Organizzazione delle risorse digitali

Tutte le risorse digitali, i metadati e il contenuto di Microsoft Office e i documenti PDF vengono estratti e resi ricercabili. La ricerca consente un filtraggio sofisticato delle risorse e rispetta completamente le autorizzazioni appropriate. I metadati sono descritti in dettaglio nei metadati di Digital Asset Management.

AEM Assets supporta diversi modi per organizzare i contenuti. È possibile organizzarle in modo gerarchico utilizzando le cartelle oppure in modo non ordinato e ad hoc, utilizzando ad esempio i tag. Gli utenti possono modificare i tag nell’editor risorse DAM in cui vengono visualizzate risorse secondarie, rappresentazioni e metadati.

Organizzare le risorse nelle cartelle

Il modo più semplice per organizzare le risorse è salvarle nelle cartelle. È simile all'organizzazione di file in cartelle nel nostro filesystem locale. Per ulteriori informazioni su come creare e gestire le cartelle, consulta Gestire le risorse. Le modalità di denominazione di file e cartelle, di organizzazione delle sottocartelle e di gestione dei file in queste cartelle possono avere un impatto significativo sulle modalità di elaborazione di tali risorse. Utilizzando strategie di denominazione dei file e delle cartelle coerenti e appropriate, oltre a buone pratiche in materia di metadati, puoi sfruttare al massimo l’archivio delle risorse digitali.

  • Nella maggior parte dei casi, l’archivio delle risorse digitali è sempre in crescita. Pertanto, è importante formalizzare l’uso dei metadati, la struttura delle cartelle e la denominazione dei file all’inizio del ciclo di creazione dei contenuti.

  • Utilizza solo le cartelle per imporre una struttura di archiviazione coerente per le risorse digitali. Questa coerenza consente di elaborare e gestire meglio le risorse. Ad esempio, le risorse inserite nei seguenti tipi di cartelle possono essere utili per utilizzare profili appropriati da utilizzare per l’elaborazione delle risorse:

    • Cartelle di sviluppo : contiene le risorse digitali su cui stai lavorando.
    • Cartelle client : contiene risorse digitali basate su client o nomi di progetto.
    • Cartelle principali - contiene risorse digitali originali di origine.
    • Cartelle di rappresentazione - contiene rappresentazioni e copie delle risorse digitali originali di origine.
    • Cartelle di dimensioni file : contiene risorse digitali basate su file di piccole, medie o grandi dimensioni.
    • Cartelle di staging : contiene risorse digitali pronte per la pubblicazione live sul sito web.
    • Cartelle di tipo MIME : contiene risorse digitali specifiche per i tipi MIME come immagini, documenti e elementi multimediali.
    • Archivia cartelle - contiene risorse digitali in pensione.
    • Cartelle basate su data : contiene risorse digitali in base a una data di creazione o a un’ultima data di modifica.
  • Crea una directory di cartelle che non è probabile modificare in modo che qualsiasi personalizzazione o automazione continui a funzionare. Ad esempio, i profili di elaborazione assegnati continuano a funzionare.

  • Se una risorsa è già stata pubblicata, utilizza AEM per spostarla in un’altra cartella e ripubblicarla dalla nuova posizione, la posizione originale della risorsa pubblicata è ancora disponibile, insieme alla nuova risorsa pubblicata. La risorsa pubblicata originale, tuttavia, è persa per AEM e non può essere annullata dalla pubblicazione. Di conseguenza, come best practice, prima annulla la pubblicazione di una risorsa e poi spostala in un’altra cartella.

Organizzare le risorse utilizzando i tag

Utilizzando i tag come metadati, puoi facilmente cercare le risorse, creare raccolte utilizzando i risultati della ricerca, aumentare la classificazione della ricerca per alcune risorse e sfruttare gli algoritmi di intelligenza artificiale di Adobe Sensei per l’individuazione delle risorse.

Adobe Experience Manager Assets utilizza un algoritmo di apprendimento automatico per creare tag altamente descrittivi che consentono di trovare la risorsa giusta in pochi clic. L’assegnazione tag avanzati utilizza Adobe Sensei, il nostro framework di intelligenza artificiale e apprendimento automatico, che può essere addestrato a riconoscere e applicare tag standard e specifici per il business alle immagini. I tag avanzati possono inoltre identificare contenuti, singole parole o frasi e applicare automaticamente tag descrittivi alle risorse

Per ulteriori informazioni, consulta i seguenti articoli:

Organizza come raccolte

Con le raccolte di risorse in Experience Manager Assets puoi semplificare la possibilità di creare, modificare e condividere risorse tra gli utenti. Crea diversi tipi di raccolte in base al modo in cui le utilizzi, incluse le raccolte che contengono un elenco di riferimento statico di risorse, cartelle e raccolte, nonché le raccolte che richiamano le risorse in base ai criteri di ricerca. Puoi anche creare raccolte con risorse da posizioni diverse e condividerle con più utenti con diversi livelli di accesso, visualizzazione e modifica.

Per ulteriori informazioni, consulta gestire le raccolte

Organizza le risorse per utilizzare i profili

Un profilo di elaborazione contiene i comandi di elaborazione Assets applicabili alle risorse che vengono caricate in cartelle predefinite. I profili vengono utilizzati per automatizzare l’elaborazione del contenuto di una cartella o di risorse appena caricate. Puoi sfruttare i profili per organizzare meglio le risorse.

La standardizzazione dell’utilizzo dei metadati, della denominazione dei file e della struttura delle cartelle consente di applicare profili di elaborazione alle cartelle con maggiore precisione e coerenza man mano che cresce il pool di risorse digitali.

Per ulteriori informazioni sui vari profili che puoi creare e gestire per elaborare le risorse, consulta:

In questa pagina

Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now
Adobe Maker Awards Banner

Time to shine!

Apply now for the 2021 Adobe Experience Maker Awards.

Apply now