Come visualizzare/abilitare le sincronizzazioni ID di terze parti con l’AAM quando si utilizza l’SDK web di AEP

Ultimo aggiornamento: 2024-01-29

Scopri come passare facilmente dall’implementazione del servizio ID legacy all’implementazione di AEP Web SDK utilizzando lo stesso contenitore.

Descrizione

Quando si utilizza AEP Web SDK invece del servizio AAM DIL, Analytics o ID visitatore, come posso essere certi che le sincronizzazioni ID di terze parti AAM continuino ad essere attive? Come è possibile accenderli?

Risoluzione

Lo stesso contenitore utilizzato per il servizio ID legacy è lo stesso contenitore utilizzato in una distribuzione di AEP Web SDK. Tuttavia, invece di abilitare (o impostare) nel servizio ID, puoi abilitarlo/impostarlo durante la creazione di un nuovo flusso di dati. I dettagli sono disponibili qui:

https://experienceleague.adobe.com/docs/experience-platform/edge/datastreams/overview.html?lang=en

Durante la configurazione del flusso di dati:

  1. Espandi la sezione "Opzioni avanzate".
  2. Abilita il cursore "Sincronizzazione ID di terze parti".
  3. Una volta attivata, verrà visualizzata una casella di testo. Questo ti consente di impostare l’ID contenitore. Qui viene impostato lo stesso ID contenitore utilizzato nell’implementazione del servizio ID legacy. In generale, questo valore sarà solo 0. Tuttavia, se l’implementazione legacy di imposta i idSyncContainerID parametro di configurazione del servizio ID, lo stesso valore deve essere inserito in questa casella di testo.
  4. Una volta impostato questo valore e distribuito il codice, le sincronizzazioni ID terza parte si attivano sulla pagina (per la prima volta, i primi visitatori) proprio come hanno fatto quando è stato distribuito il servizio ID.

In questa pagina