Modalità di esecuzione

Le modalità di esecuzione ti consentono di regolare la tua istanza AEM per uno scopo specifico; ad esempio autore o pubblicazione, test, sviluppo, intranet o altri.

Operazioni disponibili:

Tutte le impostazioni e le definizioni vengono memorizzate nell'unico archivio e attivate impostando la Modalità di esecuzione.

Modalità di esecuzione dell'installazione

Le modalità di esecuzione dell'installazione (o fisse) vengono utilizzate al momento dell'installazione e poi fissate per l'intera durata dell'istanza, non possono essere modificate.

Le modalità di esecuzione dell'installazione sono pronte all'uso:

  • author
  • publish
  • samplecontent
  • nosamplecontent

Si tratta di due coppie di modalità di esecuzione reciprocamente esclusive; ad esempio, puoi:

  • definire author o publish, non contemporaneamente

  • combinare author con samplecontent o nosamplecontent (ma non entrambi)

ATTENZIONE

Quando si utilizza una delle modalità di esecuzione di cui sopra (autore, pubblicazione, contenuto di esempio, nosamplecontent), il valore utilizzato al momento dell'installazione definisce la modalità di esecuzione per l' intera durata di tale installazione.

Per queste modalità di esecuzione non è possibile modificarle dopo l'installazione.

Modalità di esecuzione personalizzate

Puoi anche creare modalità di esecuzione personalizzate. Questi possono essere combinati in modo da coprire scenari quali:

  • author + development

  • publish + test

  • publish + test + golive

  • publish + intranet

  • come richiesto . . .

È inoltre possibile selezionare modalità di esecuzione personalizzate a ogni avvio.

Utilizzo di samplecontent e nosamplecontent

Queste modalità consentono di controllare l’uso del contenuto campione. Il contenuto di esempio viene definito prima della creazione dell’avvio rapido e può includere pacchetti, configurazioni e così via:

  • La modalità di esecuzione samplecontent installerà questo contenuto (modalità predefinita).

  • La modalità nosamplecontent non installerà il contenuto di esempio.

La modalità di esecuzione nosamplecontent è progettata per le installazioni di produzione.

Definizione delle proprietà di configurazione per una modalità di esecuzione

È possibile salvare nell'archivio una raccolta di valori per le proprietà di configurazione, utilizzate per una particolare modalità di esecuzione.

La modalità di esecuzione è indicata da un suffisso sul nome della cartella. Questo consente di memorizzare tutte le configurazioni in un unico archivio come. Esempio:

  • config

    Applicabile per tutte le modalità di esecuzione

  • config.author

    Utilizzato per la modalità di esecuzione dell’autore

  • config.publish

    Utilizzato per la modalità di esecuzione di pubblicazione

  • config.<run-mode>

    Utilizzato per la modalità di esecuzione applicabile; ad esempio, config

Per ulteriori informazioni sulla definizione dei singoli nodi di configurazione all'interno di queste cartelle e sulla creazione di configurazioni per combinazioni di più modalità di esecuzione, consulta Configurazione OSGi nell'archivio .

NOTA

Per Modalità di esecuzione dell'installazione (ad es. autore) la modalità di esecuzione non può essere modificata dopo l'installazione. Tuttavia, le modifiche alle singole proprietà di configurazione avranno effetto al riavvio.

Definizione dei bundle aggiuntivi da installare per una modalità di esecuzione

È inoltre possibile specificare bundle aggiuntivi da installare per una particolare modalità di esecuzione. Per queste definizioni, le cartelle di installazione vengono utilizzate per contenere i bundle. Anche in questo caso la modalità di esecuzione è indicata da un prefisso :

  • install.author
  • install.publish

Queste cartelle sono di tipo nt:folder e devono contenere il bundle appropriato.

Avvio di CQ con una modalità di esecuzione specifica

Se hai definito configurazioni per più modalità di esecuzione, devi definire quale deve essere utilizzato all'avvio. Esistono diversi metodi per specificare quale modalità di esecuzione utilizzare; l'ordine di risoluzione è il seguente:

  1. sling.properties file

  2. -r opzione

  3. proprietà del sistema (-D)

  4. Rilevamento nome file

Quando utilizzi un server applicazioni puoi anche definire la modalità di esecuzione in web.xml.

Utilizzo del file sling.properties

Il file sling.properties può essere utilizzato per definire la modalità di esecuzione richiesta:

  1. Modifica il file di configurazione:

    <cq-installation-dir>/crx-quickstart/conf/sling.properties

  2. Aggiungi le seguenti proprietà: l’esempio seguente è per autore:

    sling.run.modes=author

Utilizzo dell'opzione -r

Una modalità di esecuzione personalizzata può essere attivata utilizzando l'opzione -r all'avvio dell'avvio rapido. Ad esempio, utilizzare il comando seguente per avviare un'istanza AEM con la modalità di esecuzione impostata su dev. "

java -jar cq-56-p4545.jar -r dev

Utilizzo di una proprietà di sistema nello script iniziale

È possibile utilizzare una proprietà di sistema nello script iniziale per specificare la modalità di esecuzione.

  • Ad esempio, utilizza quanto segue per avviare un'istanza come istanza di pubblicazione di produzione situata negli Stati Uniti:

    -Dsling.run.modes=publish,prod,us

Rilevamento nome file - ridenominazione del file jar

È possibile attivare le due seguenti modalità di esecuzione dell'installazione rinominando il file jar dell'installazione prima dell'installazione:

  • pubblicazione
  • author

Il file jar deve utilizzare la convenzione di denominazione:

cq5-<run-mode>-p<port-number>

Ad esempio, imposta la modalità di esecuzione publish denominando il file jar :

cq5-publish-p4503

Definizione della modalità di esecuzione in web.xml (con Application Server)

Quando utilizzi un server applicazioni puoi anche configurare la proprietà :

sling.run.modes

nel file :

WEB-INF/web.xml

Si trova nel file war AEM e deve essere aggiornato prima della distribuzione.

Per ulteriori informazioni, consulta Installazione di AEM con un server applicazioni .

In questa pagina