Ripristino dei dati dei moduli AEM

Questa sezione descrive i passaggi necessari per recuperare i dati dei moduli AEM. Vedere anche Considerazioni speciali per il backup e il ripristino.

NOTE

Le directory di database, GDS, AEM repository e Content Storage Root devono essere ripristinate su un computer con lo stesso nome DNS dell'originale.

AEM moduli devono essere ripristinati in modo affidabile a seguito dei seguenti errori:

Errore disco: Il supporto di backup più recente è necessario per recuperare il contenuto del database.

Corruzione dei dati: I file system non registrano le transazioni passate e i sistemi potrebbero sovrascrivere accidentalmente i dati di processo richiesti.

Errore utente: Il recupero è limitato ai dati resi disponibili dal database. Se i dati sono stati memorizzati e sono disponibili, il ripristino è semplificato.

Uscita di alimentazione, arresto anomalo del sistema: Le API del file system spesso non sono progettate o utilizzate in modo affidabile per evitare errori di sistema imprevisti. Se si verifica un'interruzione di corrente o di sistema, è più probabile che il contenuto del documento memorizzato nel database sia aggiornato rispetto al contenuto memorizzato in un file system.

Se si utilizza la modalità di backup a rotazione, si è ancora in modalità di backup dopo il ripristino. Se si utilizza la modalità di backup snapshot, non si è in modalità di backup dopo il ripristino.

Durante il ripristino da backup a un nuovo sistema, le seguenti configurazioni potrebbero essere diverse. Questa differenza non deve incidere sul recupero corretto dell'applicazione dei moduli AEM:

  • Indirizzo IP
  • Configurazione fisica del sistema (CPU, disco, memoria)
  • Posizione GDS
NOTE

Il backup della directory principale dell'archivio dei contenuti deve essere ripristinato nel percorso della directory così come è stato impostato durante la configurazione di Content Services.

Se un singolo nodo di un cluster multinodo non riesce e i nodi rimanenti del cluster funzionano correttamente, eseguire la procedura di ripristino a nodo singolo del cluster.

Ripristino dei dati dei moduli AEM

  1. Arrestare i servizi AEM moduli e il server applicazioni se in esecuzione.

  2. Se necessario, ricreate il sistema fisico da un'immagine del sistema. Ad esempio, questo passaggio potrebbe non essere necessario se il motivo del ripristino è un server di database difettoso.

  3. Applicare patch o aggiornamenti ai moduli AEM applicati dopo la creazione dell'immagine. Queste informazioni sono state registrate nella procedura di backup. AEM moduli devono essere patch allo stesso livello di patch esistente al momento del backup del sistema.

  4. (WebSphere Application Server) Se si sta eseguendo il ripristino in una nuova istanza di WebSphere Application Server, eseguire il comando restoreConfig.bat/sh.

  5. Recuperare il database dei moduli AEM eseguendo prima un'operazione di ripristino del database utilizzando i file di backup del database e quindi applicando i redo log delle transazioni al database recuperato. (Vedere AEM databasemoduli.) Per ulteriori informazioni, consultate uno dei seguenti articoli della knowledge base:

  6. Recuperare la directory GDS eliminando prima il contenuto della directory GDS sull'installazione esistente dei moduli AEM e quindi copiando il contenuto della directory GDS dal GDS di backup. Se avete modificato il percorso della directory GDS, consultate Modifica del percorso GDS durante il ripristino.

  7. Rinominare la directory di backup GDS da ripristinare come mostrato negli esempi seguenti:

    NOTE

    Se la directory /restore esiste già, eseguitene il backup ed eliminatela prima di rinominare la directory /backup che contiene i dati più recenti.

    • (JBoss) Rinominare [appserver root]/server/[server]/svcnative/DocumentStorage/backup in:

      [appserver root]/server/[server]/svcnative/DocumentStorage/restore.

    • (WebLogic) Rinomina [appserverdomain]/[server]/adobe/AEMformsserver/DocumentStorage/backup in:

      [appserverdomain]/[server]/adobe/AEMformsserver/DocumentStorage/restore.

    • (WebSphere) Rinomina [appserver root]/installedApps/adobe/[server]/DocumentStorage/backup in:

      [appserver root]/installedApps/adobe/[server]/DocumentStorage/restore.

  8. Ripristinare la directory principale di memorizzazione dei contenuti eliminando innanzitutto il contenuto della directory principale di memorizzazione dei contenuti nell'installazione esistente dei moduli AEM e recuperando quindi i contenuti seguendo le operazioni per gli ambienti standalone o cluster:

    NOTE

    Il backup della directory principale di Content Storage deve essere ripristinato nel percorso della directory principale di Content Storage, così come è stato impostato durante la configurazione di Content Services (obsoleto).

    Standalone: Durante il processo di ripristino, ripristinare tutte le directory di cui è stato eseguito il backup. Quando queste directory vengono ripristinate, se la directory /backup-lucene-index è presente, rinominatela in /lucene-indexes. In caso contrario, la directory lucene-index dovrebbe già esistere e non è richiesta alcuna azione.

    Cluster: Durante il processo di ripristino, ripristinare tutte le directory di cui è stato eseguito il backup. Per ripristinare la directory radice dell'indice, eseguire i seguenti passaggi su ciascun nodo del cluster:

    • Eliminate tutto il contenuto nella directory radice dell'indice.
    • Se la directory /backup-lucene-index è presente, copiate il contenuto della directory radice di Content Storage/backup-lucene-index nella directory radice dell'indice ed eliminate la directory radice di Content Storage/backup-lucene-index.
    • Se la directory /lucene-indexes è presente, copiate il contenuto della directory radice di Content Storage/lucene-indexes nella directory radice dell'indice.
  9. Ripristinare/ripristinare l'archivio CRX.

    • Standalone

      Ripristinare le istanze di creazione e pubblicazione: Se si verifica un errore, è possibile ripristinare il repository all'ultimo stato di backup eseguendo i passaggi descritti in Backup e ripristino.

      Il ripristino completo del nodo Author consente di ripristinare anche i dati di Forms Manager e AEM Forms Workspace.

    • Cluster

      Per il ripristino in un ambiente cluster, consultate Strategia per il backup e il ripristino in un ambientecluster.

  10. Eliminate i file temporanei AEM moduli creati nella directory java.io.temp o nella directory temporanea del Adobe .

  11. Avviare AEM moduli (vedere Avvio e arresto dei servizi).

Modifica della posizione GDS durante il ripristino

Se il GDS viene ripristinato in una posizione diversa da quella in cui era originariamente, eseguite lo script LCSetGDS per impostare il GDS sulla nuova posizione. Lo script si trova nella [aem-forms root]\sdk\misc\Foundation\SetGDSCommandline cartella. Lo script richiede due parametri defaultGDS e newGDS. Per istruzioni sull'esecuzione dello script, vedere il ReadMe.txt file nella stessa cartella.

NOTE

Se nel database è stata abilitata l'archiviazione dei documenti, non è necessario modificare il percorso GDS.

NOTE

Questa circostanza è l'unica in base alla quale si dovrebbe utilizzare questo script per modificare la posizione GDS. Per modificare la posizione GDS durante l'esecuzione AEM moduli, utilizzare la console di amministrazione. (Vedere Configurare le impostazionigenerali AEM moduli.)

NOTE

La distribuzione del componente non riuscirà in Windows se la directory GDS si trova nella directory principale dell'unità (ad esempio, D:). Per GDS, è necessario assicurarsi che la directory non si trovi nella directory principale dell'unità, ma che si trovi in una sottodirectory. Ad esempio, la directory deve essere D:\GDS and not simply D:.

Ripristino di GDS in un ambiente cluster

Per modificare la posizione GDS in un ambiente cluster, chiudete l'intero cluster ed eseguite lo script LCSetGDS su un singolo nodo del cluster. (Vedere Modifica della posizione GDS durante il ripristino.) Inizia solo quel nodo. Quando il nodo è completamente avviato, altri nodi del cluster potrebbero essere avviati in modo sicuro e verranno correttamente indirizzati al nuovo GDS.

NOTE

Se non è possibile garantire l'avvio completo di un nodo prima di avviare altri nodi, è necessario eseguire lo script LCSetGDS su ogni nodo del cluster prima di avviare il cluster.

In questa pagina