degli altri, il percorso deve essere quello predefinito /home/users/community.

    • Abilita campi

      Se questa opzione è selezionata, i campi elencati vengono specificati nella richiesta ad Facebook per l’autenticazione e le informazioni dell’utente. Il valore predefinito è deselezionato.

    • Campi

      Quando i campi sono abilitati, i campi seguenti sono inclusi quando si chiama l’API grafico di Facebook. I campi devono essere consentiti all’interno dell’ambito definito nella configurazione del servizio cloud. Per ulteriori campi potrebbe essere necessaria l’approvazione di Facebook. Consulta la sezione Autorizzazioni di accesso Facebook della documentazione Facebook . I campi predefiniti aggiunti come parametri sono:

      • id
      • name
      • nome_primo
      • cognome
      • Collegamento
      • locale
      • picture
      • fuso orario
      • update_time
      • verificato
      • e-mail

    Se viene aggiunto o modificato un campo, aggiorna la configurazione del gestore di sincronizzazione predefinita corrispondente per correggere la mappatura.

    • Aggiorna utente

      Se questa opzione è selezionata, aggiorna i dati utente nell’archivio a ogni accesso per riflettere le modifiche del profilo o i dati aggiuntivi richiesti. Il valore predefinito è deselezionato.

Passaggi successivi

I passaggi successivi sono gli stessi per Facebook e Twitter:

Accesso twitter

Creare un’app Twitter

Per abilitare l’accesso social a Twitter è necessaria un’applicazione Twitter configurata.

Segui le istruzioni più recenti per creare una nuova applicazione Twitter all’indirizzo https://apps.twitter.com.

In generale:

  1. Inserisci un Nome in modo da identificare l’applicazione Twitter per gli utenti del sito web.

  2. Inserire una descrizione.

  3. Per sito web - enter https://<server>.

  4. Per URL di callback - enter https://server.

    NOTA

    Non è necessario specificare la porta.

    Per lo sviluppo, https://127.0.0.1/ funzionerà.

  5. Una volta creata l'applicazione, individua la Chiave consumer (API) e Segreto consumer (API). Queste informazioni saranno necessarie per configurare il Servizio cloud twitter.

Autorizzazioni

Nella sezione delle autorizzazioni di gestione dell'applicazione Twitter:

  • Accesso: Seleziona Read only.

    • Altre opzioni non sono supportate
  • Autorizzazioni aggiuntive: Facoltativamente scegliere Request email addresses from users.

    • Se non è selezionato, il profilo utente in AEM non includerà il proprio indirizzo e-mail.
    • Le istruzioni di twitter indicano ulteriori passaggi da intraprendere.

L’unica richiesta REST effettuata per l’accesso social è di GET account/verifica credenziali.

Creare un Cloud Service Twitter Connect

La Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite istanza, creata mediante la creazione di una configurazione del servizio cloud, identifica l’applicazione Twitter e il gruppo o i gruppi di membri a cui vengono aggiunti i nuovi utenti.

  1. Nell’istanza di authoring, accedi con privilegi di amministratore.

  2. Dalla navigazione globale, seleziona Strumenti > Cloud Services > Configurazione dell'accesso a twitter Social.

  3. Scegli la percorso del contesto configurazione.

    Il percorso contestuale deve corrispondere al percorso di configurazione cloud selezionato durante la creazione/modifica di un sito della community.

  4. Controlla se il percorso contestuale è abilitato per creare servizi cloud sotto di esso.

  5. Vai a Strumenti > Generale > Browser di configurazione. Seleziona il tuo contesto e modifica le proprietà. Abilita le configurazioni cloud se non ancora abilitate.

    twitterconfigpropping

  6. Creare/modificare la configurazione del servizio cloud Twitter.

    twittersociloginpng

    • Titolo

      (Obbligatorio) Immetti un titolo di visualizzazione che identifichi l’app Twitter. Si consiglia di utilizzare lo stesso nome immesso come Nome visualizzato per l’app Twitter.

    • Chiave consumer

      (Obbligatorio) Inserisci il Chiave consumer (API) per l’app Twitter. In questo modo si identificano le Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite istanza creata dalla finestra di dialogo.

    • Segreto consumer

      (Obbligatorio) Inserisci il Segreto consumer(API) per l’app Twitter.

    • Crea utenti

      Se questa opzione è selezionata, l'accesso con un account Twitter creerà una voce utente AEM e la aggiungerà come membro al gruppo o ai gruppi di utenti selezionati. Il valore predefinito è selezionato (fortemente consigliato).

    • Maschera ID utenti

      Lascia deselezionato .

    • Aggiungi a gruppo di utenti

      Selezionare Aggiungi gruppo di utenti per scegliere uno o più gruppi di membri per il sito community a cui verranno aggiunti gli utenti.

    NOTA

    I gruppi possono essere aggiunti o rimossi in qualsiasi momento. Ma le appartenenze degli utenti esistenti non saranno influenzate. L'iscrizione automatica si applica solo ai nuovi utenti creati dopo l'aggiornamento del campo. Per i siti in cui gli utenti anonimi sono disabilitati, aggiungi gli utenti al gruppo di membri della community corrispondente destinato a quel sito community chiuso.

  7. Seleziona SALVA e Pubblica.

Il risultato è un Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite istanza che non richiede ulteriori modifiche. L’ambito predefinito è quello standard per l’accesso a Twitter.

Provider OAuth di AEM Communities Twitter

La configurazione di AEM Communities estende Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite istanza. Questo provider richiederà modifiche per consentire gli aggiornamenti degli utenti.

Se è necessaria la modifica, su ogni istanza di pubblicazione AEM:

  1. Accedi con privilegi di amministratore.

  2. Passa a Console web.

    Ad esempio, http://localhost:4503/system/console/configMgr.

  3. Individua il provider OAuth di AEM Communities Twitter.

  4. Seleziona l’icona a forma di matita da aprire per la modifica.

    twitteroauth_png

    • ID provider OAuth

    (Obbligatorio) Il valore predefinito è soco-twitter. Non modificare.

    • Configurazione Cloud Service

      Il valore predefinito è conf. Non modificare.

    • Configurazione del servizio del provider OAuth

      Il valore predefinito è /apps/social/twitterprovider/config/. Non modificare.

    • Percorso utente

      Posizione nella directory archivio in cui sono archiviati i dati utente. Per un sito della community, per garantire ai membri le autorizzazioni necessarie per visualizzare il profilo degli altri, il percorso deve essere quello predefinito /home/users/community.

    • Abilita parametri non modificare

    • Parametri URL non modificare

    • Aggiorna utente

      Se questa opzione è selezionata, aggiorna i dati utente nell’archivio a ogni accesso per riflettere le modifiche del profilo o i dati aggiuntivi richiesti. Il valore predefinito è deselezionato.

Passaggi successivi

I passaggi successivi sono gli stessi per Facebook e Twitter:

Abilita accesso social

Console AEM Communities Sites

Una volta configurato, il servizio cloud può essere abilitato per l’impostazione di accesso social pertinente per un sito community utilizzando Gestione utente Pannello secondario Impostazioni durante il sito community creazione o gestione.

  1. Scegli il contesto di configurazione del sito in cui hai salvato le configurazioni di accesso social.

  2. Nella scheda Generale, imposta le configurazioni cloud.

    managesites_png

  3. Nella scheda Impostazioni , abilita Accesso a Social e Salva.

    usermgmt_png

Verifica accesso social

  • Assicurati Gestore autenticazione OAuth di Adobe Granite è stato abilitato su tutte le istanze di pubblicazione.
  • Verifica che i servizi cloud siano stati pubblicati.
  • Assicurati che il sito della community sia stato pubblicato.
  • Avvia il sito pubblicato in un browser.
    Ad esempio, http://localhost:4503/content/sites/engage/en.html
  • Seleziona Accesso.
  • Seleziona o Accesso con Facebook o Accesso con Twitter.
  • Se non hai già effettuato l'accesso a Facebook o Twitter, accedi con le credenziali appropriate.
  • Potrebbe essere necessario concedere l'autorizzazione in base alla finestra di dialogo visualizzata dall'app Facebook o Twitter.
  • La barra degli strumenti nella parte superiore della pagina viene aggiornata per riflettere l’accesso eseguito correttamente.
  • Seleziona Profilo: nella pagina Profilo viene visualizzata l’immagine avatar dell’utente, il nome e il cognome. Inoltre, visualizza le informazioni dal profilo Facebook o Twitter in base ai campi/parametri consentiti.

Configurazioni OAuth della piattaforma AEM

Gestore autenticazione OAuth di Adobe Granite

La Adobe Granite OAuth Authentication Handler non è abilitato per impostazione predefinita e deve essere abilitata su tutte le istanze di pubblicazione AEM.

Per abilitare il gestore di autenticazione al momento della pubblicazione, è sufficiente aprire la configurazione OSGi e salvarla:

  • Accedi con privilegi di amministratore.
  • Passa a Console web.
    Ad esempio, http://localhost:4503/system/console/configMgr
  • Individua Adobe Granite OAuth Authentication Handler.
  • Seleziona per aprire la configurazione per la modifica.
  • Seleziona Salva.

graniteoauth

ATTENZIONE

Fai attenzione a non confondere il gestore di autenticazione con un'istanza Facebook o Twitter di Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite.

graniteoauth1

Applicazione e provider OAuth di Adobe Granite

Quando viene creato un servizio cloud per Facebook o Twitter, viene creata un'istanza di Adobe Granite OAuth Authentication Handler viene creato.

Per individuare l'istanza creata per un'app Facebook o Twitter:

  1. Accedi con privilegi di amministratore.

  2. Passa a Console web.

    Ad esempio, http://localhost:4503/system/console/configMgr.

  3. Individua l’applicazione e il provider OAuth di Adobe Granite.

    • Individua l’istanza in cui ID client corrisponde a ID app.

      graniteoauth2

      Ad eccezione delle seguenti proprietà, lasciare invariate le altre proprietà della configurazione:

    • ID configurazione

      (Obbligatorio) Gli ID di configurazione OAuth devono essere univoci. Generazione automatica quando viene creato il servizio cloud.

    • ID client

      (Obbligatorio) L'ID applicazione fornito al momento della creazione del servizio cloud.

    • Segreto client

      (Obbligatorio) Il segreto dell'applicazione fornito al momento della creazione del servizio cloud.

    • Ambito

      (Facoltativo) Il provider può richiedere un ulteriore ambito per ciò che è consentito. L'ambito predefinito copre le autorizzazioni necessarie per fornire l'autenticazione social e i dati di profilo.

    • ID fornitore

      (Obbligatorio) L'ID fornitore per AEM Communities viene impostato al momento della creazione del servizio cloud. Non modificare. Per Facebook Connect, il valore è soco-facebook. Per Twitter Connect, il valore è soco-twitter.

    • Gruppi

      (Consigliato) Uno o più gruppi di membri a cui vengono aggiunti gli utenti creati. Per AEM Communities, si consiglia di elencare il gruppo di membri per il sito community.

    • URL callback

      (Facoltativo) URL configurato con i provider OAuth per reindirizzare nuovamente il client. Utilizza un URL relativo per utilizzare l’host della richiesta originale. Lascia vuoto per utilizzare invece l’URL originariamente richiesto. Il suffisso "/callback/j_security_check" viene aggiunto automaticamente a questo url .

    NOTA

    Il dominio del callback deve essere registrato con il provider (Facebook o Twitter).

Per ogni configurazione del gestore di autenticazione OAuth, nell’istanza sono state create due configurazioni aggiuntive:

  • Apache Jackrabbit Oak Default Sync Handler (org.apache.jackrabbit.oak.spi.security.authentication.external.impl.DefaultSyncHandler) - Non sono necessarie modifiche, ma puoi guardare le mappature dei campi utente in cui i campi Facebook sono mappati su un nodo di profilo utente CQ. Inoltre, 'Sync Handler Name' corrisponde all'ID di configurazione della configurazione del provider OAuth.
  • Modulo di accesso esterno Apache Jackrabbit Oak (org.apache.jackrabbit.oak.spi.security.authentication.external.impl.ExternalLoginModuleFactory) - Non sono necessarie modifiche, ma si può notare che 'Nome provider identità' e 'Nome gestore sincronizzazione' sono uguali e puntano rispettivamente alle corrispondenti configurazioni OAuth e del gestore di sincronizzazione.

Per ulteriori informazioni, consulta Autenticazione con modulo di accesso esterno Apache Oak.

Prestazioni di trasferimento degli utenti OAuth

Per i siti della community in cui centinaia di migliaia di utenti si registrano utilizzando il proprio accesso Facebook o Twitter, le prestazioni traverse della query eseguita quando un visitatore del sito utilizza il proprio accesso social possono essere migliorate aggiungendo il seguente indice Oak.

Se nei registri sono visualizzati avvisi traversal, è consigliabile aggiungere questo indice.

Su un'istanza di authoring, connesso con privilegi amministrativi:

  1. Dalla navigazione globale: select Strumenti, CRX/DE Lite.

  2. Crea un indice denominato ntBaseLucene-oauth da una copia di ntBaseLucene:

    • Sotto il nodo /oak:index
    • Seleziona nodo ntBaseLucene
    • Seleziona Copia
    • Seleziona /oak:index
    • Seleziona Incolla
    • Rinomina copia di ntBaseLucene in ntBaseLucene-oauth
  3. Modifica le proprietà del nodo ntBaseLucene-oauth:

    • indexPath: /oak:index/ntBaseLucene-oauth
    • name: oauthid-123&#x200B;**&#x200B;**
    • reindicizzare: true
    • reindexCount: 1
  4. Sotto il nodo /oak:index/ntBaseLucene-oauth/indexRules/nt:base/properties:

    • Elimina tutti i nodi figlio, ad eccezione di cqTags.

    • Rinomina cqTags in oauthid-123**&#x200B;**

    • Modifica le proprietà del nodo oauthid-123**&#x200B;**

      • name: oauthid-123&#x200B;**&#x200B;**
    • Seleziona Salva tutto.

Per ulteriori informazioni e strumenti, consulta Query e indicizzazione Oak.

Configurazione del Dispatcher

Vedi Configurazione di Dispatcher per Communities.

In questa pagina