Procedure consigliate per iniziare

Se non hai mai fatto parte di Adobe Dynamic Tag Management (DTM), ti prepari a effettuare la migrazione a DTM o a salire di livello su DTM, questa guida è per te.

Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2017

Dynamic Tag Management consente agli addetti marketing di gestire tag in modo rapido e semplice e fornisce strumenti innovativi per la raccolta e la distribuzione dei dati tra i sistemi di marketing digitale. Gestione dinamica dei tag consente inoltre di distribuire in modo reattivo contenuti specifici per gli utenti, fornendo nuovi livelli di agilità e controllo alle aziende che desiderano prosperare nel mercato digitale moderno e veloce.

Oltre alla presente Guida alle best practice, sono disponibili le seguenti risorse per trarre il massimo dalla gestione tag dinamica:

Risorsa Dettagli
Documentazione del prodotto Dynamic Tag Management

Informazioni dettagliate e istruzioni dettagliate sull'utilizzo di Gestione tag dinamica.

Guida introduttiva

Informazioni su come iniziare a utilizzare Gestione tag dinamica.

Nozioni di base per il primo utente

Introduzione all’interfaccia utente Gestione dinamica dei tag.

Questo contenuto è stato creato in collaborazione con Search Discovery

Dashboard

Navigazione: Home > Dashboard

La prima pagina visualizzata in Gestione dinamica dei tag dopo l’accesso è il dashboard. Il dashboard contiene un elenco di tutte le società a cui hai accesso.

Panoramica della società

Navigazione: Home > Dashboard > Panoramica società

Facendo clic su una società dal dashboard potrete passare alla pagina di panoramica della società.

Nota

Se disponete dell’accesso a una sola società, al momento dell’accesso verrete indirizzati alla pagina di panoramica della società invece che al dashboard.

In Gestione dinamica dei tag, una società è una raccolta di proprietà Web. Una proprietà Web è un insieme di strumenti, regole ed elementi di dati.

Tutte le proprietà Web della società sono accessibili dalla pagina di panoramica della società.

Gli utenti a livello di amministratore possono aggiungere nuove proprietà Web dalla pagina di panoramica della società facendo clic su Aggiungi proprietà. Gli unici campi richiesti per la configurazione di una proprietà Web sono Nome e URL, che possono essere modificati in un secondo momento, se necessario.

Gli utenti a livello di amministratore possono anche gestire ed eseguire il provisioning degli utenti dalla pagina di panoramica della società tramite le schede Utenti e Gruppi.

Panoramica delle proprietà

Navigazione: Panoramica società > Panoramica proprietà

Facendo clic su qualsiasi proprietà nella pagina di panoramica della società si passa alla pagina di panoramica delle proprietà.

La pagina di panoramica delle proprietà fornisce un breve riepilogo della configurazione delle proprietà e funge da gateway per i componenti delle proprietà principali: strumenti, regole, elementi dati, flusso di lavoro di pubblicazione e codici di incorporamento delle proprietà.

Navigazione: Panoramica delle proprietà > Strumenti installati

Gli strumenti DTM sono integrazioni integrate che consentono di distribuire rapidamente le soluzioni al sito.

Al momento, DTM offre integrazioni di strumenti per le soluzioni Adobe, nonché per Google Analytics e Nielsen. Ciascuna di queste integrazioni è progettata in modo univoco per semplificare la configurazione e l'implementazione di quella particolare soluzione.

Nota

Qualsiasi strumento o tag di terze parti senza integrazione nativa può essere implementato in una regola tramite il

Sezione Tag JavaScript / di terze parti di cui sopra.

Regole

Navigazione: Panoramica delle proprietà > Regole

Facendo clic sulla scheda Regole dalla pagina di panoramica delle proprietà si passano alle regole delle proprietà.

Le regole in Gestione dinamica dei tag vengono utilizzate per eseguire in modo condizionale strumenti, tag, script e HTML.

Indipendentemente dal tipo, le regole in Gestione dinamica dei tag hanno due componenti principali: la condizione e l'attivatore. La condizione indica lo scenario in cui verrà attivata la regola e l'attivatore indica gli elementi che verranno eseguiti quando la regola verrà attivata.

In Gestione dinamica dei tag sono disponibili tre tipi di regole:

  • Le regole basate su eventi funzionano per interazione. Per esempio, se vuoi tenere traccia di quando un utente clicca su un determinato pulsante, puoi usare una regola basata su eventi.
  • Le regole di caricamento della pagina sono legate al caricamento della pagina. Per esempio, se vuoi che un blocco di codice specifico si carichi in determinate pagine del sito, puoi usare una regola di caricamento della pagina.
  • Le regole di chiamata diretta sono utilizzate in scenari in cui DTM non è in grado di rilevare un evento nel DOM. Per esempio, se vuoi tracciare un evento AJAX che non viene rilevato nel DOM, puoi usare una regola di chiamata diretta.

Indipendentemente dal tipo di regola, se la condizione è soddisfatta, viene eseguito il trigger.

Tutti i tipi di regole hanno la possibilità di attivare i tag di fornitori terzi o qualsiasi altro codice JavaScript o HTML personalizzato tramite la modalità Javascript / Third Party Tags.

Quando si aggiungono strumenti alla proprietà, nelle regole vengono abilitati altri moduli di attivazione. Ad esempio, se la mia proprietà contiene uno strumento Adobe Analytics e uno strumento Google Universal Analytics, le regole delle proprietà conterranno dei modelli di trigger facoltativi per questi strumenti.

Ogni modale di utensile offre metodi semplici per personalizzare un trigger per quel particolare strumento.

Elementi dati

Navigazione: Panoramica delle proprietà > Regole > Elementi dati

Facendo clic sulla scheda Elementi dati nella scheda Regole viene visualizzata la pagina di panoramica dell'elemento dati.

Gli elementi dati vengono utilizzati per creare una mappatura dati in Gestione dinamica dei tag. La definizione di punti dati comuni come elementi di dati consente di acquisire facilmente tali punti dati e di sfruttarli all'interno di regole e strumenti in Gestione dinamica dei tag.

Flussi di lavoro

Un concetto importante in Gestione dinamica dei tag è rappresentato dall'idea di una singola proprietà Web con una libreria di staging e una libreria di produzione.

La libreria di staging contiene tutte le regole, gli strumenti e gli elementi dati configurati nella proprietà Web. La libreria di produzione include solo le regole, gli strumenti e gli elementi di dati approvati e pubblicati.

Navigazione: Panoramica delle proprietà > scheda Approvazioni

Quando una regola, uno strumento o un elemento dati viene aggiunto o modificato in una proprietà, viene automaticamente generata un'approvazione.

Navigazione: Panoramica proprietà > scheda Cronologia

Una volta approvato, un elemento diventa disponibile nella coda Modifiche non pubblicate 0n della scheda Cronologia. Dopo la pubblicazione, un elemento diventa disponibile nella libreria di produzione.

Questa separazione delle librerie e del flusso di lavoro associato consente di eseguire test più efficaci nell'area di gestione temporanea senza influire sulla produzione.

Installazione

Navigazione: Panoramica delle proprietà > scheda Incorpora

Fai clic sulla scheda Incorpora per passare alla pagina di installazione di Gestione dinamica dei tag.

Questa scheda contiene le varie opzioni di hosting della libreria disponibili. Per impostazione predefinita, la proprietà utilizza l'hosting di Akamai. Questo metodo è generalmente accettabile per la maggior parte delle organizzazioni; tuttavia, se è disponibile un ulteriore controllo sulla gestione della libreria DTM in base alle esigenze, sono disponibili due opzioni di hosting autonomo.

Se si espande la sezione del codice di intestazione della scheda Incorpora, vengono visualizzati i codici di incorporamento di staging e produzione per la proprietà.

Notate che è presente un codice da incorporare per l'area di staging e uno per la produzione. In questo modo DTM si distingue tra le librerie di staging e di produzione di cui sopra. Quando il codice di incorporamento temporaneo è installato, viene caricata la libreria di staging. Quando il codice da incorporare di produzione è installato, viene caricata la libreria di produzione.

Dopo che l'intestazione e i codici da incorporare piè di pagina sono stati installati correttamente in un sito, la libreria DTM associata viene caricata automaticamente su ogni caricamento di pagina.

Utilizzate il plug-in DTM Switch per eseguire il test nella console Web. Questo consente di comprendere le operazioni di Gestione dinamica dei tag sulla pagina e di passare localmente alla libreria di staging per un test più efficace. Per ulteriori informazioni, consulta Ricerca plug-in nella Documentazione prodotto Gestione tag dinamica.

Architettura tecnica DTM e hosting

Informazioni sull’architettura tecnica di Gestione dinamica dei tag e sulle relative opzioni di hosting.

Questo contenuto è stato creato in collaborazione con Search Discovery

Questa sezione contiene le seguenti informazioni:

Architettura

I componenti principali dell'architettura tecnica di Gestione dinamica dei tag comprendono l'applicazione di gestione Web, le librerie JavaScript per la gestione temporanea e la produzione e il codice da incorporare.

L'applicazione di gestione Web è l'interfaccia online a cui si accede e che si utilizza per gestire l'implementazione di Gestione dinamica dei tag. In questa sezione potrai creare e configurare strumenti, regole ed elementi di dati e gestire la distribuzione di queste configurazioni al tuo sito o ai tuoi siti.

Una proprietà Web in Gestione dinamica dei tag è un insieme di configurazioni di strumenti, regole ed elementi dati.

Ciascuna proprietà Web è associata a una libreria JavaScript di staging e a una libreria JavaScript di produzione. Queste librerie sono generate dall'applicazione Web e contengono il set univoco di configurazioni in tale proprietà Web.

La libreria JavaScript di staging contiene tutte le più recenti configurazioni di strumenti, regole e elementi dati nella proprietà Web. Questa libreria viene aggiornata automaticamente con qualsiasi modifica nella proprietà ed è destinata al test in ambienti di pre-produzione o al test di produzione locale tramite il plug-in DTM.

Per ulteriori informazioni sul plug-in DTM, consulta Ricerca plug-in nella Documentazione prodotto Gestione tag dinamica.

La libreria JavaScript di produzione contiene solo configurazioni di strumenti, regole e elementi dati approvate e pubblicate tramite il flusso di lavoro delle proprietà Web. Questa libreria è destinata all'ambiente di produzione.

Hosting

Sia le librerie JavaScript di staging che di produzione possono essere ospitate nei seguenti modi.

  • Hosting esterno tramite libreria Akamai ospitata sui server di Akamai
  • Hosting autonomo tramite SFTP o download da libreria-libreria ospitata sui server

La scelta di una o più opzioni di hosting è una decisione che la vostra azienda deve prendere. Esaminare i seguenti esempi di opzioni e casi di utilizzo per facilitare questa decisione.

Vantaggi Svantaggi

Akamai

Hosting esterno

  • Metodo di distribuzione standard
  • Nessuna configurazione necessaria
  • Dipendenza minima dall'IT
  • Aggiornamento automatico dei file
  • Distribuzione affidabile e rapida dei file tramite la rete Akamai distribuita a livello globale
  • Mancanza di controllo sulla consegna dei file
  • Dipendenza dall’infrastruttura di terze parti (ad es. se Akamai non è disponibile, la libreria è così)

SFTP

Hosting automatico

  • Controllo completo della consegna dei file
  • Opzione più sicura: Trasferimento file SSH
  • Aggiornamento automatico dei file
  • Configurazione front-end
  • Maggiore dipendenza dall'IT

Download libreria

Hosting automatico

  • Controllo completo della consegna dei file
  • Opzione di hosting più sicura: Cifratura bundle AES 256
  • Configurazione front-end
  • Maggiore dipendenza dall'IT
  • Configurazione aggiuntiva necessaria per l'aggiornamento automatico dei file

Esempi di utilizzo

Scenario Soluzione
Preferisco coinvolgere il meno possibile l'IT e ho bisogno di un metodo di hosting dei file affidabile al di fuori dell'infrastruttura del mio sito. Sfruttate l'hosting di Akamai in tutti gli ambienti.
Desidero avere il controllo completo sulla consegna dei file nel mio ambiente di produzione; tuttavia, la velocità e l'agilità sono più importanti del controllo dei file nell'ambiente di pre-produzione. Sfruttate l'hosting Akamai in ambienti di gestione temporanea e la distribuzione FTP in ambiente di produzione.
Alcune sezioni del mio sito trattano di informazioni altamente confidenziali. La sicurezza è la cosa più importante in queste pagine, ma non è necessariamente così importante in altre pagine del mio sito. Sfruttate il download della libreria in hosting su pagine sicure e l'hosting di Akamai su pagine non sicure.

Tutte le opzioni di hosting sono disponibili per abilitare e configurare la Embed scheda nella proprietà DTM.

Indipendentemente dall'opzione di hosting scelta, la libreria JavaScript viene distribuita sul sito tramite il codice da incorporare installato. Ogni opzione di hosting fornisce un set univoco di codici da incorporare che fanno riferimento alla posizione del file applicabile configurata per tale opzione di hosting.

Il codice da incorporare è composto da due snippet di codice: l’intestazione e il codice piè di pagina.

  • Codice intestazione

    Il codice intestazione è responsabile della chiamata della libreria JavaScript associata dalla posizione host e della relativa trasmissione sul sito. Questo frammento di codice deve essere posizionato nella sezione head del codice del sito il più vicino possibile al tag di apertura.

  • Codice piè di pagina

    Il codice piè di pagina è responsabile dell'identificazione della fine della pagina per il controllo dei tempi. Questo frammento di codice deve essere posizionato nella sezione body del codice del sito il più vicino possibile al tag di chiusura.

La posizione appropriata degli snippet di codice da incorporare sia dell'intestazione che del piè di pagina è fondamentale per la distribuzione efficace della libreria JavaScript di Gestione dinamica dei tag.

Nota

Sebbene sia possibile utilizzare più di un'opzione di hosting, è necessario assicurarsi che in ogni pagina sia incluso un solo riferimento al codice da incorporare. Il posizionamento duplicato o non corretto del codice da incorporare può causare un comportamento imprevisto della libreria.

L'illustrazione seguente mostra come i componenti dell'architettura DTM discussi funzionino insieme per distribuire e gestire in modo efficace strumenti, tag e script sul sito.

Per ulteriori informazioni sulle opzioni di hosting, vedi Incorpora codice e opzioni di hosting nella Documentazione prodotto Gestione tag dinamica.

Pianificazione della migrazione a DTM

Informazioni da tenere in considerazione durante la pianificazione della migrazione a Dynamic Tag Management (DTM) e procedure ottimali per iniziare correttamente l'implementazione.

Questo contenuto è stato creato in collaborazione con Search Discovery

Questa sezione contiene le seguenti informazioni:

Pianificazione della configurazione di Gestione dinamica dei tag: Panoramica del componente

Questa sezione contiene una rapida panoramica della struttura aziendale di base di Gestione dinamica dei tag per preparare le decisioni necessarie per la pianificazione della configurazione di Gestione dinamica dei tag.

In Gestione dinamica dei tag una società è un raggruppamento di proprietà Web.

Una proprietà Web è un raggruppamento di strumenti, regole ed elementi di dati configurati per raccogliere dati e distribuire tag/script sul sito.

Ogni proprietà Web è associata a un codice da incorporare responsabile del caricamento delle configurazioni specifiche delle proprietà sul sito.

Gli utenti vengono gestiti a livello di società, ma possono essere autorizzati per ogni proprietà, ad eccezione del ruolo Amministratore. Il ruolo di amministratore è globale e dispone di autorizzazioni complete per tutte le proprietà di una società.

Per ulteriori informazioni sui ruoli utente, consulta Creazione e gestione di gruppi nella Documentazione prodotto Gestione tag dinamica.

Pianificazione della configurazione di Gestione dinamica dei tag: Punti di decisione

Tenendo presente la struttura aziendale di base di Gestione dinamica dei tag, discutiamo i punti decisionali correlati durante la pianificazione della configurazione di Gestione dinamica dei tag.

Di quante aziende ho bisogno?

Nella maggior parte dei casi, un'azienda è in grado di soddisfare al meglio le esigenze aziendali.

Il motivo principale per cui più società hanno a che fare con la separazione completa tra utenti e proprietà Web.

Questo tipo di configurazione è tipico per le grandi aziende con numerosi set di entità Web gestite da diverse divisioni aziendali.

Come posso distribuire i miei domini e sottodomini nelle proprietà Web?

Le proprietà Web possono essere configurate come uno a uno o uno a molti con i domini.

Per decidere cosa funziona meglio per la tua azienda, prendi in considerazione le similarità e le differenze tra domini delle seguenti variabili.

  • Metodi e origini di raccolta dati
  • Strumenti e tag distribuiti
  • Struttura del codice del sito
  • Flussi di lavoro utente DTM

Nella maggior parte dei casi, una proprietà Web per un dominio è in grado di soddisfare al meglio le esigenze aziendali a causa delle notevoli differenze in una o in molte delle variabili di cui sopra.

Questo tipo di configurazione soddisfa in modo più efficace le esigenze di ciascun dominio, consentendo al contempo una facile duplicazione delle costanti tra domini attraverso la funzionalità "copy".

Tuttavia, nei casi in cui queste variabili sono uguali o molto simili tra domini, potrebbe essere più sensato avere più domini all'interno di una proprietà Web. In questi casi, questa configurazione può ridurre inutili duplicazioni tra le proprietà.

Questo stesso ragionamento può essere utilizzato per la distribuzione del sottodominio.

Esempi di utilizzo

Scenario Soluzione
La mia divisione aziendale gestisce diversi domini. Stiamo implementando Adobe Analytics in tutti i domini, ma ogni dominio ha una propria suite di rapporti e esigenze di monitoraggio. Sfruttare una proprietà per ciascun dominio.
La mia divisione aziendale gestisce diversi domini. Stiamo implementando Adobe Analytics in tutti i domini e utilizziamo una suite di rapporti globale per raccogliere tutti i nostri dati. Le origini dati tra i domini sono molto diverse a causa delle variazioni nella struttura del codice del sito. Sfruttare una proprietà per ciascun dominio.
La mia divisione aziendale gestisce diversi domini. Stiamo distribuendo Adobe Analytics in tutti i domini e utilizziamo una suite di rapporti globale e un livello dati globale per raccogliere tutti i nostri dati. Gli altri strumenti e tag sono principalmente coerenti tra i domini e stiamo pensando di fare in modo che gli stessi utenti gestiscano il flusso di lavoro di pubblicazione. Sfrutta una proprietà per tutti i domini.

Best practice di migrazione

Dopo aver determinato la distribuzione ottimale tra società e proprietà, prendi in considerazione le best practice riportate di seguito per iniziare la migrazione a Gestione dinamica dei tag.

Flusso di lavoro del processo: sviluppa un processo sistematico per la migrazione del codice pagina esistente in DTM per garantire una transizione senza intoppi.

Si consiglia generalmente di avviare questo processo in ambienti di pre-produzione di livello inferiore e di migrare il codice pagina per pagina o sezione del sito in base a sezione del sito.

Questo ti consentirà di controllare completamente le configurazioni di Gestione dinamica dei tag prima di rimuovere eventuali codici di pagina preesistenti, riducendo il rischio di interruzioni nell'implementazione.

Lavorare con l’IT: è importante lavorare prima insieme al team IT per determinare i processi e i cicli di implementazione correnti.

Ciò contribuirà a garantire la corretta e tempestiva collocazione del codice da incorporare e la rimozione coordinata del codice di pagina migrato in modo efficace.

Flusso di lavoro delle persone e governance: un altro concetto importante è la determinazione del flusso di lavoro degli utenti. L’attenta assegnazione dei ruoli utente permette la governance del flusso di lavoro DTM.

Ruolo utente Crea regole Modifica regole Regole di test Approva regole Regole di pubblicazione Creare/modificare utenti Create, proprietà
User
Approvatore
Editore
Approvatore e editore
Amministrazione

In questo modo tutti gli elementi vengono controllati dai membri giusti del team prima di essere inviati in produzione.

Per ulteriori informazioni, consulta Migrazione a Gestione tag dinamica nella Documentazione prodotto Gestione tag dinamica.

Migrazione a DTM: Panoramica dettagliata di Adobe Analytics

Sia che l’ Adobe Analytics implementazione corrente sia distribuita tramite metodi on-page o tramite un altro sistema di gestione tag, questa sezione ti aiuta a comprendere meglio le tue opzioni durante la migrazione a DTM.

Fase 1: Aggiunta di valori rapidi

Poiché la migrazione Adobe Analytics del codice può essere un processo lungo, DTM offre una funzione che consente di migliorare l'implementazione esistente Analytics senza interromperla.

Questo contenuto è stato creato in collaborazione con Search Discovery

Questa funzione è denominata Page Code is Already Present e si trova nelle impostazioni degli strumenti di Analytics nella proprietà DTM.

Per accedere a questa funzione, espandere la sezione Gestione libreria delle impostazioni dello strumento.

Con questa funzione abilitata, DTM è in grado di sfruttare l'implementazione esistente per inviare s.t() / s.tl() chiamate supplementari tramite regole di chiamata diretta e basate sull'evento.

Questa funzionalità semplifica l’utilizzo di DTM per migliorare l’implementazione di Adobe Analytics prima di migrare il codice.

Tuttavia, con questo approccio è importante tenere presenti i seguenti limiti.

  • Le variabili e le impostazioni configurate nello strumento DTM Adobe Analytics non avranno effetto.
  • Le variabili di Adobe Analytics impostate nelle regole di caricamento delle pagine non avranno effetto.

Queste limitazioni si verificano perché DTM si basa completamente sull'implementazione esistente per distribuire il codice AppMeasurement e creare un'istanza dell'oggetto s.

Fase 2: Migrazione completa

Per sfruttare al massimo la funzionalità integrata Adobe Analytics in Gestione dinamica dei tag, si consiglia di effettuare una migrazione completa del Analytics codice.

Questo contenuto è stato creato in collaborazione con Search Discovery

Questa migrazione deve includere tutti i riferimenti agli oggetti s nel codice della pagina e gli script inclusi nelle pagine in cui DTM sta distribuendo Adobe Analytics.

Le sezioni seguenti contengono ulteriori informazioni:

Migrazione del codice globale

Il primo passo nella migrazione è configurare il codice globale nelle impostazioni dello strumento Adobe Analytics nella proprietà DTM.

L' AppMeasurement code / s_code opzione è configurata nella sezione Gestione libreria delle impostazioni dello strumento in Configurazione codice.

Se il codice pagina è già presente dalla fase 1 è attualmente sfruttato, è necessario deselezionare questa opzione per visualizzare le opzioni di configurazione del codice. Questa modifica avrà effetto solo nell'area di gestione temporanea, in modo da poter configurare e controllare completamente il codice migrato prima di effettuare questa modifica in produzione.

L'opzione di configurazione personalizzata è in genere preferita come approccio di migrazione iniziale, in quanto consente di fare riferimento alla configurazione esistente AppMeasurement / s_code così come è, senza la necessità di ulteriori configurazioni di strumenti.

  • Personalizza - Ospitato in DTM: incolla il codice esistente nell’editor.

  • Personalizza - Ospitato dall’URL: fai riferimento al codice esistente nella posizione dell’URL.

Con l' Managed by Adobe opzione, DTM fornisce e ospita automaticamente la versione del codice base AppMeasurement selezionata. Questo metodo consente di aggiornare facilmente la versione del codice, rendendola una grande opzione a lungo termine.

Indipendentemente dall’opzione Configurazione codice, gli elementi non inclusi nel codice AppMeasurement possono essere impostati nelle impostazioni degli strumenti tramite i campi dell’interfaccia forniti o nell’editor Personalizza codice pagina.

I campi dell’interfaccia forniti rappresentano un’ottima opzione a lungo termine per configurare le impostazioni globali e le variabili, poiché l’utilizzo di questi campi al posto del codice personalizzato riduce in ultima analisi la complessità complessiva dell’implementazione.

Nota

Compilazione dinamica delle variabili utilizzando gli elementi dati direttamente in qualsiasi campo utilizzando la %dataElement% sintassi.

L’editor Personalizza codice pagina rappresenta una comoda alternativa per gli elementi che richiedono codice, come plug-in e impostazioni condizionali. Qualsiasi codice inserito qui funzionerà in parallelo con quello ospitato AppMeasurement code / s_code.

Migrazione del codice a livello di pagina

Il passo successivo nella migrazione consiste nella configurazione del codice non globale nelle regole di Gestione dinamica dei tag.

Di seguito viene fornita una panoramica di ciascun tipo di regola e del relativo utilizzo tipico per impostare le attivazioni di Adobe Analytics.

Tipo di regola Dettagli
Regole di caricamento delle pagine

Utilizzare per aggiungere variabili al beacon di visualizzazione pagina predefinito su tutte o su determinate pagine. Esempio di caso di utilizzo: Invio di una particolare eVar al caricamento della pagina promozionale.

Regola basata sugli eventi

Utilizzare per attivare un s.t() o s.tl() un beacon su specifiche interazioni dell'utente. Esempio di caso di utilizzo: Invio di un beacon di visualizzazione pagina personalizzato con un particolare evento quando un puntatore è abilitato.

Regola di chiamata diretta

Utilizzare per attivare un s.t() o un s.tl() beacon in scenari in cui l'evento DOM non può essere rilevato. Esempio di caso di utilizzo: Invio di un s.tl() beacon con con un particolare evento alla visualizzazione di un video.

Ricorda di seguire le best practice relative alla migrazione.

Come discusso nella sezione precedente, durante la migrazione del codice Adobe Analytics è importante ricordare le best practice riportate di seguito.

  • Sviluppare un processo sistematico
  • Iniziare in ambienti di pre-produzione di livello inferiore per controllare completamente la migrazione
  • Operazioni con il reparto IT per la rimozione del codice in tempi brevi
Nota

Un approccio possibile per la migrazione progressiva consiste nel determinare un flag per identificare le pagine che non sono ancora state completamente migrate. Questo flag può quindi essere utilizzato nell'editor Personalizza codice pagina nelle impostazioni dello strumento per annullare in modo condizionale il beacon DTM predefinito su quelle pagine impostando 's.abort = true'.

Questo approccio interessa solo il beacon dello strumento Analytics; le regole configurate per attivare Adobe Analytics devono essere condizionate nella regola stessa.

Verificare completamente questo approccio negli ambienti di gestione temporanea prima di sfruttare la produzione.

Vantaggi di un sistema di gestione dei tag: Concentrazione su Gestione dinamica dei tag

Informazioni sulle nozioni di base della gestione dei tag e indicazioni dettagliate su come Dynamic Tag Management trarre beneficio dalla vostra attività.

Questo contenuto è stato creato in collaborazione con Search Discovery

Le sezioni seguenti contengono ulteriori informazioni:

Cos’è un sistema di gestione tag?

I sistemi di gestione dei tag sono progettati per semplificare l’implementazione e la gestione dei tag di marketing e analisi sul sito mediante l’uso di un tag contenitore.

Un tag contenitore è un singolo frammento di codice che, se inserito nella marcatura del sito, può attivare innumerevoli tag sul sito.

Questo approccio riduce la pressione sul gruppo IT e mette il controllo nelle mani degli esperti di marketing.

Why Dynamic Tag Management (DTM)

Gestione tag dinamica adotta l'approccio di gestione dei tag descritto in precedenza e lo ottimizza attraverso un design semplice ma altamente capace con uno scenario integrato e un controllo temporale.

Considera quanto segue per decidere se Gestione tag dinamica è adatta alla tua attività:

  • Prestazioni del sito migliorate

    Con Gestione tag dinamica, i tag di marketing e analisi vengono spostati dalla marcatura del sito alla libreria DTM. Questo riduce di per sé i tempi di caricamento delle pagine, in quanto la libreria DTM è ottimizzata per la compressione e la velocità dei file.

    Tuttavia, le prestazioni vengono ulteriormente migliorate grazie all'uso dei controlli condizionali e dei metodi asincrono offerti da Gestione dinamica dei tag.

    I controlli condizionali consentono di garantire che i tag vengano attivati solo quando necessario, eliminando inutili operazioni di distribuzione del codice.

    Il caricamento asincrono forza i tag a non interferire con la pagina, riducendo notevolmente il carico di rendering della pagina.

  • Maggiore controllo, minore rischio

    Con una minore dipendenza dall'IT, potrai distribuire e gestire i tag sull'orologio.

    Ciò significa meno impegno e rischio nell'implementazione dei tag del fornitore e maggiore agilità per stare al passo con le nuove funzioni strumento/tag.

    Inoltre, DTM dispone di funzionalità integrate per garantire la conformità alle politiche sulla privacy dei dati e per evitare che i tag dei fornitori interferiscano con il sito o che i dati vengano inviati a terzi.

  • Maggiore velocità e maggiore efficienza

    Gestione tag dinamica adotta un approccio incentrato sul comportamento e sfrutta integrazioni complete e la centralizzazione dei dati per semplificare la distribuzione dei tag.

    L’approccio incentrato sul comportamento consente di implementare contemporaneamente numerosi strumenti/tag in base a un determinato comportamento, anziché distribuire singolarmente ciascun tag.

    Le integrazioni integrate di DTM semplificano la configurazione di strumenti come Adobe Analytics e Google Analytics, eliminando la necessità di un esteso codice personalizzato.

    Gli elementi dati centralizzano punti dati comuni, riducendo la ridondanza del codice e ottimizzando il tempo di ricerca dei dati.

    Queste funzioni consentono di risparmiare tempo e frustrazione, consentendo di concentrarsi meno sull'implementazione dei tag e di progredire ulteriormente nel business.

  • Utilizzo di Gestione tag dinamica gratuitamente

    Inoltre, se sei un cliente Adobe Experience Cloud, Gestione tag dinamica è gratuita.

    Contatta il tuo Adobe Account Manager per ulteriori informazioni.

In questa pagina