Aggiornare i file di registro fruibili con Google Campaign Manager 360

Ultimo aggiornamento: 2023-03-10

Descrizione

Ambiente
Audience Manager

Problema/Sintomi
Come correggere i file di registro fruibili che non sono più aggiornati con i dati da Google Campaign Manager 360?

Risoluzione

Il 16 febbraio 2023, una modifica sul lato Google ha impedito ad Audience Manager di recuperare i file di registro dalle posizioni di archiviazione di Google Cloud che ospitano i file di registro di Google Campaign Manager 360. Per risolvere questo problema, tutti i clienti che utilizzano Google Campaign Manager 360 per abilitare i file di registro utilizzabili devono creare un nuovo account del servizio Google, allegarlo all’account Google Cloud Storage appropriato e quindi inviare un ticket all’Assistenza clienti AAM con il JSON di autenticazione in modo che il team Adobe possa aggiornare l’integrazione.

Come indicato nella Documentazione dei file di registro fruibili, un prerequisito per l’integrazione di Google Campaign Manager 360 era la condivisione dei file con l’AAM, come descritto in questo documentazione. Storicamente, questa operazione veniva eseguita utilizzando le autorizzazioni di Google Group e quindi concedendo al gruppo l’accesso al percorso di Google Cloud Storage in cui vengono conservati i file di registro di Google Campaign Manager 360. Google ora richiede che questo accesso sia concesso tramite un account dei servizi Google.

Una guida generale per effettuare questo aggiornamento è disponibile nella prerequisiti per la documentazione sull’integrazione di Google Ad Manager. Questa integrazione richiedeva sempre un account di servizi. Gli amministratori di Google Campaign Manager 360 dovranno seguire passaggi simili a quelli descritti nella Documentazione di Google Ad Manager per creare un account dei servizi Google e associare tale account al percorso di Google Cloud Storage in cui vengono conservati i file di Google Campaign Manager 360. Gli amministratori di Google Campaign Manager 360 e gli amministratori AAM dei clienti possono quindi collaborare per registrare un caso con l’Assistenza clienti e determinare il modo migliore per condividere in modo sicuro il JSON di autenticazione con Adobe. Una volta fornite le informazioni all’Assistenza clienti, l’ingegneria Adobe effettuerà gli aggiornamenti appropriati e la funzionalità Actionable Log Files (File di registro fruibili) verrà ripristinata.

Nota: Adobe Engineering continuerà a utilizzare lo stesso bucket di Google Cloud Storage utilizzato nella configurazione originale. Se desideri utilizzare un percorso di archiviazione Google Cloud diverso, fornisci il nuovo percorso nel caso dell’Assistenza clienti.

Ulteriori informazioni sugli account di servizio di Google sono disponibili in Documentazione di Google.

In questa pagina