Scelta Adobe Analytics e Adobe Target

AEM una procedura di consenso per l'integrazione con Adobe Analytics e Adobe Target. Questo è disponibile out-of-the-box, come attività precaricata assegnata al gruppo di utenti amministratore.

Quando effettuate l’accesso come amministratore, questa attività (Configurazione di Analytics e Targeting) è disponibile dalla Casella in entrata. In base alle credenziali fornite, è utile configurare e integrare questi servizi.

Sono disponibili le seguenti opzioni per configurare l'integrazione:

  • Configurare l'integrazione tramite l'attività.

    Questa operazione può essere eseguita immediatamente o successivamente, l'attività rimarrà nella Posta in arrivo fino a quando non viene eseguita alcuna azione. In entrambi i casi, la configurazione può essere effettuata direttamente nell’interfaccia utente o con un .properties file predefinito.

  • Rifiuta l'integrazione.

    Considerate questa opzione se preferite configurare manualmente l'integrazione. Consultate anche Integrazione di AEM con Adobe Target e Adobe Analytics tramite DTM.

  • Configurare la configurazione e il provisioning utilizzando uno script.

Configurazione dell'integrazione

Scegli l'integrazione con:

  • Analisi per consentire l’utilizzo delle funzionalità di tracciamento delle pagine e analisi.
  • Target per consentire l'utilizzo delle loro funzionalità di personalizzazione.

Per entrambe le opzioni è necessario fornire le informazioni sull'account utente e specificare le pagine che vengono tracciate.

Nota

Facoltativamente potete fornire informazioni sull'account Analytics e Target utilizzando un file delle proprietà che viene letto all'avvio del server. Consultate Informazioni sull’account mediante un filedi proprietà.

Quando decidete di partecipare all'integrazione, AEM eseguire le seguenti attività:

  • Crea le configurazioni cloud che abilitano la connessione ad Analytics e Target.
  • Crea i framework che determinano i dati tracciati.
  • Configura le pagine Web per l’utilizzo di questi servizi.
Nota

AT.js è la libreria client predefinita. Questo è configurato nella configurazione dei servizi cloud didestinazione.

Adobe consiglia di utilizzare AT.js come libreria client.

Per rifiutare l'attività precaricata e non disponibile:

  1. Dalla Casella in entrata, seleziona e apri l'attività Configura analisi e targeting .

    optin-01

  2. Per Analytics:

    1. Immettete le informazioni sull'account utente per Analytics, quindi fate clic sul pulsante Aggiungi corrispondente.
    2. Le credenziali appropriate sono autenticate.
    3. Quando l'account Analytics è autenticato, seleziona la suite di rapporti Analytics da utilizzare. AEM recupera le suite di rapporti di Analytics. Lo stato viene aggiornato in Aggiunto.
  3. Per Target:

    1. Immettete le informazioni sull'account utente per Target, quindi fate clic sul pulsante Aggiungi corrispondente.
    2. Le credenziali appropriate sono autenticate. Lo stato viene aggiornato in Aggiunto.
  4. Seleziona Avanti.

  5. Seleziona i siti per i quali Analytics e/o Target devono essere utilizzati.

  6. Selezionate Fine per completare.

    ATTENZIONE

    Dopo aver scelto di partecipare alla configurazione, è necessario pubblicare il sito o le pagine interessati per replicare le modifiche nell’istanza di pubblicazione.

Rifiuto dell'integrazione

Rifiuta l'integrazione con Analytics e Target se:

Per rifiutare, è necessario completare l'attività precaricata:

Informazioni sull’account mediante un file delle proprietà

Installa un file di proprietà che AEM letto all'avvio del server per configurare le proprietà dell'account per l'integrazione con Analytics e Target. Quando si utilizza il file delle proprietà, la procedura guidata di consenso utilizza automaticamente le proprietà del file e la configurazione cloud viene creata di conseguenza.

Il file delle proprietà è un file di testo denominato marketingcloud.properties salvato nella directory di lavoro utilizzata dal processo di AEM (in genere la stessa directory del file JAR). Il file include le proprietà seguenti:

  • analytics.server: L'URL del centro dati di Analytics utilizzato.
  • analytics.company: Società associata al tuo account utente Analytics.
  • analytics.username: Il nome utente di Analytics.
  • analytics.secret: Segreto associato al nome utente di Analytics.
  • analytics.reportsuite: Nome della suite di rapporti di Analytics da utilizzare.
  • target.clientcode: Il codice client associato all'account Target.
  • target.email: L'indirizzo e-mail che utilizzate per autenticare l'account Target.
  • target.password: La password associata al tuo indirizzo e-mail.

Le proprietà e i valori sono separati con segni di uguale (=). Le proprietà di Analytics hanno il prefisso analyticse le proprietà di Target hanno il prefisso target. Per configurare un servizio, immetti valori per tutte le proprietà del servizio. Se non si desidera configurare un servizio, non fornire valori per tale servizio.

Il seguente .properties file di esempio include i valori delle proprietà per la creazione di una configurazione cloud per Analytics:

analytics.server=https://test.omniture.com/login/
analytics.company=MyCompany
analytics.username=sbroders
analytics.secret=12345678
analytics.reportsuite=myreportsuite
target.clientcode=
target.email=
target.password=

La procedura seguente descrive come scegliere l'integrazione utilizzando il file delle proprietà.

  1. Creare il marketingcloud.properties file nella directory di lavoro utilizzato dal processo di AEM (istanza autore).

    Nota

    La directory di lavoro è in genere la directory che contiene il jar o il license.properties file.

    Tuttavia, può essere definito anche come percorso assoluto dalla proprietà system:

    mac.provisioning.file.container

  2. Aggiungete i valori delle proprietà in base agli account Analytics e/o Target.

  3. Avviate o riavviate il server, quindi effettuate l'accesso utilizzando un account amministratore.

  4. Aprite l'attività Configura analisi e targeting come descritto in Configurazione dell'integrazione. Invece di richiedere le informazioni sull'account, la procedura guidata utilizza i valori del .properties file.

    Selezionate Aggiungi per il servizio appropriato, quindi continuate con la procedura guidata.

    optin-02

Informazioni sulle configurazioni cloud

Quando configurate l'integrazione con Analytics e Target, AEM crea automaticamente le configurazioni e i framework cloud richiesti. Ad esempio, la configurazione cloud di Analytics è denominata Account Analytics con provisioning.

Non è necessario modificare le configurazioni cloud. Tuttavia, potete configurare i framework in base alle esigenze. (vedere Mappatura dei dati dei componenti con proprietà Adobe Analytics e aggiunta di un frameworkTarget).

Nota

Per impostazione predefinita, quando si sceglie di accedere alla procedura guidata di configurazione di Adobe Target, viene attivato il targeting accurato.

Con targeting accurato, la configurazione del servizio cloud attende che il contesto venga caricato prima di caricare il contenuto. Di conseguenza, in termini di prestazioni, un targeting accurato potrebbe creare un ritardo di alcuni millisecondi prima del caricamento del contenuto.

Il targeting accurato è sempre abilitato nell'istanza di creazione. Tuttavia, nell’istanza di pubblicazione potete scegliere di disattivare il targeting accurato a livello globale deselezionando il segno di spunta accanto a Accurate Targeting (Impostazione destinazione accurata) nella configurazione del servizio cloud (http://localhost:4502/etc/cloudservices.html). Potete inoltre attivare e disattivare il targeting accurato per i singoli componenti, indipendentemente dall'impostazione nella configurazione del servizio cloud.

Se avete già creato componenti con targeting e modificate questa impostazione, le modifiche apportate non influiscono su tali componenti. È necessario apportare direttamente modifiche a tali componenti.

ATTENZIONE

Quando scegliete di partecipare alla configurazione di Analytics e reportsuite viene selezionato uno specifico, il framework è limitato alla modalità di esecuzione della pubblicazione. Questo significa che il tracciamento funziona solo sull’istanza di pubblicazione.

Se il tracciamento è necessario anche per un’istanza di authoring, il valore deve essere modificato in all.

Configurazione dell'installazione e del provisioning tramite script

In qualità di amministratore, potete attivare la configurazione e il provisioning con uno script anziché passare manualmente alla procedura guidata. Potete eseguire questa operazione tramite:

  • Invio di una richiesta di POST a /libs/cq/cloudservicesprovisioning/content/autoprovisioning.json con i parametri richiesti.

I parametri inviati dipendono da quanto segue:

  • Se desideri usare il file marketingcloud.properties compilato con tutte le credenziali richieste, devi inviare i seguenti parametri:

    • automaticProvisioning= true
    • servicename= analytics|target
    • path=percorso di una pagina AEM per allegare le configurazioni dei servizi cloud creati

    Ad esempio, una richiesta curl che crea configurazioni Analytics e Target e le allega alla pagina we.retail sarebbe:

    curl -v -u admin:admin -X POST -d"automaticProvisioning=true&servicename=target&servicename=analytics&path=/content/we-retail" http://localhost:4502/libs/cq/cloudservicesprovisioning/content/autoprovisioning.json
    
  • Se non desideri usare il file marketingcloud.properties , dovrai inviare le credenziali e i parametri; ad esempio:

    • AutomaticProvisioning= true
    • servicename= analytics|target
    • path=percorso a una pagina AEM per allegare le configurazioni dei servizi cloud creati; più percorsi possono essere definiti
    • analytics.server= https://servername
    • analytics.company= Name of company
    • analytics.username= me
    • analytics.secret= secret
    • analytics.reportsuite= we-retail
    • target.clientcode= mycompany
    • target.email= me@adobe.com
    • target.password= password

    In questo caso, la richiesta curl che crea configurazioni Analytics e Target e le collega alla pagina di vendita al dettaglio sarebbe:

    curl -v -u admin:admin -X POST -d"automaticProvisioning=false&servicename=target&servicename=analytics&path=/content/we-retail&analytics.server=https://servername/&analytics.company=Name of company&analytics.username=me&analytics.secret=secret&analytics.reportsuite=weretail&target.clientcode=mycompany&target.email=me@adobe.com&target.password=password" http://localhost:4502/libs/cq/cloudservicesprovisioning/content/autoprovisioning.json
    

In questa pagina