layer

Selezionare Livello. Seleziona un livello e avvia un nuovo segmento di definizione del livello nella sequenza di comando.

layer= *Nome *|comp[, * *]

layer= *name*

n

Numero del livello da selezionare (0 o numero maggiore di int).

comp

Selezionare l'immagine composita.

name

Nome del livello.

Tutti i comandi all’interno del segmento di livello vengono applicati al livello specificato. Un segmento di livello viene terminato dal comando successivo layer= o effect= o dalla fine della richiesta.

Specificare layer=comp per selezionare l'immagine composita (o visualizzare, per alcuni comandi).

Il numero del livello specifica efficacemente l'ordine z del livello. I livelli numerati più in alto vengono posizionati sopra i livelli numerati più in basso.

I numeri dei livelli non devono essere consecutivi. Il livello 0 è obbligatorio.

Un nome può essere assegnato a un livello con la variante di comando layer= *n*, *name*. Una volta definito un livello denominato, è possibile farvi riferimento con layer= *name*, senza dover conoscere il numero del livello. È possibile assegnare più nomi allo stesso livello utilizzando più comandi layer= *n*, *name*.

NOTA

Il livello 0 determina la dimensione complessiva del quadro di composizione. Tutte le parti dei livelli che non rientrano nei limiti del livello 0 vengono ritagliate quando il composito è costruito.

Proprietà

Livello, comando. I riferimenti alle variabili di sostituzione non sono supportati in layer=.

comp non è consentito come name stringa. Viene restituito un errore se lo stesso name è assegnato a più di un livello, o se a un livello viene fatto riferimento da name che non è stato definito in precedenza.

Predefinito

layer=comp. Molti comandi e attributi si applicano al livello 0 se layer=comp.

Casi speciali

  • Se lo stesso nome è mappato su più livelli (ad esempio: layer=1,image&layer=2,image), si verifica un errore.

  • Se lo stesso nome viene mappato più volte su un singolo livello (ad esempio: layer=1,image&layer=1,image), l'ambito viene impostato come di consueto, senza errori.

  • Sono supportati più nomi per lo stesso livello.

    Entrambi i nomi possono essere utilizzati per fare riferimento al livello (ad esempio: layer=1,image&layer=1,picture).

  • Se un nome di riferimento non viene mai mappato su un numero di livello (ad esempio: layer=1,image&layer=picture), si verifica un errore.

  • Le variabili di sostituzione non sono supportate nei modificatori di livello (ad esempio: layer=$image$).

    Questo vale per tutte le permutazioni, non solo per i nomi dei livelli, ma per i modificatori di livello in generale.

  • Tutte le regole di unione e di override devono funzionare esattamente come quando lo stesso livello viene referenziato in più origini (richieste, record catalogo modificatori pre o post, macro, ecc.).

Esempio

Vedi gli esempi in Modelli.

In questa pagina