Cataloghi di immagini

Le funzioni e la sintassi dei cataloghi di immagini sono descritte in questa sezione.

I cataloghi di immagini offrono le seguenti funzionalità:

  • Consenti associazione permanente di immagini con alcuni metadati e comandi di modificatore.

    Le voci nei cataloghi delle immagini sono segnalate utilizzando una notazione di scelta rapida *rootId/objId*, dove *rootId* identifica il catalogo immagini e *objId* identifica un record di dati nel catalogo.

  • Specificate i valori predefiniti per alcuni attributi di richiesta, ad esempio la qualità JPEG o se applicare una filigrana.

  • Gestione di font, profili ICC, definizioni di macro e modelli di richiesta

Anche se non sono definiti cataloghi di immagini specifici, tutte le funzioni dei cataloghi di immagini sono disponibili tramite il catalogo predefinito ( default.ini).

Se *rootId* nel percorso dell'URL della richiesta corrisponde a attribute::RootId di un catalogo immagini specifico, tale catalogo diventerà il catalogo principale per la richiesta. Il catalogo principale fornisce gli attributi e le impostazioni predefiniti per l’intera richiesta. Se non viene trovata alcuna corrispondenza, viene utilizzato il catalogo predefinito.

Un catalogo identificato in un comando src= o mask= fornisce i seguenti attributi e dati di catalogo al livello corrente:

Attributo/Dati Note

attribute::DefaultExt

l’estensione predefinita per tutti i percorsi dei file immagine nel livello corrente

attributo::Scadenza

impostazione predefinita per il catalogo ::Scadenza o scadenza del livello corrente se non è coinvolto alcun record catalogo

attribute::Icc*

il profilo colore ICC di lavoro, l’intento di rendering e il flag di compensazione del punto nero per la richiesta e/o il livello corrente

attributo::RootPath

utilizzato per tutti i percorsi di file sorgente del livello corrente

attribute:Resolution

impostazione predefinita solo per il catalogo ::Resolution

catalogo::Ancoraggio

impostazione predefinita per il valore anchor= del livello corrente

catalogo::Scadenza

il valore di scadenza più piccolo di tutti i livelli viene utilizzato come valore time-to-live dell’immagine di risposta

catalogo::IccProfile

profilo colore immagine sorgente per il livello corrente

catalogo:Mappa

i dati della mappa immagine per il livello corrente

catalogo::MaskPath

impostazione predefinita per mask= per il livello corrente

catalogo:Modificatore

i comandi di prefisso per il livello corrente (ogni comando nel catalogo ::Modificatore può essere ignorato dallo stesso comando nell'URL, se specificato per lo stesso livello)

catalogo:Percorso

il file immagine sorgente per il livello corrente

catalogo::PostModifier

i comandi postfix per il livello corrente (simili al catalogo ::Modificatore, ma i comandi nel catalogo ::PostModifier prevalgono sugli stessi comandi specificati nell'URL o nel catalogo ::Modificatore)

catalogo:Risoluzione

la risoluzione oggetto del livello corrente

Nello stesso livello, src= e mask= devono fare riferimento allo stesso catalogo immagini (se presente).

Un catalogo identificato in un comando icc= viene utilizzato solo per cercare una voce dalla tabella del profilo ICC del catalogo. Non sono coinvolti altri attributi o dati del catalogo.

Se *rootId* viene risolto in un catalogo e *objId* viene confrontato con un catalog::Id in questo catalogo, *rootId/objId* viene effettivamente sostituito dalla voce del catalogo in modo simile a questo:

src=attribute::RootPath/catalog::Path& mask=attribute::RootPath/catalog::MaskPath& anchor=catalog::Anchor& catalog::Modifier& catalog::PostModifier

Consultate anche

Riferimento catalogo immagini, src=, mask=, anchor=

In questa pagina