Distribuzione di contenuti statici (non immagine)

È possibile utilizzare Image Server per gestire il contenuto non immagini nei cataloghi e distribuirlo tramite un contesto /is/content separato.

Questa funzionalità consente di configurare il TTL per ogni elemento separatamente.

Image Serving supporta i seguenti comandi in /is/content:

type

Filtro del tipo di contenuto.

req

req=userdata , req=props e req=exists only.

cache

Consente di disabilitare la memorizzazione in cache lato client.

Sintassi di base

richiesta

http:// server /is/content[/catalog/ item ][? modificatori ]

server

server_address [ : porta ]

catalogo

Identificatore del catalogo.

item

ID elemento di contenuto statico.

modificatori

comando *[& comando ]

command

cmdName = value

cmdName

Uno dei nomi di comando supportati.

value

Valore comando.

Cataloghi di contenuti statici

I cataloghi di contenuti statici sono simili ai cataloghi di immagini, ma supportano meno campi di dati:

Attributo/Dati

Note

catalogo::Id

Identificatore del record del catalogo per l'elemento di contenuto statico.

catalogo::Percorso

Percorso file dell'elemento di contenuto.

catalogo::Scadenza

TTL per questo elemento di contenuto; attribute::Expiration viene utilizzato se non specificato o se vuoto.

catalogo::TimeStamp

Timestamp della modifica del file; obbligatorio quando la convalida basata su catalogo è abilitata con l'attributo ::CacheValidationPolicy .

catalogo::UserData

Metadati facoltativi associati a questo elemento di contenuto statico; disponibile per il client con req=userdata .

catalogo::UserType

tipo di dati facoltativo; può essere utilizzato per filtrare le richieste di contenuto statico con il comando type= .

Filtro del contenuto statico

Questo meccanismo può aiutare a garantire che i clienti ricevano solo i contenuti appropriati alle loro esigenze. Presupponendo che il contenuto statico sia dotato dei valori catalog::UserType appropriati, il client può aggiungere il comando type= alla richiesta. Image Serving confronta il valore fornito con il comando type= con il valore di catalog::UserType e, in caso di mancata corrispondenza, restituisce un errore invece di contenuti potenzialmente inappropriati.

File di sottotitoli video

È possibile incapsulare file di sottotitoli video (WebVTT), CSS o qualsiasi file di testo in formato JSONP. La risposta JSON è descritta di seguito.

  • Per i file WebVTT, il tipo mime della risposta è text/javascript. JSON non viene restituito; viene invece restituito Javascript che chiama un metodo con JSON. Sia l'ID che il gestore sono facoltativi.
  • Per i file CSS, il tipo mime della risposta è text/javascript. Sia l'ID che il gestore sono facoltativi.
  • Per impostazione predefinita, la codifica UTF-8 viene applicata per garantire che venga decodificata correttamente. Il limite di dimensione predefinito è di 2 MB.

È inoltre possibile utilizzare le tracce per altri tipi di metadati temporizzati. I dati di origine per ogni elemento di tracciamento sono un file di testo costituito da un elenco di suggerimenti temporizzati. I codici possono includere dati in formati come JSON o CSV.

Per ulteriori informazioni sul formato JSONP, consulta http://en.wikipedia.org/wiki/JSONP .

Per ulteriori informazioni sul formato JSON, consulta www.json.org .

Consultate anche

type= , req=, Riferimento catalogo immagini

In questa pagina