Creazione di firme elettroniche e documenti incorporati

Scopri come utilizzare le API di Acrobat Sign per incorporare firme elettroniche ed esperienze documentali nelle piattaforme web e nei sistemi di gestione dei contenuti e dei documenti. Ci sono quattro parti in questo tutorial pratico.

Parte 1: Cosa ti serve

Nella parte 1, scopri come iniziare a usare tutto quello che ti serve per le parti 2-4. Iniziamo con l'ottenimento delle credenziali API.

 Visualizza i dettagli su come ottenere le credenziali API

Parte 2: Codice basso/inesistente: la potenza dei moduli web

Nella parte 2, scopri l’opzione di utilizzo dei moduli Web in modalità low/no code. È sempre consigliabile verificare se è possibile evitare di scrivere il codice all'inizio.

 Visualizza i dettagli su come creare un modulo Web
  1. Accedi ad Acrobat Sign con il tuo account sviluppatore.

  2. Seleziona Pubblicare un modulo Web nella home page.

    Schermata della home page di Acrobat Sign

  3. Crea il tuo accordo.

    Screenshot di come creare un modulo Web

  4. Incorpora il tuo accordo in una pagina HTML semplice.

  5. Provate ad aggiungere i parametri di query in modo dinamico.

    Screenshot dell'aggiunta dei parametri di query

Parte 3: Inviare un accordo con un modulo e unire i dati

Nella parte 3, crea accordi in modo dinamico.

 Visualizza i dettagli su come creare accordi in modo dinamico

Innanzitutto, è necessario stabilire l'accesso. Con Acrobat Sign, ci sono due modi per connettersi tramite API. Token OAuth e chiavi di integrazione. A meno che non abbiate un motivo molto specifico per utilizzare OAuth con l'applicazione, è necessario esaminare innanzitutto le chiavi di integrazione.

  1. Seleziona Chiave di integrazione sulla Informazioni API sotto il Account in Acrobat Sign.

    Screenshot di dove trovare la chiave di integrazione

Ora che hai accesso e puoi interagire con l'API, scopri cosa puoi fare con l'API.

  1. Passa al Metodi API REST versione 6 di Acrobat Sign.

    Screenshot della navigazione dei metodi delle API REST Acrobat Sign versione 6

  2. Utilizzare il token come valore "al portatore".

    Screenshot del valore del portatore

Per inviare il primo accordo, è meglio comprendere come utilizzare l’API.

  1. Crea un documento transitorio e invialo.
NOTA

Le chiamate di richiesta basate su JSON hanno un'opzione "Model" e "Minimal Model Schema". Questo dà le specifiche e un insieme di payload minimo.

Screenshot della creazione di un documento transitorio

Dopo aver inviato un accordo per la prima volta, puoi aggiungere la logica. È sempre consigliabile stabilire degli aiutanti per ridurre al minimo le ripetizioni. Ecco alcuni esempi:

Convalida

Screenshot della logica di convalida

Intestazioni/Auth

Screenshot di intestazioni/logica automatica

URI base

Screenshot della logica URI di base

Stai attento a dove atterrano i documenti transitori nell'ambito del grande schema dell'ecosistema di Sign.
Transiente -> Transiente accordo -> Modello -> Transiente accordo -> Widget -> Accordo

Questo esempio utilizza un modello come origine del documento. Questa è in genere la soluzione migliore, a meno che non si abbia un valido motivo per generare in modo dinamico documenti da firmare (ad esempio, codice precedente o generazione di documenti).

Il codice è abbastanza semplice; utilizza un documento libreria (modello) per l'origine del documento. Il primo e il secondo firmatario vengono assegnati dinamicamente. Il IN_PROCESS stato significa che il documento viene inviato immediatamente. Inoltre, mergeFieldInfo viene utilizzato per riempire i campi in modo dinamico.

Screenshot del codice per aggiungere firme in modo dinamico

Parte 4: Incorpora esperienza di firma, reindirizzamenti e altro ancora

In molti casi, puoi consentire al partecipante che attiva l’accordo di firmare immediatamente un accordo. Questa funzione è utile per le applicazioni e i chioschi rivolti ai clienti.

 Visualizza i dettagli su come incorporare l’esperienza di firma

Se non desideri che venga attivato il primo indirizzo e-mail di invio, puoi gestirlo facilmente modificando la chiamata API.

Screenshot del codice per non attivare l'invio dell'e-mail

Ecco come controllare il reindirizzamento post-firma:

Screenshot del codice per controllare il reindirizzamento dopo la firma

Dopo aver aggiornato il processo di creazione dell’accordo, il passaggio finale genera l’URL di firma. Anche questa chiamata è piuttosto semplice e genera un URL che un firmatario può utilizzare per accedere alla propria parte del processo di firma.

Screenshot del codice per generare un URL del firmatario

NOTA

Tieni presente che la chiamata per la creazione dell’accordo è tecnicamente asincrona. Ciò significa che è possibile effettuare una chiamata di accordo "POST", ma l’accordo non è ancora pronto. La procedura migliore è quella di stabilire un ciclo di tentativi. Utilizza un nuovo tentativo o qualsiasi altra procedura consigliata per il tuo ambiente.

Screenshot con cui si consiglia di stabilire un ciclo di tentativi

Quando tutto è messo insieme, la soluzione è abbastanza semplice. Stai creando un accordo e quindi generando un URL di firma affinché il firmatario possa fare clic su e iniziare il rituale di firma.

Altri argomenti

In questa pagina