File di attributi del catalogo

I file di attributi del catalogo possono avere qualsiasi nome, ma devono avere un suffisso di file .ini. Possono essere facilmente mantenuti utilizzando qualsiasi editor di testo.

I file di attributi del catalogo sono costituiti da un set di record di testo separati da una singola <CR> (codice ASCII 0xD), un singolo <LF> (codice ASCII 0xA) o da una coppia <CR><LF>. Ogni record è costituito da un nome di attributo e da uno o più valori di attributo separati da virgole:

* *= *valori dei nomi*{<CR>|<LF>|<CR><LF }

values

val[, values]

name

Nome dell'attributo. Può essere costituito da una o più lettere, numero, - e _. Senza distinzione tra maiuscole e minuscole.

val

Valore dell'attributo. Non devono includere caratteri <CR> o <LF>, a meno che non siano preceduti da una singola barra rovesciata immediatamente prima del carattere di nuova riga.

Lo spazio vuoto tra i token è facoltativo.

I record con nomi di attributi sconosciuti vengono ignorati dal server Platform.

I nomi degli attributi possono essere composti da qualsiasi combinazione di lettere ASCII, numeri, nonché "-", "_" e ".".

Se lo stesso nome attributo si verifica più di una volta nello stesso file di attributi, prevale l'ultimo rilevato.

Usa # come primo carattere per contrassegnare qualsiasi record come commento, che il parser ignora.

In questa pagina