AEM Note sulla versione 3D

IMPORTANTE

AEM feature pack 3D in AEM 6.4 non è più supportato. Adobe consiglia di utilizzare la funzionalità delle risorse 3D in AEM come Cloud Service o AEM 6.5.3 o superiore.

AEM-6.4-DynamicMedia-3D versione 3.1.0 (10 ottobre 2018)

Il AEM pacchetto di funzioni 3D consente il supporto dei contenuti 3D in AEM Assets. Offre funzionalità di caricamento, gestione, anteprima e rendering delle risorse 3D. Il supporto per la visualizzazione e il rendering è ottimizzato per singoli oggetti (anziché per scene complesse con più oggetti).

AEM 3D supporta tipi di risorse Adobe Dimension (Dn) e glTF. L’implementazione per questi tipi di risorse è sostanzialmente diversa da quella per i tipi 3D tradizionali descritti nella presente documentazione. Consultate Utilizzo di risorse Adobe Dimension.

Sono incluse anche le integrazioni lato server con Autodesk® Maya® (solo Windows). Quando si installa e si configura Maya sullo stesso server AEM si abilita il supporto per i formati di file Maya nativi, compreso il rendering di alta qualità con il plug-in NVIDIA® mental ray® Standalone per Maya. L'installazione e la configurazione di 3ds Max sul server abilita il supporto per il formato di file nativo .max.

Vedere Integrazione con Autodesk Maya.

Vedere anche Installazione e configurazione AEM risorse 3D e Impostazioni di configurazione avanzate.

Vedere anche Utilizzo di risorse 3D.

Requisiti di sistema

Prerequisiti

  • AEM 6.4.2 (AEM 6.4 con Service Pack 2)
  • Autodesk® FBX® SDK 2016.1.2

Sistemi operativi supportati

  • Microsoft Windows 2012 Server o versione successiva
  • Apple OS X El Capitan 10.6 o versione successiva
  • RedHat Enterprise Linux 7.3

Browser Web supportati per AEM Assets

  • Google Chrome 53 o versione successiva (consigliato).
  • Apple Safari 9.1 o versione successiva.
  • Firefox 48 o versione successiva.
  • Microsoft Edge 25.10586 o versione successiva.

Altri browser potrebbero non supportare la visualizzazione interattiva di contenuto 3D in AEM. Solo Google Chrome supporta le ombre proiettate in Anteprima.

Requisiti hardware e raccomandazioni

  • CPU - L'elaborazione e il rendering 3D sono molto esigenti sulla CPU di un computer. Si consiglia pertanto di utilizzare un server contemporaneo con almeno otto core CPU.

  • Memoria: si consiglia un minimo di 32 GB.

  • Storage di massa - È consigliabile un'elevata larghezza di banda per l'archiviazione SSD.

    Al momento del caricamento, le risorse 3D vengono convertite in un formato proprietario per una visualizzazione rapida e interattiva. A seconda del tipo di risorsa 3D, è necessario uno spazio di archiviazione pari a 2-3 volte la dimensione della risorsa 3D caricata.

Vedere anche Utilizzo di risorse 3D.

Installazione e configurazione AEM 3D

Vedere Installazione e configurazione AEM 3D.

Vedere anche Integrazione AEM 3D con Autodesk Maya e Integrazione AEM 3D con Autodesk 3ds Max.

Formati di file 3D supportati

Formato Descrizione Piattaforme Note
DN Adobe Dimension Tutti i bundle Richiede l'accesso a un servizio di conversione basato su cloud.
GLTZ Zipped gITF Tutti i bundle
GLB Binary gITF Tutti i bundle Solo download (le rappresentazioni GLB vengono create per le risorse DN).
OBJ Wavefront OBJ 3D Tutti i bundle
FBX Autodesk FBX (Kaydara Filmbox) Tutti i bundle L’SDK Autodesk FBX deve essere installato sul nodo Author.
MA, MB Autodesk nativo Maya Solo Windows Autodesk Maya è richiesto sul nodo Autore per abilitare questi formati di file. Vedere Integrazione AEM 3D con Autodesk Maya.
JT Siemens PLM Open CAD Solo Windows Autodesk Maya è richiesto sul nodo Autore per abilitare questi formati di file. Vedere Integrazione AEM 3D con Autodesk Maya.
* È possibile abilitare ulteriori formati di input 3D supportati da Autodesk Maya. Vedere Abilitazione di formati aggiuntivi supportati da Maya. Solo Windows Autodesk Maya è richiesto sul nodo Autore per abilitare questi formati di file. Vedere Integrazione AEM 3D con Autodesk Maya.
MAX Autodesk nativo 3ds Max Solo Windows Autodesk 3ds Max è richiesto nel nodo autore per abilitare questo formato di file. Vedere Integrazione AEM 3D con Autodesk 3ds Max.

Miglioramenti e nuove funzionalità

Versione 3.0

  • Supporto per il formato di file nativo Autodesk 3ds Max.
  • Diverse modifiche e correzioni di bug per migliorare stabilità, qualità ed esperienza utente.
  • Impostazioni di configurazione spostate in /libs/settings/dam/v3d/

Versione 3.1

  • Supporto limitato per il formato di file nativo Adobe Dimension (.dn).
  • Un nuovo visualizzatore 3D per le risorse glTF.
  • Una nuova interfaccia per un servizio di conversione basato su cloud gestito dal Adobe ospitato in Amazon AWS. Inizialmente, questo servizio converte solo dai formati Dn a glTF.

Restrizioni e problemi noti

supporto Adobe Dimension

  • Questa versione di AEM3D ha un supporto limitato per i file .dn creati con Adobe Dimension.
  • Durante l'elaborazione del caricamento, AEM utilizza un servizio di conversione basato su cloud ospitato dal Adobe per creare una rappresentazione GlTF dal file nativo .dn. È necessario accedere al servizio di conversione e selezionare endpoint Amazon AWS.
  • È disponibile un nuovo visualizzatore GlTF che supporta la visualizzazione delle risorse Dn in AEM Assets e in Siti/schermi. Il supporto per le fasi nel visualizzatore non è ancora disponibile.
  • I modelli Dn possono incorporare luci e sfondi IBL visualizzati, se presenti. In alternativa, il visualizzatore applica l’illuminazione predefinita, un colore di sfondo predefinito o entrambi.
  • Il rendering di alta qualità per le risorse Dn non è ancora disponibile.
  • Le dipendenze come le mappe di texture sono incorporate nelle risorse Dn e non possono essere gestite esplicitamente in AEM.

Compatibilità

  • L'esecuzione come servizio Windows non è supportata (solo Windows) . Questo potrebbe funzionare ma non è stato testato.
  • Dynamic Media ( dynamicmedia-scene7 mode) - La compatibilità di AEM3D con la nuova soluzione Dynamic Media rilasciata con AEM 6.4 non è ancora completamente verificata. Se Dynamic Media e AEM3D vengono distribuiti insieme, è consigliabile inserire risorse 3D e le relative dipendenze solo in un'area dell'archivio AEM Assets non assegnata ad Dynamic Media. Questa raccomandazione è particolarmente importante per i file TIFF a 32 bit che sono richiesti per le fasi 3D ma non sono supportati da Dynamic Media.

Generale

  • Collegamento Risolvi dipendenze - Questa scelta rapida è disponibile nella vista a schede sulle risorse 3D. Le schede delle risorse nella vista a schede mostrano il banner "Dipendenze non risolte". La scelta rapida apre la scheda Proprietà di base invece della scheda Dipendenze. Soluzione: passare manualmente alla scheda Dipendenze.

  • Selettore dello stage non disponibile : le risorse 3D che includono luci vengono etichettate automaticamente da AEM come fasi 3D. Nella visualizzazione Dettagli non è disponibile il selettore Staggi. Per contrassegnare una risorsa 3D come oggetto 3D, andate a Proprietà di base, modificate Classe risorsa in Oggetto 3D, quindi fate clic su Salva.

  • Download di risorse 3D con dipendenze e rappresentazioni - Quando si scaricano risorse 3D da AEM con sia ​Dipendenze che Rappresentazioni selezionate, il download include non solo le rappresentazioni della risorsa 3D principale, ma anche le rappresentazioni di tutte le persone dipendenti.

  • Integrazione Autodesk 3ds Max - Al momento il rendering con 3ds Max non è supportato.

Limitazioni relative al tipo di file

  • File Mathematica (.ma) - I file Mathematica usano lo stesso suffisso di file dei file Maya nativi. Quando il Feature Pack è installato e il formato di file Maya .ma è abilitato, AEM3D tenta di assimilare i file Mathematica come file Maya non riesce. Tali risorse visualizzano un banner di errore nella vista a schede.

  • File di immagini Targa (.tga) - I file di modelli 3D precedenti possono includere riferimenti a file TGA. Questo formato non è supportato da AEM. Adobe consiglia di convertire tali file in un formato diverso prima di caricare le risorse 3D in AEM.

  • Immagini HDR - Le immagini HDR vengono utilizzate per fasi con illuminazione basata sulle immagini (IBL). Al momento, sono supportate solo immagini TIFF a 32 bit.

  • Immagini TIFF a 32 bit - Le immagini TIFF a 32 bit vengono utilizzate per gli stadi con illuminazione basata sulle immagini. AEM non supporta la creazione di rappresentazioni per queste risorse, generando miniature vuote e non è possibile visualizzare l’anteprima. La risorsa funziona ancora correttamente se utilizzata con un passaggio IBL.

  • File Autodesk 3ds Max (.max)- Se Autodesk 3ds Max è installato e configurato sui nodi Author, AEM supporta l'assimilazione e la conversione di file .max. Al momento non è supportato l’utilizzo di file .max come fasi.

Risoluzione dipendenza automatica

  • Dipendenze dei file non risolte dopo il caricamento : quando risorse 3D e i relativi dipendenti vengono caricati con la stessa operazione di caricamento, è possibile che alcuni dipendenti non vengano risolti automaticamente. Questo problema è più probabile se i file dipendenti sono di grandi dimensioni. Per risolvere il problema, accedete alla pagina Proprietà/Dipendenze della risorsa che mostra le dipendenze non risolte dopo il caricamento. È ora necessario visualizzare i dipendenti non risolti in precedenza. Fate clic su Salva per finalizzare la risorsa. Per evitare questo problema in futuro, potete caricare tutti i dipendenti in una transazione separata prima di caricare gli oggetti 3D.

  • Sensibilità alle maiuscole/minuscole: la risoluzione automatica delle dipendenze tenta di far corrispondere i nomi dei file in modo sensibile alle maiuscole/minuscole. Ad esempio, se la dipendenza originale trovata nella risorsa 3D è image.jpg, la dipendenza viene risolta in una risorsa denominata Image.jpg, image.JPG o in qualsiasi altra variante di caso.

Fasi 3D

  • Miniature per gli stadi - Le miniature generate automaticamente per gli stadi potrebbero non rappresentare l’area di visualizzazione con precisione.

  • Geometria dello stage per gli stadi non IBL - Il renderer rapido di perfezionamento non esegue il rendering della geometria da stadi con illuminazione non IBL, compresi sfondi e piani di terra. Tale geometria viene ancora visualizzata in modo ragionevole nella visualizzazione Dettagli della risorsa (anteprima 3D).

  • Fasi FBX con illuminazione IBL - È possibile caricare le fasi FBX con illuminazione IBL. Tuttavia, il formato FBX non dispone di disposizioni per trasferire il nome dell’immagine IBL. Di conseguenza, la risoluzione delle dipendenze del file non riesce. L’immagine IBL deve essere assegnata manualmente all’area di visualizzazione dopo il caricamento. È possibile assegnare la stessa immagine TIFF a 32 bit alle tre dipendenze seguenti: Diffuse Lighting Environment Image, Reflection Environment Image e Background Environment Image oppure è possibile assegnare immagini diverse.

  • Immagine di sfondo delle fasi IBL - Per alcune scene IBL, l’immagine di sfondo potrebbe presentare una qualità scadente, ad esempio troppo luminosa o troppo sfocata. Per ottimizzare la qualità visiva dello sfondo dell'immagine delle fasi IBL, Adobe consiglia di preparare un'immagine JPEG a 8 bit ad alta risoluzione separata e di collegarla allo stadio IBL come Immagine dell'ambiente di sfondo.

  • Immagine nera durante il rendering con Maya con un passaggio IBL. Questo problema è probabilmente causato dal fatto che Maya non trova la dipendenza dell’immagine IBL perché l’immagine IBL originale a cui fa riferimento l’area di visualizzazione è stata sostituita da un’immagine con un nome diverso. Per evitare questo problema, accertatevi che almeno una delle tre dipendenze a cui fa riferimento il passaggio IBL Maya abbia lo stesso nome del riferimento originale del file IBL nel file Maya.

  • Immagine di sfondo inversa per l'area di visualizzazione IBL - Le immagini per le fasi IBL vengono volutamente capovolte orizzontalmente per corrispondere al comportamento del modulo di rendering NVIDIA per i raggi mentali fornito con Autodesk Maya. Soluzione: Riflettete le immagini utilizzate per le fasi IBL in Photoshop prima di caricarle.

  • Luminosità delle fasi IBL - L'analisi automatica dell'immagine IBL può dare luogo a una scena troppo scura o troppo luminosa. Per regolare la luminosità dell'illuminazione delle fasi IBL, passare a Proprietà di base e regolare il valore luminoso di Illuminazione ambiente secondo necessità.

componente AEM Sites 3D

  • Un componente 3D per pagina : al momento, è consentita una sola istanza del componente 3D in ogni pagina Web. Se alla stessa pagina vengono aggiunti più componenti 3D, nessuno di essi funziona correttamente.

  • Visualizzazione 3D mancante durante l'anteprima in Siti - Quando si utilizza ​Siti di anteprima, la pagina deve essere ricaricata nel browser per inizializzare completamente il visualizzatore 3D. Non si tratta di un problema quando si visualizza la pagina Web direttamente (ovvero quando edit.html viene rimosso dal percorso) sui nodi Autore o Pubblica.

  • Modalità a schermo intero non disponibile sui dispositivi iOS. Il pulsante a schermo intero non è disponibile sui dispositivi iOS, indipendentemente dal browser utilizzato.

Pubblicazione di contenuti 3D

  • Configurazione del componente 3D: è necessario installare il Feature Pack 3D su tutti i nodi Publish attivi e ogni nodo deve essere configurato con CRXDE Liteto alle stesse opzioni di configurazione in /libs/settings/dam/v3D/WebGLSites.

  • texture, sfondo o illuminazione mancanti dopo la pubblicazione - Il meccanismo di ​pubblicazione in AEM Sites pubblica automaticamente le dipendenze primarie della pagina, incluso il modello 3D e lo stage 3D a cui fa riferimento il componente 3D. Le fasi 3D e i modelli 3D in genere dipendono dalle risorse secondarie per le immagini IBL e le mappe di texture, che il meccanismo di pubblicazione di Siti non pubblica automaticamente. Soluzione: pubblicate tutte le risorse 3D da Risorse prima di pubblicare la pagina Web da Siti. In questo modo tutte le dipendenze per le risorse 3D saranno disponibili sui nodi Pubblica.

In questa pagina

Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free
Adobe Summit Banner

A virtual event April 27-28.

Expand your skills and get inspired.

Register for free