Impostazioni di configurazione delle comunicazioni

Istruzioni per configurare le comunicazioni per Insight Server o Ripetitore.

Completa i parametri nel file seguente:

Product Name installation directory\Components\Communications.cfg

Nota

Prima di modificare i parametri non elencati in questa tabella, contattate Adobe.

Parametro Descrizione
File di controllo di accesso

Posizione del file Access Control.cfg . Il percorso predefinito è la cartella Controllo accesso all'interno della directory di installazione di Insight Server o Repeat .

Esempio: Access Control File = Path: Access Control\\Access Control.cfg

Directory registro di accesso

Cartella a cui si desidera mappare i registri di controllo.

Esempio: Access Log Directory = string: Audit\\

Nota: È possibile mappare i registri di controllo su un'altra unità locale (ad esempio: stringa: P:\\Audit\\ ), ma non mappare i registri di controllo su un'unità di rete.

Accesso dettagliato Questo parametro può essere impostato su true o false. Viene utilizzato per abilitare e disabilitare il filtro del registro di controllo. Per garantire che ogni richiesta venga registrata, impostate il parametro su True.
Interfaccia IP

Indirizzo IP da utilizzare quando sono disponibili due schede di rete per l'accesso a due reti diverse.

Esempio: IP Interface = string: < IP Address >

Porta

Porta non sicura (HTTP) sulla quale Insight Server o Ripetitore ascolta. La porta predefinita è 80. Se si inserisce un valore pari a 0, le connessioni non sicure vengono disattivate.

Esempio: Port = int: 80

Cipher SSL Alcuni ambienti richiedono una maggiore sicurezza delle comunicazioni rispetto ad altri. Se desiderate utilizzare una suite di crittografia SSL specifica, potete specificarla con questo parametro.

Esempio: SSL Ciphers = string: AES256-SHA256

Porta SSL

Porta protetta (tramite SSL) su cui Insight Server o Ripetitore ascolta. La porta predefinita è 443. Se si immette un valore pari a 0, vengono disattivate le connessioni protette.

Esempio:

SSL Port = int: 443
n=LoggingServer: Intestazione per le impostazioni del server di registrazione.
Nome cliente

Il nome del cliente verrà visualizzato per i clienti non specificati negli avvisi amministrativi, come nell'esempio seguente:

"Nessun dato ricevuto dal sensore XYZ per il cliente 'Non specificato' in 15."

Esempio: 1 = LoggingServer:    Customer Name = string: CompanyAB

Utilizzando l'esempio precedente, gli avvisi amministrativi per i clienti non specificati ora leggeranno come segue:

"Nessun dato ricevuto dal sensore XYZ per il cliente ‘CompanyAB’ in 15."

n=FileServer:

Percorso locale = stringa: Registri\\

Cartella in cui si desidera archiviare i file di registro.

Esempio:

9 = FileServer:    Local Path = string: Logs\\

Per poter accedere a questa cartella da Server Files Manager , la posizione specificata in questo parametro deve corrispondere alla posizione specificata nel parametro Log Paths nel file Log Processing.cfg . Per ulteriori informazioni sulla modifica della directory Logs nel file Log Processing.cfg , vedere il capitolo File di configurazione dell'elaborazione del registro della Guida alla configurazione del set di dati.

n=FileServer:

Percorso locale = stringa: Audit\

Cartella a cui si desidera mappare i registri di controllo.

Esempio:

5 = FileServer:    Local Path = string: Audit\\

Nota:

È possibile mappare i registri di controllo su un'altra unità locale (ad esempio: stringa: P:\\Audit\\ ), ma non mappare i registri di controllo su un'unità di rete.

Per poter accedere a questa cartella da Server Files Manager , la posizione specificata in questo parametro deve corrispondere alla posizione specificata nel parametro della directory di registro di accesso in questo file.

n=NormalizeServer:

Questo parametro si applica solo a Insight Server .

Per ulteriori informazioni sulla specifica del server di normalizzazione centralizzato per il cluster Insight Server, vedere il capitolo File di configurazione dell'elaborazione del registro della Guida alla configurazione del set di dati .

n=ReportStatusServer:

URI = stringa: /ReportStatus.vsp

Questo parametro si applica solo a Insight Server .

Consente di visualizzare lo stato del report nell'interfaccia Stato dettagliato per Insight Server .

In questa pagina