Inserimento di intervalli IP nell’elenco Consentiti

I server SFTP sono protetti. Per potervi accedere per visualizzare i file o scriverne di nuovi, devi aggiungere all’elenco consentiti l’indirizzo IP pubblico del sistema o del client che accede ai server.

Scopri questa funzione nel video per Campaign Classic o Campaign Standard

Informazioni sul formato CIDR

CIDR (Classless Inter-Domain Routing) è il formato supportato per l’aggiunta di intervalli IP tramite l’interfaccia del Pannello di controllo Campaign.

La sintassi è composta da un indirizzo IP seguito da un carattere “/” e da un numero decimale. Il formato e la sintassi sono descritti dettagliatamente in articolo.

È possibile cercare su Internet strumenti online gratuiti che ti aiuteranno a convertire l'intervallo IP in formato CIDR.

Best practice

Accertati di seguire le raccomandazioni e le limitazioni riportate di seguito quando inserisci gli indirizzi IP nell’elenco Consentiti dal Pannello di controllo Campaign.

  • Aggiungere intervalli IP all’elenco Consentiti anziché indirizzi IP singoli. Per inserire un indirizzo IP singolo nell’elenco Consentiti, aggiungi “/32” per indicare che l’intervallo include un solo IP.
  • Non aggiungere intervalli eccessivamente ampi all’elenco Consentiti, ad esempio intervalli che includono > 265 indirizzi IP. Il Pannello di controllo Campaign rifiuterà qualsiasi intervallo in formato CIDR compreso tra /0 e /23.
  • Solo gli indirizzi IP pubblici possono essere aggiunti all’elenco Consentiti.
  • Assicurati di eliminare regolarmente gli indirizzi IP che non ti serve più dall'elenco consentiti.

Aggiungere indirizzi IP all’elenco Consentiti

Per aggiungere un intervallo IP all’elenco Consentiti, esegui questi passaggi:

  1. Apri la scheda SFTP, quindi seleziona la scheda IP Allow Listing.

  2. L’elenco degli indirizzi IP inseriti nell’elenco Consentiti viene visualizzato per ogni istanza. Seleziona l’istanza desiderata dall’elenco a sinistra, quindi fai clic sul pulsante Add new IP range.

  3. Definisci l’intervallo IP da aggiungere all’elenco consentiti. Questo campo accetta solo intervalli IP in formato CIDR, ad esempio 192.150.5.0/24.

    IMPORTANTE

    Un intervallo IP non può sovrapporsi a un intervallo esistente nell’elenco Consentiti. In tal caso, elimina prima l’intervallo che contiene l’IP sovrapposto.

  4. È possibile aggiungere un intervallo all’elenco consentiti per più istanze. A questo scopo, premi il tasto freccia giù o digita le prime lettere dell’istanza desiderata, quindi selezionala dall’elenco dei suggerimenti.

  5. Definisci l’etichetta da visualizzare per questo intervallo IP nell’elenco.

    NOTA

    I seguenti caratteri speciali sono consentiti nella variabile Label campo:
    . _ - : / ( ) # , @ [ ] + = & ; { } ! $

  6. Per gestire meglio il tuo elenco consentiti IP, puoi impostare una durata per la disponibilità di ogni intervallo IP. A questo scopo, seleziona un’unità nella Type elenco a discesa e definire una durata nel campo corrispondente. Per ulteriori informazioni sulla scadenza dell’intervallo IP, consulta questa sezione.

    NOTA

    Per impostazione predefinita, la Type campo impostato su Unlimited, il che significa che l’intervallo IP non scade mai.

  7. In Comment campo , puoi indicare un motivo per consentire questo intervallo IP (perché, per chi, ecc.).

  8. Fai clic sul pulsante Save. L’intervallo IP aggiunto all’elenco consentiti verrà visualizzato come Pending fino a quando la richiesta non viene completamente elaborata, il che dovrebbe richiedere solo pochi secondi.

IMPORTANTE

Se tenti di collegare i server SFTP a un nuovo sistema e quindi aggiungi nuovi intervalli IP all’elenco consentiti, potrebbe essere necessario immettere nuove chiavi pubbliche per completare la connessione. Per ulteriori informazioni, consulta questa sezione.

Gestione degli intervalli IP

Gli intervalli IP creati vengono visualizzati nel IP Allow Listing scheda .

Puoi ordinare gli elementi in base alla data di creazione o di modifica, all’utente che lo ha creato o modificato e alla scadenza dell’intervallo IP.

Puoi anche eseguire la ricerca in un intervallo IP iniziando a digitare un’etichetta, un intervallo, un nome o un commento.

Per modificare uno o più intervalli IP, vedi questa sezione.

Per eliminare uno o più intervalli IP dall’elenco consentiti, selezionali, quindi fai clic sul pulsante Delete IP range pulsante .

Scadenza

La Expires mostra quanti giorni rimangono fino alla scadenza dell’intervallo IP.

Se hai effettuato la sottoscrizione a avvisi e-mail, riceverai notifiche via e-mail 10 giorni e 5 giorni prima della scadenza di un intervallo IP e il giorno in cui scade. Dopo aver ricevuto l'avviso, puoi modifica dell’intervallo IP di prorogare, se necessario, il periodo di validità.

Un intervallo IP scaduto verrà eliminato automaticamente dopo 7 giorni. Viene visualizzato come Expired in Expires colonna. Entro questo periodo di 7 giorni:

  • Non è più possibile utilizzare un intervallo IP scaduto per accedere ai server SFTP.

  • Non puoi creare un altro intervallo IP che si sovrappone a un intervallo scaduto. Prima di creare il nuovo intervallo, devi prima eliminare l’intervallo IP scaduto.

  • È possibile modifica un intervallo IP scaduto e aggiornarne la durata per renderlo nuovamente disponibile.

  • È possibile eliminarlo dall’elenco consentiti.

Modifica di intervalli IP

Per modificare gli intervalli IP, effettua le seguenti operazioni.

NOTA

Puoi modificare solo gli intervalli IP creati a partire dalla versione di ottobre 2021 del Pannello di controllo Campaign.

  1. Seleziona uno o più intervalli IP dal IP Allow Listing elenco.

  2. Fai clic sul pulsante Update IP range.

  3. Puoi solo modificare la scadenza dell’intervallo IP e/o aggiungere un nuovo commento.

    NOTA

    Per modificare il formato CIDR, la relativa etichetta o le istanze correlate, devi prima eliminare l’intervallo IP e crearne uno nuovo corrispondente alle tue esigenze.

  4. Salva le modifiche.

Monitoraggio delle modifiche

La Job Logs nella home page del Pannello di controllo Campaign puoi monitorare e monitorare tutte le modifiche apportate agli indirizzi IP nell’elenco consentiti.

Per ulteriori informazioni sull’interfaccia del Pannello di controllo Campaign, consulta questa sezione.

In questa pagina