Codice da incorporare e opzioni di hosting

Questo articolo include informazioni sulle varie opzioni di hosting in Dynamic Tag Management: Akamai, consegna FTP self-hosting e download della libreria di self-hosting.

IMPORTANTE

Per una corretta implementazione, è fondamentale seguire queste istruzioni come visualizzate nell'Aiuto di Adobe. In particolare, è necessario inserire il codice di intestazione nella sezione <head> dei modelli di documento. Inoltre, è necessario posizionare il codice a piè di pagina immediatamente prima del tag di chiusura </body> . Posizionare uno di questi codici di incorporamento altrove nel markup o utilizzare metodi asincroni per aggiungere i codici di incorporamento sono non un'implementazione supportata di Dynamic Tag Management.

Un’implementazione non supportata darà risultati imprevisti e impedirà all’assistenza clienti e al reparto tecnico di fornire assistenza nell’implementazione.

L’inclusione di più codici di incorporamento in una singola pagina non è supportata, in quanto può causare conflitti.

Flusso di lavoro di hosting

La figura seguente mostra il flusso di lavoro di hosting in Dynamic Tag Management:

Opzioni di hosting

Puoi distribuire Dynamic Tag Management utilizzando una o più delle seguenti opzioni, disponibili nella scheda Incorpora :

Akamai (migrato da Amazon S3)

  • L'opzione di hosting più semplice da implementare.
  • Rete di distribuzione globale.
  • Aggiunge dipendenze aggiuntive dell’infrastruttura di terze parti (ricerca DNS, disponibilità Akamai).
  • Per informazioni sulla migrazione da Amazon S3 ad Akamai, consulta Akamai .
  1. Dynamic Tag Management genera librerie JavaScript personalizzate.
  2. Dynamic Tag Management esporta le librerie JavaScript personalizzate in Akamai.
  3. Il sito web di destinazione fa riferimento alle librerie Dynamic Tag Management ospitate da Akamai direttamente a livello di pagina.

Amazon S3

NOTA

Dopo il 31 luglio 2015 Adobe non supporterà più Amazon S3. Le librerie Dynamic Tag Management su Amazon S3 continueranno a essere servite fino al 31 dicembre 2015, ma in stato di sola lettura. Eventuali modifiche apportate in Dynamic Tag Management non verranno più applicate in questi file.

Per implementare ulteriori modifiche al tuo sito dopo il 31 luglio 2015, devi selezionare una delle nostre altre opzioni di hosting. L’hosting autonomo (FTP Delivery o Library Download) è sempre la best practice consigliata, ma anche il nostro hosting di terze parti Akamai è un’opzione di livello mondiale.

Hosting autonomo: Consegna FTP

Dynamic Tag Management utilizza un approccio push per esportare librerie JavaScript personalizzate direttamente nell’host del server dei contenuti web tramite il protocollo FTP.

Questa soluzione richiede un server FTP e le credenziali per essere disponibili sul server dei contenuti web per pubblicare le modifiche alle librerie di Dynamic Tag Management personalizzate.

Per informazioni più dettagliate, consulta FTP.

  1. Dynamic Tag Management genera librerie JavaScript personalizzate.
  2. Dynamic Tag Management esporta le librerie JavaScript personalizzate al server host tramite FTP.
  3. Il sito web di destinazione fa riferimento localmente alle librerie di Dynamic Tag Management personalizzate.

Hosting autonomo: Download libreria

L’applicazione utilizza un approccio pull per esportare librerie JavaScript personalizzate in Amazon S3. In questo caso, è possibile accedere alle librerie tramite un processo ospitato lato server.

Inoltre, le librerie sono disponibili tramite download web direttamente dall’interfaccia Dynamic Tag Management.

Questa soluzione richiede un recupero e una pubblicazione manuali delle librerie Dynamic Tag Management o la creazione di un processo automatizzato che estrae le librerie da Akamai sul server dei contenuti web.

Questo approccio richiede il massimo tempo per la configurazione, ma è anche l'opzione più sicura e flessibile.

Per informazioni più dettagliate, consulta Download della libreria.

  1. Dynamic Tag Management genera librerie JavaScript personalizzate.
  2. Dynamic Tag Management esporta le librerie JavaScript personalizzate in Akamai.
  3. Le librerie Dynamic Tag Management personalizzate vengono spostate manualmente o programmaticamente nel server dei contenuti web.
  4. Il sito web di destinazione fa riferimento localmente alle librerie di Dynamic Tag Management personalizzate.

Puoi aspettarti prestazioni migliori e un maggiore controllo sulla sicurezza tramite l’hosting delle opzioni FTP Delivery (Consegna FTP) e Library Download (Download dalla libreria) sul tuo CDN o infrastruttura.

Segui questo video e scopri:

  • Spiegare le diverse opzioni di hosting

Considerazioni sull’hosting (FAQ)

Considera queste domande quando decidi un'opzione di hosting.

Quando decidi quale opzione di hosting è migliore per la tua organizzazione, puoi prendere in considerazione le seguenti domande:

  • Come si sceglie un'opzione di hosting?

    Dynamic Tag Management crea e utilizza vari file JavaScript contenenti tutto il codice necessario per eseguire il sistema. Questi file di libreria possono essere ospitati da Adobe oppure possono essere ospitati sui propri server all'interno della propria architettura Web.

    L’opzione di hosting Library Download ti consente inoltre di ospitare autonomamente i file della libreria. Quando un utente autorizzato di Dynamic Tag Management apporta una modifica al software, il nostro sistema scrive tali modifiche nei file della libreria. Quando ospiti i file della libreria sui server con questa opzione, il nostro sistema ha bisogno di un modo per ottenere tali modifiche ai server. Con l'opzione di hosting Library Download, il nostro sistema invia un ping (un post http) al tuo sistema per informare i tuoi server che è stato eseguito un aggiornamento dei file della libreria. Il team IT può creare un processo cron o un altro processo con script, in modo che i server possano raccogliere i file modificati. In questo modo, ogni volta che viene apportata una modifica in Dynamic Tag Management, i file che ospiti sui server possono essere aggiornati in modo automatico.

    Puoi utilizzare una o più di queste opzioni di hosting per una proprietà web, semplicemente non utilizzare più di un codice di incorporamento in una singola pagina. Ad esempio, puoi utilizzare Akamai negli ambienti di staging e una delle opzioni self-hosting negli ambienti di produzione. Oppure, puoi utilizzare l’opzione Akamai per qualsiasi sito, dominio o sottodominio ospitato da uno dei tuoi partner dell’agenzia. Queste opzioni offrono maggiore flessibilità per ospitare i file della libreria in base alle tue esigenze specifiche.

  • Qual è la tua politica attuale riguardo alle origini di contenuto del sito web?

    La risposta a questa domanda aiuta a determinare se la libreria JavaScript può essere ospitata su Akamai, inviata alla struttura del file del sito web tramite FTP o estratta manualmente nella struttura del file da un processo lato server.

  • Posso utilizzare più di un'opzione di hosting della libreria Dynamic Tag Management contemporaneamente?

    Sì, puoi attivare e utilizzare qualsiasi numero di opzioni di hosting e utilizzare codici di incorporamento diversi per domini o sottodomini diversi.

    Ad esempio, potresti voler utilizzare l’opzione Akamai per ambienti di livello inferiore non di produzione, come staging, sviluppo, test o UAT. Allo stesso tempo, puoi utilizzare una delle opzioni self-hosting, ad esempio Library Download, per gli ambienti di produzione.

    Non è possibile utilizzare più di un’opzione sulla stessa pagina. Non devi implementare più di un codice di incorporamento intestazione su alcuna pagina.

  • Qual è il processo di distribuzione del contenuto del sito Web corrente?

    Il processo di distribuzione influisce sulla velocità con cui le modifiche possono essere distribuite sul sito dall’interfaccia amministrativa di Dynamic Tag Management. Inoltre, influisce sul tempo necessario per installare inizialmente Dynamic Tag Management sul sito web.

  • Qual è il markup e la struttura a livello di pagina corrente del sito web?

    La comprensione del markup a livello di pagina di base e delle decisioni strutturali sul sito web consente di installare correttamente Dynamic Tag Management e di creare regole all’interno dell’interfaccia amministrativa.

    Tra gli elementi chiave da identificare:

    • A quali librerie JavaScript si fa riferimento nella sezione <head> della pagina web.
    • Se le singole sezioni della pagina, come intestazioni e piè di pagina, vengono generate in modo dinamico.

    La conoscenza di qualsiasi sistema di gestione dei contenuti utilizzato è utile per determinare la metodologia di hosting appropriata.

Akamai

Akamai è l’opzione di hosting esterno principale. Akamai offre un’esperienza di hosting affidabile ed è l’opzione più semplice da implementare. Akamai fornisce le più grandi dipendenze dell’infrastruttura di terze parti, ad esempio la ricerca DNS, i tempi di caricamento più rapidi e i tempi di consegna di andata e ritorno più rapidi.

L’opzione di hosting Akamai ti consente di memorizzare i file della libreria di proprietà web sulla rete CDN Edge di Adobe, che si trova sull’architettura Akamai. Questa opzione consente di installare i codici da incorporare nei modelli di pagina e di iniziare rapidamente a utilizzare Dynamic Tag Management senza coinvolgere i team IT e i server interni.

NOTA

Dopo il 31 luglio 2015 Adobe non supporterà più Amazon S3. Le librerie Dynamic Tag Management su Amazon S3 continueranno a essere servite fino al 31 dicembre 2015, ma in stato di sola lettura. Eventuali modifiche apportate in Dynamic Tag Management non verranno più applicate in questi file.

Per implementare ulteriori modifiche al tuo sito dopo il 31 luglio 2015, devi selezionare una delle nostre altre opzioni di hosting. L’hosting autonomo (FTP Delivery o Library Download) è sempre la best practice consigliata, ma anche il nostro hosting di terze parti Akamai è un’opzione di livello mondiale.

Intestazioni di controllo cache di Akamai

Le intestazioni di controllo cache vengono impostate automaticamente per le librerie ospitate su Akamai (assets.adobedtm.com).

  • Build di produzione: le intestazioni di controllo della cache sono impostate su 60 minuti.
  • Build di staging di con -staging nel nome file: Le intestazioni di controllo cache sono impostate su 0 minuti
NOTA

La ricezione e il rispetto delle intestazioni di controllo cache dipendono dal browser. Alcuni browser potrebbero ignorarli.

Perché scegliere l'hosting Akamai?

Quando scegli l’opzione Akamai nella sezione Incorpora di Dynamic Tag Management, i file della libreria Dynamic Tag Management vengono serviti ai visitatori dalla rete CDN Edge di Adobe, che viene eseguita sull’architettura Akamai.

Akamai è affidabile per fornire i contenuti a un pubblico globale di visitatori Web. Akamai esegue reti ridondanti di nodi con carico bilanciato e geo-ottimizzati per distribuire contenuti il più rapidamente possibile ai visitatori, ovunque si trovino in tutto il mondo.

In particolare, Akamai esegue più di 137.000 server in 87 paesi all'interno di più di 1150 reti. In termini di ridondanza, Akamai non si limita a passare da un server all’altro, ma esegue le route di Akamai da un nodo di server a un altro nodo di server in base alle esigenze. In altre parole, ogni nodo è costituito da più server per la ridondanza all'interno di un nodo, quindi una casella che va giù non è un problema perché le altre caselle nel nodo prendono il sopravvento. Se un nodo è inattivo, Akamai utilizza il più vicino con lo stesso contenuto memorizzato nella cache. I nodi vengono selezionati in modo dinamico in base alla posizione del visitatore, al carico del traffico e ad altri fattori, in modo che il contenuto venga distribuito in modo coerente dal nodo locale migliore per ogni visitatore.

Posso evitare errori se Akamai non è disponibile?

No. Dynamic Tag Management non può eseguire alcuna operazione dal lato client se la libreria non è disponibile. Tuttavia, è estremamente improbabile che Akamai non sia disponibile.

Migrazione da Amazon S3 ad Akamai

Esegui la migrazione dall’hosting Amazon S3 ad Akamai sostituendo il codice Amazon S3.

NOTA

A partire dal 31 luglio 2015 Adobe non supporta più Amazon S3. Le librerie Dynamic Tag Management su Amazon S3 continueranno a essere servite fino al 31 dicembre 2015, ma in stato di sola lettura. Eventuali modifiche apportate in Dynamic Tag Management non verranno più applicate in questi file.

Per implementare ulteriori modifiche al tuo sito dopo il 31 luglio 2015, devi selezionare una delle nostre altre opzioni di hosting. L’hosting autonomo (FTP Delivery o Library Download) è sempre la best practice consigliata, ma anche l’hosting di terze parti Akamai è un’opzione di livello mondiale.

  1. Passa alla scheda Incorpora .

  2. Sostituisci i codici di intestazione Amazon S3 esistenti con i nuovi codici di intestazione Akamai.

    Non è necessaria alcuna modifica nel codice a piè di pagina.

  3. Fare clic su Akamai nella posizione On.

    Risultato del passaggio

  4. Fare clic sull'opzione Amazon S3 nella posizione Off.

    NOTA

    Dopo aver disabilitato Amazon S3, non puoi più utilizzare l'hosting di Amazon S3. Assicurati di non aver più bisogno di Amazon S3 prima di disattivarlo.

    Hosting Akamai nelle funzioni di Dynamic Tag Management indipendentemente da qualsiasi hosting Akamai attualmente utilizzato per il tuo sito web.

FTP

Questa sezione descrive i passaggi necessari per implementare Dynamic Tag Management utilizzando l’FTP (metodo push ).

L'opzione di hosting FTP Delivery ti consente di ospitare autonomamente i file della libreria. Quando un utente autorizzato di Dynamic Tag Management apporta una modifica al software, Dynamic Tag Management scrive tali modifiche nei file della libreria. Quando ospiti i file della libreria sui server con questa opzione, Dynamic Tag Management deve ottenere tali modifiche sui server. Con l’opzione di hosting FTP Delivery, Dynamic Tag Management si connette al sistema, utilizzando le credenziali e le posizioni del server immesse nel sistema e distribuisce eventuali file modificati. In questo modo, ogni volta che viene apportata una modifica in Dynamic Tag Management, i file che ospiti sui server possono essere aggiornati automaticamente.

Devi essere un amministratore per poter distribuire tramite FTP.

  1. Nella proprietà web, fai clic sulla scheda Incorpora .

  2. Fai clic su FTP Delivery (Consegna da FTP).

  3. Fornisci le informazioni FTP richieste per i server di staging e produzione, quindi fai clic su Salva informazioni FTP.

    NOTA

    Fai clic su Abilita nomi host relativi per hosting libreria di staging e produzione, se desiderato. L'abilitazione del nome host relativo antepone i percorsi della libreria forniti con "window.location.hostname". Questo consente a DTM di caricare gli script in hosting dai percorsi relativi, consentendoti di ospitare la libreria senza modificare il percorso per ogni implementazione.

  4. Attiva l'interruttore nell'angolo in alto a destra su ON.

  5. Fai clic su Header Code (Codice intestazione) e Footer Code (Codice piè di pagina) per espandere tali sezioni.

  6. Fai clic sul pulsante Copia codice di incorporamento appropriato per copiare i codici di intestazione e piè di pagina per gli ambienti di staging o sviluppo.

    NOTA

    Il codice di staging deve passare solo all'ambiente di staging o di sviluppo. Il codice di produzione deve essere inserito nel sito di produzione live.

  7. Copia il codice di intestazione e inseriscilo nella sezione HEAD del sito HTML, su ogni pagina del sito web. Posizionalo il più vicino possibile al tag iniziale <head> .

  8. Copia il codice a piè di pagina e inseriscilo nella sezione BODY del sito HTML, su ogni pagina del sito web. Posizionarlo il più vicino possibile al tag di chiusura </body>

Download libreria

Questa sezione descrive i passaggi per implementare Dynamic Tag Management utilizzando la metodologia pull Download della libreria .

L’opzione di hosting Download libreria ti consente inoltre di ospitare autonomamente i file della libreria. Quando un utente autorizzato di Dynamic Tag Management apporta una modifica al software, Dynamic Tag Management scrive tali modifiche nei file della libreria. Quando ospiti i file della libreria sui server con questa opzione, Dynamic Tag Management deve ottenere tali modifiche sui server. Con l’opzione di hosting Download libreria , Dynamic Tag Management invia un ping (un post HTTP) al tuo sistema per informare i server che è stato eseguito un aggiornamento dei file della libreria. Il team IT può creare un processo cron o un altro processo con script, in modo che i server possano raccogliere i file modificati. In questo modo, ogni volta che viene apportata una modifica in Dynamic Tag Management, i file che ospiti sui server possono essere aggiornati automaticamente.

Devi essere un amministratore per distribuire utilizzando il servizio di download della libreria.

  1. Nella proprietà web, fai clic sulla scheda Incorpora .

  2. Fai clic su Library Download (Download da libreria) nel menu di navigazione a sinistra.

  3. Compila uno o entrambi i campi facoltativi seguenti:

    Opzione Descrizione
    Segreto condiviso Cifra la libreria Dynamic Tag Management durante il download. Se immetti un segreto condiviso, AES-256 viene utilizzato per crittografare il file .zip utilizzando questa passphrase.
    Implementa URL di collegamento Il processo di distribuzione dei file Dynamic Tag Management sul server può essere automatizzato ogni volta che si verifica un aggiornamento. Crea uno script accessibile tramite l’URL pubblico specificato. Se immetti un URL di distribuzione hook, gli viene inviato un POST HTTP ogni volta che il bundle viene aggiornato correttamente. Il corpo del post include un payload contenente l’URL di download del bundle.
  4. Compila i campi in Dominio e Percorsi per il file di tracciamento, per la gestione temporanea e la produzione.

    Specifica il percorso in cui si trovano i file quando vengono distribuiti sul server. Non includere il protocollo o le barre iniziali o finali. Dynamic Tag Management richiede un dominio e un percorso per HTTP o HTTPS per gli ambienti di produzione e staging.

    NOTA

    Fai clic su Abilita nomi host relativi per hosting libreria di staging e produzione, se desiderato. L'abilitazione del nome host relativo antepone i percorsi della libreria forniti con window.location.hostname. Questo consente a DTM di caricare gli script in hosting dai percorsi relativi, consentendoti di ospitare la libreria senza modificare il percorso per ogni implementazione.

  5. Scarica i file dall’URL specificato per il rispettivo ambiente (staging o produzione) e distribuiscili nel percorso specificato nelle impostazioni.

  6. Fai clic sulle sezioni Header Code (Codice intestazione) e Footer Code (Codice piè di pagina).

  7. Fai clic sul pulsante Copia codice di incorporamento appropriato per copiare i codici di intestazione e piè di pagina per gli ambienti di staging o sviluppo.

    NOTA

    Il codice di staging deve passare solo all'ambiente di staging o di sviluppo. Il codice di produzione deve essere inserito nel sito di produzione live.

  8. Copia il codice di intestazione e inseriscilo nella sezione HEAD del sito HTML, su ogni pagina del sito web. Posizionalo il più vicino possibile al tag iniziale <head> .

  9. Copia il codice a piè di pagina e inseriscilo nella sezione BODY del sito HTML, su ogni pagina del sito web. Posizionarlo il più vicino possibile al tag di chiusura </body>

In questa pagina